Quando sostituire il tostapane?

Quando conviene cambiare il tostapane con un nuovo elettrodomestico? Ecco una serie di segnali da prendere in considerazione per la sua sostituzione.

Il costo della riparazione supera il prezzo del nuovo

Il tostapane è un elettrodomestico tanto semplice quanto utile e col vantaggio di costare davvero poco. Questo è il motivo principale per cui, nella maggior parte dei casi, quando un vecchio modello si guasta propendi subito per la sua sostituzione. Una scelta che ritengo piuttosto logica visto che con una cifra attorno ai 30/40 euro puoi trovare prodotti di adeguata potenza e con funzioni complete.

Di fronte a un tostapane difettoso, a meno che non sia ancora in garanzia, risulta per nulla conveniente portarlo in un laboratorio per la riparazione o addirittura spedirlo al centro assistenza indicato dal fabbricante. Le sole spese di spedizione, con tutta probabilità, superano il costo di un tostapane nuovo.

Riparazione fai da te?

Rimettere in sesto un tostapane risulta conveniente qualora il guasto fosse piuttosto semplice, tanto da permetterti di intervenire in totale autonomia. Serve comunque una certa dimestichezza col fai da te e disporre di un minimo di attrezzatura.

Il tostapane non è certo un apparecchio complicato ed eventuali malfunzionamenti, come vedremo a breve, sono pochi e subito identificabili. Rimane il fatto che, anche se individui il problema, non è detto che trovi i ricambi in commercio. Se sei fortunato il guasto potrebbe riguardare solo il distacco di un filo oppure l’interruttore on/off fuori uso, facilmente reperibile e dal costo di pochi euro.

Odore di bruciato

Il più classico dei segnali della sopraggiunta fine di un tostapane è un intenso e acre odore di bruciato. Difficile che lo puoi confondere con la puzza del pane carbonizzato ed è dovuto al corto circuito della resistenza elettrica. In questo caso c’è ben poco da fare se non scollegare immediatamente l’apparecchio e sostituirlo con un nuovo modello.

Rottura sistema espulsione fetta

La maggior parte dei tostapane sono dotati di un meccanismo che provvede ad espellere automaticamente le fette a fine cottura oppure con azionamento manuale. Si tratta di una semplice leva che potrebbe anche bloccarsi o smettere di funzionare. Se vuoi cimentarti in un tentativo di riparazione fai da te dovrai smontare il rivestimento esterno e vedere se il guasto è facilmente risolvibile.

Il tostapane non si accende

La causa è la mancanza di alimentazione elettrica. Potrebbe essere un cavo interrotto per via dei continui piegamenti, un difetto nella spina oppure un guasto nel circuito elettrico interno. In quest’ultimo caso devi possedere conoscenze da elettricista e quantomeno disporre di un tester se vuoi avere qualche speranza di risolvere da solo il problema.

Il tostapane non scalda

Se il tostapane si accende regolarmente ma non produce il calore necessario per la doratura, significa che la resistenza elettrica è difettosa o bruciata. La soluzione più conveniente è acquistare un nuovo modello.

Malfunzionamento del regolatore di temperatura

Per impostare la quantità di calore e il livello di torrefazione disponi di un regolatore meccanico oppure un controllo elettronico. Nel primo caso sfrutti la dilatazione del metallo a seguito del riscaldamento per attivare il contatto, mentre nel secondo una resistenza variabile per modulare il passaggio di corrente nel circuito. Un difetto di questi componenti comporta un’errata regolazione della temperatura e una doratura del pane scadente oppure eccessiva.

E’ uscito un modello migliore

Anche se il tostapane è perfettamente funzionante potresti avere la necessità di sostituirlo. Vivendo da solo hai determinate esigenze che un apparecchio molto essenziale può soddisfare senza problemi.

Tuttavia, nel caso decidi di metter su famiglia, dovrai abbandonare il vecchio modello e passare ad un prodotto che ti consente di tostare più fette contemporaneamente. Potresti anche desiderare un tostapane di ultima generazione dalle funzioni complete per meglio controllare la doratura e sfruttare, ad esempio, la modalità di scongelamento. Tieni anche presente che i modelli più recenti ti assicurano consumi inferiori rispetto ad un apparecchio ormai obsoleto.

I nuovi modelli sul mercato