Quando sostituire la soundbar?

Quando conviene cambiare la soundbar con un nuovo modello? Ecco una serie di segnali da prendere in considerazione per la sua sostituzione.

Conviene riparare una soundbar?

Come molti dispositivi per l’intrattenimento domestico anche il settore delle soundbar per TV ha visto i prezzi calare progressivamente nel corso degli anni. Merito di una più agguerrita concorrenza e comparsa sul mercato di marchi pressoché sconosciuti che, comunque, forniscono apparecchi dalle buone prestazioni.

Non avendo particolari pretese o per utilizzi con televisori di piccole dimensioni, ti bastano cifre attorno ai 60 / 80 euro per trovare modelli adatti allo scopo. Se invece desideri migliorare sensibilmente l’uscita audio della TV devi mettere in conto una spesa di almeno 150 / 200 euro. I prezzi salgono ulteriormente avvicinandosi ai 1.000 euro per prodotti top di gamma con tecnologie più avanzate.

La presenza di componenti elettrici, una parte di elettronica e una serie più o meno numerosa di diffusori a cui aggiungere il subwoofer per la riproduzione delle basse frequenze, porta alla nascita di malfunzionamenti e guasti. Decidere di riparare una soundbar può avere convenienza solo per apparecchi costosi, altrimenti è molto probabile che l’intervento tecnico richieda una spesa superiore al prezzo del nuovo.

Rimane poi l’incognita della reperibilità ricambi sia per marchi low cost che soundbar di famosi brand, alla luce di una proposta aggiornata annualmente che manda fuori produzione modelli anche piuttosto recenti.

La soundbar non si accende

La maggior parte delle soundbar di ultima generazione non dispone di nessun tasto on/off e una volta inserita la spina rimangono in standby. In base al tipo di collegamento (bluetooth, cavo HDMI, HDMI ARC oppure ottico) l’apparecchio si accende insieme alla TV o tramite il proprio telecomando. La mancanza della classica spia luminosa indica l’assenza di alimentazione per un problema di connessione oppure un guasto al circuito interno.

I bassi non si sentono o hanno perso potenza

Spetta al subwoofer la sola funzione di riprodurre ed enfatizzare le basse frequenze; può essere compreso nella fornitura oppure un optional da acquistare in un secondo momento. Presenta un collegamento elettrico indipendente quindi un problema al circuito di alimentazione impedisce l’accensione. Spesso il guasto riguarda componenti bruciati per il surriscaldamento e un centro riparazioni autorizzato potrebbe risolvere il problema, sempre che ci sia l’effettiva convenienza.

Nel caso si verificasse un calo delle prestazioni con bassi che perdono potenza e profondità, la causa più probabile è il danneggiamento della membrana dell’altoparlante e la sostituzione del subwoofer è quasi sempre la scelta migliore.

Il suono gracchia

La presenza di rumori fastidiosi e la perdita della consueta limpidezza del suono sono un chiaro segnale di un guasto. Col tempo i diffusori si possono danneggiare provocando vibrazioni oppure distorsioni quando cerchi di alzare il volume. Solitamente sono problemi causati dall’usura quindi è auspicabile avvengano dopo svariati anni di utilizzo. E’ piuttosto difficile che risulti vantaggioso far riparare la soundbar sia per una questione di costo elevato che reperibilità dei ricambi.

L’audio salta

Un problema che a volte capita è la perdita del segnale audio per pochi secondi. La questione è quasi sempre legata all’aggiornamento software e dopo aver scaricato la nuova versione il difetto dovrebbe sparire. Più raramente il motivo potrebbe essere l’incompatibilità con una TV piuttosto datata oppure l’utilizzo di cavi molto scadenti senza adeguata schermatura.

Ripristino della soundbar

Nei modelli di ultima generazione e in prodotti top di gamma sono sempre presenti connessione Wi-Fi, gestione tramite smartphone e funzionalità avanzate come il controllo vocale. Purtroppo il software può, a volte, mandare in tilt l’apparecchio che non risponde più ai comandi.

In tali situazioni ti suggerisco di effettuare il ripristino alle condizioni di fabbrica, in modo da eliminare eventuali aggiornamenti non andati a buon fine e azzerare impostazioni che hanno compromesso il corretto funzionamento. Naturalmente ogni modello ha la sua procedura che dovresti trovare all’interno del manuale.

Nuovi modelli sul mercato