Recensione Bialetti Gioia

Recensione della macchina da caffè espresso a capsule Bialetti Gioia, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

Recensione Bialetti Gioia

Pro

  • Design moderno
  • Dimensioni compatte
  • Possibilità di scegliere la lunghezza del caffè
  • Espulsione automatica della capsula nell’apposito contenitore

Contro

  • Funziona unicamente con capsule in alluminio Bialetti
  • Non è possibile erogare solo acqua calda
  • Limitata capacità del serbatoio

Bialetti Gioia è una macchina da caffè espresso a capsule dal design moderno e molto elegante caratterizzato da linee morbide e finitura in plastica lucida con doppia colorazione. L’azienda italiana offre la possibilità di scegliere ben 8 tonalità del rivestimento laterale per soddisfare ogni esigenza estetica.

Le dimensioni risultano parecchio contenute assicurando una profondità di 34 centimetri, larghezza di 9,5 centimetri e altezza di 22 centimetri. Chiaramente il prezzo da pagare per beneficiare di un ingombro così limitato è un serbatoio con capacità di appena mezzo litro che costringe a frequenti riempimenti. Altre caratteristiche costruttive sono il meccanismo di espulsione automatica della capsula, cassettino in grado di contenere 8 capsule usate e il poggia tazze removibile che funge anche da vaschetta raccogli-gocce.

Passando alle prestazioni, nel corso della prova ho ottenuto sempre un caffè cremoso e alla corretta temperatura. Le capsule in allumino Bialetti non offrono una grande varietà di gusti tuttavia, secondo la mia opinione, sono di ottima qualità. Il merito dei soddisfacenti risultati va attribuito anche al performante sistema di riscaldamento con caldaia Thermoblock e pompa che assicura una pressione dell’acqua di 20 Bar.

Non serve alcun tipo di esperienza o perdere tempo a leggere le istruzioni per preparare un espresso. Tutto quello che dobbiamo fare è alzare il coperchio, inserire la capsula in alluminio, richiudere e pigiare uno dei due pulsanti per scegliere un caffè corto o lungo.

La macchina è dotata di spegnimento automatico dopo alcuni minuti di inutilizzo. Un limite che ho riscontrato è l’impossibilità di erogare solo acqua, infatti il sistema di controllo della capsula impedisce il funzionamento a vuoto. Particolare da tenere presente visto che molte persone sono abituate a riscaldare il circuito erogando prima un po’ di acqua calda e subito dopo il caffè.

In conclusione, Bialetti Gioia la considero una macchina per caffè espresso capace di garantire buone prestazioni e un utilizzo davvero elementare. Ciò nonostante presenta qualche punto debole da tenere in considerazione al momento dell’acquisto.

Mi riferisco, innanzitutto, all’impossibilità di utilizzare capsule compatibili in plastica che limita di molto la varietà di miscele disponibili. In secondo luogo la ridotta capacità del serbatoio non la rende una scelta consigliabile a chi deve preparare numerosi caffè. Infine la potenza di 1200 W è un valore che incide in maniera significativa sui consumi qualora si preveda un utilizzo quotidiano intenso.

Migliori macchine da caffè a capsule

 

Articolo di Andrea Pilotti

Sono un appassionato di tecnologia. Dal 2005 ad oggi ho recensito più di 3500 elettrodomestici. La mia missione è trovare i prodotti con il miglior rapporto qualità prezzo. Nel mio sito trovi classifiche, recensioni, consigli e news di elettrodomestici ed elettronica di consumo per la casa.