in

Recensione Philips HR1832

Recensione della centrifuga Philips HR1832, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

Recensione Philips HR1832

Pro

  • Dimensioni compatte
  • Funzionamento piuttosto silenzioso
  • Facile rimozione della parti lavabili

Contro

  • Cavo elettrico abbastanza corto
  • La pulizia del filtro non è così rapida come indicato dal costruttore

Philips HR1832 è una centrifuga dalle dimensioni compatte, con altezza di circa 30 centimetri e un diametro massimo di 24 centimetri. Rispetto ad un estrattore di succo richiede meno spazio sul piano di lavoro e anche l’eventuale rimessaggio è facilitato da un peso di nemmeno 2 chilogrammi.

Il design moderno favorisce il collocamento in bella vista in cucina, mentre il rivestimento in plastica lucida e le linee arrotondate consentono la rapida pulizia esterna. Dal punto di vista costruttivo, l’unico aspetto negativo riguarda il cavo elettrico lungo solo 80 centimetri.

Il motore da 400 watt genera la forza centrifuga necessaria per estrarre con efficacia il succo. Posso inserire la maggior parte di frutta e verdura senza dovermi preoccupare di togliere buccia e semi.

In tal senso consiglio, comunque, di consultare il libretto delle istruzioni oppure cercare informazioni per capire quali alimenti devono essere eventualmente sbucciati e privati dei semi. La bocca di ingresso da 55 millimetri permette di utilizzare anche alimenti interi, tuttavia suggerisco di tagliarli sempre in almeno due pezzi per favorire l’estrazione del succo.

Il contenitore degli scarti è integrato nella parte inferiore della macchina e offre una capienza tale da consentire la preparazione di circa 1,5 litri di succo, prima di procedere allo svuotamento. In dotazione troviamo la caraffa in plastica da 0,5 litri da posizionare sotto il beccuccio. Volendo possiamo collocare anche un qualsiasi bicchiere, purché non sia alto più di 12 centimetri.

Due fattori da valutare quando acquistiamo una centrifuga sono la praticità nel rimuovere le parti lavabili e la facilità di pulizia.

Sul primo aspetto non ho nulla di negativo da segnalare, infatti in una manciata di secondi sono in grado di smontare ogni componente e altrettanto rapidamente procedere al riassemblaggio. Per quanto riguarda la pulizia, Philips dichiara di aver adottato la tecnologia QuickClean.

Si tratta di accorgimenti costruttivi al fine di garantire il lavaggio in un solo minuto. Ciò corrisponde al vero per coperchio e contenitore della polpa, mentre il discorso cambia per il setaccio in metallo. Nonostante la superficie particolarmente liscia dovrebbe favorire la rimozione dei residui, in realtà serve tempo per eliminare tutti i pezzetti di polpa incastrati nelle maglie molto sottili.

Secondo la mia opinione, Philips HR1832 può rappresentare una valida alternativa ad un estrattore di succo a freddo per ottenere rapidamente bevande a base di frutta e verdura con pochi residui fibrosi.

Il tutto con i vantaggi di un funzionamento silenzioso per non disturbare la mattina chi ancora dorme e poco spazio occupato sul piano della cucina. Anche se la pulizia richiede più del minuto dichiarato dal costruttore, è comunque facilitata dal semplice smontaggio dei componenti e dalle superfici lisce con pochi angoli.

Migliori centrifughe

Articolo di Andrea Pilotti

Sono un appassionato di tecnologia. Dal 2005 ad oggi ho recensito più di 3500 elettrodomestici. La mia missione è trovare i prodotti con il miglior rapporto qualità prezzo. Nel mio sito trovi classifiche, recensioni, consigli e news di elettrodomestici ed elettronica di consumo per la casa.