in

Xiaomi Robot Vacuum E12

Per 2 settimane ho testato il robot aspirapolvere Xiaomi Vacuum E12, un prodotto economico che consente un buon livello di pulizia della casa grazie al sistema di navigazione a zig zag e l’uso di una spazzola centrale con setole e lamina in silicone. Nella mia recensione trovi le mie considerazioni sull’elettrodomestico e il comparatore di prezzi.

Recensione Xiaomi Robot Vacuum E12

Pro

  • Buona qualità costruttiva sia di robot che base di stazionamento
  • Base di ricarica molto compatta
  • Passa senza difficoltà sotto letti, divani e mobili bassi
  • Aspira in modo efficace pavimenti e tappeti
  • Utilizzo intuitivo
  • Gestione tramite app
  • Supporta il controllo vocale con Google Home e Amazon Alexa

Contro

  • Non ha un sistema di mappatura
  • Non riconosce piccoli oggetti
  • Non dispone della modalità di aspirazione con variazione automatica della potenza
  • Manca un sensore per riconoscere i tappeti e impedirne il passaggio durante il lavaggio

Recensione

Design e qualità costruttiva

Xiaomi Robot Vacuum E12 è un modello caratterizzato da un design moderno e dalla classica forma circolare. Il diametro di 32.5 centimetri è pressoché standard, mentre l’altezza di soli 8 centimetri favorisce il passaggio sotto mobili bassi, letti e divani.

Recensione Xiaomi Robot Vacuum E12

Per valutare la solidità costruttiva ho controllato i punti più sensibili a cedimenti non riscontrando problemi. Nello specifico mi sono soffermato sul cassetto estraibile che funge sia da contenitore della polvere che serbatoio dell’acqua, fascia paracolpi, ruote ammortizzate e innesti della spazzola laterale e del rullo centrale.

Recensione Xiaomi Robot Vacuum E12

Anche la base di ricarica risulta robusta quanto basta per svolgere il proprio compito e presenta dimensioni compatte pari a 14.6×12.2×8.75 centimetri.

Sistema di navigazione

Il robot non dispone di torretta laser o videocamera per mappare l’ambiente domestico e ottimizzare i percorsi di pulizia. Il sistema di navigazione è alquanto essenziale e si basa sull’azione dei sensori di prossimità e anticaduta per avvicinarsi a muri e mobili, evitando solo gli ostacoli più ingombranti.

Ciò significa che se dimentico sul pavimento cavi, scarpe, giocattoli o altri piccoli oggetti saranno trascinati per casa dal robot e potrebbero anche incastrarsi tra le ruote provocando l’interruzione anticipata della sessione.

La macchina segue un percorso a zigzag che, comunque, assicura una pulizia piuttosto precisa e limita al minimo le zone tralasciate. Inoltre, il robot può funzionare in qualsiasi condizione di luce ambientale e anche completamente al buio.

Qualità aspirazione

Xiaomi Robot Vacuum E12 lo posso utilizzare in modalità aspirazione e lavaggio, solo lavaggio o solo aspirazione. In quest’ultimo caso ottengo i risultati migliori grazie al motore in grado di sviluppare una forza aspirante di 4000 Pa (4 livelli di aspirazione impostabili), rimuovendo con efficacia polvere e detriti anche di medie dimensioni come chicchi di caffè e crocchette di animali domestici.

Recensione Xiaomi Robot Vacuum E12

Il sistema per raccogliere lo sporco è composto dalla tradizionale accoppiata spazzola rotante laterale e rullo centrale con lamina in silicone e setole. Tale soluzione riesce a pulire abbastanza bene sia lungo il battiscopa che tappeti a pelo corto.

Un limite riguarda l’assenza della modalità intelligente, vale a dire con aumento automatico della potenza in base al tipo di superficie e livello di sporco.

Qualità lavaggio

Se desidero lavare i pavimenti devo aggiungere l’acqua nel serbatoio e applicare il panno in dotazione tramite bloccaggio a incastro.

Recensione Xiaomi Robot Vacuum E12

Si tratta di un sistema molto semplice che rimuove lo sporco per mezzo dello sfregamento esercitato dalle fibre sulla superficie. Tale azione riesce solo ad eliminare lo strato di polvere e le macchie più fresche, mentre risulta inefficace sullo sporco secco depositato da giorni.

Modelli concorrenti adottano sistemi con meccanismi vibranti e panni rotanti al fine di esercitare la maggiore forza possibile sul pavimento. Comunque, ad oggi non sono ancora riuscito a trovare un robot capace di sostituire l’azione efficace del lavaggio manuale con mocio o straccio.

Altro aspetto negativo riguarda la mancanza di un sensore per rilevare i tappeti ed evitare il passaggio durante il lavaggio. Ciò mi obbliga a togliere tutti i tappeti prima di avviare la pulizia con applicato il panno.

Utile la possibilità di regolare su tre livelli l’erogazione dell’acqua in base al tipo di pavimento. In questo modo evito di bagnare eccessivamente superfici delicate come il parquet e riduco i tempi dell’asciugatura.

Funzioni smart

Tramite l’app Xiaomi Home riesco ad effettuare una programmazione settimanale della pulizia, impostare sia il livello di potenza dell’aspirazione che l’erogazione dell’acqua e monitorare in tempo reale lo stato di funzionamento. Inoltre, il robot comunica le varie azioni che sta compiendo con messaggi vocali e supporta gli assistenti Amazon Alexa e Google Home.

L’assenza della mappatura mi preclude funzioni utili come la scelta di quali ambienti pulire, l’esclusione di zone più o meno estese, l’impostazione di barriere virtuali per impedire l’accesso al robot, nonché la statistica dettagliata con le zone pulite e quelle tralasciate.

Autonomia

La batteria agli ioni di litio da 2600 mAh dovrebbe assicurare un’autonomia di circa 110 minuti in modalità standard, ovvero aspirazione e lavaggio con livello di potenza più basso. Un dato comunque suscettibile a variazioni, anche sensibili, in base a diversi fattori quali presenza di animali domestici, disposizione dei mobili e numero di tappeti. Alla luce delle prove che ho effettuato, posso affermare che il robot è in grado di pulire un appartamento di 80 metri quadri senza interruzioni.

Ricordo che questo modello, non disponendo del sistema di mappatura, qualora terminasse l’energia durante la pulizia torna autonomamente alla base, si ricarica nel tempo necessario ma non riprende la sessione. Monitorando il funzionamento da remoto tramite l’app riesco a far ripartire il robot, tuttavia ricomincerà dall’inizio e non dal punto dell’interruzione.

Manutenzione

L’apparecchio richiede la solita manutenzione ordinaria per mantenere il funzionamento efficiente.

Recensione Xiaomi Robot Vacuum E12

Oltre allo svuotamento del serbatoio facilmente estraibile, gli altri interventi richiesti sono la pulizia o sostituzione periodica del filtro aria, la pulizia dei sensori e la rimozione di eventuali grovigli di peli e capelli da spazzola laterale e rullo centrale.

Recensione Xiaomi Robot Vacuum E12

Per quest’ultima operazione posso utilizzare lo strumento inserito direttamente in un apposito alloggiamento nel contenitore della polvere.

Conclusioni

Recensione Xiaomi Robot Vacuum E12

Il mio giudizio finale su Xiaomi Robot Vacuum E12 è nel complesso positivo. I risultati migliori li ho ottenuti nella modalità di sola aspirazione con pavimenti e tappeti puliti in modo accurato, riuscendo ad eliminare senza problemi anche i peli delle mie gattone Mina e Dafne.

Considero invece insufficienti le prestazioni durante il lavaggio. L’azione di sfregamento non rimuove le macchie secche, mentre l’apparecchio non è in grado di riconoscere i tappeti ed evitare il passaggio con il panno bagnato. Un modello adatto in appartamenti di medie dimensioni e per chi può fare a meno del sistema di mappatura, accontentandosi di funzioni smart essenziali per il monitoraggio da remoto.