Migliori regolabarba elettrici

di Andrea Pilotti 17 Aprile 2019

Confronta i migliori regolabarba elettrici selezionati per precisione e regolazioni del taglio, autonomia della batteria, maneggevolezza, impermeabilità, prezzo e marca.

miglior regolabarba elettrico

Moser Chrom2Style

Moser-Chrom2Style

Recensione

Braun BT5090

Braun-BT5090

Recensione

Remington MB4110

Remington-MB4110

Recensione

Philips BT7202/16

Philips-BT7202-16

Recensione

Panasonic ER-GB96

Panasonic-ER-GB96

Recensione

Wahl 9864-016

Wahl-9864-016

Recensione

 

Come scegliere un regolabarba elettrico

Tra gli strumenti maggiormente utilizzati dall’uomo per la cura del corpo c’è il regolabarba elettrico. Basta fare una rapida ricerca in rete per rendersi conto dell’impressionante numero di modelli: un così ampio ventaglio di proposte che scegliere il prodotto giusto diventa impresa tutt’altro che semplice. Vediamo quali sono le caratteristiche più rilevanti che contraddistinguono un regolabarba.

Qualità del taglio

Per ottenere risultati soddisfacenti è necessario valutare diversi aspetti. Il primo riguarda la qualità delle lame che possono essere realizzate con diversi materiali.

L’acciaio inox è la soluzione ancora oggi preferita e assicura un ottimo taglio, notevole resistenza e una minima manutenzione, visto che la maggior parte dei prodotti montano lame autoaffilanti che non necessitano di lubrificazione.

Il titanio offre gli stessi vantaggi dell’acciaio aggiungendo una maggior leggerezza, mentre il carbonio è meno utilizzato anche se assicura un apprezzabile taglio e una lunga durata. Infine rimangono le lame in ceramica che sono molto performanti ma con il punto debole di essere particolarmente delicate.

Altri due fattori da valutare sono l’ampiezza e il range di taglio. La prima rappresenta la larghezza della testina, ovvero la superficie che le lame possono regolare in una sola passata. Un buon compromesso è scegliere un regolabarba con un’ampiezza di taglio da 30 millimetri che permette da una parte di potersi muovere agevolmente anche nei punti difficili e dall’altra operazioni abbastanza rapide.

Il range di taglio è invece l’altezza minima e massima che si può regolare. Prodotti di buon livello partono da 0,5 millimetri fino ad arrivare a 15 millimetri e in casi più rari a 20 millimetri.

Qualora fosse necessario regolare barbe molto lunghe, consigliamo di acquistare un tagliacapelli che può tranquillamente raggiungere una lunghezza di taglio pari a 45 millimetri.

Pettini

Tra gli accessori forniti con un regolabarba ci sono, normalmente, una serie di pettini in plastica da applicare sulla testina di taglio. In commercio si possono trovare prodotti con pettini a scatto e altri con quelli cosiddetti ad ascensore.

I primi sono caratterizzati dall’essere tangenti alla lama, offrendo una passata molto scorrevole con i residui del taglio che defluiscono senza incastrarsi. Il loro svantaggio è avere un limitato range di altezze selezionabili, rendendoli adatti per chi porta barbe abbastanza corte.

I pettini ad ascensore, al contrario, offrono numerose misure di taglio che arrivano anche a 20 millimetri.

Il range si regola con estrema facilità spostando il pettine lungo i binari laterali in cui è inserito e allontanandolo progressivamente dalla lama a seconda delle necessità.

Tuttavia, ciò comporta la creazione di uno spazio vuoto, più o meno ampio, tra pettine e lame che si riempie facilmente dei residui di taglio, costringendo ad interrompere le operazioni per la rimozione.

A parte questo particolare, un modello di questa tipologia rimane una buona scelta per chi deve curare barbe molto lunghe e non vuole usare un tagliacapelli.

Alimentazione

Il regolabarba è un dispositivo alimentato da una batteria ricaricabile. I modelli più economici montano accumulatori Ni-MH (nichel-metallo idruro), mentre i più prestazionali sfruttano la tecnologia agli ioni di litio.

Quest’ultima assicura batterie più piccole, leggere e senza il problema dell’effetto memoria, ma con una durata complessiva leggermente inferiore. L’autonomia e i tempi di ricarica sono direttamente collegati alla fascia di prezzo a cui appartiene il dispositivo.

I prodotti più costosi (superiori a 80 euro) assicurano oltre 60 minuti di rasatura e un tempo massimo di ricarica di circa un’ora. Dati che scendono drasticamente per modelli entry level la cui autonomia si aggira attorno ai 30/40 minuti, con tempi di ricarica tra 6 e 8 ore.

Un particolare molto importante è la possibilità di poter utilizzare il regolabarba collegato al cavo mentre è in ricarica. Un’opportunità che non è sempre garantita ma che può risultare estremamente comoda.

Funzioni

Tra le principali funzioni che deve avere un buon regolabarba segnaliamo:

regolazione: è il sistema per impostare la lunghezza di taglio. Si possono trovare modelli con la regolazione direttamente sul pettine, altri con ghiera girevole sul corpo del dispositivo e prodotti più sofisticati con display digitale e comodi pulsanti.

Turbo: in modelli di fascia medio alta si può incrementare la velocità di taglio in caso di necessità.

Aspirazione: alcuni regolabarba sono dotati di un particolare sistema che aspira i peli tagliati facendoli finire in un piccolo serbatoio di raccolta posto sotto il pettine. In questo modo si evita di sporcare il lavabo anche se il contenitore ha una capienza limitata.

Wet&Dry: sono i dispositivi resistenti all’acqua. Particolare da verificare con attenzione perché in alcuni casi l’impermeabilità è solo parziale ed è possibile unicamente lavare la testina sotto un getto d’acqua. I prodotti con totale resistenza possono essere utilizzati anche sotto la doccia.

Rifinitura: un buon regolabarba è solitamente dotato di una piccola lama supplementare con uscita a scatto, da utilizzare per le operazioni di maggior precisione come la regolazione di basette o pizzetti.

Base: più che una funzione si tratta di un comodo accessorio che consente di tenere il regolabarba alloggiato in verticale sul lavabo del bagno permettendo, in molti casi, di effettuare anche la ricarica.

[Voti: 267    Media Voto: 5/5]
Elettrodomestici che potrebbero interessarti
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

Guarda un esempio

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.