Migliori Buste Shopper Compostabili

di

Le buste shopper compostabili e biodegradabili possono essere di aiuto a chi desidera una valida alternativa ecologica alle vecchie e inquinanti buste di plastica. Classifica, recensioni e offerte delle Migliori Buste Shopper Compostabili selezionate dalla nostra redazione compostabilità, resistenza, tipologia di inchiostro, capacità di degradarsi in ambienti differenti e prezzo.

Come scegliere le Buste Shopper Compostabili

Le borse per la spesa compostabili rappresentano un’alternativa sicura ai sacchetti di plastica. Anche se una borsa riutilizzabile è un’ottima scelta, e comporta un certo risparmio, un sacchetto biodegradabile rappresenta un’utile alternativa in molti casi.

Le borse per la spesa fornite dai negozi sono state oggetto di molte critiche negli ultimi anni. Il dibattito sul fatto che la carta sia o meno migliore della plastica, insieme alla crescente preoccupazione per i sacchetti di plastica che finiscono nei mari, ha fatto sì che molte persone portino da casa i propri sacchetti riutilizzabili.

Tuttavia, in tutte quelle occasioni nelle quali dimenticate la vostra borsa riutilizzabile, o acquistate più articoli di quelli che è in grado di contenere, i sacchetti biodegradabili possono essere la soluzione.

Cosa prevede la normativa sulle compostabili?

La direttiva europea 2015/720/UE ha introdotto una serie di misure volte alla riduzione dell’utilizzo dei sacchetti di plastica tradizionali. Questa normativa è stata recepita dall’Italia con vari provvedimenti, tra i quali la legge n. 116/2014, che ha previsto l’applicazione di sanzioni per la commercializzazione di buste monouso realizzate con polimeri non conformi alla norma UNI EN 13432:2002. La normativa esclude dall’applicazione di sanzioni i sacchetti realizzati in carta, tessuti di fibre naturali e fibre di poliammide.

Per maggiori riferimenti normativi consigliamo di leggere anche le norme nazionali sulla commercializzazione dei sacchetti di plastica non biodegradabile (shoppers).

Vantaggi delle buste shopper biodegradabili

Nonostante i sacchetti di carta siano degradabili al 100%, molti negozianti evitano di offrirli. I sacchetti di carta possono essere costosi da acquistare, e i migliori per l’ambiente sono quelli realizzati con una più alta percentuale di prodotto riciclato. Molti sono rinforzati con materie plastiche, cere, prodotti chimici e altri prodotti che aumentano la loro resistenza. Questi materiali aggiunti fanno sì che non siano più biodegradabili, ed eliminano il vantaggio per l’ambiente.

Differenze tra sacchetti di plastica e buste shopper compostabili

I sacchetti di plastica standard, ad esempio quelli che venivano utilizzati in molti negozi di alimentari, possono richiedere un minimo di 20 anni per iniziare a decomporsi. La loro biodegradazione è incompleta e determina lo sprigionamento di sostanze chimiche nell’ambiente circostante.

Le buste shopper compostabili rappresentano un’ottima alternativa ai classici sacchetti per la spesa, ma non sono sempre la soluzione più pratica. E’ possibile dimenticare di portarli con sè, non averli a portata di mano per gli acquisti di impulso, non averne abbastanza o di abbastanza grandi. Anche il costo delle borse riutilizzabili può essere un deterrente per alcuni consumatori che si aspettano che i sacchetti vengano forniti dal negozio.
In quali materiali sono realizzati i sacchetti biodegradabili

Un sacchetto biodegradabile non deve contenere polietilene

Mentre le buste che venivano prodotte in passato non iniziavano a degradarsi prima di cinque – dieci anni, i sacchetti biodegradabili moderni sono realizzati in materiali che conferiscono loro diversi vantaggi. Per la maggior parte le buste sono realizzate in bioplastica, un materiale di origine naturale che simula le caratteristiche della plastica, ma non deriva dalla raffinazione del petrolio. Le bioplastiche sono polimeri di sintesi realizzati utilizzando materie prime quali oli vegetali e amidi. I polimeri biodegradabili hanno la caratteristica di poter essere assorbiti dalle cellule e scissi nelle loro componenti originarie. Per questo motivo, riescono ad essere smaltiti dall’ambiente.

La maggior parte delle bioplastiche viene realizzata utilizzando come materia prima l’amido. Durante il processo di lavorazione vengono impiegati additivi quali glicerina e sorbitolo, che non riducono la biodegradabilità e forniscono alcune caratteristiche importanti quali la resistenza all’umidità.

Molte bioplastiche presentano come componente l’acido polilattico (Pla),che risulta economico da produrre e non contiene residui metallici. Questo materiale viene ottenuto dalla fermentazione dello zucchero (ad esempio quello estratto dalla canna da zucchero) ed è totalmente riciclabile. A seconda della tecnica che viene utilizzata per la sua lavorazione, tuttavia, il Pla viene trattato con processi chimici che necessitano di metalli pesanti, per ottenere una bioplastica di maggiore qualità.

Quali caratteristiche devono avere le shopper compostabili?

Dal momento che ne esistono diversi tipi, quali caratteristiche devono avere le borse biodegradabili?

  • Capacità di degradarsi in ambienti differenti: alcune buste sono biodegradabili soltanto nel caso in cui vengano esposte ad un sistema di condizioni corretto, spesso introvabile nella maggior parte delle discariche. Al contrario, i migliori sacchetti biodegradabili, realizzati con materiali naturali, possono degradarsi in quasi tutti gli ambienti, compresa l’acqua salata (una risposta al problema dei sacchetti di plastica nei mari).
  • Essere compostabili: i sacchetti in plastica biodegradabile certificati compostabili sono completamente sicuri e non emettono sostanze chimiche o altri contaminanti nell’ambiente.
    Bassi livelli di metalli pesanti: i metalli pesanti (ad esempio piombo o cadmio), se presenti non devono superare i valori massimi predefinti.
  • Inchiostro a base di soia: per assicurarsi che i sacchetti non siano soltanto ecologici, ma anche adatti al business, i loghi vengono stampati in inchiostri a base di soia. Questi inchiostri non contaminano l’ambiente dopo che il sacchetto viene eliminato.

Migliori Shopper Compostabili

Buste

Sacchetti

La proposta di eKoe

Shopper verde compostabile

shopper-verde-compostabileProdotto biodegradabile e compostabile certificato e garantito con la data di produzione inserita sul sacchetto per 12 mesi.

Formati disponibili:

– 22+6+6×42 cm
– 26+7+7×50 cm
– 30+9+9×60 cm

Confezione da 500 pezzi
Peso shopper: 10 grammi
Peso per confezione da 500 pezzi: 5 Kg


Shopper bianco compostabile

sacchetto-bianco-compostabileProdotto biodegradabile e compostabile certificato e garantito con la data di produzione inserita sul sacchetto per 12 mesi.

Formati disponibili: 17+4+4×37+3 cm
Peso per shopper: 4,10 grammi
Peso confezione da 1500 pezzi: 6,1 Kg
Confezioni: 1500 pezzi


Shopper Mater Bi stampa Kid

shopper-mater-bi-stampa-kidShopper in mater bi ideali per acquisti ecologici.

Formati disponibili:
– 22 x 40 cm
– 27 x 40 cm
– 30 x 60 cm

Confezione da 500 pezzi


 

Richiedi una quotazione alla Cooperativa Ekoe

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.