Come scegliere la serranda tagliafuoco

di

Le serrande tagliafuoco sono istallate per impedire che, in caso di incendio, le fiamme si propaghino attraverso sistemi di condizionamento e ventilazione. Per legge, queste serrande vanno istallate su ogni apertura di un compartimento tagliafuoco (prese d’aria, canali…). In questo modo si mantengono costanti le capacità protettive “REI” della struttura muraria.

Funzionamento

Quando vi è un incendio, il sensore di temperatura o segnali affini, azionano all’istante la chiusura della serranda. La chiusura è effettuata anche nel caso manchi l’energia elettrica. Infine, con questo sistema, è possibile effettuare i controlli semestrali anche in remoto. Quest’opzione permette agli agenti di sicurezza del fabbricato o al sistema di “building automation” di svolgere l’attività in modo più sicuro e agevole.

Struttura

Le parti principali che compongono una serranda tagliafuoco sono le seguenti:

  • Una cassa in acciaio zincato o in silicato di calcio;
  • Dei microinterruttori per la lettura remota della posizione della pala;
  • Una pala con asse di rotazione orizzontale fatta di cartongesso o silicato di calcio;
  • Il meccanismo di chiusura automatica della pala;

Prima che fossero disponibili questi microinterruttori per controllare il posizionamento della pala, quest’ultima si chiudeva solo grazie al posizionamento di una molla. Quando non vi era allarme la pala era tenuta aperta da un fusibile di metallo detto anche disgiuntore termico. Questo fusibile, composto di una particolare lega, si scioglieva oltre i 72 C° e così facendo garantiva la chiusura della serranda tagliafuoco.

Alla chiusura della serranda, un microinterruttore chiamato “finecorsa” azionava lo spegnimento dell’impianto di areazione ed era in grado di comunicare l’allarme ad altri eventuali dispositivi elettronici. Oggi il sistema è più evoluto anche perché i decreti ministeriali sulla sicurezza son sempre più severi e pretendono che, in caso di incendio, i serramenti tagliafuoco si chiudano automaticamente con comandi elettronici.

Per questo, e anche per poter garantire dei controlli semestrali sull’efficienza delle serrande, oggi sono in uso degli specifici servomotori elettrici. In questi dispositivi è presente una molla meccanica. Questa viene messa in carica da un motore elettrico provvisto di ingranaggi in acciaio.

Normativa

La Comunità Europea, a fine anni ’90, ha stilato una regolamentazione per uniformare le classificazioni delle serrande tagliafuoco e dei test con le normative UNI-EN 13501-3 e UNI-EN 1366-2. Queste normative comunitarie sono state assorbite nella legislazione italiana grazie al Decreto 16 febbraio 2007 del Ministero dell’Interno. Il Decreto prevede l’obbligo, dal 2012 (art.5 e appendice A.5.2), dell’utilizzo delle nuove serrande certificate anziché di quelle precedenti classificate REI.

Le nuove norme garantiscono maggiore sicurezza e standard di qualità più elevati. La grande differenza è nei controlli periodici del sistema di chiusura, non previsti dalle precedenti norme italiane, e nei test sul’ermeticità e sui fumi freddi.
La questione del controllo dei fumi freddi è molto importante se si considera che dai test risulta che la principale causa di ricovero e morte in un incendio è data dall’infiltrazione del fumo nei locali e non dalle fiamme. Il fumo peraltro si propaga già nelle prime fasi di un incendio, a temperature non superiori ai 50 C°.

Le nuove certificazioni permettono dunque l’utilizzo di serrande e sistemi antincendio in grado di bloccare anche la propagazione di fumi tossici e calore nei vari locali dell’edificio in questione.

REI

Con “REI” si intende la “Resistenza Emissione Isolamento” i cui parametri sono stati stabiliti nel 1961 dalla Circolare 91 del Ministero dell’Interno. Le serrande hanno una classificazione REI a seconda di quanto sono in grado di resistere a un incendio in termini di tempo poiché indicato per legge. Sempre per legge, queste serrande devono essere provviste di un meccanismo che autonomamente garantisca la chiusura della serranda stessa in caso di incendio.

[Voti: 55    Media Voto: 5/5]
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, una newsletter che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.