in

Spazzolino elettrico o idropulsore dentale?

Spazzolino elettrico o idropulsore dentale? Leggi la guida per conoscerne differenze, pro e contro, e capire quale scegliere.

spazzolino elettrico o idropulsore

Differenze tra spazzolino elettrico e idropulsore dentale

Prendersi cura dei propri denti è essenziale per una buona salute del cavo orale. La scelta del giusto strumento di pulizia dei denti è quindi di fondamentale importanza. Questa guida esaminerà in modo più approfondito i due dispositivi, nonché i pro e i contro, allo scopo di aiutare a decidere quale dei due usare o se acquistarli entrambi.

Come funziona uno spazzolino elettrico?

Gli spazzolini elettrici sono strumenti per la rimozione di placca e tartaro molto validi, grazie ai movimenti che vengono eseguiti dalle testine e che possono raggiungere una velocità da 6000 e oltre 40.000 giri al minuto.

Alimentati a batteria ricaricabile o pile alcaline, questi spazzolini sono dotati di testine che possono esercitare movimenti oscillanti, vibranti o ruotanti, rivelandosi molto facili da usare e indicati per coloro che hanno ridotta mobilità alle mani.

Gli spazzolini elettrici spesso hanno un timer integrato, con segnalazione acustica o vibrante, per indicare all’utente la durata dello spazzolamento da un’arcata dentale all’altra.

I modelli più avanzati, invece, dispongono di programmi di pulizia, quali lo sbiancamento, in programma per denti sensibili, quello per la cura delle gengive e molti altri.

In commercio è possibile reperire spazzolini elettrici con tecnologia 2D, 3D o sonica, le cui setole combinano diversi movimenti e raggiungono elevate frequenze, per garantire una pulizia dentale ancora più profonda.

Migliori spazzolini elettrici

Come funziona un idropulsore dentale?

Gli idropulsori, chiamati anche docce dentali, servono per pulire lo spazio interdentale e i solchi delle gengive, oltre che l’intero cavo orale. Questi strumenti, dal punto di vista estetico, possono risultare simili simili agli spazzolini elettrici, con la differenza di essere sprovvisti di setole ma dotati di un ugello che serve per erogare il getto d’acqua o colluttorio, eventualmente in abbinamento con l’aria.

Un idropulsore, pertanto, non è un sostituto dello spazzolino, in quanto non spazzola, ma esercita un’azione detergente tra un dente e l’altro, così come fra le sacche dentali, assicurando una completa igiene orale.

Gli idropulsori sono facili da usare, specialmente per coloro che hanno problemi di mobilità alle mani o non hanno la destrezza necessaria per utilizzare correttamente il filo interdentale. Allo stesso modo di come avviene per gli spazzolini elettrici, gli idropulsori dentalipossono disporre di diverse funzioni, quali il timer o la regolazione di intensità del getto.

L’alimentazione degli idropulsori è come quella degli spazzolini elettrici, ovvero a batteria alcalina sostituibile, oppure con batteria interna da ricaricare attraverso la stazione in dotazione. Alcuni modelli sono alimentati direttamente dalla rete elettrica di casa.

Migliori idropulsori dentali

Pro e contro di spazzolino elettrico e idropulsore dentale

Posto che entrambi i dispositivi assolvono a funzioni differenti, i due strumenti presentano anche vantaggi e svantaggi in ordine all’usabilità e ai risultati che si ottengono.

Risultati e usabilità

Gli spazzolini elettrici rappresentano una buona scelta per eseguire una pulizia dentale completa di denti e gengive. Questi strumenti sono indicati anche per chi utilizza apparecchi ortodontici.

Un idropulsore dentale è utile per rimuovere tutti quei residui di cibo che lo spazzolino non riesce ad eliminare tra i denti, ed è maggiormente indicato per contrastare i problemi di sanguinamento e di sensibilità delle gengive, rivelandosi facile da usare e adatto su denti dalla forma irregolare così come sugli apparecchi.

L’idropulsore però non garantisce gli stessi risultati del filo interdentale, anche più pratico da usare. Studi scientifici hanno dimostrato che il filo interdentale è maggiormente efficace rispetto all’idropulsore nell’eliminare le particelle di cibo che si sono accumulate fra un dente e l’altro.

Prezzo

Il prezzo, sia per uno spazzolino elettrico che per un idropulsore di fascia media parte da 30,00 euro. I modelli più costosi possono arrivare a 100,00 euro perché venduti con diversi accessori e testine.

Spazzolino elettrico o idropulsore dentale, quale scegliere?

In genere è consigliabile utilizzare l’idropulsore in combinazione con lo spazzolino elettrico. Del resto l’idropulsore, come chiarito dagli esperti di settore, non è uno strumento equivalente allo spazzolino e non garantisce da soli i risultati offerti dall’utilizzo del filo interdentale. L’idropulsore dentale è piuttosto un buon ausilio per ottenere un’igiene orale più accurata.

Tuttavia, è bene segnalare che in commercio esistono modelli di spazzolini elettrici abbinati all’idropulsore, molto spesso arricchiti con una varietà di testine per rispondere ad esigenze diversificate.