Come usare bene il robot aspirapolvere?

Una serie di consigli e trucchi per utilizzare al meglio il robot aspirapolvere che lo aiuteranno a durare di più nel tempo e pulire meglio la casa.

Leggi sempre le istruzioni

A seconda del modello un robot aspirapolvere può essere più o meno complesso sia nel funzionamento che nella manutenzione. Ben intenso non è nulla di particolarmente complicato, tuttavia un’attenta lettura del manuale utente è più che consigliabile. All’interno delle istruzioni troverai utili suggerimenti sul corretto collocamento della base, descrizione di ogni funzione disponibile per ottimizzare la pulizia e procedure per lo smontaggio dei vari componenti.

Prepara i locali prima di avviare il robot

Le caratteristiche dell’ambiente domestico influiscono in maniera determinante sulle performance del robot. La situazione ideale sono locali con pochi mobili e privi di tappeti e ostacoli, il che consente all’apparecchio di muoversi senza difficoltà e raggiungere ogni punto.

Ovviamente la realtà è ben diversa e per casa sono sparsi molteplici impedimenti che devi, nel limite del possibile, eliminare. Ti suggerisco di evitare la presenza di cavi sul pavimento che potrebbero incastrarsi tra le ruote, magari trascinando a terra il dispositivo collegato e bloccando la sessione di pulizia.

Per lo stesso motivo un ulteriore pericolo è rappresentato dalle corde per regolare i tendaggi. Tappeti molto spessi oppure a pelo lungo li devi per forza di cose rimuovere e assicurati che ci sia spazio sufficiente per il passaggio del robot tra le sedie.

Utilizza al meglio le funzioni più avanzate

Se acquisti un modello essenziale senza particolari tecnologie, dovrai solo preoccuparti di avviarlo ed eventualmente programmare l’orario di partenza e selezionare la modalità di funzionamento.

Se invece disponi di un robot aspirapolvere top di gamma di ultima generazione, potrai contare su molte funzioni. Tra le più importanti sottolineo la possibilità di stabilire muri virtuali, ovvero tracciare delle linee invisibili in punti dove non si desidera far passare il robot. Ciò ti consente di evitare la chiusura delle porte o dover posizionare ostacoli fisici.

La mappatura della stanza è un’altra funzione che permette di ottimizzare la pulizia. A fine sessione riceverai sullo smartphone la planimetria del tuo appartamento con evidenziate le zone pulite e quelle tralasciate, così da capire dove il robot non riesce a passare ed intervenire di conseguenza.

Non trascurare la comodità dell’app con cui gestire e controllare da remoto l’apparecchio; potrai stabilire con estrema facilità le fasce orarie di funzionamento oppure avviare o interrompere la sessione in qualsiasi momento e ovunque ti trovi.

Scegli con cura dove collocare la base di ricarica

La base di ricarica dev’essere posizionata con attenzione per consentire un agevole ritorno al robot a fine sessione o quando è terminata l’autonomia. Scegli un punto della casa in cui ci sia sufficiente spazio davanti alla base e ai lati per favorire le manovre di rientro. Solitamente basta un metro a destra e sinistra e un paio di metri frontalmente per non avere problemi.

Effettua la manutenzione periodica

Per assicurare lunga vita al tuo robot aspirapolvere e il costante mantenimento delle performance di pulizia, non devi trascurare la manutenzione ordinaria. I prodotti più sofisticati gestiti tramite app ti avvisano con apposite notifiche quando è il momento di intervenire per la pulizia dei filtri o lo svuotamento del serbatoio di raccolta. In altri casi saranno dei led lampeggianti sull’apparecchio ad attirare la tua attenzione, mentre nei modelli entry level dovrai ricordarti periodicamente di controllare lo stato del robot.

Pulizia dei sensori

Per orientarsi, evitare gli ostacoli o mappare l’ambiente domestico il robot utilizza una serie di dispositivi di controllo. Polvere e sporco finiscono col depositarsi sulla superficie dei sensori o l’obiettivo della videocamera qualora presente, compromettendo il corretto funzionamento. Almeno una volta al mese provvedi ad un’accurata pulizia impiegando uno straccio molto morbido e un detergente a base di alcool o prodotti adatti per superfici in vetro.

Pulizia di ruote e spazzole

Controlla con regolarità che le ruote siano libere di muoversi senza impedimenti. Col passare del tempo peli di animali, capelli e fibre di tessuti si attorcigliano attorno all’asse rendendo più difficoltosi gli spostamenti del robot. Di solito è presente uno strumento per facilitare la pulizia, altrimenti puoi decidere di rimuovere le ruote con un cacciavite.

Per lo stesso motivo dovrai smontare la spazzola centrale ed eventualmente quelle laterali se presenti. Nei modelli con rullo in silicone l’operazione sarà molto rapida, mentre in robot dotati di classica spazzola con setole dovrai perdere più tempo.

Prima di effettuare una di queste operazioni, consulta il manuale utente dove sono riportate le istruzioni per ogni intervento di pulizia e manutenzione.

Pulisci e cambia con regolarità il filtro

Un elemento che incide sulle prestazioni del robot è il filtro che dovrai mantenere pulito. Avere un elemento intasato dalla polvere riduce la forza aspirante e la capacità di rimuovere lo sporco. Per la corretta pulizia evita il lavaggio in acqua ma piuttosto utilizza una piccola spazzola o meglio ancora dell’aria compressa.

Ricordati di svuotare e lavare il serbatoio

La capacità della vaschetta di raccolta è piuttosto limitata e in caso di utilizzo quotidiano tende a riempirsi molto rapidamente. Alcuni modelli smettono di funzionare a serbatoio pieno mentre altri ti avvisano della necessità di provvedere allo svuotamento, ma in taluni casi dovrai ricordarti di controllare. E’ buona norma lavare il serbatoio con dell’acqua per eliminare ogni residuo e asciugarlo con molta cura prima del rimontaggio.

Tieni aggiornato firmware e software

Questo consiglio ti deve interessare solo se possiedi un robot aspirapolvere di ultima generazione dotato di connessione Wi-Fi, sistema di mappatura e app per la gestione da remoto. I costruttori rilasciano periodicamente aggiornamenti sia del firmware che del software installato sullo smartphone, così da migliorare le prestazioni dell’apparecchio oppure risolvere eventuali problemi emersi dopo la commercializzazione. Tenere il robot aggiornato non è affatto difficile visto che all’interno dell’app riceverai avvisi di eventuali nuove versioni da scaricare in pochi secondi.