Come usare bene la stufa elettrica?

Una serie di consigli e trucchi per utilizzare al meglio la stufa elettrica che ti consentiranno di ridurne i consumi e aumentarne la durata nel tempo.

Programma il termostato

Anche se i moderni modelli sono senza dubbio più efficienti rispetto a prodotti del passato, la stufa elettrica rimane un dispositivo che assorbe parecchia corrente e va ad incidere in modo significativo sulla bolletta. Bisogna comunque dire che, solitamente, è uno strumento impiegato solo per integrare l’esistente impianto di riscaldamento, da collocare in stanze particolarmente fredde e per un limitato numero di ore.

Naturalmente più la tua stufa elettrica ha una potenza elevata e maggiori saranno i consumi, quindi è fondamentale che programmi al meglio il termostato ambiente (ormai presente nella maggior parte dei prodotti in commercio) per evitare inutili sprechi di energia. Se disponi di un vecchio modello dotato solo di interruttore on/off, purtroppo hai ben poco da fare e continuerà a funzionare alla massima potenza indipendentemente dalla temperatura presente nel locale.

Seleziona il corretto livello di potenza

Molte stufe elettriche ti offrono la possibilità di selezionare diversi livelli di potenza. Solitamente c’è un valore minimo e massimo per cercare di soddisfare ogni esigenza in base al locale da riscaldare. E’ una funzione davvero molto utile che non devi trascurare.

Spesso l’abitudine è scegliere la massima potenza senza tener conto dell’ampiezza della stanza e il valore della temperatura ambientale, dando per scontato che il livello più basso richieda troppo tempo per ottenere il riscaldamento desiderato.

In realtà ti consiglio di non sottovalutare le prestazioni delle moderne stufe elettriche e impostare inizialmente il valore minimo. Nella maggior parte dei casi è più che sufficiente e ti consente di consumare circa la metà godendo comunque di un buon comfort.

Dove posizioni la stufa?

Essendo un apparecchio elettrico devi fare attenzione a tutti i luoghi dove c’è acqua nelle immediate vicinanze o comunque la facile possibilità di contatto con sostanze liquide. Anche se il bagno rimane uno degli ambienti domestici dove più volentieri si gradisce qualche grado in più, è assolutamente sconsigliabile la collocazione. Per lo stesso motivo anche la cucina non è affatto un locale idoneo.

Nel caso disponi di modelli con resistenza elettrica presta molta cura a non posizionare la stufa vicino a tendaggi, materiali infiammabili e oggetti plastici o facilmente danneggiabili da una fonte di elevato calore.

Fortunatamente le stufe con la classica serpentina sono ormai in disuso e sostituite da più performanti apparecchi con lampade alogene o al quarzo oppure dotate di tecnologia ad infrarossi. In questo caso potrai godere di un riscaldamento per irraggiamento altrettanto rapido, ma riducendo i consumi e beneficando di maggior sicurezza.

Evita l’utilizzo durante la notte

La stufa elettrica è solitamente un dispositivo essenziale dotato solo di un termostato per arrestare il funzionamento una volta raggiunta la temperatura impostata. L’utilizzo in camera da letto non è tra i più consigliati perché, oltre ad abbassare eccessivamente il livello di umidità rendendo l’aria troppo secca, in caso ti addormenti l’apparecchio potrebbe rimanere acceso e funzionare tutta notte. Se proprio hai tale necessità cerca di acquistare un modello equipaggiato di timer per impostare lo spegnimento automatico.

Effettua la manutenzione

Una stufa elettrica non necessita di nessun tipo di manutenzione, tuttavia ti consiglio di eliminare i vari residui di polvere che si possono depositare. In base al tipo di modello sono presenti griglie di protezione da rimuovere con facilità per pulire l’elemento riscaldante, sia esso al quarzo oppure una lampada alogena o di altra tipologia.

Anche ai modelli ad infrarossi non fa certo male una periodica pulizia superficiale che comunque, visto il principio di funzionamento, potrebbe anche influire positivamente sul rendimento. In ogni caso utilizza sempre un panno morbido e qualora fosse necessario inumidiscilo con della semplice acqua senza impiegare alcun detergente. Se devi avviare la stufa elettrica subito dopo la pulizia, assicurati di aver eliminato ogni traccia di umidità.