Opinioni lavatrici Candy

Le mie opinioni sulle lavatrici Candy, in questa guida trovi anche le recensioni di quelle che a mio avviso sono le migliori lavatrici del marchio Candy.

Lavatrici Candy: opinioni e classifica

INDICE
1. A carica frontale
1.1 Candy RO 1294DXHS5/1-S
2. Da incasso
2.1 Candy CBW 27D1E-S
3. Con carica dall’alto
3.1 Candy CSTG 28TE/1-11
3.2 Candy CVST G382DM
4. Slim
4.1 Candy CS4 H7A1DE-S
4.2 Candy CS4 1272D3/1-S
5. Lavasciuga
5.1 Candy CSWS40 364D-01

A carica frontale

Candy RO 1294DXHS5/1-S

Candy RO 1294DXHS5

Pro

  • Elevato numero di programmi di lavaggio rapido
  • Collegamento Wi-Fi

Contro

  • Qualche problema nell’utilizzo delle funzioni smart

Candy RO 1294DXHS5/1-S rientra nella categoria degli elettrodomestici smart dotati di connessione Wi-Fi, gestione da remoto e attraverso comandi vocali. E’ una lavatrice pensata per utenti molto dinamici con poco tempo da spendere per occuparsi del bucato.

Chi è abituato ad una lavatrice tradizionale e vuole mantenere la medesima semplicità d’uso, questo modello non lo ritengo la soluzione più adatta. Con ciò non voglio dire che la programmazione sia particolarmente complessa, tuttavia è pensata per utenti abituati ad utilizzare app per la gestione degli elettrodomestici. Si potranno così sfruttare al meglio tutte le potenzialità di questa Candy RO 1294DXHS5/1-S, anche se la praticità non migliora più di tanto.

Oltre ai normali programmi di lavaggio, la vera particolarità è l’avere a disposizione ben 9 cicli rapidi che vanno da un minimo di 14 minuti fino ad un massimo di 59 minuti. Naturalmente i programmi più veloci si possono utilizzare solo con carichi leggeri mediamente compresi tra 1 e 2,5 chilogrammi.

Disponiamo poi di una completa serie di funzioni tra cui, partenza ritardata, regolazione temperatura e velocità centrifuga, prelavaggio, extra risciacquo e tasto vapore attivabile su alcuni programmi per ridurre le pieghe.

Una delle caratteristiche tecniche di maggior interesse è la connessione Wi-Fi e l’utilizzo dell’app Simply-Fi per interagire con l’apparecchio. Devo dire che il collegamento della lavatrice alla rete non è stato affatto facile e ho dovuto ripetere più volte la procedura.

Il software presenta un’interfaccia grafica molto intuitiva e mi permette di controllore da remoto lo stato di avanzamento del ciclo di lavaggio. Considero inutile la funzione che, fotografando il bucato, mi dovrebbe suggerire il programma più adatto. Pratica ma non essenziale l’integrazione dei comandi vocali per sfruttare i principali assistenti virtuali come Google Home e Amazon Alexa.

Da incasso

Candy CBW 27D1E-S

Candy CBW 27D1E-S

Pro

  • Consumi energetici contenuti
  • Utilizzo molto intuitivo
  • Completa dotazione di programmi
  • Variazione manuale della temperatura acqua e velocità centrifuga

Contro

  • Oblò con bombatura abbastanza accentuata

Candy CBW 27D1E-S è una lavatrice da incasso con capacità di carico pari a 7 chilogrammi e velocità massima della centrifuga di 1200 giri al minuto. Il design risulta piuttosto essenziale e caratterizzato da un chiaro display con pulsanti touch, tradizionale selettore dei programmi, pratica vaschetta del detersivo e comodo accesso al filtro della pompa di scarico.

L’oblò è alquanto robusto e si apre con facilità grazie alla maniglia integrata, mentre ho notato una bombatura leggermente accentuata che potrebbe creare qualche problema durante l’installazione del pannello di copertura.

Questo elettrodomestico è stato progettato per assicurare la massima semplicità di utilizzo. Il libretto delle istruzioni lo devo sfogliare solo se mi serve capire l’esatta corrispondenza tra alcuni simboli e i rispettivi cicli di lavaggio o per avere qualche pratico suggerimento per la manutenzione ordinaria.

I programmi a disposizione in tutto sono 16, così da offrire una certa versatilità d’uso e venire incontro alla maggior parte delle esigenze. Oltre ai consueti ECO, Cotone, Delicati e Sintetici ho trovato l’utile ciclo Igiene per eliminare allergeni e microrganismi in profondità e tre programmi rapidi da 14, 30 e 44 minuti. In questo caso riduco i tempi di lavaggio ma posso inserire fino ad un massimo di 3,5 chilogrammi di bucato.

Attraverso il display tengo sempre sott’occhio quanto manca al termine del lavaggio, mentre le apposite spie luminose mi segnalano le opzioni attive. Il pannello di controllo dispone di specifici tasti per variare manualmente temperatura dell’acqua e velocità centrifuga, inserire l’extra risciacquo e la funzione Stiro Facile per ridurre al minimo la formazione di pieghe.

Inoltre sono in grado di mettere in pausa il programma oppure cancellarlo, nonché stabilire l’ora di partenza impostando il timer a 24 ore e attivare il blocco tasti per evitare modifiche accidentali e avere la massima sicurezza in presenza di bambini piccoli.

Il mio giudizio positivo per questa lavatrice da incasso Candy CBW 27D1E-S è frutto delle buone prestazioni mostrate nel corso del test e assenza di significativi punti deboli. Un elettrodomestico dal costo non eccessivo che verrà apprezzato anche per il consumo energetico annuale di soli 175 kWh e un funzionamento abbastanza silenzioso. I 75 dB emessi durante la centrifuga sono un valore sulla carta non certo virtuoso, ciò nonostante le limitate vibrazioni rendono la rumorosità poco fastidiosa.

Con carica dall’alto

Candy CSTG 28TE/1-11

Candy CSTG 28TE/1-11

Pro

  • Elevata capacità di carico
  • Consumi contenuti
  • Ampia dotazione di programmi di lavaggio
  • Connettività NFC

Contro

  • Nessun problema riscontrato

Candy CSTG 28TE/1-11 è una lavatrice a carica dall’alto che, nonostante misure pressoché standard (85 x 60 x 40,5 cm), offre una capacità di carico di 8 kg. Un valore superiore rispetto ai soliti 6 / 7 kg della maggior parte dei modelli, il che favorisce l’utilizzo in presenza di nuclei familiari numerosi o comunque abbondanti quantità di biancheria.

La console dei comandi è caratterizzata da un ampio display dove poter verificare il tempo residuo del ciclo e le varie opzioni impostate. Con il classico selettore posso scegliere uno tra i 14 programmi disponibili.

Questo modello offre una delle più complete dotazioni di cicli di lavaggio, prestando particolare attenzione a coloro che devono trattare piccoli carichi. Infatti dispongo di un programma Rapido per qualsiasi tessuto, potendo scegliere una durata tra 14, 30 o 44 minuti in base alla quantità di indumenti.

Inoltre c’è tutta una serie di cicli specifici per capi in cotone, delicati, abbigliamento tecnico nonché tessuti misti e colorati, ognuno della durata sempre inferiore all’ora. Naturalmente non manca nemmeno il classico programma ECO, quello per capi in lana e la modalità Igiene Plus per eliminare fino al 99% dei batteri dalla biancheria in cotone.

Un’altra particolarità di questo modello è la tecnologia NFC che consente di impiegare l’app Candy simply-Fi per associare uno smartphone compatibile. Non è una funzione che porta chissà quali vantaggi, tuttavia rappresenta un valore aggiunto che mi permette di sfruttare una guida vocale con pratici consigli sulla scelta del ciclo e risoluzione di eventuali problemi, possibilità di scaricare nuovi programmi e consultare statistiche di lavaggio per ottimizzare le prestazioni.

Chiaramente il sistema NFC implica rimanere entro il raggio d’azione dell’elettrodomestico, quindi non è un controllo smart da remoto come avviene con connessione Wi-Fi.

Secondo la mia opinione Candy CSTG 28TE/1-11 merita un giudizio molto positivo. A fronte di un prezzo competitivo offre buone prestazioni, consumi contenuti grazie alla classe di efficienza energetica A+++ e una completezza di programmi in grado di rispondere alle necessità sia di una famiglia che di single o coppie.

Candy CVST G382DM

Recensione Candy CVST G382DM

Pro

  • Consumi ridotti
  • Ampia scelta di programmi di lavaggio
  • Facilità di utilizzo

Contro

  • Parti plastiche delicate
  • Prezzo alto
  • Manca l’opzione per extra risciacquo

L’acquisto di una lavatrice a carica dall’alto è dovuto, quasi esclusivamente, a problemi di spazio. Infatti questo modello presenta misure molto compatte e pressoché standard per la categoria. La larghezza di soli 40 cm e la profondità di 60 cm consentono l’installazione in un angolo (solitamente del bagno), mentre la colorazione bianca e il design essenziale la rendono una lavatrice poco invadente che passa quasi inosservata.

Ciò che mi ha poco soddisfatto di questo modello è la complessiva qualità costruttiva. Mi riferisco in particolar modo alle parti plastiche che non regalano la sensazione di grande solidità. Il punto più delicato è rappresentato dal meccanismo di apertura dello sportello che va trattato con molta cura. Attenzione anche alla guarnizione che tende ad uscire dalla propria sede con una certa facilità e di tanto in tanto dev’essere riposizionata.

Passando ai punti di forza, devo annoverare una buona dotazione di programmi di lavaggio che consentono di trattare qualsiasi tessuto ottenendo un’apprezzabile pulizia. Molto comoda la possibilità di variare la temperatura e la velocità della centrifuga manualmente, con i valori indicati sul pannello dei comandi.

Altra qualità di questo modello è la semplicità di utilizzo che richiede giusto una rapida occhiata al libretto delle istruzioni. Dalla programmazione all’inserimento del detergente, ogni operazione è alquanto intuitiva. Tra le funzioni presenti l’unica mancanza degna di nota è la possibilità di effettuare l’extra risciacquo.

Candy CVST G382DM è una lavatrice che svolge la sua funzione in maniera abbastanza soddisfacente, tuttavia per le qualità offerte ha un prezzo, a mio avviso, eccessivo. La durabilità delle parti plastiche è il dubbio maggiore che mi è rimasto dopo la recensione mentre ho apprezzato la facilità d’uso, i bassi consumi grazie ad una classe di efficienza energetica A+++ e l’elevata capacità di carico di 8 kg che soddisfa anche le necessità di una famiglia numerosa.

Trattandosi di un modello da posizionare in bagno o comunque in una zona vissuta della casa, la rumorosità è un aspetto da non sottovalutare. Pur con la consapevolezza di un elettrodomestico per sua natura tutt’altro che silenzioso, la massima pressione sonora in fase di centrifuga pari a 61 dB è un valore che può creare qualche fastidio.

Slim

Candy CS4 H7A1DE-S

Candy CS4 H7A1DE-S

Pro

  • Non è necessario il collegamento alla rete idrica
  • Buon rapporto tra dimensioni e capacità di carico
  • Consumi contenuti
  • Funzioni e programmi completi
  • Possibilità di personalizzare la durata del ciclo

Contro

  • Non adatta per grandi volumi di biancheria
  • Funzioni smart essenziali

Candy CS4 H7A1DE-S è un’asciugatrice che rientra nella categoria Slim, ovvero con profondità ridotta (46 cm) rispetto ai modelli standard. Quindi è un elettrodomestico che bene si adatta in tutte quelle situazioni in cui devi lottare col poco spazio disponibile, potendo anche scegliere di impilare l’apparecchio sopra la lavatrice.

Nonostante le dimensioni compatte la capacità di carico ti permette di inserire un massimo di 7 kg di indumenti; valore buono per un single o una coppia, invece poco adatto per famiglie numerose. La tecnologia impiegata per eliminare l’umidità dalla biancheria si basa su un sistema a pompa di calore, il che assicura buoni risultati e limita i costi in bolletta.

Infatti l’elettrodomestico appartiene ad una classe di efficienza energetica A+ con consumo medio annuo di 269 kWh. Altro particolare importante riguarda lo scarico della condensa generata durante il ciclo di asciugatura.

I progettisti hanno adottato una soluzione molto intelligente, integrando una tanica in plastica trasparente nell’oblò. In questo modo puoi sempre avere sott’occhio il livello dell’acqua ed evitare di collegare l’asciugatrice alla rete idrica, operazione comunque possibile inserendo un apposito tubo nello scarico posteriore.

Due aspetti fondamentali per dare un giudizio più o meno positivo ad un’asciugatrice è l’efficacia nel rimuovere l’umidità e la buona praticità d’uso. Nel corso del test ho potuto costatare risultati mediamente soddisfacenti, tuttavia è necessario effettuare qualche prova per trovare il programma che meglio si adatta alle diverse esigenze.

Non devi farti scoraggiare se al primo tentativo gli indumenti escono ancora umidi o troppo stropicciati, con tutta probabilità hai solo scelto una modalità sbagliata per quel tipo di tessuto e volume di carico.

A tal proposito disponi di ben 13 programmi quasi tutti con durata del ciclo personalizzabile. Nel peggiore dei casi l’asciugatura richiede 255 minuti, ma con carichi attorno al chilogrammo basta poco più di un’ora.

La praticità è garantita dalla partenza ritardata fino a 24 ore, funzione antipiega per ottenere tessuti poco stropicciati, possibilità di scegliere il livello di asciugatura, ciclo rapido per ridurre al minimo la durata del programma, blocco di sicurezza per impedire l’uso accidentale dei tasti e indicatore di fine ciclo. In aggiunta puoi anche scaricare l’app Candy simply-Fi, riuscendo così a controllare dallo smartphone lo stato di salute dell’asciugatrice, il livello di intasamento dei filtri e la chiusura dell’oblò.

Ciò nonostante non si può definire Candy CS4 H7A1DE-S un elettrodomestico smart visto che la connettività non è Wi-Fi ma bensì NFC, quindi richiede un telefono compatibile e comunicazione solo stando entro il raggio d’azione del segnale.

Candy CS4 1272D3/1-S

Candy CS4 1272D3/1-S

Pro

  • Lava bene qualsiasi tipo di tessuto
  • Rilevatore automatico del peso
  • Facile da programmare
  • Consumi energetici contenuti
  • Connettività NFC

Contro

  • Centrifuga piuttosto rumorosa

Candy CS4 1272D3/1-S è una lavatrice a libera installazione con carica frontale che rientra nella categoria Slim, ossia con dimensioni ridotte rispetto ad un modello per così dire normale. Infatti la profondità risulta di soli 40 centimetri per potersi adattare in situazioni con spazio per l’installazione davvero limitato.

La capacità di carico mantiene un valore accettabile pari ad un massimo di 7 kg; non è un granché per una famiglia numerosa, ma del resto è il prezzo da pagare per posizionare una lavatrice in bagno o altri punti particolarmente angusti della casa.

Non ho nulla da evidenziare sotto il profilo estetico e costruttivo vista la presenza di un design pressoché standard, caratterizzato da un ampio display centrale e selettore con indicati i 16 programmi di lavaggio disponibili.

Tra i dati tecnici di maggior rilevanza c’è un consumo di 175 kWh all’anno, che consente all’elettrodomestico di rientrate in una classe di efficienza energetica A+++. Non altrettanto soddisfacente la rumorosità con valore di 58 dB in fase di lavaggio, comunque nella norma, che però sale a 79 dB durante la centrifuga. Ciò significa che il funzionamento potrebbe dare parecchio fastidio soprattutto programmando l’avvio nelle ore notturne.

Se stai cercando una lavatrice di facile utilizzo e con tutte le funzioni per gestire comodamente il lavaggio della biancheria, Candy CS4 1272D3/1-S non deluderà le tue aspettative. Disponi di ben tre programmi rapidi (14, 30 e 44 minuti) per lavare carichi leggeri di indumenti poco sporchi e tutti le solite modalità per trattare con cura capi colorati, sintetici, delicati e in lana.

Inoltre hai la possibilità di mettere in pausa un ciclo e aggiungere indumenti dimenticati, sfruttare la partenza differita a 24 ore e la funzione Stiro Facile per rilassare le pieghe, aggiungere l’extra risciacquo per eliminare anche il minimo residuo di detersivo, variare manualmente temperatura dell’acqua e velocità centrifuga e bloccare i tasti per garantire la massima sicurezza anche in presenza di bambini.

Altra funzione disponibile è la connettività NFC per sfruttare l’app Candy Simply-Fi. Pur non beneficiando dei vantaggi offerti dalla connessione Wi-Fi e di una vera e propria gestione da remoto tramite smartphone, puoi comunque aggiungere una serie di comode funzionalità.

Oltre a scaricare l’app sul tuo telefono, dovrai avere un apparecchio mobile compatibile e ogni volta ruotare il selettore sulla modalità Smart Touch. In pratica potrai usufruire di statistiche di lavaggio, suggerimenti per il miglior utilizzo della macchina, possibilità di scaricare nuovi programmi ed effettuare un check-up generale con guida per risolvere eventuali problemi rilevati.

Come puoi vedere si tratta di una lavatrice davvero molto completa che cerca di facilitare le operazioni di lavaggio e soddisfare ogni tua esigenza. Un elettrodomestico dal favorevole rapporto qualità prezzo, meritevole del massimo dei voti se non fosse per una centrifuga piuttosto rumorosa.

Lavasciuga

Candy CSWS40 364D-01

Candy CSWS40 364D-01

Pro

  • Prezzo conveniente
  • Facile da utilizzare
  • Funzioni complete
  • Sensore per rilevare il peso
  • Buona personalizzazione dell’asciugatura
  • Connettività NFC con app

Contro

  • Serve qualche tentativo per ottenere un bucato ben asciutto

Candy CSWS40 364D-01 è una lavasciuga a libera installazione, caratterizzata da una profondità di 45 cm per meglio adattarsi ad installazioni con spazio limitato. Chiaramente ridurre gli ingombri comporta una diminuzione della capacità di carico che, infatti, risulta pari a 6 kg per il lavaggio e 4 kg per l’asciugatura. Sotto il profilo estetico è un prodotto che si fa apprezzare per il design piuttosto moderno e nel contempo funzionale, in modo da garantire una notevole facilità d’uso.

Spesso ho notato che uno dei punti deboli di questi elettrodomestici all in one è la difficile programmazione, dovendo perdere ore a consultare il manuale. In questo caso l’utilizzo risulta alquanto intuitivo anche se hai poca esperienza oppure è la prima volta che ti cimenti con una lavasciuga. La console ha un layout ordinato per facilitare le impostazioni, con tutti i 16 programmi ben evidenziati tramite le relative sigle stampigliate e la classica rotella per la selezione.

Passando alle prestazioni, il solo lavaggio lo ritengo molto valido ottenendo capi di qualsiasi tessuto puliti e con durata dei vari cicli sempre nella norma. Molto utile la presenza di diversi programmi rapidi inferiori all’ora, che sfruttano il sensore di rilevamento peso per lavare carichi leggeri limitando i consumi di acqua ed energia.

Per l’asciugatura ho apprezzato la presenza di una funzione automatica per impostare i parametri in base al ciclo di lavaggio e tipo di tessuto. Nel caso ci fosse qualche incompatibilità la macchina impedisce l’avvio e costringe ad una diversa impostazione. Il livello di personalizzazione è comunque piuttosto elevato, infatti posso modificare il grado di asciugatura dopo aver scelto il ciclo (tranne per il programma capi in lana). Al primo tentativo è molto probabile che il bucato esca ancora abbastanza umido, ma non devi scoraggiarti in quanto serve solo un po’ di esperienza per capire le corrette impostazioni che meglio si adattano alle tue necessità.

Le funzioni sono complete e ho trovato tutto il necessario per gestire senza problemi lavaggio e asciugatura. Posso regolare il livello di temperatura e la velocità della centrifuga per ogni ciclo scelto e sfruttare la partenza ritardata fino a 24 ore per avviare la macchina quando sono fuori casa oppure durante la notte beneficiando di tariffe energetiche più convenienti. Inoltre dispongo di tasto per mettere in pausa un programma e, nel caso fosse ancora possibile, aggiungere altri capi. Da non dimenticare la funzione vapore impostabile solo in concomitanza con il programma Stiro Facile, così da rilassare le pieghe dopo la centrifuga.

Candy CSWS40 364D-01 è una lavasciuga che, nonostante un prezzo competitivo, offre buone prestazioni e assicura capi ben lavati. L’asciugatura non è sempre impeccabile e richiede qualche tentativo per trovare le migliori impostazioni in base al carico.

Anche se non rientra nella categoria degli elettrodomestici smart, integra la connettività NFC (serve un telefono compatibile) e l’app Simplyfi per migliorare l’esperienza di utilizzo. Nulla di eccezionale ma posso comunque controllare lo stato della lavasciuga da smartphone e ottenere pratici consigli per una corretta manutenzione ordinaria. Non è come disporre della connessione Wi-fi e programmazione da remoto, tuttavia è un interessante valore aggiunto.

Migliori lavatrici