Migliori Addolcitori Acqua

di 19 settembre 2018

Classifica, recensioni e offerte dei Migliori Addolcitori Acqua Domestici selezionati per capacità filtrante, portata d’acqua, tecnologia di rigenerazione resine e prezzo.

miglior addolcitore acqua

Classifica e Recensioni dei Migliori Addolcitori Acqua

Il migliore

Atlas Jupiter Cab

Atlas Jupiter Cab è un addolcitore di acqua a uso domestico, che provvede all’abbattimento della durezza dell’acqua tramite uno scambio di ioni di calcio e magnesio con ioni di sodio.

Un controller multifunzione provvede a rigenerare costantemente le resine attraverso un timer e un contatore di volume di acqua utilizzata: in questo modo, è possibile programmare i cicli di rigenerazione in base alle abitudini di utilizzo.

Ad esempio, può eseguire la rigenerazione programmata delle resine di notte, o durante i momenti in cui non si utilizza l’acqua di rete, oppure dopo un certo quantitativo di acqua addolcita utilizzata.

La prima condizione avviene grazie a un timer elettronico, e può avvenire da un minimo di 1 rigenerazione ogni 12 ore, fino a 1 rigenerazione ogni 99 giorni.

La rigenerazione per volume d’acqua avviene invece tramite una valvola preposta alla rigenerazione collegata a un sensore di portata e a un contatore a turbina.

In questo modo, è possibile programmare la rigenerazione in due differenti modi: lavorando per tempo-volume, l’addolcitore calcola il momento giusto in base al volume raggiunto e al giorno/ora programmata, oppure per volume assoluto, calcolando cioè il quantitativo d’acqua addolcita oltre il quale è necessario rigenerare le resine di scambio.

Secondo la nostra opinione, l’addolcitore d’acqua Atlas Jupiter Cab è un prodotto indicato per la sua modularità: a seconda della configurazione scelta, può servire un nucleo minimo di due persone, per 500 litri d’acqua consumati al giorno (Jupiter 10) fino a un complesso residenziale da 25 persone per un consumo massimo di 6250 litri al giorno (Jupiter 70).

La sua dotazione di base può essere ulteriormente espansa: tra le caratteristiche troviamo infatti un display di programmazione e controllo fasi rigenerative, un sistema di gestione automatica della disinfezione che può essere scelto come optional, l’opzione di rigenerazione manuale indipendente dai cicli programmati, e un sistema autonomo di mantenimento delle memorie programmate che funziona anche in caso di black-out elettrico fino a un massimo di 8 giorni.

Il più venduto

Parkin 30 litri

L’addolcitore Parkin 30 litri si presenta in configurazione cabinata ed è indicato per installazioni rivolte sia a un uso domestico che esercizi commerciali. È equipaggiato con un programmatore elettronico per la messa in funzione studiato per offrire semplicità di utilizzo anche a utenti non esperti.

L’addolcitore proposto da Parkin viene fornito di serie con una valvola di bypass che consente di isolare l’Addolcitore dal sistema idrico, per poter usufruire all’occorrenza di acqua non trattata, condizione necessaria per poter svolgere correttamente le operazioni di manutenzione o di assistenza.
La nostra redazione ha inserito questo modello nella classifica dei migliori addolcitori d’acqua nella sua configurazione da 30 litri per il suo sistema di gestione delle fasi di rigenerazione e disinfezione.

La produzione di cloro per la disinfezione delle resine si attiva automaticamente durante la rigenerazione, che può essere gestita in 4 differenti modalità:

  • Cronometrica a tempo: basata sul numero di giorni programmati
  • Volumetrica immediata: basata sul volume d’acqua utilizzata
  • Volumetrica ritardata: basata su una combinazione di volume e ora programmata
  • Volumetrica mista: basata su una combinazione programmata di volume, giorni e orari

L’addolcitore Parkin 30 litri viene fornito già pronto ad essere installato, coperto da una garanzia di 24 mesi, con una capacità di addolcimento acqua che arriva a un massimo di 1200 litri al giorno, che fa di questo prodotto una buona scelta per un nucleo abitativo di 6/8 persone.

Il più conveniente

Pippohydro Euroclear Advance

L’addolcitore per acqua Euroclear Advance della ditta italiana Pippohydro è pensato prevalentemente per un uso domestico, ed è proposto in configurazione doppio-corpo: la bombola delle resine e il tino del sale sono separati, per facilitare le fasi di manutenzione programmata e ottimizzare le operazioni di pulizia e sanificazione dell’impianto.

Questa tipologia di addolcitori infatti mantiene separati i sedimenti che sono naturalmente contenuti nel sale e che finiscono poi nel tino.

L’addolcitore Euroclear è equipaggiato con un sistema che controlla automaticamente le fasi di rigenerazione attraverso la valvola dedicata RXP96, per gestire il processo attraverso una programmazione combinata volume/tempo.

Come per altri addolcitori, è possibile stabilire un volume d’acqua addolcita prima di rigenerare le resine, un limite temporale, o una combinazione di entrambi i parametri.

Pippohydro Euroclear consente anche di effettuare la rigenerazione manuale, laddove necessario, inoltre è dotato di funzionalità avanzate quali la rimozione di ferro, calcare e manganese (fino a 20mg/litro) in eccesso presenti nell’acqua di rete.

Secondo la nostra opinione, una caratteristica utile di questo addolcitore è il basso consumo di corrente elettrica. I 36 watt necessari a mantenere l’impianto in funzione ne fanno una buona scelta da un punto di vista dell’efficienza energetica.
Inoltre, il funzionamento di questo addolcitore è totalmente automatizzato e l’unico intervento da eseguire è il riempimento periodico del serbatoio del sale, necessario alla pulizia delle resine.

Il più efficiente

Water2Buy W2B800

Water2Buy W2B800 è un addolcitore indicato per un nucleo più esteso, coprendo infatti le necessità di acqua decalcificata di 10 persone.
All’interno della nostra classifica dei migliori addolcitori d’acqua, questo prodotto occupa una posizione importante per la generosa portata di cui è capace: la quantità d’acqua erogata dopo il trattamento arriva a un massimo di 3680 litri al giorno.

Questo addolcitore può essere installato in ambienti esterni a quello abitativo, come un garage o nel seminterrato, e per offrire una certa semplicità di primo utilizzo, viene fornito con la sua valvola di by-pass già montata.

Secondo la nostra opinione inoltre, il manuale in dotazione contiene degli schemi abbastanza semplici da seguire per la prima installazione.
Water2Buy W2B800 è pensato per utilizzare ogni tipologia da sale da addolcitore in commercio, e il serbatoio dello stesso ha una capacità di circa 19 Kg.

I cicli di lavaggio delle resine hanno una durata di 30 minuti, seguono il principio del raggiungimento di un volume prestabilito, e possono essere posticipati per avviarsi nelle ore notturne, quando l’impianto non è in funzione per l’erogazione di acqua decalcificata.

Da segnalare in questa guida all’acquisto dei migliori addolcitori d’acqua, l’efficienza raggiunta in fase di rigenerazione: utilizzando il sale non quotidianamente ma a intervalli prestabiliti, il consumo dello stesso si attesta a circa 25 Kg in un periodo che va dalle 5 alle 6 settimane.

Per 4 persone

Depur Sistem Italia Dolce Acqua Eco 20

Depur Sistem Italia Dolce Acqua Eco 20 grazie all’utilizzo di speciali resine a scambio ionico è in grado di eliminare efficacemente il calcare dall’acqua di 1 casa con 4 persone, doppi servizi e portata massima 1200 lt/h. Durezza massima consigliata 60 °F. Se la Durezza Totale dell’acqua di alimentazione è superiore a 60 °F è preferibile installare un addolcitore acqua di capacità superiore.

La nostra redazione ha selezionato questo addolcitore per l’elevata efficienza in fase di lavaggio e rigenerazione delle resine. Questo addolcitore d’acqua sfrutta la tecnologia Double Resin Layer, un brevetto proprietario che insieme all’uso di una particolare resina a singola sfera ed alta resa, permette una elevata efficienza durante la rigenerazione: la quantità di acqua e sale necessari a lavare completamente le resine di filtraggio, si riduce fino al 50% rispetto a sistemi più tradizionali

Depur Sistem Italia Dolce Acqua 20 è un prodotto indicato per nuclei di medie dimensioni, come ad esempio una famiglia di 4 persone che abita una casa fornita di doppi servizi igienici, grazie alla sua portata massima di 1200 litri per ogni ora di funzionamento. Queste misurazioni sono basate su una durezza massima dell’acqua pari a 60 °F, mentre per abitazioni in cui la durezza dell’acqua raggiunga valori più elevati, si rende necessario l’utilizzo di un addolcitore ci maggior volume. Come per altre case costruttrici, anche l’addolcitore Depur Sistem Italia Dolce Acqua 20 è disponibile in configurazioni di maggior volume e portata.

In questa recensione è utile segnalare le sue dimensioni compatte: largo 325 millimetri, profondo 525 millimetri e alto 700 millimetri, questo addolcitore sfrutta 20 litri di resina per decalcificare 1200 litri di acqua ogni ora, in un intervallo di pressione che va dai 2 ai 6 bar.

Per appartamento

FP-Tech FP-50L

FP-Tech FP-50L è un addolcitore per acqua completamente automatizzato che una capacità di produzione massima pari a 1000 litri orari, e utilizza un serbatoio da 50 litri per il sale e 25 litri per la resina a forte scambio ionico con cui è fornito.

La nostra redazione ha selezionato questo addolcitore a uso domestico per la sua funzione automatizzata: la valvola già programmata per l’automazione, regola autonomamente le rigenerazioni in base alle condizioni di utilizzo riscontrate.

I valori che la valvola prende in considerazione per questa operazione sono i consumi d’acqua rilevati e la durezza dell’acqua impostata.
Anche per questo modello, così come in altri, è possibile comunque forzare una rigenerazione manuale, o prevedere cicli posticipati sia automatici che manuali che coincidano con l’orario desiderato.

Ad esempio, è possibile far partire il ciclo di rigenerazione della resina filtrante in orari notturni o quando l’impianto non deve erogare acqua decalcificata, oltre ai cicli che l’addolcitore prevede in automatico.

I tempi di rigenerazione durano circa 2 minuti, per una sequenza di 7 cicli di lavaggio, con un consumo di 180 litri d’acqua e 5,7 Kg di sale , a una pressione di rete tra 2.5 a 3 bar.

Il consumo elettrico dell’addolcitore FP-Tech FP-50L è pari a 3 watt, le sue dimensioni sono pari a 117 x 33 x 49 centimetri, e il prodotto viene fornito già programmato e pronto a essere installato, anche se privo di sale.

Riteniamo utile segnalare in questa guida all’acquisto il servizio di assistenza telefonica e per e-mail fornito col prodotto, per guidare l’utente nella prima installazione nel caso in cui si scegliesse di installare autonomamente l’addolcitore.

Tabella comparativa

Modello Consumo acqua (litri/giorno) Utenti serviti Durezza dell'acqua
Atlas Jupiter Cab 500 - 6250 2 - 25 15 - 65 °f
Parkin 30 litri 300 - 1200 2 - 8 15 - 70 °f
Pippohydro Euroclear 2350 - 3500 5 - 15 nd
Dolce Acqua Eco 20 nd 4 15 - 60
Water2Buy W2B800 3680 1 - 10 500 PPM
FP-Tech FP-50L nd 2 - 10 nd

Potrebbe interessarti anche: migliori caraffe filtranti

Offerte Addolcitori Acqua Domestici

Come scegliere addolcitore acqua domestico

L’acqua che sgorga dal rubinetto di casa, pur essendo potabile, ha livelli di calcare spesso elevati, tanto da provocare continue incrostazioni nei tubi della cucina, del bagno e danneggiando elettrodomestici come lavatrici e lavastoviglie. Un’acqua eccessivamente dura inoltre può creare dei problemi di salute, ma è bene non confondere l’addolcitore con il depuratore acqua a osmosi inversa, che serve a eliminare dall’acqua le principali sostanze tossiche o nocive eventualmente presenti nella rete idrica. Ecco di seguito le principali caratteristiche da tenere in considerazione.

Portata d’acqua

Rappresenta la quantità d’acqua che il dispositivo è in grado di trattare quotidianamente. Il valore alto o basso dipende dal numero di persone che compongono il nucleo familiare. Normalmente ogni produttore fornisce diverse soluzioni: si possono trovare addolcitore da 500 litri/giorno (adatti per una coppia) fino ad arrivare a oltre 6000 litri/ giorno (da impiegare in un condominio di oltre 20 persone).

Durezza dell’acqua

Un addolcitore ha lo scopo di abbattere significativamente la quantità di calcare disciolto nell’acqua. Per poterlo fare utilizza delle particolari resine cationiche che effettuano lo scambio tra gli ioni di calcio e magnesio (presenti nell’acqua) e quelli del sodio. Per poter funzionare al meglio, il dispositivo deve essere scelto in base al grado di durezza dell’acqua da trattare. Normalmente i modelli di fascia medio/alta possono garantire di trattare un’acqua che raggiungere i 60 °F. Se è necessario superare tale valore si deve acquistare un addolcitore con serbatoio per il sale più capiente e in grado di gestire maggior portata d’acqua.

Qualità della resina

La tipologia di resina utilizzata può risultare molto importante per migliorare l’efficienza dell’impianto. Alcuni dispositivi sono dotati di brevetti proprietari, con addolcitori in grado di utilizzare resine ad alta resa che riducono anche del 50% la quantità d’acqua necessaria per effettuare tutto il processo di purificazione e rigenerazione.

Rigenerazione

La fase di rigenerazione della resina (si utilizza cloruro di sodio per riportarla ad uno stato attivo) è un aspetto da tenere in seria considerazione. Ci sono modelli in grado di garantire la massima praticità d’uso permettendo di gestire la rigenerazione in diversi modi: in base al numero di giorni, al volume d’acqua utilizzata, in combinazione tra volume e ora oppure tra volume, ora e giorni. Poter programmare la rigenerazione delle resine, per esempio di notte o nei periodi di minor utilizzo, è un aspetto molto importante. Negli addolcitori di fascia alta all’utente viene data anche la possibilità di effettuare la rigenerazione manuale in modo indipendente dai cicli programmati.

Praticità d’uso

Uno dei fattori da considerare è la presenza delle valvole di bypass: consentono di escludere il sistema e utilizzare l’acqua non addolcita. È un fattore fondamentale per poter svolgere comodamente le operazioni di manutenzione e di eventuale assistenza.

È importante che l’addolcitore sia equipaggiato con contenitori separati per resina e cloruro di sodio di facile accesso, per permette di effettuare le operazioni di ricarica del sale con una certa praticità.

La presenza di un display e di un panello dei comandi direttamente sull’addolcitore, assicura di poter gestire e controllare le vari fasi della rigenerazione nella massima comodità. Infine, in alcuni modelli è possibile usufruire anche di una funzione memoria che, in caso di assenza della corrente, mantiene per un certo numero di giorni le impostazioni programmate.

[Voti: 496    Media Voto: 4.4/5]
Elettrodomestici che potrebbero interessarti
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio e guarda un esempio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, del GDPR n. 679/2016, e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.