Migliori cucine a Gas

di

Classifica delle migliori cucine a gas selezionate per sicurezza, capacità del forno, numero di fuochi, qualità dei materiali, prezzo.

Migliori cucine a gas

Classifica e recensioni dei migliori modelli sul mercato

Lofra M95G/C

Si aggiudica il primo posto di questa classifica la proposta di Lofra: M95G/C è una cucina a gas in acciaio inox lucidato a specchio, composta da un piano cottura a cinque fuochi e forno, interamente alimentati a gas.

Qualificato come prodotto di classe energetica A, si tratta di una scelta adatta a chi sta cercando una cucina a gas efficiente e capace di unire potenza d’utilizzo a risparmio nei consumi. Il piano cottura è corredato da griglie in ghisa che forniscono un solido piano d’appoggio anche ai tegami di grandi dimensioni. Il pannello di controllo è caratterizzato da manopole ad accensione elettrica integrata, che permettono l’accensione facilitata dei fuochi senza la necessità di utilizzare l’accendigas.

Grazie alla funzione di protezione totale Gas non-stop si riduce al minimo il rischio di fughe di gas: l’erogazione è interrotta in automatico a ogni spegnimento accidentale di fiamma. Punto di forza di questo modello è il forno di grande capacità (52 litri), che fa del risparmio energetico il suo cavallo di battaglia: grazie allo sportello a tre vetri, di cui due riflettenti, si previene al meglio la dispersione di calore.

I vetri interni sono asportabili per facilitare le operazioni di pulizia e manutenzione del forno, migliorando la fruibilità nel quotidiano di questo prodotto. È dotato di grill e di timer regolabile. Il design un po’ spartano si accompagna a buone prestazioni e a grande resistenza dei materiali, rendendo questo prodotto una buona scelta per le famiglie o per chi utilizza intensamente ogni giorno la cucina a gas.

Smeg B9GVXI9

La cucina a gas B9GVXI9 proposta da Smeg occupa il secondo posto della nostra guida all’acquisto. Il suo pregio principale è quello di permettere la preparazione di molte pietanze per volta, grazie alla presenza di un forno molto capiente (ben 115 litri) e sei fuochi.

L’alimentazione a gas di classe energetica A e lo sportello a triplo vetro garantiscono buone prestazioni in relazione al risparmio energetico. Il piano cottura dispone di manopole ad accensione elettrica integrata e un bruciatore ultrarapido a potenza 4200W, indicato per la cottura di grandi quantità di cibo o per portare velocemente l’acqua al punto di ebollizione.

Il forno, dotato di sistema ventilato, permette cinque funzioni di cottura e la funzione di scongelamento rapido dei cibi: secondo la nostra opinione si tratta di una rosa soddisfacente di opzioni anche per chi faccia un utilizzo semi-professionale del forno.

Il modello è completato da finiture anti-impronta e smalti di facile pulitura, al fine di agevolare l’utilizzo quotidiano della cucina a gas, nel rispetto di ogni esigenza di igiene. Il piano cottura è completo di coperchio in vetro temperato per la copertura dopo l’utilizzo e griglia in ghisa per il fuoco wok.

Whirlpool ACMK 6121/WH

Il marchio Whirpool si aggiudica il terzo posto nella classifica dedicata alle cucine a gas grazie alle caratteristiche del modello ACMK 6121/WH. Questo prodotto mostra dettagli rivolti alla riduzione del consumo energetico e al risparmio: la funzione ”super efficient burners”, in particolare, permette un consumo ridotto di gas a fronte di performance di cottura rapide e di grande potenza.

Grande attenzione anche verso la manutenzione dell’elettrodomestico, dotato di optional che rendono più semplice la pulizia. La porta ”quick cleaning”, per esempio, permette all’utente di smontare con una semplice pressione sulla barra laterale parte dello sportello del forno, consentendo la pulizia profonda dei vetri: la visibilità all’interno del forno non sarà mai offuscata dallo sporco.

Anche l’interno del forno potrà essere pulito facilmente attraverso la tecnologia ”steamclean”, che ricorre a un ciclo di vapore della durata di 30 minuti per eliminare i residui di grasso dalle pareti e dal fondo. Il piano di cottura, interamente alimentato a gas, mette a disposizione dell’utente 4 fuochi. Grazie alla possibilità di libera installazione, unita alle opzioni di pulizia automatica del forno, si tratta di una buona scelta per l’utilizzo domestico della cucina a gas e ricerca prestazioni affidabili e semplicità di utilizzo.

Electrolux EKK6130AOX

Il modello EKK6130AOX di Electrolux si propone da subito come una buona soluzione per chi utilizza il forno nel quotidiano e necessita di un elettrodomestico di facile utilizzo e pulizia. Si tratta di una cucina multifunzione interamente alimentata a gas, di classe energetica A: la promessa è quella di prestazioni più economiche rispetto ai modelli tradizionali, con un risparmio medio circa il 10% di energia.

Grande attenzione è riposta verso le opzioni che permettono la pulizia del forno, realizzato con cerniere che consentono di smontare con facilità il portellone e rimuovere i vetri temperati per una più semplice routine igienica: una buona scelta per chi fa un utilizzo intensivo di questo elettrodomestico.

Dotato di cassetto scalda-vivande, anche in questo caso la scelta dei materiali ricorre all’innovazione per offrire superfici più semplici da mantenere pulite. Merita un cenno in questa recensione anche la presenza di una teglia InfiSpace™, accessorio ideato per offrire un piano d’appoggio più ampio rispetto ai modelli tradizionali, adatto alla preparazione di grandi quantità di cibo in un’unica cottura.

Il portellone, costituito da tre vetri termo-riflettenti, si mantiene freddo all’esterno: a nostro parere una scelta adatta alle famiglie con bambini. Meno attenzione è riposta invece verso il piano cottura, che mantiene le sue prestazioni entro valori medi con una potenza massima di 2800W e solo quattro fuochi a disposizione dell’utente.

Beko CSE62110DX

Quattro fuochi, un forno da 66 litri, alimentazione a gas: il modello proposto da Beko è quello di una cucina multifunzione a libera installazione che non ha niente da invidiare agli elettrodomestici più costosi, posizionandosi in fascia media e assicurando buone prestazioni e materiali di qualità.

Realizzata in acciaio inox, presenta portellone frontale e coperchio del piano cottura in vetro temperato. Il forno, con pareti a finitura smaltata, è corredato di grill elettrico, timer e 6 funzioni di cottura: con un volume di 66 litri si può considerare una buona scelta per gli utenti che si limitano a un utilizzo domestico della cucina e non hanno particolari esigenze di cottura.

Selezionato per il buon connubio tra prestazioni di cottura e risparmio energetico, questo modello si colloca in classe energetica A e garantisce performance efficienti e un ridotto consumo di gas. Il design a finitura specchiata consente di collocare facilmente questo elettrodomestico in qualsiasi contesto di arredo, offrendo una soluzione basic facilmente fruibile sia dal punto di vista delle prestazioni, sia sul piano dell’estetica.

Candy CCG6503PX

Attenzione per le finiture e per la scelta dei materiali caratterizzano il modello CCG6503PX di Candy, costituito da una cucina completa di forno multifunzione. Il piano cottura dispone di quattro fuochi regolabili manualmente con manopole ad accensione facilitata: sarà possibile accendere i fornelli senza utilizzo di accendigas.

Per una maggiore sicurezza, gli erogatori sono controllati da tecnologia di blog del gas, per evitare i rischi di fuga accidentale. Se i fornelli sono alimentati a gas, il forno gode di alimentazione elettrica e di una capienza di 52 litri. Il portello in vetro termo-riflettente impedisce che la superficie esterna raggiunga alte temperature, rendendo più sicuro l’utilizzo di questo prodotto in ambienti in cui siano presenti bambini.

Facilitata anche la pulizia delle superfici, realizzate senza l’utilizzo di viti e giunture a vista: una buona scelta per chi faccia un utilizzo consistente del forno e abbia l’esigenza di pulirlo di frequente. Selezionato per la sua capacità di offrire un buon compromesso tra buona qualità e basso dispendio di energie, questo prodotto è caratterizzato anche da un design elegante e discreto che potrà inserirsi facilmente nella cornice di una cucina moderna.

Offerte cucine a gas

Come scegliere una cucina domestica a gas

La scelta di una cucina domestica a gas spesse volte è una questione di design dove la modernità dei modelli e l’innovazione di alcuni prodotti sono i fattori presi in considerazione al momento dell’acquisto.
Molte aziende includono gli elettrodomestici direttamente nell’arredo dell’ambiente incassandoli nei mobili o destrutturandoli in più componenti.

La praticità di avere incluso nel mobilio sia il piano cottura che il forno viene riconosciuto come elemento pratico ed economico, poiché non necessita di riservare un apposito spazio all’interno della cucina. Differente questione si presenta quando il consumatore predilige l’uso di un modello freestanding o di uno ad incasso non incluso nel mobilio, che comprenda piano cottura e forno in un unico elettrodomestico. I prodotti, differenti per tecnologie, struttura, funzionamento e dimensioni possono essere scelti sulla base di differenti fattori che saranno valutati a seconda delle proprie esigenze.

Tipologie

La cucina a gas può distinguersi in due gruppi da differenziare se si preferisce un prodotto a libera installazione o ad incasso. In entrambi i casi il funzionamento è il medesimo potendo sfruttare l’energia prodotta dalla combustione di GPL o di metano. Il risparmio energetico varia in base ai contratti di fornitura del gestore, potendo prediligere in alternativa la classica bombola a gas compresso.

Il modello ad incasso può essere composto da due componenti: un piano cottura separato dal forno. L’installazione di entrambi può essere vicina montando il piano su una base al di sotto del quale sarà installato il forno.

Se questioni di praticità o di arredo separano le due componenti è possibile predisporre la piastra per la cottura in prossimità del lavabo, riservando una nicchia a parte per la seconda componente. La praticità dell’elettrodomestico è data dalla possibilità di scegliere autonomamente piano cottura e forno, preferendo quest’ultimo con funzionamento elettrico e tralasciando il gas solo per la cucina.

I prodotti a libera installazione consentono all’acquirente di posizionare l’elettrodomestico in qualsiasi spazio ove l’allaccio dei tubi di gas ne prevedano l’aggancio. Trattandosi di un unica cucina il funzionamento avviene utilizzando una sola risorsa anche se, in molti casi, è possibile acquistare prodotti combinati (elettrici e a gas) che ottimizzano il risparmio energetico.

La funzionalità della freestanding è data dall’opportunità di posizionarla in ogni angolo dell’ambiente domestico, prediligendo la parete qualora l’impianto ne preveda l’allaccio. Molte di esse sono dotate di un vano all’interno del quale è possibile adagiare la bombola anche se la maggioranza dei prodotti sono privi dello scomparto e vengono comunemente definiti a tutto forno.

Dimensioni

La scelta della cucina verte principalmente sulla dimensione dell’elettrodomestico, a maggior ragione se si opta per un modello a libera installazione. In commercio esistono differenti tipologie di prodotti studiati per accomodarsi in ambienti più o meno spaziosi. Le dimensioni possono partire da 45×45 per circa 90 cm di altezza fino a giungere alle 100×60.

Quelle intermedie si attestano sui 70×60 e sui 90×60 ma ciascuna misura è indicata per alcune funzionalità e per i bisogni del cliente. I cucinini più piccoli, venduti nei negozi di elettrodomestici ma facili da trovare nei supermercati, sono indicati per le case riservate alle vacanze o per i camper, essendo dotate solo di un piano cottura e di un vano porta-bombola.

Gli elettrodomestici da 100×60 sono definiti professionali, in quanto utilizzati frequentemente nel comparto della ristorazione e difficili da adattare negli ambienti domestici. I modelli intermedi sono quelli preferiti dalle massaie che optano per prodotti combinati o dalle funzionalità moderne.

Numero di fuochi

In concomitanza alla dimensione della cucina domestica a gas è necessario valutare il numero di fornelli presenti sul piano. Generalmente i fuochi sono 4 e di varie dimensioni per facilitare la cottura con piccole pentole o con padelle ingombranti. Il quinto bruciatore è un optional presente nei modelli più grandi potendo essere a forma di pesciera (la geometria ricorda un’ellisse) o a tripla corona.

Quest’ultima è un fornello rotondo dotato di spartifiamma centrale che aumenta la potenza del fuoco durante il suo utilizzo. La triplicità del fornello è data dalla fuoriuscita del gas sia dallo spartifiamma centrale (nella zona esterna) sia da quello circolare dove in quest’ultimo caso la fiamma ha una doppia uscita.  I quattro bruciatori sono presenti nelle cucine più piccole mentre le più comuni sono dotate anche della corona a tripla fiamma.

Piastra elettrica optional

Fino a qualche decennio addietro le cucine domestiche potevano essere dotate di una piastra elettrica, adagiata in prossimità dei fornelli per permetterne l’uso in assenza di gas. Attualmente l’accessorio è presente nei prodotti professionali che prevedono l’utilizzo di differenti tecnologie nella cottura dei cibi.
Elemento cardine di una cucina è soprattutto il forno che, nel  nel funzionamento a gas, può essere semplice o combinato.

La combinazione è data dalla possibilità di sfruttare l’elettricità come alternativa al gas, potendo gratinare le pietanze o riscaldarle in breve termine. I prototipi di ultima generazione sono forniti di un sistema ventilato che consente al calore prodotto dal gas di circolare all’interno del forno. La ventilazione assicura una cottura omogenea riducendo i tempi di preparazione di molte ricette. Gli elettrodomestici tradizionali hanno in predisposizione un bruciatore che produce la fiamma dal basso del forno, permettendo una cottura immediata delle pietanze. L’omogeneità può essere garantita dalla presenza del grill, ossia di una funzionalità ulteriore generata da una resistenza elettrica posta in alto.

La maggior parte delle cucine domestiche hanno come elemento base sistemi di sicurezza che bloccano tempestivamente la fuoriuscita accidentale del gas: si tratta di alcuni dispositivi formati da valvole a termocoppia che impediscono al combustibile di funzionare anche con le manopole aperte.

Prezzi

Posto che le cucine odierne hanno in predisposizione l’accensione elettrica, il costo può partire da 190 euro per un modello semplice dotato di 4 bruciatori (con potenza variabile da 1 kw a 2,5 kw) fino ai 3.500 euro circa per i prodotti professionali forniti di 6 bruciatori ed ampio forno con regolazione termostatica della temperatura.

Il prezzo medio di un elettrodomestico si aggira attorno ai 500, 600 euro considerando che la cifra può variare in base al design ed agli optional in dotazione. Ad ogni prodotto è inoltre individuata una classe energetica di appartenenza, contrassegnata dalle lettere dell’alfabeto. L’indicazione A, A+ o A++ denota cucine ad elevato risparmio di energia, sia in funzionamento statico che ventilato.

[Voti: 132    Media Voto: 5/5]
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, una newsletter che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.