in

Migliori cucine a gas

Le migliori cucine a gas selezionate per numero di fuochi, capacità del forno, programmi cottura, qualità dei materiali, sicurezza, design, rapporto qualità prezzo e marca.

Beko FSG62000DX

Pro e contro

Indesit I6TMH2AF(X)/I

Pro e contro

Smeg CX6SV9

Pro e contro

Glem Gas Cucina A855EI

Pro e contro

Lofra MG86GV/C

Pro e contro

 

Come scegliere una cucina a gas

Nonostante la concorrenza sempre più agguerrita di sistemi di cottura elettrici con piani ad induzione e vetroceramica, nella maggior parte delle case italiane il gas è la forma di energia ancora più utilizzata per cucinare. Quando è necessario acquistare una cucina a gas, magari da installare nella casa di villeggiatura, per effettuare una buona scelta è bene conoscere le sue più importanti caratteristiche.

Destinazione d’uso

Visto il gran numero di marche e modelli presenti sul mercato, scegliere non è mai facile. Il primo aspetto da valutare è l’uso a cui sarà destinata la cucina a gas. Si possono trovare modelli veramente imponenti con un numero di fuochi che potrebbero soddisfare un ristorante e con dimensioni che superano abbondantemente il metro di lunghezza. Rappresentano la soluzione ideale per ambienti molto grandi e per le esigenze di famiglie particolarmente numerose. Ovviamente lo spazio a disposizione incide in maniera significativa sulla scelta: con metro alla mano e tanta pazienza, è necessario prendere le misure con cura per sfruttare ogni centimetro a disposizione. Per modelli con 4 fuochi la larghezza è un valore decisamente  standard, fissato a 60 centimetri.

La cucina a gas è particolarmente apprezzata da chi possiede una seconda casa al mare o in montagna. Per avere la massima praticità d’uso, nel caso non ci sia l’allacciamento del gas, è necessario accertarsi che il modello scelto funzioni anche con la sola bombola a GPL; in questo caso è probabile che ci sia l’evenienza di dover cambiare gli ugelli dei bruciatori (servono di diametro inferiore) che potrebbero essere già compresi con la cucina. Per la casa di villeggiatura, visto l’uso molto sporadico che normalmente viene fatto, si può scegliere un modello di piccole dimensioni con 4 fuochi e con funzioni basilari.

Numero fuochi

Ovviamente un maggior numero di fuochi significa poter godere di una miglior praticità d’uso, ma anche un deciso aumento delle dimensioni di ingombro. Le cucine a gas più prestazionali possono offrire fino a 6/7 fuochi, ma quelli più utilizzati rimangono i modelli con 4 bruciatori.

Tipologia forno

Il forno può essere a gas, elettrico, o di entrambe le tipologie. La maggior parte dei produttori propone modelli con forni elettrici che garantiscono una cottura più omogenea, una miglior diffusione del calore e maggior versatilità. Sono la tipologia ideale per chi ama, per esempio, cucinare la pizza. Altri utenti preferiscono invece l’uso di un forno a gas per la cottura di carne e pesce. Alla fine è una questione di gusti, ma in linea di massima i modelli con forno elettrico sono i più venduti.

Per quanto riguarda la capacità del forno, una cucina a gas con 4 fuochi, offre un volume utile che oscilla tra i 50 e 70 litri. Per avere maggior capienza serve necessariamente spostarsi su tipologie molto più grandi che arrivano ad avere volumi di quasi 200 litri suddivisi in due o tre forni separati.

Funzionalità

Una cucina a gas non è certo un concentrato di tecnologia e funzioni. Tuttavia, la presenza del forno porta a valutare i vari programmi di cottura offerti e la presenza di un sistema autopulente. Un buon prodotto garantisce in media dai 6 agli 8 programmi di lavoro, tra cui deve esserci lo scongelamento rapido. In alcuni casi si possono trovare cucine a gas dotate di sistema autopulente del forno per idrolisi, che a differenza di quanto avviene nei forni pirolitici, viene sfruttata la forza sanificante del vapore.

Una funzionalità importante per la sicurezza è la presenza del sistema Gas-Stop che provvede a interrompe l’erogazione del gas nel caso in cui si dovesse spegnere la fiamma.

Tra le funzionalità si possono considerare gli accorgimenti per facilitare la pulizia. Uno di questi è la possibilità di smontare la controporta senza usare nessun tipo di attrezzo, in modo da poter effettuare una pulizia rapida ed efficace. Spesso sono previste anche cerniere che permettono di togliere il portello con estrema semplicità.

Consumi

I consumi riguardano le due fonti di energia utilizzata: gas e elettricità. I fornelli moderni sono lontani parenti di quelli utilizzati molti anni fa. Il progresso ha migliorato notevolmente la qualità dei bruciatori: oggi generano fiamme molto efficienti, hanno un maggior potere calorifico e bruciando per minor tempo riducono i consumi. Per quanto riguarda il rendimento elettrico tutte le migliori cucine a gas hanno una classe di efficienza energetica A che garantisce consumi assolutamente accettabili.

Estetica

Da una cucina a gas non si possono pretendere design molto ricercati o linee avveniristiche. Vista la tipologia di elettrodomestico il margine creativo non è molto ampio. Ciò nonostante, si possono trovare modelli che curano questo aspetto più di altri. Tra i materiali maggiormente utilizzati c’è l’acciaio inox che, grazie all’effetto satinato, dona una certa eleganza alla struttura esterna. Le rifiniture dei comandi, lo stile della maniglia del forno e il vetro temperato parzialmente oscurato sono tutti elementi che possono migliorare notevolmente l’aspetto e assicurare un buon impatto visivo.