in

Proscenic Floobot X1

Proscenic Floobot X1 offre un ottimo rapporto qualità prezzo. Senza spendere un occhio della testa dispongo di un robot in grado sia di aspirare che lavare i pavimenti assicurando un buon livello di pulizia. Inoltre, posso gestire l’apparecchio semplicemente col telecomando senza connessione Wi-Fi oppure tramite l’app dedicata personalizzando il funzionamento in base alle mie esigenze. Il tutto senza dimenticare il vantaggio della base con sistema di svuotamento automatico e sacchetto che può durare anche più di un mese.

Recensione Proscenic X1

Pro

  • Ottimo rapporto qualità prezzo
  • Altezza di soli 7.4 centimetri
  • Non passa col panno bagnato sui tappeti
  • Buone prestazioni sia in fase di aspirazione che lavaggio
  • Aumenta in automatico la potenza sui tappeti
  • Supporta la mappatura multi-piano
  • Funziona anche senza connessione Wi-Fi tramite il telecomando
  • Supporta comandi vocali con Amazon Alexa e Google Assistant
  • Base con sistema di svuotamento automatico e sterilizzazione UV

Contro

  • Non ha un sistema di navigazione LiDAR
  • Non rileva oggetti bassi come stringhe delle scarpe e fili elettrici

Design e qualità costruttiva

Proscenic X1 è un robot aspirapolvere e lavapavimenti caratterizzato dalla classica forma circolare e altezza di circa 7.4 centimetri. Lo spessore contenuto consente il passaggio sotto letti, divani e punti bassi, limitando il pericolo che l’apparecchio possa rimanere incastrato.

Dal punto di vista costruttivo, questo modello dispone di un sensore laser per mappatura e navigazione inserito nella fascia anteriore anziché nella consueta torretta, ruote gommate in grado di superare ostatoli alti fino a 2 centimetri e un unico contenitore che integra vaschetta della polvere da 240 millilitri, serbatoio dell’acqua da 250 millilitri e filtro HEPA.

La base è dotata di un pratico display a LED, tappetino in gomma per raccogliere gocciolamenti, sistema di svuotamento automatico con sacchetto usa e getta da 2.5 litri e sterilizzazione tramite raggi UV per eliminare gli allergeni dallo sporco. Nonostante la completezza di funzioni, la base mantiene dimensioni contenute.

Recensione Proscenic X1

Sia robot che base sono stati progettati con una certa attenzione e costruiti impiegando materiali di qualità per evitare facili rotture e assicurare affidabilità e durata nel tempo.

Sistema di navigazione

Proscenic X1 è equipaggiato con un sistema di navigazione assistita laser PathPro non tra i più evoluti, comunque in grado di mappare con sufficiente precisione la casa e permettere al robot di muoversi evitando gli ostacoli più grandi.

Recensione Proscenic X1

Il principale limite rispetto a sistemi LiDAR con intelligenza artificiale, è il mancato riconoscimento di oggetti piccoli e bassi. Pertanto fili o cavetti USB dimenticati sul pavimento potrebbero incastrarsi tra le ruote e bloccare il robot. Naturalmente sono presenti anche i sensori anticollisione e anticaduta per evitare urti violenti contro gli ostacoli e rovinose cadute dalle scale.

Qualità dell’aspirazione

Nel complesso il livello di pulizia di pavimenti e tappeti l’ho trovato soddisfacente. Il robot riesce a eliminare polvere, piccoli detriti e peli di animali domestici con una certa facilità. I buoni risultati sono merito della potenza massima di 3000 Pa e dell’efficace azione di raccolta dello sporco del rullo centrale con setole in silicone e nylon in combinazione con la spazzola rotante laterale.

Recensione Proscenic X1Recensione Proscenic Floobot V10Recensione Proscenic X1

Altro valore aggiunto è il sensore a ultrasuoni che riconosce tappeti e moquette, alzando la potenza al massimo per una pulizia più approfondita.

Qualità del lavaggio

Proscenic Floobot X1 adotta la medesima soluzione tecnica presente nel modello V10, ovvero un sistema sonico con vibrazioni ad alta frequenza.

Recensione Proscenic X1

Il mocio vibra 3000 volte al minuto incrementando sensibilmente l’azione di sfregamento sul pavimento rispetto a robot dotati di panno fisso. Inoltre, ho la possibilità di impostare tre livelli di distribuzione d’acqua in base alla tipologia di superficie e quantità di sporco.

Funzioni smart

Bastano pochi minuti per connettere il robot al Wi-Fi (solo reti a 2.4 GHz) e scaricare l’app, dopodiché sono pronto a personalizzare il funzionamento. Al primo avvio la macchina impiega un po’ di tempo per effettuare la mappatura dettagliata della casa. Il robot riesce a gestire fino a 5 mappe così da permettere un pratico utilizzo anche in abitazioni ubicate su più piani.

Nella planimetria ricevuta sullo smartphone posso rinominare le stanze, impostare barriere virtuali ed escludere determinate aree. Altre opzioni mi permettono di programmare l’orario di avvio e scegliere sia il livello di potenza che la quantità d’acqua da erogare al panno. Il robot accetta comandi vocali grazie alla compatibilità con Amazon Alexa e Google Assistant.

Infine, evidenzio la possibilità di gestire Proscenic Floobot X1 anche tramite il telecomando a infrarossi in dotazione. Un aspetto importante poiché molti modelli non funzionano in assenza di segnale Wi-Fi. In questo caso, invece, riesco sempre ad avviare la pulizia e posso anche manovrare manualmente il robot per aspirare sola una zona limitata.

Recensione Proscenic X1

Autonomia

La capacità della batteria agli ioni di litio pari a 3200 mAh permette l’aspirazione di un appartamento di 200 metri quadri in un’unica sessione. Se il robot dovesse tornare alla base per la ricarica è comunque in grado di riprendere autonomamente la pulizia dal punto dell’interruzione.

Il discorso cambia aggiungendo la funzione di lavaggio. In questo caso bisogna considerare la capacità di 250 millilitri del serbatoio dell’acqua che risulta sufficiente per un’estensione superficiale di circa 60 / 70 metri quadri. Pertanto, in abitazioni più grandi sarà necessaria la nostra presenza per riempire il serbatoio una volta vuoto.

Conclusioni

Proscenic Floobot X1 offre un ottimo rapporto qualità prezzo. Senza spendere un occhio della testa dispongo di un robot in grado sia di aspirare che lavare i pavimenti assicurando un buon livello di pulizia. Inoltre, posso gestire l’apparecchio semplicemente col telecomando senza connessione Wi-Fi oppure tramite l’app dedicata personalizzando il funzionamento in base alle mie esigenze. Il tutto senza dimenticare il vantaggio della base con sistema di svuotamento automatico e sacchetto che può durare anche più di un mese. L’unico limite è la mancanza di un sistema di navigazione in grado di rilevare piccoli ostacoli come cavetti USB e fili elettrici, oggetti che andranno rimossi prima di avviare la sessione per evitare il bloccaggio del robot.

Migliori robot aspirapolvere