Tineco A11 Master

La mia recensione della scopa elettrica senza fili con doppia batteria Tineco A11 Master, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

Tineco A11 Master

Pro

  • Materiali di buona qualità
  • Dotazione di accessori estremamente completa
  • Due batterie comprese nella fornitura
  • Filtro HEPA
  • Elevata forza aspirante
  • Accessorio per pulire il filtro HEPA

Contro

  • Si ricarica solo attraverso la base a parete
  • Sistema di sgancio serbatoio non dei più pratici

Tineco è un’azienda cinese che vanta una buona esperienza nella progettazione e produzione di elettrodomestici per la pulizia della casa. L’oggetto di questa recensione è il modello A11 Master che rappresenta il top di gamma nel listino delle scope elettriche senza filo. Il primo aspetto che subito salta all’occhio è la grande dotazione di accessori, raramente ho trovato una così completa fornitura.

Tutti i pezzi dell'aspirapolvere Tineco A11 master

Oltre al corpo dell’aspirapolvere a all’asta in alluminio, nelle varie confezioni sono presenti due spazzole motorizzate con luce led integrata, mini spazzola motorizzata, 4 diverse bocchette per rimuovere la polvere, un ulteriore tubo flessibile per raggiungere punti di difficile accesso e la base di ricarica da fissare a parete.

A tutto questo devo aggiungere la piacevole sorpresa di aver trovato una seconda batteria di scorta da 2000 mAh, il che mi consente di beneficiare di una notevole autonomia. I canonici 20/25 minuti, generalmente assicurati in elettrodomestici di questa categoria alla massima potenza, di fatto si raddoppiano permettendomi una più lunga e accurata pulizia.

Blocco aspirante dell'aspirapolvere Tineco A11 master

Un altro punto di forza di questo aspirapolvere è, senza dubbio, la qualità dei materiali. Come consuetudine tutta la struttura è realizzata in plastica (tranne l’asta in alluminio) ma assicurando un’adeguata solidità e robustezza, compresi i punti più sensibili come gli attacchi degli accessori e il meccanismo di sgancio del serbatoio.

Spazzola per pavimento dell'aspirapolvere Tineco A11 master

Ulteriore aspetto in cui Tineco A11 si dimostra soddisfacente è la forza aspirante. Il sistema ciclonico genera un potente vortice d’aria con cui risucchiare polvere e piccoli detriti in modo efficace. Oltretutto dispongo di un pulsante per attivare la modalità turbo e una comoda levetta per bloccare il pulsante a grilletto, evitando così di tenere premuto in continuazione il tasto di avvio. Molto performante anche il filtraggio dell’aria grazie ad un elemento HEPA a 4 stadi in grado di trattenere circa il 99% di allergeni e particelle sottili con dimensioni fino a 0,3 micron.

Spazzola per tappeti dell'aspirapolvere Tineco A11 master

Nel corso della prova l’aspirapolvere si è dimostrato molto maneggevole e con un peso ben distribuito. Devo però evidenziare alcuni particolari che vanno ad inficiare la praticità d’uso. A mio avviso il più grave è la ricarica possibile solo inserendo l’apparecchio nel supporto a muro. Quindi serve mettere in conto la necessità di trovare uno spazio adeguato e munirsi di trapano per praticare due fori nel muro.

Filtro dell'aspirapolvere Tineco A11 master

La base è ben progettata, robusta e molto comoda potendo anche alloggiare alcuni accessori, tuttavia trovo alquanto limitante l’obbligo di ricaricare l’aspirapolvere solo appendendolo alla parete. Anche il sistema di sgancio del serbatoio non è tra i più pratici che abbia provato, mentre non ho riscontrato problemi per rimuovere il filtro e sostituire la batteria.

Batteria dell'aspirapolvere Tineco A11 master

Il mio giudizio finale per questo Tineco A11 è nel complesso positivo avendo apprezzato maneggevolezza, forza aspirante, autonomia e dotazione di accessori. Purtroppo il sistema di ricarica è una grave pecca e una scelta tecnica piuttosto incomprensibile, anche in considerazione del costo non economico.

Migliori scope elettriche