Migliori scope elettriche senza filo

Le migliori scope elettriche senza fili (a batteria) selezionate per rapporto qualità prezzo, oltre alla classifica e le recensioni trovi anche il confronto prezzi.

Classifica migliori scope elettriche senza filo

Dyson V11 Absolute

aspirapolvere dyson v11

Pro

  • Alta potenza di aspirazione su tutte le superfici
  • Svuotamento del serbatoio pratico e veloce
  • Gestione comoda tramite display LCD
  • Spazzola High Torque
  • Ottimo per una rapida pulizia della moquette
  • La spazzola si sposta facilmente sui tappeti
  • Pulisce i pavimenti in modalità boost con testa a rullo morbida
  • Si infila sotto i mobili bassi
  • Pulizia della moquette accurata
  • Ottima rimozione di peli di animali domestici
  • Sul display LCD è possibile leggere il tempo residuo della batteria e consente di sapere se è necessario sostituire il filtro
  • Può essere utilizzato anche per gli interni dell’auto
  • E’ in grado di rilevare la superficie da aspirare e regolare la potenza di aspirazione di conseguenza

Contro

  • Assenza di led sulla spazzola High Torque
  • Design del manico che limita l’inclinazione
  • Costa troppo

Aprendo la confezione troviamo il QR code da scansionare per attivare la garanzia e ottenere le informazioni per il montaggio, nei fatti un po’ laborioso vista la presenza di numerosi pezzi da assemblare.

In dotazione un corposo manuale d’uso, la staffa per appendere l’elettrodomestico al muro, il carica batteria, lance per eseguire la pulizia fra le intercapedini, una piccola spazzola motorizzata per gli imbottiti, la spazzola a rullo morbido e quella ad alta potenza denominata High Torque.

Il tubo di aspirazione è realizzato in plastica e rivestito esternamente in alluminio, mentre sul coperchio del contenitore è presente un display LCD, dal quale impostare la lingua, regolare la potenza di aspirazione e visualizzare l’autonomia rimanente.

Si tratta di una interessante innovazione che Dyson ha introdotto su questo modello. Il pannello LED avverte con una notifica se si presenta un problema, fornendo istruzioni in grafica animata su come risolverlo. Ad esempio, in caso di filtro pieno viene visualizzata l’apposita icona e indicato come ovviare, nello specifico segnalando che occorre svuotare il contenitore.

Lo svuotamento del serbatoio è un altro punto di forza del modello, perché basta rimuovere il tubo e spingere il cilindro all’interno del sacchetto dei rifiuti, senza che questo disperda polvere nell’ambiente. Il sistema è molto veloce e pratico.

Altra novità interessante introdotta col V11 è la spazzola High Torque con sensore di coppia integrato, in grado di riconoscere la superficie sulla quale si sta lavorando, regolando automaticamente la forza aspirante.

Un accorgimento che permette di ottimizzare l’autonomia della batteria, riducendo il consumo o fornendo la massima potenza quando necessario. Al variare della potenza impiegata, sul display viene indicata in tempo reale l’autonomia stimata rimanente.

La forza d’aspirazione è elevata, e si riesce a raccogliere anche lo zucchero a velo con una o al massimo due passate. Sulla parte frontale sono presenti due finestre che all’occorrenza si possono aprire per catturare lo sporco più grande come noccioline, mandorle ed uvetta.

Questi risultati si ottengono su rivestimenti di diverso tipo, quali gres o parquet. I tappeti a pelo corto vengono puliti a fondo, perché il rivestimento a spirale in nylon e fibra di carbonio del rullo penetra a fondo tra le fibre.

I tappeti a pelo lungo richiedono invece qualche attenzione, perché la spazzola potrebbe rimanere impigliata. In queste condizioni bisogna sollevarla leggermente per evitare il contatto troppo ravvicinato con le frange.

Peccato per l’assenza di luci frontali sulla spazzola, che avrebbero consentito di individuare lo sporco più facilmente negli angoli o sotto letti e mobili. Una mancanza da sottolineare visto il livello del prodotto e la fascia di prezzo.

Sul fronte costruttivo la spazzola ad alta potenza High Torque presenta nella parte posteriore una striscia in gomma invece delle solite rotelle. Questo accorgimento rende lo scorrimento indietro spesso difficoltoso, costringendo ad alzare la spazzola.

La spazzola con il rullo morbido, sprovvista di sensori di coppia, non permette la stessa forza aspirante garantita dalla High Torque, ma va bene per le pulizie ordinarie più veloci e si riesce ad avere un pavimento comunque pulito.

La manovrabilità complessiva è buona e il peso limitato aiuta, ma l’impugnatura del manico tocca terra quando si aspira sotto letti e alcuni mobili. Di fatto non si riesce sempre ad arrivare fino in fondo, e ciò rende difficoltosa la pulizia completa sotto i letti.

Per quanto riguarda l’autonomia, in modalità standard si riesce a lavorare senza sosta per circa un’ora, con tempi che ovviamente si riducono o aumentano al variare della potenza richiesta.

Proscenic P11

Proscenic P11

Pro

  • Design moderno
  • Lava i pavimenti
  • Display multifunzionale
  • Si maneggia senza fatica
  • Buona autonomia della batteria
  • Aspira bene sia pavimenti che tappeti
  • Buona dotazione di accessori

Contro

  • Asta non pieghevole
  • Il sistema di ricarica non è integrato nella base di fissaggio a parete

Proscenic P11 è un elettrodomestico che potrebbe sembrare il classico aspirapolvere 2 in 1, ovvero capace di trasformarsi velocemente da scopa elettrica ad aspirabriciole o comodo strumento per la pulizia in punti di difficile accesso.

In effetti svolge tali mansioni senza mostrare tentennamenti, ma in aggiunta offre la possibilità di lavare anche i pavimenti. Mentre la fase di aspirazione l’ho trovata davvero efficace riuscendo a rimuovere polvere e peli di animali domestici da pavimenti e tappeti, il lavaggio è risultato piuttosto deludente.

Del resto non mi aspettavo chissà quali miracoli visto che, anche impiegando modelli più potenti e appositamente progettati per eliminare le macchie, risulta alquanto difficile ottenere i medesimi risultati del classico metodo con straccio e olio di gomito.

La soluzione è comunque ingegnosa prevedendo l’applicazione del serbatoio dell’acqua tramite adesione magnetica alla spazzola rotante. Alla fine può rappresentare un discreto aiuto solo per rimuovere macchie appena formate, mentre sullo sporco incrostato vecchio di giorni sortisce ben pochi effetti.

Passando a solidità costruttiva e design sono entrambi elementi che meritano il massimo dei voti. La struttura è in plastica ma piuttosto robusta anche nei punti solitamente più delicati quali snodo della spazzola e attacchi degli accessori.

Il design, come consuetudine della Proscenic, è decisamente moderno e ricercato; in tal senso spicca il display touch a LED con ampio schermo per visualizzare numerose informazioni e selezionare la modalità di funzionamento desiderata.

Molto comodo il programma di aspirazione automatica in grado di variare la potenza a seconda se sto pulendo un pavimento oppure un tappeto. In alternativa posso avviare la modalità Energy Efficient per un buon risparmio energetico oppure sfruttare la massima potenza grazie al Max Mode.

Durante il test ho apprezzato la buona maneggevolezza dovuta ad un peso non eccessivo e ben distribuito, nonché la scorrevolezza della spazzola motorizzata anche sui tappeti. Per questo modello il costruttore ha optato per un’asta in alluminio non pieghevole, il che limita la praticità d’uso durante la pulizia sotto mobili e divani.

Un plauso merita la batteria agli ioni di litio che, oltre a poterla estrarre con una certa facilità, assicura una lunga autonomia. Con la modalità di risparmio energetico ho raggiunto senza difficoltà i 40 minuti di utilizzo.

Devo altresì sottolineare i ridotti tempi di ricarica pari a circa 2,5 ore, ovvero ben al disotto delle solite 4/5 ore che richiedono molti prodotti concorrenti. Ultimo aspetto tecnico che ritengo importante evidenziare è il filtro HEPA a 4 stadi, sicuramente un vantaggio soprattutto per chi soffre di allergie respiratorie.

Il mio giudizio finale per questo Proscenic P11 è molto positivo alla luce della notevole forza aspirante e cura di ogni dettaglio per garantire comodità e versatilità d’uso. La funzione di lavaggio è un valore aggiunto anche se alla fine non penso verrà sfruttata più di tanto.

Apprezzabile invece la dotazione di accessori, con l’interessante possibilità di acquistare come optional una Pet Hair Brush appositamente studiata per aspirare i peli direttamente spazzolando l’animale.

Nel corso della prova ho riscontrato alcune pecche tra cui la mancata integrazione nella base a parete del connettore per la ricarica. Alla fine sono aspetti comunque di poco conto che non pregiudicano la praticità e il favorevole rapporto qualità prezzo.

Hoover FD22RP011 Freedom

Hoover FD22RP Freedom 2in1

Pro

  • Aspira bene sia pavimenti che tappeti
  • Buona maneggevolezza
  • Serbatoio di elevata capienza
  • Completa dotazione di accessori
  • Autonomia superiore ai 25 minuti dichiarati

Contro

  • Potenza di aspirazione non regolabile
  • Collegamento per la ricarica non integrato nel supporto a muro
  • Asta non pieghevole

Hoover FD22RP011 Freedom è una scopa elettrica senza fili che si colloca in una fascia media di prezzo, ovvero con una folta e agguerrita schiera di prodotti concorrenti. Ciò nonostante è un elettrodomestico che si distingue per il soddisfacente rapporto qualità prezzo e la facilità con cui aspira polvere, piccoli detriti e soprattutto peli di animali domestici.

Durante l’utilizzo ho apprezzato da una parte la notevole maneggevolezza grazie ad un peso non eccessivo e dall’altra la buona forza aspirante. Non è tra i modelli più potenti che abbia mai testato, tuttavia permette di eliminare polvere e sporco da tappeti e pavimenti con una certa efficacia.

Si dimostra anche molto affidabile e un valido aiuto per tenere pulita la casa in presenza di gatti o cani a pelo medio lungo. Una volta tanto posso anche sottolineare un’autonomia della batteria di circa 30/35 minuti, ovvero un valore che supera i 25 minuti dichiarati dal costruttore.

Altro punto di forza è la completa dotazione di accessori che comprende la spazzola motorizzata principale, mini turno spazzola, bocchetta per fessure e altri due componenti da montare per rimuovere lo sporco dagli imbottiti e la polvere da sopra i mobili. Nella fornitura è presente anche un supporto per il fissaggio a parete per un più comodo rimessaggio.

Passando agli aspetti negativi, si tratta di piccole pecche che non vanno ad incidere più di tanto sulla praticità. Rispetto ad alcuni modelli non dispongo di un variatore di potenza, ma solo un tasto per bloccare il grilletto e avere un’aspirazione continua senza tener premuto il pulsante.

L’asta non è pieghevole il che mi obbliga ad abbassarmi con la schiena ogni volta che pulisco sotto un divano. Quest’ultimo particolare è comunque una caratteristica comune alla maggior parte delle scope elettriche di questa tipologia, compresi prodotti top di gamma dei marchi più famosi. Infine devo evidenziare un sistema di ricarica molto spartano, con spinotto dell’alimentatore non integrato nel supporto a parete ma da inserire manualmente ad ogni ricarica.

Tineco A11 Master

Tineco A11 Master

Pro

  • Materiali di buona qualità
  • Dotazione di accessori estremamente completa
  • Due batterie comprese nella fornitura
  • Filtro HEPA
  • Elevata forza aspirante
  • Accessorio per pulire il filtro HEPA

Contro

  • Si ricarica solo attraverso la base a parete

Tineco è un’azienda cinese che vanta una buona esperienza nella progettazione e produzione di elettrodomestici per la pulizia della casa. L’oggetto di questa recensione è il modello A11 Master che rappresenta il top di gamma nel listino delle scope elettriche senza filo. Il primo aspetto che subito salta all’occhio è la grande dotazione di accessori, raramente ho trovato una così completa fornitura.

Oltre al corpo dell’aspirapolvere a all’asta in alluminio, nelle varie confezioni sono presenti due spazzole motorizzate con luce led integrata, mini spazzola motorizzata, 4 diverse bocchette per rimuovere la polvere, un ulteriore tubo flessibile per raggiungere punti di difficile accesso e la base di ricarica da fissare a parete.

A tutto questo devo aggiungere la piacevole sorpresa di aver trovato una seconda batteria di scorta da 2000 mAh, il che mi consente di beneficiare di una notevole autonomia. I canonici 20/25 minuti, generalmente assicurati in elettrodomestici di questa categoria alla massima potenza, di fatto si raddoppiano permettendomi una più lunga e accurata pulizia.

Un altro punto di forza di questo aspirapolvere è, senza dubbio, la qualità dei materiali. Come consuetudine tutta la struttura è realizzata in plastica (tranne l’asta in alluminio) ma assicurando un’adeguata solidità e robustezza, compresi i punti più sensibili come gli attacchi degli accessori e il meccanismo di sgancio del serbatoio.

Ulteriore aspetto in cui Tineco A11 si dimostra soddisfacente è la forza aspirante. Il sistema ciclonico genera un potente vortice d’aria con cui risucchiare polvere e piccoli detriti in modo efficace. Oltretutto dispongo di un pulsante per attivare la modalità turbo e una comoda levetta per bloccare il pulsante a grilletto, evitando così di tenere premuto in continuazione il tasto di avvio. Molto performante anche il filtraggio dell’aria grazie ad un elemento HEPA a 4 stadi in grado di trattenere circa il 99% di allergeni e particelle sottili con dimensioni fino a 0,3 micron.

Nel corso della prova l’aspirapolvere si è dimostrato molto maneggevole e con un peso ben distribuito. Devo però evidenziare alcuni particolari che vanno ad inficiare la praticità d’uso. A mio avviso il più grave è la ricarica possibile solo inserendo l’apparecchio nel supporto a muro. Quindi serve mettere in conto la necessità di trovare uno spazio adeguato e munirsi di trapano per praticare due fori nel muro.

La base è ben progettata, robusta e molto comoda potendo anche alloggiare alcuni accessori, tuttavia trovo alquanto limitante l’obbligo di ricaricare l’aspirapolvere solo appendendolo alla parete. Anche il sistema di sgancio del serbatoio non è tra i più pratici che abbia provato, mentre non ho riscontrato problemi per rimuovere il filtro e sostituire la batteria.

Il mio giudizio finale per questo Tineco A11 è nel complesso positivo avendo apprezzato maneggevolezza, forza aspirante, autonomia e dotazione di accessori. Purtroppo il sistema di ricarica è una grave pecca e una scelta tecnica piuttosto incomprensibile, anche in considerazione del costo non economico.

Bosch BCS61BAT2

Bosch BCS61BAT2

Pro

  • Batteria removibile e compatibile con altri elettroutensili Bosch
  • Peso contenuto
  • Buona potenza aspirante
  • Docking station per riporre scopa e accessori
  • Due batterie comprese nella fornitura

Contro

  • Asta non pieghevole

Uno dei principali limiti di una scopa elettrica senza fili è la bassa autonomia della batteria. Mediamente gli apparecchi più potenti arrivano a 15 minuti, un dato a volte insufficiente per soddisfare ogni necessità.

Questo modello riesce a sopperire a tale inconveniente offrendo nella fornitura due accumulatori da 2,5 Ah, in modo da averne sempre uno carico e pronto all’uso. Un ulteriore vantaggio è l’intercambiabilità della batteria con molti elettroutensili della Bosch, dando la possibilità a chi dispone di apparecchi compatibili di sfruttare le batterie già in possesso.

È comunque importante evidenziare come l’autonomia sia strettamente legata al tipo di utilizzo. Attivando la funzione turbo e applicando la spazzola motorizzata è difficile superare gli 8 minuti, mentre in modalità normale con gli altri accessori si raggiungono tranquillamente i 30 minuti.

La maneggevolezza è una caratteristica che si può inserire tra le qualità di questa scopa elettrica. Il peso contenuto assicura un impiego in ogni condizione senza affaticare, con il solo limite di non disporre di un’asta pieghevole per raggiungere punti poco accessibili come sotto divani e letti.

Buona la dotazione di accessori e soprattutto la presenza di una base per appendere il dispositivo alla parete con annessi gli accessori. Avremo così tutto in perfetto ordine e l’apparecchio sempre carico e pronto all’uso. Rapide anche le operazioni di svuotamento del contenitore e di pulizia del filtro, che non ha alcun bisogno di essere lavato.

Bissell Multireach Essential 18V

Bissell Multireach Essential 18V Scopa elettrica senza Fili

Pro

  • Buona maneggevolezza
  • Alta versatilità passando da scopa elettrica ad aspiratore portatile
  • Base di ricarica molto comoda

Contro

  • Sistema di filtraggio poco efficiente

Bastano pochi minuti di utilizzo per rendersi conto di come una delle migliori qualità offerte da questo aspirapolvere sia la maneggevolezza. Il peso è ben bilanciato mentre il manico di sufficiente lunghezza consente sempre una buona postura anche a persone molto alte. Caratteristica di questi modelli progettati dall’azienda americana è un corpo motore facilmente asportabile per trasformarlo in un pratico aspiratore portatile.

La batteria agli ioni di litio da 18 V raggiunge i 30 minuti di autonomia, che possono variare a seconda se si utilizza il livello di potenza massimo o minimo.

Secondo la mia opinione l’aspirazione è piuttosto soddisfacente e permette di eliminare polvere e piccoli detriti da qualsiasi pavimento e anche da tappeti e moquette. Gli accessori in dotazione si riducono alla spazzola motorizzata, una bocchetta a lancia e un elemento da impiegare per rimuovere la polvere da superfici delicate.

Tutto lo sporco finisce in un contenitore di capienza abbastanza limitata che costringe, il più delle volte, allo svuotamento al termine di ogni pulizia. È tuttavia un’operazione molto semplice, così come la rimozione del filtro. Quest’ultimo non è un elemento Hepa ma è costituito da semplice stoffa forata per trattenere le impurità di più grosse dimensioni.

Infine, un ulteriore punto di forza di questo Bissell Multireach Essential 18V è la presenza di una base di ricarica da appoggiare a pavimento e in cui collocare l’aspirapolvere che sarà, praticamente, sempre pronto all’uso. Anche in caso di trasporto o prolungato rimessaggio, si dimostra un dispositivo comodo potendo ripiegare su sé stesso il manico e riducendo le dimensioni di ingombro.

Electrolux EER7ANIMAL

Electrolux EER7ANIMAL

Pro

  • Versatilità d’uso
  • Stazionamento verticale autonomo
  • Buona manovrabilità
  • Adatto per la rimozione dei peli di animali
  • Comoda base di parcheggio e ricarica

Contro

  • Batteria non removibile
  • Bocchetta a lancia troppo corta

La scopa elettrica di questa recensione fa della praticità, versatilità d’uso e completezza degli accessori le sue migliori qualità.

Si utilizza come un classico modello senza filo per pulire pavimenti e tappeti con una certa comodità grazie alla buona maneggevolezza, la soddisfacente forza aspirante e la spazzola rotante multi-superficie. Il meccanismo con snodo consente una rotazione di 180°, permettendo di muoversi con destrezza in punti stretti e poco accessibili. Utile anche l’illuminazione integrata nella spazzola per avere una perfetta visibilità della zona da pulire.

L’oggetto è definito 2 in 1 per il fatto di poter rimuovere il corpo centrale e ottenere un maneggevole aspiratore portatile per rimuovere le briciole, la polvere dai mobili oppure dare una veloce rinfrescata agli interni dell’auto.

La batteria agli ioni di litio offre una buona autonomia che raggiunge i 45 minuti alla minima potenza, per scendere a 15 minuti sfruttando la massima forza aspirante. Molto comodo l’indicatore a led del livello di carica, non lo stesso si può dire dell’impossibilità di rimuovere la batteria per le eventuali operazioni di sostituzione. In questi casi sarà necessario rivolgersi ad un centro assistenza.

Electrolux EER7ANIMAL lo ritengo un apparecchio molto valido soprattutto per chi deve eliminare i peli di animali. Da sottolineare anche la completa dotazione di accessori, infatti nella confezione troviamo una mini turbo spazzola fondamentale per la pulizia degli imbottiti e una bocchetta a lancia che avrei preferito qualche centimetro più lungo.

Davvero comoda la base di stazionamento per il rimessaggio dopo l’uso e ricaricare la scopa elettrica che, tuttavia, rimane in posizione verticale anche da sola.

Samsung VS20R9048S3/ET

Samsung VS20R9048S3/ET

Pro

  • Adatto per persone con problemi di allergie respiratorie
  • Ottima maneggevolezza
  • Buona autonomia
  • Dimensioni compatte per il rimessaggio

Contro

  • Manca indicatore tempo residuo di carica

Samsung VS20R9048S3/ET è un aspirapolvere senza filo dotato di tecnologia ciclonica e batteria agli ioni di litio con autonomia massima di 1 ora. E’ importante sottolineare come tale valore lo ottengo impostando il minimo livello di potenza, altrimenti la durata oscilla tra 6 minuti fino a circa mezz’ora.

Una delle qualità che preferisco di questo modello è la praticità d’uso, garantita da interessanti particolari costruttivi. Il primo è l’asta telescopica con altezza variabile da 93 cm a 114 cm, il che assicura un utilizzo confortevole a persone di qualsiasi statura. Il peso di 2,7 kg ben distribuito, la presa ergonomica e la spazzola snodabile sono garanzia di un’adeguata maneggevolezza e possibilità di raggiungere punti poco accessibili.

Decisamente comodo anche il serbatoio della polvere che si stacca e svuota in un attimo, il corpo spazzola removibile con un solo click per eliminare peli e capelli, nonché la batteria estraibile per l’eventuale sostituzione.

Altri punti di forza sono rappresentati dalla regolazione elettronica della potenza, filtro HEPA a 5 strati per rimuovere fino al 99,99% degli allergeni e completa dotazione di accessori per una pulizia a 360°.

Una nota a parte merita la base di ricarica molto ben progettata. Ho potuto posizionare l’aspirapolvere in verticale con tutti gli accessori annessi, occupando poco spazio e riuscendo a ricaricare anche una seconda batteria. L’unico aspetto negativo che ho riscontrato nel corso della recensione è la mancanza sul display di un indicatore per conoscere la percentuale di carica residua.

Miele Triflex HX1

Miele Triflex HX1

Pro

  • Molto potente
  • Rimane in piedi da solo
  • Buona durata della batteria
  • Spazzola da pavimento più larga

Contro

  • Blocco aspirante un pò pesante
  • Pochi accessori
  • Costoso

A prima vista la scopa elettrica sei fili di Miele non delude, ha un design 3-in-1 riconfigurabile, intelligente e accattivante.

Per riconfigurabile intendo dire che il blocco motore può essere collocato nella posizione standard vicino all’impugnatura o, nella modalità “comfort”, alloggiato immediatamente sopra la spazzola da pavimento, così da rendere l’elettrodomestico meno pesante per l’utilizzatore. Nella posizione standard risulta comodo per pulire sotto i mobili mentre nella modalità comfort per pulire grandi superfici.

Ma è possibile anche utilizzare il nostro aspirapolvere in modalità “compatta” eliminando il tubo e unendo l’unità aspirante e la spazzola aspirante formando così un aspirapolvere a mano, molto utile per pulire le briciole su un tavolo o sui sedili dell’auto.

Miele TriFlex HX1 è dotato di una batteria agli ioni di litio da 2.500 mAh e 25,2 V ricaricabile e sostituibile, che dura fino a circa 60 minuti a bassa potenza e 14 ad alta potenza.

La batteria può essere ricaricata tramite il supporto a parete o, se non volete fissare il supporto al muro per evitare di bucarlo con le viti è possibile attaccare direttamente il cavo all’ aspirapolvere. Se non doveste avere una presa a disposizione dove riponete l’aspirapolvere è possibile anche staccare la batteria e ricaricarla a parte.

Per una ricarica completa sono necessarie circa 4 ore. E’ presente un piccolo schermo con 3 led che segnalano il livello di carica della batteria.

Come per la maggior parte degli aspirapolvere senza filo, questo modello è senza sacco e il contenitore di raccolta della polvere è piuttosto piccolo (0,5 litri), quindi ho dovuto svuotarlo abbastanza spesso.

Devo però dire che svuotarlo è piuttosto semplice, basta ruotarlo per separarlo dal motore, quindi ruotando il coperchio si aprirà la parte inferiore da cui si potrà far uscire la polvere aspirata.

Questo prodotto è leggero e adatto a tutti i tipi di superfici, dai pavimenti ai tappeti a pelo lungo. Un altro vantaggio della modalità comfort è che così l’aspirapolvere può stare in piedi da solo, senza bisogno di appoggiarlo al muro.

Per quanto riguarda i materiali, anche se fatto di plastica, l’ho trovato solido e resistente, i vari componenti si agganciano bene tra loro, senza fatica ne rischio di rottura degli agganci.

Un punto negativo, a mio parere è il peso, 3,6 kg circa, che in modalità compatta si fanno sentire.Oltre che per rimuovere la polvere l’ho usato anche su una superficie sulla quale mi era caduta della farina e il risultato è stato adeguato alle aspettative.

E’ andata meno bene invece con i croccantini dei gatti, che utilizzando la spazzola per il pavimento, sono in parte schizzati. Migliori sono i risultati di aspirazione su tappeti a pelo corto e moquette, dove sia con la farina che i croccantini, il nostro aspirapolvere ha aspirato velocemente circa il 90% del materiale.

In conclusione posso dire che la mia esperienza con il Miele TriFlex HX1 è positiva, trattasi di aspirapolvere di buona qualità, ben strutturato, comodo da usare, e con una batteria dalla durata adeguata. La modalità comfort è un bel plus.

Imetec Duetta Cordless 2 in 1

Imetec Duetta Cordless 2 in 1

Pro

  • Versatilità
  • Dotazione di accessori completa
  • Utilizzabile su imbottiti
  • Discreta autonomia

Contro

  • Tempi di ricarica lunghi
  • Manovrabilità migliorabile
  • Potenza di aspirazione non elevata

Imetec Duetta Cordless 2 in 1 è una scopa elettrica senza fili che fa della praticità d’uso uno dei suoi principali vantaggi, visto che permette la pulizia dei pavimenti ma può funzionare anche come aspirapolvere portatile.

Il prodotto sfrutta la tecnologia di aspirazione ciclonica, efficace anche contro gli allergeni. Il serbatoio, con capienza di a 0,6 litri, non richiede l’uso di sacchetti, ma deve essere svuotato di continuo. Questo aspetto tuttavia è tipico della categoria di prodotto, con modelli che offrono capienze ben più limitate.

Il modello non brilla in termini di potenza di aspirazione, considerata la presenza di un motore da 18V. Inoltre, la batteria Ni-MH, che offre una discreta autonomia (30 minuti), richiede tempi di ricarica piuttosto lunghi di circa 7 ore.

Completa, invece, la dotazione degli accessori che include la turbo-spazzola adatta ad ogni tipo di superficie come parquet e tappeti, la lancia per raggiungere gli spazi stretti, oltre alle bocchette di differenti misure utili anche per gli imbottiti.

Nella confezione è compreso anche il trasformatore ma manca una base per l’alloggio della scopa al fine di mantenerla in ordine quando non viene usata.

Imetec Duetta Cordless 2 in 1, nonostante il peso contenuto di 2,5 kg, offre anche una manovrabilità limitata, per la mancanza di uno snodo fra la spazzola e la scopa, e ciò la rende adatta per la pulizia di ambienti poco arredati.

Rowenta X-PERT ESSENTIAL 260 RH7324WO

Rowenta X-PERT ESSENTIAL 260 RH7324WO

Pro

  • Lunga autonomia
  • Buona manovrabilità
  • Non richiede la continua pressione del pulsante a grilletto

Contro

  • Scarsa dotazione di accessori
  • Non sta in posizione verticale da sola
  • Manca la funzione turbo

Nel giudicare un elettrodomestico di questa tipologia le qualità che ricerco sono spiccata maneggevolezza, adeguata potenza aspirante e lunga autonomia. Un mix di caratteristiche che in parte ho riscontrato in questa scopa elettrica Rowenta X-PERT ESSENTIAL 260 RH7324WO, anche se non mancano alcune pecche che ne compromettono parzialmente la praticità d’uso.

Il primo aspetto che ho apprezzato è la facilità con cui si manovra grazie ad un peso non eccessivo e ben bilanciato. Naturalmente risente del limite di non poter raggiungere con comodità zone sotto letti e divani, ma è un fattore comune alla maggior parte delle scope elettriche. Mi ha sorpreso in modo molto positivo l’autonomia della batteria agli ioni di litio da 21,9 V. Nonostante i 25 minuti indicati dal costruttore si possono anche raggiungere i 35 minuti, il che permette di aspirare i pavimenti di un appartamento di 100 metri quadri in un’unica sessione.

Non altrettanto prestazionale il potere d’aspirazione che dimostra qualche tentennamento sui tappeti, ma nel complesso lo reputo più che sufficiente. Ottima la scelta di non costringermi a tenere sempre premuto il pulsate per avviare l’apparecchio. Aspetto che può sembrare banale, ma in realtà migliora parecchio la praticità d’uso. Di maggior scomodità la mancanza di una funzione boost per incrementare la potenza in caso di bisogno e l’impossibilità di lasciare la scopa da sola in posizione verticale.

Altra nota dolente è rappresenta dalla fornitura piuttosto scarna di accessori. In pratica nella confezione troverai la sola spazzola motorizzata e una bocchetta per raccogliere briciole e polvere durante l’uso come aspiratore portatile. Grave, secondo me, la mancanza di una bocchetta a lancia che risulta fondamentale per la pulizia in punti di difficile accesso o per dare una rinfrescata agli interni dell’auto. Apprezzo invece la presenza della base per appendere l’apparecchio alla parete, con possibilità di inserire il connettore dell’alimentatore e avere il dispositivo sempre sotto carica e pronto all’uso.

Rowenta RH7324WO è una scopa elettrica senza fili che mi sento di consigliare nonostante qualche difetto sparso qua e la. Si tratta di aspetti che poco influenzano i buoni risultati finali e rendono l’elettrodomestico un acquisto dal favorevole rapporto qualità prezzo.

Come scegliere una scopa elettrica senza filo

L’utilizzo di una scopa elettrica senza fili permette di eseguire la pulizia degli ambienti con libertà di movimento e rapidità. Tuttavia, in fase d’acquisto occorre considerare alcuni fattori per giudicare se un determinato modello possa fare al proprio caso. Struttura, autonomia, filtrazione e comparto degli accessori in dotazione sono i principali aspetti da valutare.

Struttura

Quanto alla struttura, le scope elettriche senza fili presentano forma snella e un peso inferiore rispetto ai modelli a traino con cavo. Una scopa elettrica senza fili di alta gamma, ad esempio, non supera solitamente i 3 chilogrammi e dispone di maniglia ergonomica per ridurre l’affaticamento e contenere le vibrazioni.

Occorre considerare che la leggerezza non implica necessariamente qualità, perché potrebbe scaturire anche dall’utilizzo di materiali scadenti.

Serbatoio della polvere

Il serbatoio di raccolta merita le dovute considerazioni. Un vano ridotto comporterà ricorrenti manutenzioni e ciò potrebbe non rappresentare un disagio per coloro che utilizzeranno l’elettrodomestico in ambienti ristretti, in cui lo sporco da raccogliere è limitato. Diversamente, per ripulire vani ampi o gli esterni dell’immobile è preferibile optare per modelli dotati di serbatoi dalla capienza generosa.

Nella maggior parte dei casi le scope elettriche senza fili prevedono anche un sistema di aggancio e di ricarica a parete o a pavimento. Quando si dispone di spazi limitati per il parcheggio meglio orientarsi sulle scope con sistema antiribaltamento e che rimangono in piedi da sole.

Batteria

Una volta che sono stati analizzati gli aspetti strutturali si passa a valutare la batteria, con un valore che oggi è compreso fra 14 e 32 V: al maggiore voltaggio consegue più potenza di aspirazione. I modelli più potenti si rivelano adatti per pulizie intensive, quali rimozione dei peli di animali e per la manutenzione dei tappeti.

Le batterie possono essere agli ioni di litio e al nichel-metallo idruro. Le prime si ricaricano più velocemente, sono longeve e leggere, a discapito di un prezzo maggiore rispetto alle seconde.

Ad ogni buon conto è molto importante stimare anche l’autonomia di funzionamento e quindi accertarsi che la batteria duri il tempo necessario per ultimare le pulizie. L’autonomia bassa non oltrepassa 15 minuti e quella media si aggira intorno ai 40, sebbene esistano alcun scope senza fili performanti dotate di batteria con durata di 1 ora.

Sistema filtrante

Una scopa elettrica senza filo si contraddistingue pure per il sistema di filtraggio di cui è dotata. I filtri più evoluti si chiamano HEPA e vengono classificati secondo caratteristiche prestazionali crescenti.

Quelli di tipo 13 o 14 rispondono ad elevati standard qualitativi, nonché alle vigenti normative europee in materia di igiene. Svolgono una profonda azione sanificante, specie per coloro che soffrono di allergie, perché sono in grado di trattenere, senza disperderle nell’ambiente, quasi il 100% di particelle di 0,3 µm.

Accessori

Sul fronte degli accessori in dotazione, posto che alcune scope elettriche senza fili si possono trasformare in aspirabriciole compatti e maneggevoli, è bene ricordare che la spazzola multifunzione per tutte le superfici non sempre assicura risultati appaganti.

Compatibilmente con le specifiche necessità, buona regola è spaziare fra le tipologie di scope elettriche sena fili vendute assieme alle bocchette di aspirazione a punta, snodabili oppure per gli imbottiti, in modo da beneficiare di una maggiore versatilità d’uso e poter aspirare la polvere anche all’interno dell’abitacolo di un’autovettura.

Marca e Prezzo

Infine, per mera completezza, si segnala che la marca e il prezzo sono variabili che spesso condizionano la scelta finale. Consigliamo di prediligere scope elettriche senza fili prodotte dalle case più blasonate, che generalmente assicurano maggiore qualità costruttiva e i cui centri assistenza e pezzi di ricambio sono agevolmente reperibili.

In ordine al prezzo, invece, in commercio si trovano scope elettriche senza fili economiche che partono da 100,00 euro, fino ad arrivare a quelle di fascia alta il cui costo d’acquisto si aggira intorno a 200,00 euro.

Migliori tecnologie

Bosch Power for ALL

Bosch Power for ALL è un’intelligente soluzione che consente di utilizzare un’unica batteria intercambiabile da 18V, sia per l’alimentazione di elettroutensili da giardinaggio o per il fai da te che scope elettriche ed aspiratori portatili.

Dyson Spazzola High Torque

Dyson Spazzola High Torque è l’accessorio principale della scopa elettrica modello V11. La sua particolarità è la presenza di sensori sulla barra che rilevano la resistenza al rotolamento per adattare (solo durante la modalità automatica) la potenza aspirante in base al tipo di superficie da pulire.

Dyson DLS

Dyson DLS è l’acronimo di Dynamic Load Sensor e rappresenta la tecnologia utilizzata nella spazzola High Torque per consentire l’automatico adattamento della potenza aspirante ed evitare di cambiare accessorio, pur passando dalla pulizia di un pavimento a quella di un tappeto. Un sistema capace di rilevare la resistenza della barra rotante e comunicare a motore e batteria di aumentare o diminuire la potenza.

Dyson V11 motore digitale

Il cuore della scopa elettrica Dyson V11 è il suo motore digitale capace di raggiungere i 125.000 giri al minuto e generando, in modalità Boost, una potenza aspirante pari a 185 AW.

Domande frequenti

Classifiche correlate