Migliori Umidificatori

di 9 agosto 2018

Classifica, Recensioni e Offerte dei Migliori Umidificatori sul mercato, selezionati dalla nostra redazione per capacità di umidificazione, autonomia, capienza della tanica, potenza assorbita prezzo e marca.

miglior umidificatore casa

Classifica e Recensioni dei Migliori Umidificatori sul mercato

Il migliore

Olimpia Splendid AquaPure

Olimpia Splendid AquaPure è secondo la nostra opinione un prodotto indicato per ottenere il giusto tasso di umidità in casa, grazie alle sue caratteristiche tecnologiche che gli valgono una buona posizione nella classifica dei migliori umidificatori sul mercato.

L’elettrodomestico viene infatti fornito di telecomando che, insieme al display touch screen, consente una gestione semplice e immediata delle funzioni utili a regolare il livello di umidità nell’ambiente.

Una caratteristica interessante di questo umidificatore a ultrasuoni sia a caldo che a freddo è la funzione di pre riscaldamento dell’acqua, che permette di alzare del 30% il livello di umidità, che può comunque essere impostata a piacimento tra 40% e 70%, mentre la velocità di erogazione del vapore può essere scelta tra 3 valori differenti.

Disegnato con linee pulite e moderne, col display touch a che permette di visualizzare il tasso di umidità ambiente, Olimpia Splendid AquaPure è in grado di umidificare l’ambiente circostante a una velocità di 300 millilitri ora a vapore freddo, e 400 a vapore caldo, per un’area umidificabile massima di ben 50 metri quadri.

Utile da segnalare in questa recensione, inoltre, la tanica da 5 litri di capacità con funzione di allarme che avvisa quando l’acqua contenuta è in esaurimento. Il timer per lo spegnimento automatico può essere regolato da 1 a 12 ore, per un prodotto dalle dimensioni pari a 24,8 x 13 x 35,5 centimetri con un assorbimento massimo di energia elettrica di 90 Watt.

Il più venduto

Argo Clima Hydro Digit

Dotato di un sistema di controllo totalmente digitale che lo porta in buona posizione nella nostra classifica, Argo Clima Hydro Digit è un umidificatore a ultrasuoni con livello di umidità e vapore controllabili totalmente dall’utente.

L’emissione di vapore in particolare, oltre a essere regolabile su tre differenti valori, può essere orientata a 360 gradi per ottenere la massima personalizzazione delle zone da umidificare, senza il rischio di formazione di polvere bianca grazie al filtro a scambio ionico.

Questa caratteristica è secondo la nostra opinione una buona soluzione perché permette di eliminare il rischio di deposito di sali e calcare su mobili e arredamento, permettendo agli utenti di godere del clima desiderato in casa senza preoccupazioni, e sfruttando i vantaggi dell’igrometro digitale che regola il funzionamento della diffusione a ultrasuoni.

Con un assorbimento massimo di 30 Watt e una tanica dal volume di 4 litri, Argo Clima Hydro Digit può umidificare ambienti fino a circa 22 metri quadri con autonomia di 20 ore alla massima emissione di vapore, pari a 370 millilitri per ogni ora di funzionamento.

L’umidità ambiente può essere regolata su valori che vanno dal 40 all’80%, per un elettrodomestico dalle dimensioni di 18,5 x 34 x 20,4 centimetri.

Il più potente

DeLonghi Merlino VH 400

DeLonghi Merlino VH 400 è un umidificatore a evaporazione, utile per ristabilire le migliori condizioni di benessere e comfort in ambienti che presentano uno scarso tasso di umidità, condizione che può favorire anche l’insorgenza di problemi di salute.

La tanica dell’acqua, che può essere riempita in continuazione per un funzionamento ininterrotto, è dotata di un doppio sistema di sicurezza che interrompe la vaporizzazione in caso di livello eccessivo del liquido o apertura accidentale dell’elettrodomestico.

Per essere sempre sicuri del giusto livello di acqua, potendo così continuare a godere degli effetti benefici del deumidificatore, sul fianco della tanica stessa è presente una finestrella trasparente che permette un rapido controllo visivo evitando così di rimanere col serbatoio vuoto.

Grazie ai sistemi di sicurezza e alla sua semplicità d’uso, il prodotto è adatto anche alle camere dei bambini, essendo dotato di una pratica luce notturna e di spegnimento automatico una volta esaurita l’acqua nella tanica.

Secondo la nostra opinione, il deumidificatore proposto da DeLonghi in questa classifica è una buona soluzione perché a fronte di un contenuto prezzo d’acquisto, garantisce sicurezza e funzionalità aggiuntive come la possibilità di profumare l’aria contemporaneamente umidificata, grazie al dispenser di fragranze che può essere riempito con gli aromi preferiti.

DeLonghi Merlino VH 400, con una potenza assorbita di 1150 Watt può umidificare l’aria di ambienti fino a 60 metri cubi per una superficie di circa 22 metri quadri, e la sua tanica di 4,5 litri gli permette un’autonomia di 15 ore di funzionamento continuo.

Per bambini

Chicco Humi Fresh

Prodotto adatto a tutta la famiglia, ma pensato specificamente per le stanze dei bambini, Chicco Humi Fresh aiuta a mantenere il giusto tasso di umidità diffondendo il vapore prodotto in maniera silenziosa grazie alla tecnologia a ultrasuoni.

Durante i mesi freddi sono più frequenti manifestazioni di raffreddore e tosse tra i più piccoli, fenomeni che possono essere contenuti utilizzando l’umidificatore per mantenere un giusto livello di umidità ambiente, di solito tra il 40 e il 60%, per proteggere le vie aeree dalla secchezza, responsabile spesso di infezioni.

L’elettrodomestico di questa recensione produce un vapore freddo la cui intensità è regolabile dai comandi di tipo touch con cui è equipaggiato, e il contenitore di essenze permette di diffondere nell’aria olio balsamico e aromi, per un maggiore comfort ambientale.

Chicco Humi Fresh è secondo la nostra opinione un prodotto indicato anche per i suoi bassi consumi: con soli 19 Watt di potenza assorbita, infatti, e con una tanica dalla capienza di 2 litri, ha un’autonomia di funzionamento continuo di circa 7 ore, con funzione di spegnimento automatico per una maggiore sicurezza in casa.

Il più silenzioso

Philips HU4803/01

Proseguendo la comparazione tra i migliori umidificatori sul mercato, la nostra redazione ha selezionato Philips HU4803/01 per il suo funzionamento a evaporazione intelligente che, oltre a ottenere il giusto livello di umidità dell’aria, è in grado di ridurre del 99% la formazione di batteri rispetto a umidificatori a ultrasuoni.

La tecnologia NanoCloud a controllo automatico infatti, oltre all’azione di umidificazione, provvede a catturare polvere e peli di animali o persone per una maggiore sanificazione dell’aria che, trattata a una velocità costante, risulta umidificata e igienizzata senza formazione di umidità in eccesso nell’ambiente.

Il livello di umidità può essere impostato su tre livelli: 40, 50 e 60%, mentre la modalità automatica mantiene il livello scelto costantemente, fino al raggiungimento del livello minimo di acqua nel serbatoio da 2 litri che verrà segnalato tempestivamente per poter essere rifornito.

Il timer di spegnimento automatico arriva fino a un massimo di 8 ore, e durante le ore notturne è possibile attivare un funzionamento silenzioso (con livello di 26 dB), che oltre a quello automatico e alla modalità di massima umidificazione, rende il prodotto particolarmente versatile.

Philips HU4803/01 può umidificare ambienti con superficie massima di 25 metri quadri, a una velocità di 220 ml ogni ora, per un’autonomia di circa 8 ore e un consumo estremamente ridotto: l’assorbimento massimo di potenza infatti non supera i 17 Watt.

Il più conveniente

Imetec Living Air HU-200

Imetec Living Air HU-200 è un tipo di umidificatore abbastanza classico nella struttura e nelle sue funzioni ma riesce comunque ad assicurare un resa più che soddisfacente.

Una volta sfilato dalla scatola ci troveremo davanti ad un design semplice ma al tempo stesso bello e d’effetto. Disponile nei colori bianco e blu elettrico, la forma ricorda la metà di un guscio d’uovo rovesciato.

Non è un elettrodomestico ingombrante visto che le dimensioni non sono eccessivamente grandi. La base contiene un doppio serbatoio con sistema antiapertura che rimane isolato rispetto all’esterno ed ha una capacità di ben 4 litri.

Su un lato poi troveremo un’asta fissata ad un galleggiante nella tanica che ci servirà a monitorare il livello dell’acqua del serbatoio in maniera più pratica.

Molto importante per la sicurezza è poi il sistema di bloccaggio che previene l’ipotetico sganciamento della base quando il cavo di alimentazione è inserito nella presa elettrica.

Nella parte anteriore dell’umidificatore troviamo invece una manopola che ci consente di poter impostare la quantità di vapore secondo le nostre necessità mentre nella zona posteriore abbiamo una luce al led blu che si accende quando il prodotto è acceso.

Molto buona è anche l’autonomia di impiego che si aggira intorno alle 12 ore se ci manteniamo alla minima potenza e la stessa vaporizzazione tra 4 e 8 g/min è di assoluta qualità per offrire un giusto livello di umidità in una camera di media grandezza.

Un’opzione molto interessante è anche quella che ci dà la possibilità di profumare l’aria dell’ambiente con delle essenze e fragranze naturali. Non a caso sulla sommità di questo modello troveremo una comoda vaschetta essenze nella quale inserire poche gocce di una qualsiasi fragranza.

Un punto a favore è quindi rappresentato dalla silenziosità dell’elettrodomestico che produce un lieve ronzio dell’acqua in fase di ebollizione che però non disturba più di tanto. Una delle poche mancanze di Imetec Living Air HU-200 è per lo più il fatto che non è provvisto di sistema di autospegnimento quando manca l’acqua e questo non depone certo a favore della sicurezza.

Tabella Comparativa

Modello Potenza (Watt) Capienza tanica (litri) Autonomia (ore)
Olimpia Splendid AquaPure 90 5 12
Clima Hydro Digit 30 4 20
DeLonghi Merlino VH 400 1150 4,5 15
Chicco Humi Fresh 19 2 7
Philips HU4803/01 17 2 8
Imetec Living Air HU-200 700 4 12

Offerte Umidificatori

Come scegliere un umidificatore domestico

Quando l’aria nella vostra casa è troppo secca, un umidificatore può ripristinare il giusto livello di umidità ed evitare una serie di problemi, quali disturbi cutanei, allergie e sintomi influenzali. Tuttavia, nemmeno un’umidità eccessiva è auspicabile, dal momento che può favorire la proliferazione di muffe, batteri e acari della polvere. In queste condizioni, è consigliabile l’utilizzo del deumidificatore portatile. Ecco quali aspetti è importante tenere in considerazione per trovare il giusto equilibrio.

Tipologie di umidificatori

Esistono due tipi principali di umidificatori: a vapore caldo e a vapore freddo. Queste tipologie differiscono per il meccanismo di funzionamento, ma entrambe aumentano l’umidità dell’aria. La scelta dipende in larga misura dalle preferenze personali. I prezzi vanno da un minimo di 20 a un massimo di circa 150 euro.

Assicuratevi che il modello che sceglierete sia semplice da pulire. Infatti, gli umidificatori possono diventare un ricettacolo di batteri se non vengono puliti spesso.

Umidificatori a vapore caldo

Gli umidificatori a vapore caldo riscaldano l’acqua ed emettono il vapore risultante dalla bollitura. Alcuni umidificatori a vapore caldo includono filtri minerali. Questi filtri non sono particolarmente costosi ma devono essere sostituiti periodicamente, perciò si tratta di un costo da prendere in considerazione. A causa del rischio di ustioni, gli umidificatori a vapore caldo possono non rappresentare la scelta giusta se avete dei bambini.

Umidificatori a vapore freddo

Esistono tre sottotipi di umidifcatori a vapore freddo: evaporativi, a ultrasuoni e a rotazione. I modelli evaporativi sono i più diffusi e sfruttano l’evaporazione naturale per aggiungere umidità nell’aria. Gli umidificatori a ultrasuoni utilizzano un nebulizzatore che vibra per emettere una nebbiolina di vapore, mentre i modelli a rotazione producono umidità utilizzando un disco che ruota.

Dimensioni della stanza

Idealmente, il livello di umidità all’interno di una stanza dovrebbe andare dal 30 al 50%. Senza un umidificatore, il livello può scendere sotto il 10% durante l’inverno, perché l’aria riscaldata da camini, termosifoni e stufe  tende ad essere molto secca. Per scegliere le dimensioni del vostro umidificatore, misurate le dimensioni della stanza. Per scegliere il modello giusto è importante trovare il giusto compromesso tra efficienza, rumore e prezzo.  Se la vostra stanza misura meno di 30 metri quadri, scegliete un modello piccolo.

Optate per un modello di dimensioni medie se la vostra stanza misura 30-45 metri quadri. I modelli di dimensioni medio-piccole sono portatili ed economici, ma il serbatoio richiede di essere riempito spesso. Se invece la vostra stanza è più grande di 45 metri quadri, scegliete un umidificatore grande e, possibilmente, silenzioso.

Tenete presente che i modelli più silenziosi sono quelli a ultrasuoni, che sono dotati di un nebulizzatore che vibra invece che della classica ventola. In alternativa, potete optare per un modello evaporativo (a condizione che non venga utilizzato nella camera da letto durante la notte). Esistono poi degli umidificatori d’ambiente particolarmente utili durante i mesi più caldi, perché producono aria fresca e mantengono la stanza al giusto tasso di umidità. Stiamo parlando dei raffrescatori evaporativi domestici.

Altri consigli utili per la scelta

Semplicità di utilizzo

Il vostro umidificatore dovrebbe essere semplice da spostare e da pulire . Il serbatorio dovrebbe potere essere riempito facilmente nel vostro lavandino. Nel caso sia dotato di filtri, questi devono essere semplici da sostituire ed economici. Optate per modelli dotati di controlli user-friendly e display che mostrino il livello di umidità e le impostazioni.

Controllo del livello di umidità

Alcuni modelli sono dotati di una funzione di controllo che fa sì che si spengano quando il livello di umidità preimpostato viene raggiunto. I modelli che non sono dotati di questa funzione possono aumentare il livello di umidità in modo eccessivo, tanto da formare condensa sulle pareti. Se optate per un umidificatore che non è dotato di questa funzione, considerate l’acquisto di un igrometro per tenere sotto controllo il tasso di umidità.

Timer

E’ possibile impostare gli umidificatori perchè si accendano ad un certo orario, in modo che la vostra stanza presenti il giusto livello di umidità quando rientrerete a casa. Tuttavia, questa soluzione comporta un problema: nell’acqua che rimane nel serbatoio per ore possono proliferare i batteri, se non avrete cura di asciugare l’umidificatore tra un utilizzo e l’altro.

Manutenzione e pulizia

Il segreto per fare in modo che un umidificatore funzioni bene è semplice: tenerlo pulito. Perciò, sceglietene uno che sia semplice da mantenere, e che possa essere pulito ogni giorno.

[Voti: 367    Media Voto: 4.7/5]
Elettrodomestici che potrebbero interessarti
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio e guarda un esempio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, del GDPR n. 679/2016, e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.