in

Friggitrice ad aria o ad olio?

Friggitrice ad aria o ad olio? Leggi la guida per conoscerne differenze, pro e contro, e capire quale elettrodomestico scegliere.

Friggitrice ad aria o ad olio

Differenze tra friggitrice ad aria e friggitrice ad olio

Come lo stesso nome lascia intendere, la friggitrice ad olio funziona immergendo i cibi nell’olio bollente, mentre la friggitrice ad aria richiede una quantità d’olio minima e cuoce gli alimenti con un potente getto di aria calda.

È importante quindi conoscere le caratteristiche dei due elettrodomestici e avere un’idea di quali preparazioni si intende realizzare, per scegliere la friggitrice più adatta alle proprie esigenze.

Come funziona una friggitrice ad aria?

La friggitrice ad aria sfrutta il calore dell’aria per cuocere gli alimenti conferendo loro il sapore e la consistenza tipica dei cibi fritti. In una speciale camera di cottura, l’aria viene riscaldata fino a 200 ºC e fatta circolare ad una velocità molto elevata per cuocere in maniera omogenea, creando una crosticina esterna sui cibi e mantenendo al loro interno umidità e morbidezza.

Per poter riscaldare l’aria, questo elettrodomestico assorbe una potenza elevata, che varia dai 1000 Watt ai 2500 Watt a seconda dei modelli e della loro capacità.

Migliori friggitrici ad aria

Come funziona una friggitrice a olio?

La friggitrice ad olio presenta un funzionamento molto semplice. Si versa l’olio nella vasca e si attende che questo venga riscaldato. A seconda del modello, la temperatura può essere regolata attraverso comandi manuali o con programmi automatici.

Una volta raggiunta la giusta temperatura, si inseriscono i cibi nel cestello che poi viene immerso completamente nell’olio. Al termine del ciclo di cottura, quando gli alimenti sono ben dorati in superficie, è sufficiente estrarre il cestello e lasciar scolare l’eventuale olio in eccesso.

Migliori friggitrici

Pro e Contro di friggitrice ad aria e friggitrice ad olio

Nella scelta dell’uno o dell’altro elettrodomestico, vi suggeriamo di analizzare importanti fattori quali le funzioni disponibili, la facilità di utilizzo e di pulizia, la sicurezza ed il prezzo.

Funzioni

La friggitrice ad olio è generalmente dotata di termostato per regolare la temperatura, di timer per impostare il tempo di cottura e di filtri antiodore. A seconda dei modelli, più o meno avanzati, i filtri possono non essere inclusi e vanno acquistati separatamente. Se scegliete una friggitrice ad olio, vi consigliamo di controllare non solo che i filtri siano inclusi, ma anche facilmente sostituibili.

La friggitrice ad aria, oltre a termostato e timer, può avere programmi preimpostati che consentono non solo di friggere i cibi ma anche di preparare altri alimenti, come tortini salati, verdure, arrosto e dolci.

Uso e sicurezza

Entrambi gli elettrodomestici sono piuttosto semplici da utilizzare. In una tradizionale friggitrice ad olio, per avere cibi poco unti è necessario inserirli nel cestello non prima di aver raggiunto l’ottimale temperatura dell’olio.

Nella friggitrice ad aria solo una piccola quantità di olio raggiungerà la superficie dei cibi. L’aria calda che circola ad alta velocità all’interno della camera di cottura garantisce quasi lo stesso effetto di una frittura vera e propria, ossia doratura esterna e morbidezza all’interno.

L’aspetto interessante, soprattutto se in casa ci sono bambini o animali, è la sicurezza. Con la friggitrice ad olio, quando il cestello rimane scoperto, può capitare che l’olio bollente fuoriesca seppur sotto forma di piccoli schizzi, causando ferite e ustioni.

La friggitrice ad aria, da questo punto di vista, garantisce maggior sicurezza, poiché non impiega molto olio e poiché la camera d’aria rimane completamente chiusa durante la cottura.

Pulizia

Impiegando una quantità minore di olio, la friggitrice ad aria è più semplice da pulire rispetto ad una friggitrice ad olio. Non dovrete svuotare il contenitore dell’olio e potrete anche lavare alcune componenti in lavastoviglie, laddove la casa produttrice non indichi il contrario.

Nella friggitrice ad olio, potrete estrarre l’olio esausto aprendo il rubinetto del serbatoio, dove presente, o estraendo il contenitore dell’olio per svuotarlo. In entrambi i casi, con una friggitrice ad olio avrete il problema di smaltire correttamente l’olio esausto e la pulizia delle varie componenti risulterà più laboriosa.

Prezzo

Per una friggitrice ad aria i prezzi possono variare dai 90 euro ai 250 euro per i modelli più sofisticati che, oltre a friggere, permettono anche di preparare altri piatti, come polenta, spezzatino etc.

La friggitrice ad olio ha un prezzo minimo che si aggira intorno ai 50 euro per i modelli base. I modelli più grandi, con funzioni aggiuntive come impostazione automatica di temperatura e tempo di cottura, possono superare i 100 euro.

Friggitrice ad aria o ad olio, quale scegliere?

Se siete orientati per una cucina più salutare e non volete rinunciare al gusto di cibi fritti, la friggitrice ad aria fa sicuramente per voi. Inoltre se avete bambini in casa, poter evitare schizzi di olio in cucina rappresenta senza dubbio un dettaglio di non poco conto.

Se invece siete soliti preparare arancini, supplì, e alimenti con panatura, è possibile che la friggitrice ad aria non vi garantisca un buon risultato. Agli amanti del sapore del cibo fritto in olio, o a chi si concede raramente una frittura, consigliamo di optare per una friggitrice ad olio. Il sapore dei cibi fritti con una friggitrice tradizionale è infatti più intenso ed ha una consistenza più croccante rispetto a quanto si possa ottenere con un modello ad aria, e il prezzo di quest’ultima è sicuramente superiore.