Asciugatrice con vaschetta o scarico diretto?

Una delle domande che ci poniamo quando siamo alle prese con l’acquisto di un’asciugatrice, riguarda la necessità o meno di un attacco alla rete idrica domestica per lo scarico dell’acqua di condensazione.

Asciugatrice con vaschetta o scarico diretto

Per effettuare una scelta corretta e non avere spiacevoli sorprese al momento dell’installazione, è importante conoscere quale sistema viene utilizzato per evacuare l’umidità estratta dal bucato. In tal senso possiamo trovare modelli con vaschetta di raccolta estraibile, con scarico diretto tramite tubo oppure dotati di entrambe le soluzioni.

INDICE
1. Vaschetta
2. Scarico diretto
3. Pro e contro
4. Quale scegliere?

Vaschetta

I modelli che adottano tale sistema condensano il vapore in acqua e la raccolgono in un apposito contenitore che, solitamente, si trova sul pannello frontale per consentire un facile accesso (risulta del tutto simile alla vaschetta del detersivo di una lavatrice).

La condensa prodotta durante il processo di asciugatura dovrà essere eliminata al termine di ogni ciclo. Di conseguenza tale tipologia non richiede il collegamento di un tubo di scarico, potendo installare l’elettrodomestico in qualsiasi zona della casa.

Scarico diretto

In questo caso il sistema prevede lo scarico diretto, ovvero l’acqua estratta dal bucato viene espulsa tramite un tubo opportunamente collegato alla rete idrica. Ciò significa che l’asciugatrice dovrà essere collocata in una determinata posizione (di solito bagno o cucina), ove sia presente uno scarico libero.

Pro e contro

Un’asciugatrice con vaschetta di raccolta offre come principale vantaggio l’assenza del tubo di scarico, pertanto consente una comoda installazione dove desideriamo. Viceversa un modello con evacuazione diretta richiede la presenza, nelle immediate vicinanze, di un attacco all’impianto idrico. Ciò limita di molto i locali dentro casa dove posizionare l’elettrodomestico.

Un punto a sfavore di un modello con serbatoio è dover provvedere ogni volta allo svuotamento, mentre collegando un tubo dobbiamo solo preoccuparci di rimuovere la biancheria dal cestello.

Quale scegliere?

In realtà la scelta è molto più semplice di quanto possiamo immaginare. Il motivo è che la maggior parte delle asciugatrici di ultima generazione presentano sia il contenitore di raccolta che lo scarico diretto.

I modelli solo con vaschetta e quelli solo a evacuazione con tubo risultano ormai obsoleti. Oggi le moderne asciugatrici sfruttano efficienti sistemi a condensazione con pompa di calore e sono dotate sia di tanica che scarico diretto. La presenza di entrambi i metodi di eliminazione dell’acqua assicura una notevole flessibilità nel posizionare l’asciugatrice.

Ad ogni buon conto, se il luogo preposto al collocamento della macchina non presenta uno scarico è bene avere la certezza che il modello scelto disponga di vaschetta per la raccolta dell’acqua.

Classifiche