in

Migliori macchine del ghiaccio

Confronta le migliori macchine del ghiaccio selezionate per quantità di cubetti di ghiaccio prodotti, capienza del serbatoio, potenza, semplicità di utilizzo, rapporto qualità prezzo e marca.

Classifica migliori macchine del ghiaccio

G3 Ferrari G20132 Artiko

test G3 Ferrari G20132 Artiko

Pro

  • Dimensioni compatte in rapporto alla capacità di produzione di ghiaccio
  • Solidità costruttiva
  • Funzionamento molto pratico
  • Due dimensioni di cubetti

Contro

  • Non dispone del ricircolo acqua

G3 Ferrari G20132 Artiko è una macchina per il ghiaccio progettata al fine di garantire affidabilità nel tempo e un’elevata produzione oraria. Il compressore con gas refrigerante ecologico R600a sfrutta una potenza di 100 W per produrre fino ad un massimo di 12 chilogrammi di ghiaccio in 24 ore, ovvero all’incirca 1400 cubetti.

Le dimensioni di 22,5 x 29 x 32,5 (H) centimetri le ritengo compatte considerando il contenitore del ghiaccio con capacità di circa 700 grammi e il serbatoio dell’acqua da 2 litri. La struttura offre la sensazione di una certa solidità e presenta un rivestimento in acciaio inox e un’ampia ventola di raffreddamento sul lato di destra.

L’accesso ai contenitori di ghiaccio e acqua è protetto da un coperchio trasparente in plastica di adeguata robustezza. Tramite l’intuitivo pannello di controllo scelgo la dimensione grande o piccola dei cubetti e avvio la produzione. La macchina interrompe il funzionamento quando il serbatoio è vuoto o il contenitore del ghiaccio pieno, avvisando con l’accensione delle relative spie luminose.

Il mio buon giudizio finale su G3 Ferrari G20132 Artiko è frutto di un’attenta valutazione di pro e contro emersi nel corso della prova. Tra gli aspetti positivi ho apprezzato la qualità progettuale, il poco spazio occupato in rapporto alla capacità di produzione e il basso consumo energetico. Tutte caratteristiche che rendono questa macchina per il ghiaccio una valida soluzione, non solo in ambito domestico, ma anche per piccole attività commerciali. L’unico punto debole è la mancanza del sistema di ricircolo d’acqua per produrre nuovi cubetti sfruttando quelli sciolti.

RGV Mojito ICE

test RGV Mojito ICE

Pro

  • Design elegante
  • Tre misure di cubetti
  • Pannello comandi LCD touch
  • Sistema di ricircolo per riutilizzare il ghiaccio sciolto

Contro

  • Nessun problema riscontrato

RGV Mojito ICE è una macchina per il ghiaccio dal design essenziale ma comunque elegante, caratterizzata dal rivestimento in acciaio inox, nonché pannello di controllo con comandi touch e display LCD. L’apparecchio occupa uno spazio di 26 x 34,5 x 33 (H) centimetri e ha un peso di circa 10 chilogrammi. La capacità di 2,15 litri del serbatoio assicura una produzione oraria di ghiaccio nell’ordine di 10 / 12 chilogrammi. I cubetti finiscono nel comodo cassetto frontale con capienza massima di 600 grammi. Nella fornitura sono compresi una caraffa per il carico dell’acqua e una paletta per il ghiaccio.

Il funzionamento è davvero molto semplice, infatti mi basta premere il tasto on/off per avvio o spegnimento e quello Mode per selezionare una delle tre dimensioni dei cubetti di ghiaccio. Di default la macchina è impostata per produrre cubetti di misura media. Apposite icone luminose sul display mi avvisano quando il cassetto del ghiaccio è pieno, dell’assenza di acqua nel serbatoio e se la produzione di ghiaccio è in corso.

Altre caratteristiche tecniche sono l’utilizzo di gas refrigerante R600a, gruppo motore / compressore elettrico da 150 W e sistema di ricircolo acqua. Quest’ultimo particolare permette di sfruttare i cubetti sciolti per produrne di nuovi, così da allungare l’autonomia ed evitare frequenti rabbocchi del serbatoio.

RGV Mojito merita un mio giudizio finale molto buono viste le numerose qualità emerse durante la prova, a fronte di nessun punto debole degno di nota. Una scelta consigliata per chi ha il bisogno di consumare una notevole quantità di cubetti di ghiaccio, potendo scegliere tre differenti dimensioni in base alle necessità.

Girmi GH77

test Girmi GH77

Girmi GH77 è una macchina del ghiaccio con un design moderno e con un rivestimento in acciaio inox che aggiunge un gradevole tocco di eleganza.

Sul lato destro si può notare l’ampia presa d’aria della ventola, mentre la parte superiore in plastica comprende il coperchio del vano per il ghiaccio e il pannello comandi.

Il modello proposto in questa recensione è dotato di un compressore capace di assorbire una potenza di 100 Watt; offre bassi livelli di rumorosità e funziona utilizzando un gas ecologico R600a 26g.

La capacità del serbatoio è di 2,2 litri e assicura un’autonomia per una produzione giornaliera di ghiaccio fino ad un massimo di 12 chilogrammi. Sul pannello di controllo sono presenti due tasti per poter selezionare il formato dei cubetti scegliendo tra grande o piccolo.

Il dispositivo ha dimensioni compatte di 24,2 x 32,8 centimetri, un’altezza massima di 35,8 centimetri e un peso complessivo di 7,8 chilogrammi.

Per garantire un’adeguata praticità d’uso, il prodotto è dotato di spegnimento automatico in caso di serbatoio dell’acqua vuoto o di contenitore del ghiaccio pieno. Per le operazioni di totale svuotamento è stata prevista una valvola di spurgo laterale.

Girmi GH77 è, secondo la mia opinione, una macchina per il ghiaccio molto completa che si presta sia ad uso casalingo che in caso di lavori più gravosi. Prodotto nel complesso con un soddisfacente rapporto qualità prezzo che merita una delle prime tre posizioni della classifica.

H.Koenig KB14

test H.Koenig KB14

H.Koenig KB14 è una macchina per il ghiaccio con linee essenziali dotata di un rivestimento in acciaio inossidabile con effetto spazzolato.

Le dimensioni sono del tutto paragonabili agli altri modelli selezionati da me, con misure di 24,5 x 37 centimetri, altezza di 35 centimetri e peso poco inferiore ai 10 chilogrammi.

Grazie ad una potenza di 150 Watt e un serbatoio dell’acqua di 2,1 litri, il dispositivo riesce a generare un massimo di 12 chilogrammi di ghiaccio al giorno.

La velocità di produzione è uno dei dati più interessanti del modello proposto in questa recensione, con la fornitura dei primi 10/12 cubetti in un tempo compreso tra 6 e 13 minuti.

Nella parte superiore il coperchio trasparente consente all’utilizzatore di poter controllare la quantità di ghiaccio prodotta; con i pulsanti del pannello di controllo e il display LCD è possibile selezionare uno dei due formati di cubetti. Il vassoio del ghiaccio si rimuove con facilità, mentre un indicatore luminoso avverte quando è necessario ricaricare il serbatoio dell’acqua.

H.Koenig KB14 offre caratteristiche tecniche di rilievo che assicurano un’adeguata versatilità d’uso. La mia opinione, per questo prodotto, è senza dubbio positiva: rappresenta una buona scelta d’acquisto per chi sta cercando una macchina per il ghiaccio dal prezzo contenuto e risultati soddisfacenti.

Come scegliere una macchina del ghiaccio di qualità

Questo elettrodomestico si presenta con con un design compatto ed è composto da un efficiente sistema di refrigerazione abbinato a due vaschette: una contiene l’acqua che deve essere congelata, l’altra raccoglie il ghiaccio.

Le macchine professionali, solitamente poste nella parte posteriore dei banchi frigo di bar e pub, in genere sono allacciate direttamente alla rete idrica. I cubetti possono essere di vario tipo e forma: pieni, vuoti, a forma di pepite. Oppure è possibile realizzare delle scaglie o ridurre il ghiaccio in granuli. Alcune macchine consentono anche di scegliere le dimensioni.

In commercio esistono tre tipi di elettrodomestici, il più comune è quello di libera installazione, poi vi sono quelli da incasso e quelli da magazzino. Le macchine per uso domestico sono in grado di produrre circa dodici cubetti di ghiaccio in dieci minuti, mentre quelle ad uso professionale riescono a produrre più di 30 chilogrammi di ghiaccio in 24 ore.

Quando si acquista una macchina per ghiaccio si devono avere le idee chiare sul suo utilizzo perché oltre ai benefici che può portare avere sempre del ghiaccio a propria disposizione bisogna anche mettere in conto i consumi energetici. A tal proposito, e se non si ha bisogno di quantità spropositate di ghiaccio, può essere utile sfruttare il sistema che produce i freschi cubetti presente in alcuni frigoriferi a 4 porte, così come in molti modelli side by side.

Molti prodotti offrono la possibilità di produrre cubetti dalla forma particolare adattabili a qualsiasi tipo di bicchiere e che non si attaccano tra di loro, inoltre evitano che la bevanda fuoriesca quando viene versata. Altri fabbricatori producono il ghiaccio nella sua forma naturale molto più semplice da utilizzare e con un grado di umidità superiore. Il ghiaccio in granuli viene impiegato per buffet e mercati, per evitare che gli alimenti si deteriorino.

Sono numerose le aziende specializzate nella produzione di queste macchine, ed è possibile scegliere di acquistare anche l’usato. Il consiglio è quello di preferire il nuovo, in quanto le prestazioni e la durata sono differenti, inoltre è possibile usufruire di sconti e promozioni e di poter ricevere assistenza gratuita sino ad un anno dall’acquisto.

Prima di acquistarne una è importante controllare i materiali di cui è costituita che devono essere atossici, idonei al contatto con gli alimenti e inodore. Un buon prodotto rispondente a tutte le esigenze è in acciaio inox, che ha la peculiarità di essere facilmente lavabile. Prima dell’acquisto controllare anche la presenza del marchio CE.

I prezzi di questi prodotti sono piuttosto variabili e si parte da un minimo di 100 euro sino ad arrivare a 1000 euro. Per acquistare oggetti ad uso professionale è consigliabile rivolgersi direttamente alle aziende che invieranno un consulente per valutare dettagliatamente la situazione.

Classifiche correlate