in

Migliori stiratrici verticali a vapore

Le migliori stiratrici verticali a vapore selezionate getto di vapore, capacità del serbatoio, facilità di utilizzo, design, accessori, prezzo e marca.

INDICE
1. Classifica migliori stiratrici verticali a vapore
1.1 SteamOne Dualys Plus
1.2 Rowenta DR8100 Access Steam+
1.3 Singer SWP Steamworks Pro
1.4 Termozeta Stiroexpress Grigio
1.5 Ariete 4167
1.6 Philips GC360/30 Steam&Go Plus
2. Come scegliere una stiratrice verticale
2.1 Domande frequenti

Classifica migliori stiratrici verticali a vapore

SteamOne Dualys Plus

SteamOne Dualys Plus

SteamOne Dualys Plus è una stiratrice verticale che merita un posto in classifica per via dell’estetica sobria, contraddistinta dalle finiture cromate e dai tasti retroilluminati blu.

La stiratrice, realizzata in Francia, permette un utilizzo personalizzato: il vapore si può intensificare scegliendo fra 4 livelli e anche l’altezza dell’asse telescopica è modificabile in base alle necessità.

Inoltre, il prodotto è completo di ruote per una facile mobilità, mentre il manico presenta un rivestimento in schiuma ultra leggera, così da offrire un’impugnatura confortevole ed ergonomica.

Il vapore è disponibile in 45 secondi dall’accensione, ha una potenza di 2300 watt, un serbatoio estraibile di 1,6 litri e un’autonomia di 2 ore 45 minuti o di 40 minuti, rispettivamente quando viene usato al livello minimo e massimo.

SteamOne Dualys Plus, secondo la mia opinione, rappresenta una buona scelta per quei consumatori che desiderano un prodotto dalle alte prestazioni, senza dover rinunciare ad un design piacevole.

Rowenta DR8100 Access Steam+

Rowenta DR8100 Access Steam+

Pro

  • Vapore pronto in meno di un minuto
  • Cavo lungo 3 metri
  • Completa dotazione di accessori
  • Buona maneggevolezza
  • Due modalità di emissione del vapore

Contro

  • Peso superiore alla media
  • Manca lo spegnimento automatico

Rowenta DR8100 Access Steam+ è una stiratrice verticale con il tipico design ergonomico che contraddistingue questa categoria di apparecchi. La forma è appositamente studiata per consentire di eliminare comodamente le pieghe da un vestito appeso o rinfrescare un abito tolto dall’armadio prima di indossarlo.

Nonostante non sia il modello più leggero che abbia avuto modo di provare, infatti pesa circa 1,8 chilogrammi, offre una buona maneggevolezza e comunque non lo considero un problema viste sessioni di stiratura piuttosto brevi. La libertà di movimento è invece assicurata dal cavo dell’alimentazione di ben 3 metri.

Gli aspetti principali da cui dipende il giudizio più o meno positivo di una stiratrice verticale sono velocità di riscaldamento e quantità di vapore prodotto. Questo modello ha una resistenza di 1500 watt e una piastra in alluminio con rivestimento ceramico, caratteristiche tecniche che permettono all’apparecchio di essere pronto in circa 40 secondi.

L’interruttore integra una luce per indicare il corretto riscaldamento e poter così iniziare a stirare. Ho due possibilità di scelta in base alle esigenze, ovvero Turbo per un getto di vapore di 24 grammi al minuto in grado di domare anche le pieghe più ostinate e Delicate per i tessuti, appunto, più delicati. Dal punto di vista funzionale l’unico aspetto negativo è la mancanza dello spegnimento automatico, utile nel caso dovessi dimenticare la stiratrice accesa.

Per quanto riguarda l’autonomia, il serbatoio estraibile da 200 ml assicura una stiratura continua di al massimo 15 minuti. In commercio puoi trovare modelli con vaschette più capienti oltre 300 ml, comunque per eliminare le pieghe di una camicia o un abito anche la capacità a disposizione è più che sufficiente.

Rowenta DR8100 è una stiratrice verticale con buone prestazioni e una completa dotazione di accessori vista la presenza di una spazzola adatta per tessuti pesanti, bocchetta per tessuti delicati e un gancio da porta per appendere i vestiti ovunque ti trovi. La quantità di vapore generato risulta efficace per togliere pieghe e grinze da abiti e camice, eliminare cattivi odori come il fumo di sigaretta oppure distruggere acari e batteri da divani, cuscini e altri tessuti a contatto con la pelle. Il tutto con il vantaggio di dover attendere nemmeno un minuto grazie al rapido riscaldamento.

Singer SWP Steamworks Pro

Singer SWP Steamworks Pro

Singer SWP Steamworks Pro è una stiratrice verticale inserita all’interno della mia classifica perché rappresenta un prodotto valido e dalla buona versatilità.

Adatta anche per ravvivare i capi per bambini, la stiratrice ha un serbatoio di 2,5 litri, al quale è stato fissato un tubo e una maniglia in acciaio inox.

Inoltre, questo prodotto è dotato di un manichino con asta telescopica, ruotabile a 360° e adatto anche per appendere i vestiti di taglia piccola, semplificando così ogni genere di stiratura.

Una volta accesso, l’elettrodomestico è pronto in 45 secondi, offrendo un’autonomia di 90 minuti e permettendo di controllare l’erogazione del vapore premendo l’apposito pulsante.

Singer SWP Steamworks Pro, con una potenza di 1500 Watt e completo di spegnimento automatico in caso di non utilizzo, secondo la mia opinione rappresenta una buona scelta per lunghe sessioni di stiratura, grazie alla buona autonomia.

Termozeta Stiroexpress Grigio

Termozeta Stiroexpress Grigio

Termozeta Stiroexpress Grigio è una stiratrice verticale indicata per rimuovere le pieghe dai capi d’abbigliamento e per rinfrescare i tessili della casa come tende, cuscini o coperte.

La stiratrice oggetto di questa recensione, con un buon rapporto qualità prezzo, emana un flusso costante di vapore che rispetta i tessuti, anche quelli più delicati come la seta.

Il modello ha un serbatoio di 1,5 litri, è dotato di un appendiabiti regolabile in altezza e viene venduto assieme al guanto per proteggere le mani dal colore durante l’utilizzo.

In questo caso la struttura dell’elettrodomestico è anche completa di ruote: accorgimento che può tornare molto utile per agevolare lo spostamento della stiratrice da una stanza all’altra.

Termozeta Stiroexpress Grigio, con la sua potenza di 1580 watt, pronto in 40 secondi, con autonomia illimitata, secondo la mia opinione è il prodotto indicato per coloro che stirano tante ore alla settimana e desiderano anche igienizzare gli ambienti domestici.

Ariete 4167

Recensione Ariete 4167

Ariete 4167 è una stiratrice verticale che merita una recensione all’interno della mia classifica perché pratica e specifica per eseguire ritocchi veloci.

Comoda da trasportare, anche in valigia, questa stiratrice, priva dell’asta telescopia, può essere usata senza l’asse da stiro e direttamente sui capi appesi con la gruccia, rivelandosi molto leggera e maneggevole.

La stiratura avviene tramite il vapore, non regolabile, emanato dalla piastra in acciaio inox.

Inoltre, l’articolo presenta un cavo di alimentazione lungo 2,5 metri e un serbatoio da 0,26 litri.

Ariete 4167, con potenza di 1200 Watt e pronta all’uso in 30 secondi, è indicata per i consumatori che cercano un elettrodomestico efficace per ravvivare i tessuti ed eliminare le pieghe in modo rapido.

Philips GC360/30 Steam&Go Plus

Philips GC360/30 Steam&Go Plus

Philips GC360/30 Steam&Go Plus è una stiratrice verticale e orizzontatale, inserita in questa guida all’acquisto per la sua praticità e facilità d’utilizzo.

Diversamente dalle comuni stiratrici verticali, questo prodotto molto compatto e privo di asta telescopica, si può riporre comodamente anche in valigia.

Infatti, permette di rimuove le pieghe senza dover utilizzare l’asse da stiro ma agendo direttamente sui i capi appesi alle comuni grucce.

Viene venduta con una spazzola aggiuntiva e specifica per i tessuti più spessi, oltre che con un guanto di protezione.

La piastra sfrutta la tecnologia SmartFlow, ovvero emette vapore continuo riscaldandosi alla temperatura ottimale, senza lasciare le stoffe umide o rovinarle.

Inoltre, questa stiratrice dispone di un cavo elettrico lungo 2,5 metri per consentire una comoda mobilità e raggiungere i punti più critici dei vestiti, quali le pieghe presenti sui polsini delle camicie.

Philips GC360/30 Steam&Go Plus ha una potenza di 1200 Watt, un serbatoio removibile, una capienza di 70 millilitri e si attiva in meno di 60 secondi, rivelandosi un prodotto indicato da portare in viaggio.

Come scegliere una stiratrice verticale

Il principale vantaggio ottenuto da una stiratura verticale è l’assenza di contatto diretto tra la piastra del ferro e i tessuti, che così non rischiano di rovinarsi. Non va poi trascurata la praticità di una stiratura di questo tipo che non richiede la presenza di un asse da stiro, sebbene gli ultimi modelli di asse da stiro aspirante possono rappresentare un buon alleato nelle operazioni di stiratura.

Scegliere un buon ferro da stiro verticale può risultare alquanto difficile se non si conoscono le caratteristiche di base indispensabili e la varietà di marche e modelli in commercio. Innanzitutto va fatta una distinzione tra: ferro da stiro con funzione verticale (una soluzione pratica ed efficace, diffusa soprattutto tra i ferri da stiro con caldaia), , ferro da stiro a caldaia con funzione verticale, e stiratrice verticale.

Dobbiamo dire che questo tipo di elettrodomestico non può considerarsi un completo sostituto del ferro da stiro tradizionale, per cui va acquistato per la finalità per cui nasce, ovvero una ripresa di una stiratura già effettuata in maniera rapida e veloce. La stiratura verticale permette di eliminare piccoli spiegazzamenti dovuti all’indossamento di un capo, senza la necessità di riposizionarlo sull’asse da stiro e sottoporlo nuovamente al contatto diretto con la piastra bollente.

Il ferro da stiro verticale ha altri vantaggi: in primis è leggero, compatto, piccolo e facilmente trasportabile in viaggio, in secondo luogo costa nettamente meno rispetto ad un ferro da stiro classico. In realtà i benefici del suo utilizzo sono anche altri, come i ridotti tempi di attesa dovuti al piccolo serbatoio e la possibilità di utilizzarlo su qualunque tessuto, proprio perché non viene messo a diretto contatto ma sfrutta esclusivamente l’azione del vapore.

Per procedere ad un acquisto sicuro e soddisfacente bisogna valutare anche la capienza del serbatoio, la presenza o meno della caldaia, i tempi di riscaldamento e la potenza. Ovviamente il costo è commisurato alla qualità di tutti questi fattori, che rendono più o meno efficiente un ferro da stiro verticale. In ultimo, anche la possibilità di variare funzioni e programmi del ferro da stiro può rappresentare un fattore importante in fase di acquisto.

Domande frequenti

Articolo di Andrea Pilotti

Sono un appassionato di tecnologia. Dal 2005 ad oggi ho recensito più di 3500 elettrodomestici. La mia missione è trovare i prodotti con il miglior rapporto qualità prezzo. Nel mio sito trovi classifiche, recensioni, consigli e news di elettrodomestici ed elettronica di consumo per la casa.