Migliori ferri da stiro

I migliori ferri da stiro selezionati per capacità del serbatoio, maneggevolezza, getto di vapore, sicurezza, design, scorrevolezza della piastra, rapporto qualità prezzo e marca.

Se non stai cercando un ferro da stiro compatto, guarda queste classifiche:

INDICE
1. Classifica migliori ferri da stiro
1.1 Imetec Onda F1
1.2 Rowenta Express Steam DW4308
1.3 Polti Vaporella Quick & Comfort QC120
1.4 Bosch TDA70EASY
1.5 Braun TexStyle 3 SI 3053
1.6 Electrolux EDB1740LG
1.7 Philips GC4544/80
2. Come scegliere un ferro da stiro
2.1 Peso
2.2 Praticità d’uso
2.3 Vapore
2.4 Funzioni speciali
2.5 Potenza
2.6 Domande frequenti

Classifica migliori ferri da stiro

Imetec Onda F1

Imetec Onda F1

Pro

  • Design moderno
  • Materiali di buona qualità
  • Molto maneggevole
  • Potente colpo di vapore per distendere pieghe ostinate
  • Permette la stiratura in verticale
  • Doppio sistema anticalcare

Contro

  • Prezzo alto
  • Difficile controllare il livello d’acqua nel serbatoio

Imetec Onda F1 è un ferro da stiro a vapore il cui nome fa riferimento alla speciale conformazione della piastra. I tecnici dell’azienda italiana hanno progettato un’innovativa superficie ondulata allo scopo di facilitare e migliorare la stiratura. Il vapore, rimanendo intrappolato tra le onde, penetra maggiormente in profondità e distende anche le pieghe più ostinate in minor tempo.

Questo modello si fa apprezzare per il design moderno ed ergonomico studiato per offrire un piacevole aspetto ma, soprattutto, assicurare un’adeguata maneggevolezza. In tal senso devo sottolineare il peso di 1,4 chilogrammi ben bilanciato, la buona scorrevolezza della piastra nonché il cavo della corrente lungo quasi 2 metri.

Il funzionamento prevede la regolazione della temperatura tramite il termostato a rotella, con cui scelgo la modalità in base alle diverse esigenze e tipo di tessuto. Posso optare per la stiratura a secco oppure con vapore regolando l’intensità.

Inoltre, dispongo del tasto Supervapore per sfruttare la massima potenza di 2400 watt e della stiratura in verticale per eliminare le pieghe da camicie, abiti appesi o tendaggi. Impostando la modalità ECO riesco ad ottimizzare la produzione di vapore e ridurre i consumi. Infine, durante la stiratura a secco posso attivare la funzione Spray per spruzzare acqua nebulizzata nel caso fosse necessario inumidire il tessuto.

Uno dei punti di forza di questo modello è il doppio sistema anticalcare. Sono stati inseriti due filtri in resina all’interno del serbatoio per diminuire la durezza dell’acqua e limitare le incrostazioni di calcare sulla piastra. Le cartucce sono permanenti quindi non dobbiamo provvedere alla sostituzione. In aggiunta c’è la funzione Calc Clean da effettuare ogni 5 / 10 utilizzi, seguendo la semplice procedura indicata nel manuale.

Imetec Onda F1 è un ferro da stiro completo sotto tutti i punti di vista e in grado di assicurare una stiratura rapida e precisa su ogni tipo di tessuto e indumento. Nel corso della prova ho riscontrato la difficoltà nell’osservare il livello dell’acqua a causa del colore molto scuro del serbatoio. Considerando il prezzo piuttosto alto per un modello senza caldaia esterna, secondo la mia opinione rappresenta una valida scelta di acquisto per chi prevede frequenti utilizzi e la stiratura di notevoli quantità di biancheria.

Rowenta Express Steam DW4308

Rowenta Express Steam DW4308

Pro

  • Buona intensità del vapore
  • Maneggevolezza
  • Rapido riscaldamento
  • Consente la stiratura verticale

Contro

  • Il sistema antigocciolamento non risulta sempre efficace
  • Manca la funzione di autospegnimento

 

Rowenta Express Steam DW4308 è un ferro da stiro a vapore che riunisce le caratteristiche generalmente ricercate in un apparecchio di tale categoria e allo scopo di eliminare rapidamente le pieghe da qualsiasi tessuto.

In tal senso, il peso di poco superiore a 1500 grammi risulta nella norma così come il cavo della corrente lungo 2 metri, mentre design ed ergonomia poco si discostano dall’ordinario. La piastra in acciaio inox è dotata di numerosi micro-fori per meglio distribuire il vapore e la resistenza elettrica da 2500 watt assicura un rapido riscaldamento.

Tramite il termostato a rotella, la coppia di tasti integrata sull’impugnatura e la levetta anteriore sono in grado di selezionare la temperatura in base al tipo di tessuto, regolare l’intensità del vapore e scegliere la stiratura a secco. Il serbatoio presenta una capacità di 250 ml, ovvero un valore che permette una sufficiente autonomia in rapporto alla potenza del getto di vapore (40 e 150 grammi al minuto rispettivamente in modalità continua o colpo di vapore).

Altri particolari da sottolineare sono la possibilità di stirare in verticale, la modalità di risparmio energetico, il sistema automatico per eliminare le incrostazioni di calcare e la funzione antigocciolamento. Quest’ultimo aspetto è uno dei pochi punti deboli avendo riscontrato qualche perdita d’acqua dalla piastra, anche se nulla di così grave da compromettere i buoni risultati.

Secondo la mia opinione, Rowenta Express Steam DW4308 è un valido aiuto per la stiratura quotidiana offrendo maneggevolezza e potenza del vapore adeguate per un utilizzo pratico e versatile. A parte qualche piccola fuoriuscita d’acqua, l’altro limite più significativo è la mancanza dell’autospegnimento nel caso dimentichiamo l’apparecchio accesso.

Polti Vaporella Quick & Comfort QC120

Polti Vaporella Quick & Comfort QC120

Pro

  • Impugnatura confortevole
  • Spegnimento automatico
  • Efficace sistema di pulizia del calcare
  • Buona capacità del serbatoio
  • Rapido riscaldamento

Contro

  • Nessun problema riscontrato

Polti Vaporella Quick & Comfort QC120 è un ferro da stiro comodo e maneggevole grazie al peso di soli 1300 grammi e morbido cuscinetto integrato nell’impugnatura per garantire una presa sicura e non stancare il polso anche dopo molti minuti di utilizzo. Altro punto di forza è la piastra in acciaio inossidabile che unisce resistenza all’usura con una soddisfacente scorrevolezza, rendendo più veloce la stiratura.

La versatilità d’uso è un ulteriore vantaggio di questo modello. Possiamo stirare qualsiasi tessuto senza alcun problema compresi i capi delicati, dovendo solo regolare la temperatura tramite il termostato e la quantità di vapore con la leva sul manico.

Inoltre, abbiamo a disposizione un colpo di vapore da 180 grammi che risulta particolarmente efficace per eliminare le pieghe da capi appesi. Ci sono ulteriori particolari che, secondo la mia opinione, migliorano l’esperienza di stiratura. Nello specifico mi riferisco, innanzitutto, alla capacità del serbatoio di 300 ml.

Vale a dire uno dei valori più alti della categoria che limita la frequenza degli riempimenti. Nonostante un assorbimento massimo di 2200 watt, inferiore alla maggior parte dei diretti concorrenti, il tempo di riscaldamento è di appena 40 secondi. Da non dimenticare nemmeno la funzione Self Clean che permette la rimozione del calcare e garantisce una miglior erogazione del vapore, nonché evita la fuoriuscita di sporco dai fori della piastra.

La procedura è molto semplice e spiegata in modo dettagliato nelle istruzioni; va effettuata quando si accende l’apposito allarme, ma possiamo anche programmare un regolare ciclo di decalcificazione per mantenere le prestazioni costanti nel tempo.

A completare le caratteristiche c’è la funzione di autospegnimento che evita pericolose conseguenze nel caso dovessimo dimenticare l’apparecchio acceso. Il sistema interviene con tempi diversi in base alla posizione del ferro.

L’apparecchio si spegne dopo 8 minuti se lasciato in verticale e trascorso 1 minuto dall’ultima attività svolta se rimasto in posizione orizzontale o sdraiata. Il dispositivo risulta in stand-by con spia del riscaldamento lampeggiante, ovvero è sufficiente muoverlo per riattivarlo e riprendere la stiratura.

Nel corso della prova Polti Vaporella Quick & Comfort QC120 si è dimostrato un ferro da stiro completo, affidabile e senza aspetti negativi da segnalare. Un elettrodomestico dal prezzo competitivo e progettato per facilitare, non solo la stiratura, ma anche la manutenzione ordinaria.

Bosch TDA70EASY

Bosch TDA70EASY

Pro

  • Abbondante produzione di vapore
  • Buona maneggevolezza
  • Piastra scorrevole su ogni tipo di tessuto

Contro

  • Cavo piuttosto corto

Un buon ferro da stiro deve assicurare una certa maneggevolezza senza stancare più di tanto l’utilizzatore, nel contempo offrire una piastra molto scorrevole su qualsiasi tessuto e un’adeguata forza vapore per soddisfare ogni necessità. Sono tutte qualità che ho ritrovato in questo Bosch TDA70EASY; in particolar modo mi ha colpito la massima quantità di vapore che riesce ad erogare e regolabile tramite apposita levetta.

Altro aspetto positivo è la facilità d’uso. In molti modelli è necessario effettuare impostazioni in base al tipo di tessuto, mentre in questo caso non serve preoccuparsi di nulla. Grazie alla funzione i-Temp si potrà sfruttare un unico valore di temperatura per tutti i capi da stirare.

Sarà capitato almeno una volta di dimenticare il ferro acceso appoggiato su un indumento con tutte le conseguenza immaginabili. Questo modello mette al riparo da tali spiacevoli situazioni essendo equipaggiato con il sistema SensorSecure. L’elettrodomestico si spegne automaticamente appena si rilascia l’impugnatura per riaccendersi quando viene nuovamente impugnato.

Bosch TDA70EASY è un ferro da stiro semplice ma completo, mettendo a disposizione tutte le funzioni necessarie per ottenere capi ben stirati e in totale sicurezza. L’unico aspetto negativo che ho riscontrato è il cavo dell’alimentazione piuttosto corto, costringendo molto spesso a dover utilizzare una prolunga.

Braun TexStyle 3 SI 3053

Braun TexStyle 3 SI 3053

Pro

  • Maneggevole
  • Rapido riscaldamento
  • Getto di vapore molto potente
  • Autospegnimento sia in posizione verticale che orizzontale
  • Si può inserire acqua del rubinetto

Contro

  • Limitata capacità del serbatoio in rapporto all’elevata intensità del vapore

Braun TexStyle 3 SI 3053 è un ferro da stiro a vapore alquanto maneggevole grazie ad un peso di poco superiore a 1100 grammi. La piastra con rivestimento in ceramica contribuisce a facilitare la stiratura per via di una buona scorrevolezza e la particolare conformazione con incurvatura all’insù della zona posteriore.

Ciò permette di muoversi avanti e indietro passando, per esempio, sopra i bottoni di una camicia senza alcuna difficoltà. La disposizione dei fori sui lati e nella punta della piastra ha lo scopo di ottimizzare l’azione del vapore ed eliminare rapidamente le pieghe anche in punti solitamente difficoltosi.

Altre utili caratteristiche di questo modello sono l’ampia apertura per facilitare lo riempimento del serbatoio, la resistenza da 2400 watt con rapido riscaldamento in circa 35 secondi e un potente getto di vapore che raggiunge i 170 grammi al minuto.

Devo anche sottolineare l’efficace sistema anticalcare per consentire l’utilizzo di acqua del rubinetto senza alcuna preoccupazione e l’autospegnimento. Quest’ultima funzione non è affatto facile da trovare su elettrodomestici di tale tipologia e risulta fondamentale per operare in assoluta sicurezza.

Qualora dimenticassimo acceso l’apparecchio in posizione verticale, il sistema provvede allo spegnimento dopo 8 minuti. Se invece lasciamo il ferro appoggiato sull’indumento, l’arresto avviene trascorsi 30 secondi di inattività.

Braun TexStyle 3 SI 3053 è un ferro da stiro che a fronte di una spesa non eccessiva offre affidabilità, nonché una stiratura comoda e precisa per affrontare qualsiasi situazione. Possiamo eliminare le pieghe anche dai tessuti più delicati, decidere tra modalità a secco o con vapore e sfruttare la stiratura verticale per rinfrescare i capi prima di indossarli.

Secondo la mia opinione, l’unico limite riguarda la capacità di 270 ml del serbatoio se rapportata alla notevole potenza. Ciò implica diversi rabbocchi d’acqua impostando il vapore alla massima intensità o dovendo stirare un’abbondante quantità di bucato.

Electrolux EDB1740LG

Electrolux EDB1740LG

Pro

  • Prezzo economico
  • Stiratura in verticale
  • Buona maneggevolezza
  • Piastra scorrevole
  • Serbatoio trasparente per controllare il livello dell’acqua

Contro

  • Servono più passate per eliminare le pieghe ostinate

Electrolux EDB1740LG è un ferro da stiro a vapore con tutte le caratteristiche essenziali per una rapida ed efficace stiratura. Il peso contenuto e la piastra in ceramica con tecnologia SoftGlide permettono da una parte una buona scorrevolezza e dall’altra una distribuzione uniforme del calore per eliminare le pieghe rispettando anche i capi più delicati.

Il serbatoio trasparente da 250 ml consente di osservare il livello dell’acqua, mentre l’ampia apertura con pratico sportello assicura un comodo riempimento. Nella medesima zona è stato posizionato l’erogatore per spruzzare acqua, funzione utile in modalità di stiratura a secco.

Per regolare la temperatura mi avvalgo del classico termostato a rotella, con riportate chiare indicazioni per i diversi tipi di tessuto. Il riscaldamento avviene piuttosto rapidamente grazie alla resistenza elettrica da 2400 watt, mentre un indicatore posto sulla punta si illumina di rosso quando la piastra raggiunge elevate temperature e limita il rischio di pericolose scottature.

Sottolineo la mancanza dell’autospegnimento, pertanto dobbiamo sempre ricordarci di spegnere l’apparecchio.

Le prestazioni sono buone ma, secondo la mia opinione, non eccezionali. Del resto stiamo parlando di un ferro da stiro appartenente ad una fascia bassa di prezzo, per cui è lecito attendersi un’intensità del vapore abbastanza limitata. Nello specifico il colpo di vapore raggiunge un massimo di 110 grammi, il che significa dover passare più volte sullo stesso punto per eliminare le pieghe ostinate.

Electrolux EDB1740LG è un prodotto che consiglio per chi è alle prese con la stiratura di pochi indumenti, deve dare un veloce colpo di ferro ad una camicia o un paio di pantaloni prima di indossarli o desidera un modello adatto per stirare in verticale ed eliminare piccole pieghe da vestiti appesi.

Viceversa, se prevediamo utilizzi intensi per gestire abbondanti carichi di bucato, meglio mettere in conto un maggior investimento e rivolgere l’attenzione a prodotti con prestazioni superiori.

Philips GC4544/80

Philips GC4544/80

Pro

  • Pratico ed efficace sistema anticalcare
  • Piastra scorrevole
  • Funzione di autospegnimento
  • Stira bene qualsiasi tessuto

Contro

  • Difficile capire quanta acqua è rimasta nel serbatoio

Philips GC4544/80 è un ferro da stiro robusto e dal peso di circa 1,5 chilogrammi che permette lunghe sessioni di lavoro senza affaticare. Il capiente serbatoio da 300 ml lo possiamo riempire con acqua del rubinetto visto l’efficace sistema anticalcare Quick Calc.

Nella parte posteriore è stato inserito un filtro removibile in cui vengono raccolti i sedimenti. E’ sufficiente estrarre il componente, risciacquarlo sotto il rubinetto e riposizionarlo nel suo alloggiamento per avere l’apparecchio di nuovo efficiente e pronto all’uso.

La stiratura rapida e precisa di qualsiasi tessuto è, in parte, dovuta alla piastra SteamGlide. Tale soluzione tecnica, adottata su tutti i modelli di ultima generazione della casa olandese, offre elevata scorrevolezza, distribuzione uniforme del calore, notevole resistenza ai graffi e facilità di pulizia.

Il merito è dello speciale rivestimento costituito da uno strato di ossido di titanio con aggiunta di ceramica per far meglio scivolare la piastra. Inoltre, disponiamo di una potenza di 2600 watt che garantisce un riscaldamento rapido e l’erogazione continua di vapore fino a 50 g/min oppure colpo di vapore di 200 grammi.

Philips GC4544/80 è un ferro da stiro dal soddisfacente rapporto qualità prezzo. Un elettrodomestico maneggevole, dall’utilizzo intuitivo grazie alla manopola con chiare indicazioni dei programmi, adatto per ogni tipo di tessuto e pronto all’uso in circa 2 minuti.

Riusciamo a eliminare, già alla prima passata, la maggior parte delle pieghe e se dimentichiamo l’apparecchio accesso si spegne automaticamente dopo 8 minuti lasciato in verticale oppure trascorsi 30 secondi di inattività in posizione orizzontale. Secondo la mia opinione, gli unici aspetti negativi sono la colorazione opaca del serbatoio che impedisce una comoda visione del livello d’acqua e il cavo della corrente che avrei gradito qualche centimetro più lungo.

Come scegliere un ferro da stiro

Il ferro da stiro è uno tra gli elettrodomestici più utilizzati quotidianamente da chi si dedica ad eliminare le pieghe da camicie, pantaloni e magliette. Il mercato è semplicemente inflazionato da mille modelli che il più delle volte presentano differenze minime. La suddivisione principale è tra apparecchi dotati di serbatoio interno o con caldaia esterna. In questa guida prenderemo in considerazione la prima tipologia. Vediamo quali devono essere le qualità da ricercare in un buon ferro da stiro.

Peso

L’aspetto che differenzia spesso un prodotto soddisfacente da uno mediocre è la comodità durante l’utilizzo. Un ferro da stiro deve essere maneggevole per consentire di operare con un certo grado di libertà e senza affaticare più di tanto. Il fattore che maggiormente incide è il peso. I modelli più leggeri possono anche superare di poco il chilogrammo, per arrivare a ferri da stiro che sfiorano i 3 chili. Soprattutto se si prevedono lunghe sessioni di lavoro, è bene valutare questo aspetto con attenzione. In apparenza la differenza tra impugnare un ferro leggero rispetto ad uno più pesante sembra minima, in realtà anche un solo chilo in più può condizionare la stiratura per via del maggior affaticamento.

Praticità d’uso

Quando si parla di questo aspetto entrano in gioco diversi fattori. Prima di entrare nel vivo dell’argomento, è utile sapere che per avere la massima praticità nello stirare i propri capi, gli assi da stiro aspiranti sono un utile accessorio, che aiuta a ridurre tempo e ottenere una stiratura più efficace. Disporre di una buona capacità del serbatoio dell’acqua permette di poter stirare con una certa continuità senza fermarsi troppo spesso per effettuare un rabbocco. Una capienza attorno ai 300/350 ml è un valore che offre una buona autonomia.

Il materiale con cui è realizzata la piastra va ad incidere sulla scorrevolezza e sulla durata del ferro da stiro. Il materiale più utilizzato è da sempre l‘acciaio che assicura una distribuzione uniforme del calore, ottima resistenza e un’adeguata scorrevolezza. Altri materiali impiegati sono l’alluminio, la ceramica e il teflon che sono molto più delicati dell’acciaio. Attenzione anche al design della piastra soprattutto sulla punta che, grazie a particolari forme, garantisce maggior precisione nella stiratura.

Il cavo è un componente che a volte si tende a sottovalutare ma che influisce in maniera significativa sulla praticità d’uso. La sua lunghezza deve essere almeno di 2 metri per garantire movimenti agevoli. Molto importante il punto di attacco al ferro da stiro che, nei modelli migliori, deve consentire la rotazione del cavo. In questo modo si evitano da una parte le dannose piegature che con il tempo finiscono con il danneggiarlo e dall’altra si limitano i tanto fastidiosi attorcigliamenti. Ci sono modelli così detti wireless che sono dotati di una base di ricarica per generare il vapore. Offrono il vantaggio di non avere l’impedimento del cavo ma hanno una minor autonomia.

La maniglia è un ulteriore parte del ferro da stiro che potrebbe causare dei disagi: la forma ergonomica e il materiale antiscivolo sono le due caratteristiche che non possono mancare in un prodotto di qualità.

Vapore

Se la praticità d’uso e il peso sono due aspetti fondamentali, non lo è da meno la qualità del vapore che un ferro da stiro è in grado di erogare. Il dato che fa la differenza è la quantità generata in modalità continua espressa in grammi/minuto. Un valore che fa da spartiacque tra modelli di fascia alta e quelli più economici è 30 grammi/minuto. Scegliere un ferro da stiro con dati inferiori potrebbe portare a difficoltà nell’eliminare le pieghe. I modelli migliori arrivano anche a 45 grammi/minuto.

Il vapore può essere erogato anche in modo discontinuo con i così detti colpi di vapore in cui si concentra in un solo sbuffo la massima potenza. Un prodotto di fascia alta è in grado di garantire valori superiori ai 200 grammi/minuto. Infine anche la capacità di erogare vapore in verticale è una qualità particolarmente utile quando si devono eliminare le pieghe su tendaggi già montati o su capi d’abbigliamento posizionati su stampelle. Per un utilizzo continuativo in questa modalità tuttavia, è consigliabile l’acquisto di una stiratrice verticale a vapore.

Funzioni speciali

Alcuni modelli sono dotati di utili funzioni come l’anti-calcare e l’anti-goccia. Visto che tutti i moderni ferri da stiro vengono caricati con la comune acqua del rubinetto, il sistema anti-calcare permette di limitare i depositi di sedimenti minerali all’interno del serbatoio, che sono la prima causa di malfunzionamenti. La funzione anti-goccia invece è comoda soprattutto quando si lavora con temperature basse ed evita i fastidiosi sgocciolamenti dovuti alla difficoltà di generare vapore. È buona cosa verificare anche l’eventuale presenza di una funzione Eco per ridurre al minimo i consumi.

Potenza

Abbiamo lasciato in ultima posizione la potenza, non perché sia un dato di poco conto, ma per il fatto che in modelli di fascia medio/alta è un valore molto standardizzato. Un ferro da stiro in media assorbe una potenza che va da 2,2 kW fino a 2,8 kW. In linea di massima si può dire che più alta è la potenza e minore sarà il tempo che il ferro da stiro impiegherà per portare la piastra alla temperatura di lavoro voluta.

Domande frequenti