in

Migliori purificatori d’aria

I migliori purificatori d’aria selezionati per portata d’aria, silenziosità, superficie coperta, design, rapporto qualità prezzo e marca.

miglior purificatore d'aria

Argo Pury

Recensione

Sharp FU-Y30EUW

Recensione

Beurer LR 330

Recensione

De’LonghiAC 230-EU

Recensione

Daikin Ururu MCK75J

Recensione

 

Come scegliere un purificatore d’aria

La maggior parte delle persone compra i purificatori d’aria per alleviare le allergie o l’asma. Tuttavia, nonostante le rivendicazioni sul prodotto, c’è poca evidenza medica che i purificatori d’aria siano utili ad alleviare i sintomi respiratori. Alcuni basati sull’ozono, se non utilizzati correttamente, possono addirittura costituire una minaccia per la salute. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, modelli, sicurezza e come scegliere il modello più adatta alla tua casa.

I filtri d’aria per tutta la casa includono una gamma di dimensioni standard, con alcuni che si adattano ad aperture di diverse dimensioni di ritorno dell’aria e all’area dei filtri. I purificatori d’aria per la stanza usano un ventilatore per spingere l’aria nell’unità per la filtrazione.

Alcuni con un purificatore elettronico o un filtro HEPA includono un circuito ionizzante che usa fili o cavi per caricare le particelle così che vengano intrappolate più facilmente dal filtro caricato in modo opposto. Tuttavia la ionizzazione potrebbe attaccare le particelle alle pareti o ai mobili, a volte sporcandoli. Un indicatore nella maggior parte dei modelli ti permette di sapere quando caricare o pulire il filtro.

I filtri HEPA devono essere in genere sostituiti annualmente, con costi che a volte si avvicinano al costo dello stesso purificatore. I pre-filtri, progettati per rimuovere particelle più grandi, vengono in genere caricati trimestralmente, mentre i pre-filtri lavabili dovrebbero essere puliti mensilmente. Una piastra di raccolta di un purificatore elettronico deve essere rimossa e lavata ogni mese circa, nel lavandino o nella lavastoviglie.

Molti modelli hanno un manico, mentre alcuni modelli più pesanti hanno le ruote. Le velocità del ventilatore sono in genere bassa, media e alta. Alcuni usano un sensore della polvere e un monitor sulla qualità dell’aria progettato per alzare o abbassare la velocità automaticamente. Tuttavia alcuni sensori non si innescavano fino a quando i livelli erano alti, poi si spegnevano prima che i livelli scendessero sufficientemente.

Secondo l’Environmental Protection Agency americana, l’aria negli interni è più inquinata rispetto a quella esterna. C’è poca evidenza medica che i purificatori dell’aria riescano da soli a ridurre gli effetti degli agenti inquinanti interni per coloro che hanno l’asma e le allergie, nonostante i 350 milioni o più spesi in un anno dalle persone per questi prodotti. Alcuni possono perfino aumentare l’inquinamento in forma di ozono tossico.

Prima di comprarne uno, prova alcune strategie legate al buon senso. Inizia a vietare di fumare in casa e usare un ventilatore di scarico in cucina, bagno e lavanderia, insieme a frequenti passate con l’aspirapolvere.

Minimizza i rischi legati al monossido di carbonio, tenendo spento il motore delle auto in garage. Non tenere o usare prodotti chimici, solventi, colle o pesticidi in casa. Mantieni le caldaie, i camini, i mobili in legno e le ventole in modo appropriato per rimuovere i gas combustibili come il monossido di carbonio dagli interni.

E installa i rilevatori di gas. Ricordiamo che alcune semplici azioni possono essere più efficaci dei purificatori d’aria, come:

  • Vietare di fumare in casa
  • Mantenere gli animali fuori dalle camere
  • Rimuovere i tappeti e altri fonti che trattengono la polvere
  • Aprire le finestre quando è possibile
  • Usare ventole esterne nei bagni e in cucina
  • Mantenere bassi gli impianti di riscaldamento

Tipologie

  • Con filtro
    Ottimi per intrappolare polvere, polline, e fumo senza emettere ozono, un irritante. Tuttavia, l’efficacia varia molto tra i vari modelli. Essi costano in genere di più in un anno sia per quanto riguarda l’elettricità che la sostituzione dei filtri. I modelli portatili tendono ad essere rumorosi ad alte velocità, e i filtri fornace fai da te erano i migliori per la rimozione del fumo. Ecco come funzionano: una ventola spinge l’aria attraverso un filtro. I modelli portatili in genere utilizzano filtri HEPA, mentre le unità per tutta la casa usano filtri di tessuto spiegazzati e sono attaccati a sistemi di aria forzata.
  • Elettrostatici
    Adatti per bassi costi operativi. Alcuni fanno un buon lavoro nel rimuovere polvere, polline e fumo.
    Tuttavia, tutti generano ozono, il quale può aggravare l’asma e diminuire la funzione dei polmoni. I modelli con piccoli ventilatori o senza ventilatori non sono abbastanza efficienti per rimuovere la polvere e il fumo. I modelli con un ventilatore possono essere rumorosi ad alte velocità. I modelli con le piastre necessitano una maggior manutenzione rispetto ai filtri. Ecco come lavorano: una carica elettrica viene applicata alle particelle condotte all’interno del dispositivo. Le particelle vengono catturate su piastre piane o filtri.
  • Con generatore di ozono
    I produttori dei generatori di ozono spesso si indirizzano agli utenti affermando che i dispositivi riducono gli allergeni come la polvere, il fumo, il polline, i germi e le spore, usando “l’ossigeno altamente attivato” o “super ioni di ossido”, rilasciando fresche fragranze. Due società, Biotech Research e EcoQuest, vanno oltre nei loro annunci. Tuttavia perfino con le basse impostazioni quotidiane dei generatori di ozono, la produzione di ozono eccede velocemente le 50 parti per miliardo, il limite FDA per le attrezzature mediche. I purificatori non sono considerati attrezzature mediche da parte della FDA. Tali generatori di ozono non sono accettabili, poiché producono alte quantità di ozono e non hanno un controllo automatico sulla concentrazione dell’aria. Inoltre non riescono a rimuovere bene la polvere e le particelle di fumo nell’aria.

Modelli

  • Per tutta la casa
    I modelli vanno da filtri in fibra di vetro a basso costo a purificatori elettronici.
    I filtri vanno da una semplice fibra di vetro per intrappolare grandi particelle di polvere e lanuggine a filtri pieghettati caricati elettrostaticamente progettati per attrarre il polline e il pelo di animali. I purificatori elettronici impartiscono una carica elettrica alle particelle che passano prima di raccoglierle su piastre metalliche o filtri caricati in modo opposto. Questi devono essere professionalmente installati su un sistema di tubatura e collegati al sistema elettrico di casa.
  • Per una stanza
    Possono essere tondi o di cartone e possono stare sul pavimento o sul tavolo. Alcuni funzionano bene, perfino sulla polvere o sulle particelle del fumo delle sigarette, che sono molto più piccole e difficili da intrappolare rispetto al polline e alle spore. Tuttavia non sono capaci di intrappolare virus e gas come il monossido di carbonio o il radon. Molti usano un filtro d’aria particolare ad alta efficienza (HEPA) per catturare le particelle fini. Alcuni usano un purificatore elettronico che funziona come quelli in alcuni sistemi in tutta la casa e includono un ventilatore per muovere l’aria. Diversi modelli piccoli, tranquilli e ionizzanti usano la stessa tecnologia base ma spesso risultano non efficienti.

Sicurezza

I generatori di ozono, rappresentano una parte crescente del mercato. Essi creano grandi quantità di ozono rivendicandone la capacità di purificare l’aria. In merito a tale produzione di ozono  segnaliamo alcune questioni:

  • Non esiste nessuno standard di sicurezza per i livelli accettabili di ozono in interni. I laboratori Underwriters (UL) certificano i purificatori elettrostatici usando il limite FDA di 50 parti per miliardo. Tuttavia tale limite è sotto esame. Cinquanta parti per miliardo non è universalmente accettato dalla comunità scientifica come punto di riferimento abbastanza basso per l’ozono; dice Richard Shaughnessy, direttore dell’Università dell’Indoor Air Research Programm di Tulsa e autore di un’analisi preparata per la Consumer Product Safety Commission. Uno studio recente dell’aria esterna in 98 aree urbane, condotto da Michelle L. Bell, professore assistente della salute dell’ambiente all’Università di Yale, ha affermato che perfino i livelli bassi dell’ozono a livello zero venivano associati con un maggiore rischio di morte prematura.
  • Gli studi suggeriscono che l’ozono crea altri irritanti, dato che fa reazione con i prodotti della casa, come i purificatori profumati e gli air freshener. Tra questi irritanti ci sono la formaldeide, un carcinogeno, acrolene, un irritante tossico trovato nel fumo delle sigarette e particelle ultrafini. Charles J. Weschler, ricercatore all’Università di Medicina e Odontoiatria del New Jersy, afferma che la preuccupazione riguarda quanto facilmente le particelle ultrafini vengono inalate prima che possano depositarsi”
  • Molti purificatori d’aria rivendicano di liberare casa tua dai batteri nell’aria e dai virus, oltre alla polvere, polline e fumo. Tuttavia, la rimozione dei germi non è una buona ragione per comprare un purificatore dell’aria. L’efficacia limitata dei purificatori in casa potrebbe dare alle persone un falso senso di sicurezza, afferma Edward J. Septimus, un esperto delle malattie infettive al Methodist Hospital a Houston. “Fai le cose più semplici invece. Lavati le mani con sapone e acqua per almeno 15 secondi e copri la bocca e naso quando starnutisci o tossisci.”

Consigli per l’acquisto

  • Decidi se vuoi un modello per una stanza o per tutta la casa
    I modelli per tutta la casa sono l’unica scelta sensibile per il riscaldamento o raffreddamento forzato dell’aria. Per quanto riguarda i modelli per la stanza, i migliori avevano delle ottime performance sia sul livello basso che sull’alto, minimizzando il rumore e l’utilizzo di energia.
  • Scegli la tipologia adatta
    I purificatori elettronici tendono a lavorare meglio nell’insieme e a restringere il passaggio dell’aria al massimo tra i modelli per tutta la casa. Le versioni per la stanza senza ventilatore non puliscono bene in genere e tendono ad emettere piccole quantità di ozono come conseguenza. Questi prodotti di nicchia producono grandi quantità. L’ozono rappresenta una preoccupazione, soprattutto per coloro che soffrono d’asma e allergie respiratorie, che possono essere aggravate dall’ozono. I filtri in tutta la casa tendono a costare di meno, tuttavia la loro sostituzione è frequente.
  • Controlla l’efficienza
    La maggior parte dei purificatori di una stanza sono certificati dall’Association of Home Appliance Manufacturers come parte di un programma volontario che include la dimensione appropriata della stanza e il tasso di rilascio di aria pulita (CADR), una misura della velocità di pulizia sul livello alto. Il CADR potrebbe definirsi eccellente sopra i 350 e povero sotto i 100. Scegli un modello adatto per un’area più grande rispetto a quella che hai bisogno, per una migliore pulizia ad una velocità più tranquilla. Molti filtri per la casa hanno un valore di efficienza minima (MERV). I migliori hanno un MERV di 11-13.
  • Scegline uno che pulisce ad un basso livello
    I migliori modelli per la camera puliscono meglio su una impostazione bassa rispetto a modelli con una impostazione alta, dove molti potrebbero diventare troppo rumorosi.

purificatore o deumidificatore?

Elettrodomestici simili