in

Termostato o valvole termostatiche?

Termostato o valvole termostatiche?

Il termostato

Il termostato è collegato direttamente alla caldaia in modo che possa comunicare e gestire il funzionamento in base alle impostazioni dell’utente. Un sensore integrato rileva la temperatura dell’ambiente circostante, mentre l’elettronica effettua il confronto con i valori stabiliti.

Possiamo installare un solo dispositivo come nei tradizionali impianti a termosifoni, regolando la temperatura di tutta la casa.

Nei più moderni sistemi a pavimento, invece, è possibile montare un termostato in ogni locale per una gestione mirata del riscaldamento. In ogni caso, il dispositivo viene programmato giornalmente o settimanalmente e provvede ad attivare / disattivare il generatore di calore quando necessario.

Le valvole termostatiche

La valvola termostatica si applica direttamente sul termosifone sfruttando l’attacco filettato esistente e non richiede l’intervento di un tecnico. L’operazione può essere effettuata anche da un totale neofita senza dover spegnere la caldaia o causare perdite d’acqua.

Come ho già accennato, si tratta di un optional ovvero l’impianto funziona regolarmente anche senza montare una o più valvole termostatiche. Il vantaggio è poter regolare la temperatura su ogni singolo radiatore, variando la portata d’acqua calda nonché ottimizzando i consumi di gas e incrementando il comfort.

Funzioni

La scelta di un prodotto più o meno complesso dipende solo dalle reali necessità. Tuttavia ci sono funzioni che dovremmo sempre avere a disposizione.

Consiglio di optare per un termostato con programmazione settimanale, così da poter impostare diverse fasce orarie per ogni giorno e durante il weekend. È importante verificare anche quanti valori possiamo fissare al giorno e la protezione antigelo per impedire danni alla caldaia con temperature molto rigide quando siamo lontani da casa.

La valvola termostatica è decisamente più efficace con una regolazione digitale della temperatura e display integrato per impostare un preciso valore. Inoltre, suggerisco di controllare la presenza di un timer per stabilire l’orario di avvio e spegnimento, la funzione finestra aperta che provvede ad interrompere il riscaldamento in caso di repentino calo della temperatura e blocco bambini per impedire modifiche accidentali delle impostazioni.

L’integrazione dell’interfaccia Wi-Fi incide notevolmente sul prezzo di entrambe le categorie, ma offre un elevato livello di personalizzazione. Grazie ad un’apposita app siamo in grado di gestire il riscaldamento da remoto ovunque ci troviamo e in qualsiasi momento.

A seconda del modello potremmo beneficiare di impostazioni avanzate come il controllo automatico della temperatura in base alla posizione GPS del dispositivo mobile associato o delle condizioni meteo, compatibilità con i principali assistenti vocali e strumenti per il monitoraggio dei consumi.

Tecnologie

I termostati oramai sono quasi tutti digitali, mentre risultano davvero pochi quelli elettromeccanici ancora in commercio. Questi ultimi sono i classici modelli con rotella numerata e senza alcuna possibilità di effettuare una minima programmazione.

Anche con costi molto bassi possiamo reperire termostati digitali con display LCD e impostazione della temperatura per ogni giorno della settimana in base a diverse fasce orarie. I prodotti più costosi hanno il Wi-Fi di serie, numerose funzioni smart per gestire il riscaldamento da remoto.

Per le valvole termostatiche il discorso è del tutto simile. I modelli meno costosi presentano solo una ghiera con scala graduata per impostare il livello del riscaldamento. Ci sono poi sistemi che si collegano alla rete e gestibili tramite app, nonché in grado di dialogare con termostati intelligenti compatibili.

Quale scegliere?

In realtà non serve effettuare nessuna scelta tra le due categorie in quanto un dispositivo non sostituisce l’altro. La cosa importante è conoscere le differenze che li contraddistinguono e il principio di funzionamento. In questo modo siamo sicuri di acquistare un apparecchio adeguato alle nostre esigenze.

Come ho già spiegato, un impianto di riscaldamento non può funzionare senza almeno un termostato generale a gestire la caldaia. La valvola termostatica, invece, rappresenta un componente aggiuntivo che lavora in sinergia col termostato e permettere, di solito con una piccola spesa, di migliorare sensibilmente il comfort in tutta la casa o solo in specifiche stanze.

Negli impianti a termosifoni risulta una valida soluzione per limitare gli sprechi di energia e ottenere un buon risparmio nella bolletta del gas.

Classifiche