in

Migliori cronotermostati digitali da parete

I migliori cronotermostati digitali da parete selezionati per funzionalità, facilità di installazione, controllo remoto, personalizzazione della programmazione, design, prezzo e marca.

miglior cronotermostato digitale da parete

Bticino N4451

Recensione

Fantini Cosmi Intellitouch CH193

Recensione

Honeywell Cm907i

Recensione

Perry 1CR CR028B Serie Next

Recensione

Vimar 02910

Recensione

Vemer Iride VE456000

Recensione

 

Come scegliere un cronotermostato digitale da parete

Come funziona

I cronotermostati digitali da parete sono dei comodi dispositivi che permettono di programmare le funzioni dell’impianto di riscaldamento o di condizionamento, affinchè questi funzionino in maniera autonoma ed intelligente.

Conseguentemente questi apparecchi rappresentano un buon modo per gestire al meglio la temperatura all’interno degli ambienti domestici, ottenendo così anche una riduzione dei consumi e quindi un minor spreco di gas e di energia elettrica. Tutto questi si traduce anche in un considerevole risparmio in bolletta (che può arrivare anche al 40%) ed una diminuzione delle emissioni di Co2. Se si utilizza un impianto di condizionatori per rinfrescare e riscaldare casa, una valida alternativa è rappresentata dai termostati intelligenti per climatizzatori.

I cronotermostati digitali funzionano grazie ad un sensore che è in grado di rilevare la temperatura e, in base al livello di calore percepito, fa attivare o spegnere il sistema di riscaldamento. Ovviamente questi apparecchi devono essere precisi, non solo nella misurazione della temperatura ma anche nel trasferire i dati al sistema di riscaldamento.

I dispositivi da parete vengono collocati direttamente a muro, tuttavia alcuni modelli sono dotati anche di un supporto per poterli posizionare sul tavolo. Ovviamente per poter installare un cronotermostato digitale è fondamentale avere un impianto di riscaldamento autonomo, poichè quello centralizzato non permette la programmazione di accensione e spegnimento.

Nella scelta dell’apparecchio occorre prestare attenzione ad alcuni fattori:

Display e alimentazione elettrica

La funzione del display è quella di permettere una lettura semplice e chiara, conseguentemente questo deve essere ben luminoso (quindi retroilluminato) e leggibile. Anche l’alimentazione del dispositivo è importante, in quanto alcuni necessitano di batterie ed altri di corrente elettrica. La scelta di questa caratteristica è puramente personale, dipende infatti dalle proprie preferenze e necessità.

Programmazione giornaliera o settimanale

Attraverso il timer di questi piccoli dispositivi digitali si possono impostare le temperature desiderate nella propria casa nelle differenti fasce orarie. In commercio esistono cronotermostati con programmazione giornaliera oppure settimanale. I primi necessitano, come intuibile, di un’organizzazione quotidiana delle funzioni del termoregolatore.

I secondi, invece, non richiedono una pianificazione giornaliera e sono quindi meno impegnativi, in quanto non occorre doversi ricordare ogni giorno di impostare il timer e le fasce orarie. Questi ultimi sono particolarmente indicati per chi ha esigenze differenti durante i diversi giorni della settimana, in modo tale da pianificare in modo personalizzato accensioni e spegnimenti.

Tra i due modelli vi è una leggera differenza di prezzo in quanto quelli con programmazione settimanale risultano leggermente più costosi rispetto agli altri dispositivi. Inoltre, esistono cronotermostati nei quali è possibile impostare non solo l’ora, ma anche i minuti precisi per l’accensione e lo spegnimento.

Connettività

Oltre ai modelli più basic in commercio esistono cronotermostati digitali wifi, tecnologia che consente di gestire le impostazioni del dispositivo direttamente dal proprio smartphone. Questa è indubbiamente una grande comodità per chi si dimentica di programmare l’accensione oppure lo spegnimento del riscaldamento o dell’aria condizionata, ma anche per chi decide di tornare a casa in anticipo e può quindi azionare l’interruttore da remoto.

Anche i cronotermostati digitale dotati di sistema wireless permettono di gestire a distanza le impostazioni dell’apparecchio. Per fare ciò è sufficiente collegare il dispositivo alla rete wireless domestica ed installare sul proprio smartphone o tablet un’applicazione apposita che consenta di coordinare tutte le funzioni del termoregolatore.

Funzionalità extra

Un buon cronotermostato digitale è dotato di sensori che rilevando la temperatura ambientale e confrontandola con quella ideale, fanno azionare o arrestare il riscaldamento. Detto ciò, ormai esistono congegni che hanno integrati anche altre funzionalità che li rendono degli apparecchi davvero smart.

Una tra le opzioni extra più diffuse è il meteo, che permette di regolare le impostazioni del cronotermostato proprio in base alle condizioni climatiche. Oppure ci sono dei veri e propri sistemi di sicurezza integrati che consentono di ricevere sms o email quando si verificano blackout, blocchi della caldaia, o anche quando in casa si registra una temperatura superiore a quella prefissata. In alcuni casi è possibile persino gestire il sistema di allarme o aprire e chiudere il cancello dell’abitazione.

Elettrodomestici simili