Migliori barbecue elettrici

Confronta i migliori barbecue elettrici selezionati per potenza, regolazioni di cottura, temperatura massima, sicurezza, rapporto qualità prezzo.

Classifica migliori barbecue elettrici

George Foreman Smokeless BBQ Grill 25850-56

George Foreman Smokeless BBQ Grill 25850-56

Pro

  • Solidità costruttiva
  • Materiali di buona qualità
  • Riscaldamento uniforme della piastra
  • Ridotta produzione di fumo
  • Rivestimento superiore in titanio senza senza PFOA
  • Griglia e vassoio di raccolta grasso lavabili in lavastoviglie

Contro

  • Cavo alimentazione piuttosto corto

George Foreman Smokeless BBQ Grill 25850-56 è una griglia che mi ha subito colpito per la solidità della struttura e la complessiva buona qualità dei materiali. Basta sollevare la piastra per rendersi conto di quanto ho appena affermato, potendo osservare la cura costruttiva nell’integrare la resistenza elettrica da 1350 W con rivestimento in acciaio inossidabile.

A differenza di modelli più economici che presentano una serpentina a forma circolare, in questo caso è stata inserita facendo ben 4 pieghe per coprire ogni punto della piastra e ottenere così un riscaldamento uniforme.

La zona utile di cottura, rivestita in titanio, misura all’incirca 41 x 28 cm, ovvero uno spazio più che sufficiente per cuocere una buona quantità di cibo contemporaneamente. Ho potuto cucinare, senza alcuna difficoltà, 4 bistecche di medie dimensioni nello stesso tempo sfruttando ogni cm della piastra antiaderente.

Uno dei maggiori problemi che riscontro quando decido di grigliare dentro casa è la fastidiosa produzione di fumo dovuta al grasso e ai succhi di cottura che bruciano sulla piastra. L’inconveniente è stato risolto realizzando uno scolo per far defluire i liquidi in un’apposita bacinella, riducendo di circa l’80% fumo e cattivi odori rispetto ad un modello tradizionale.

Il riscaldamento è decisamente rapido e posso gestirlo tramite un semplice termostato a rotella collocato sull’ingresso dell’alimentazione, con spia di colore rosso ad indicare lo stato di funzionamento. Altri particolari interessanti sono la possibilità di lavare piastra e bacinella di raccolta in lavastoviglie e collocare verticalmente la griglia per limitare l’ingombro e facilitare il rimessaggio.

George Foreman Smokeless BBQ Grill 25850-56 è una piastra per grigliare in casa dal costo mediamente superiore a molti modelli concorrenti presenti sul mercato. Tuttavia è una spesa che giustifico alla luce di un’apprezzabile qualità costruttiva e un efficace riscaldamento, senza dimenticare il valore aggiunto della scarsa produzione di fumo.

Come spesso accade per questa tipologia di prodotti, i costruttori lesinano sulla lunghezza del cavo di alimentazione. I circa 120 cm disponibili rappresentano una misura al limite e possono costringere a dover impiegare una prolunga.

Ariete 723 Party Grill

Ariete 723

Pro

  • Semplice da usare
  • Si può rimuovere anche la serpentina elettrica
  • Facilità di pulizia
  • Dimensioni contenute

Contro

  • Struttura piuttosto leggera
  • Solo due valori di riscaldamento
  • Design molto spartano

Ariete 723 è un barbecue elettrico che poco si preoccupa dell’aspetto estetico offrendo un design davvero essenziale. La struttura ha dimensioni compatte (L 52 cm x P 39 cm x H 8 cm) e risulta piuttosto leggera; se da una parte non regala chissà quale sensazione di robustezza, dall’altra rende il barbecue maneggevole e di facile trasporto.

Il funzionamento è alquanto elementare avendo solo il termostato che funge anche da interruttore on/off. Una volta accesso basta selezionare uno dei due livelli di riscaldamento per avere una cottura lenta oppure veloce. In questo caso si frutta tutta la potenza di 2200 watt della serpentina elettrica, con indicatore luminoso a segnalare il raggiungimento della temperatura. Comunque è molto facile accorgersi che il barbecue è pronto visto che la resistenza diventa incandescente.

La griglia misura pressappoco 42 x 25 centimetri, il che mi ha permesso di cuocere due grosse bistecche contemporaneamente. Liquidi, grasso e residui della cottura finiscono nella bacinella di raccolta in metallo, in cui si può anche aggiungere dell’acqua per limitare al minimo la formazione di fumo.

Ariete 723 è un barbecue elettrico entry level dal costo davvero economico, tuttavia risulta molto comodo e un prezioso aiuto per cucinare velocemente carne, pesce e verdure alla griglia producendo poco fumo. Si può trasportare e piazzare praticamente ovunque, basta solo una presa della corrente nelle vicinanze e un limitato piano di appoggio. Tra gli aspetti che ho maggiormente gradito c’è la facilità di pulizia, con le varie parti facilmente smontabili compresa la serpentina elettrica. Certamente non è un apparecchio da usare tutti i giorni vista una solidità costruttiva tipica dei prodotti low cost, dando il meglio di sé per cuocere al volo un paio di bistecche.

Severin KG 2397

Severin KG 2397

Pro

  • Grande superficie di cottura
  • Facilità di pulizia
  • Buona versatilità d’uso

Contro

  • Regolazione della temperatura non ottimale
  • Tempi di cottura un po’ lunghi

Severin KG 2397 è un barbecue elettrico con una piastra in alluminio pressofuso rivestita da materiale antiaderente di buona qualità, evitando agli alimenti di attaccarsi e dover utilizzare grassi aggiunti. Inoltre sono facilitate anche le operazioni di pulizia che, il più delle volte, si possono effettuare solo con un panno inumidito con dell’aceto o altri prodotti naturali.

Le dimensioni di ingombro rimangono abbastanza contenute, nonostante si disponga di una superficie utile di cottura molto ampia con misure di circa 59,5 x 34,5 centimetri. Altre caratteristiche interessanti sono il frontale con mascherina in acciaio, vaschetta di raccolta grasso asportabile e cavo di alimentazione amovibile con termostato integrato.

La cottura è nel complesso soddisfacente anche se i tempi sono, mediamente, abbastanza lunghi. Un problema comune a questa tipologie di apparecchi, tuttavia in questo caso è motivato da un funzionamento particolare: una volta raggiunta la temperatura impostata il termostato spegne la resistenza e la riattiva dopo forse troppo tempo, lasciando scendere in maniera sensibile il calore accumulato.

In considerazione del prezzo di vendita e delle qualità mostrate nel corso della recensione, Severin KG 2397 è un prodotto che non deluderà gli amanti del barbecue. I suoi punti di forza sono la qualità della piastra, l’ampia superficie di cottura, la buona distribuzione del calore e la facilità di pulizia. Per ottenere apprezzabili risultati e limitare i tempi d’attesa è bene programmare il riscaldamento con un certo anticipo.

Tefal CB5408

Tefal CB5408

Pro

  • Materiali durevoli nel tempo
  • Cuoce bene
  • Superficie con elevato potere antiaderente
  • Semplicità di utilizzo
  • Facilità di pulizia

Contro

  • Nessuno

Tefal CB5408 è un barbecue elettrico adatto per chi vuole cucinare carne e pesce in casa o sul balcone avendo poco spazio a disposizione. Le dimensioni sono piuttosto compatte (56 x 29 x 10 cm), con una struttura leggera di circa 3 chilogrammi per rendere facile il trasporto a mano.

Il principio di funzionamento è quantomai semplice, con una serpentina da 2400 watt e un termostato per regolare la temperatura fino ad un massimo di 230°. Ciò consente un veloce ed uniforme riscaldamento della piastra e di poter cuocere in tempi rapidi una discreta quantità di alimenti.

La superficie di cottura è rivestita da uno speciale materiale antiaderente per limitare l’utilizzo di grassi e soprattutto facilitare le successive operazioni di pulizia. Serve solo avere l’accortezza di non utilizzare strumenti in metallo per girare il cibo che potrebbero graffiare la piastra.

Tefal CB5408 è un piccolo barbecue leggero e maneggevole da impiegare, non solo sul balcone o in giardino, ma da portare anche in vacanza nella casa di villeggiatura o a bordo del camper. Ciò che abbiamo più apprezzato è la rapidità di riscaldamento, la soddisfacente cottura del cibo e l’estrema facilità di pulizia sia a mano che mettendo la piastra removibile direttamente in lavastoviglie.

Philips Hd4417/20

Philips Hd4417/20

Pro

  • Dimensioni compatte
  • Design moderno ed elegante
  • Solida struttura con materiali di qualità

Contro

  • Rivestimento antiaderente delicato

Philips Hd4417/20 è un piccolo barbecue elettrico con un design raffinato ed elegante che permette di lasciare l’apparecchio in bella vista sul piano di lavoro dopo l’uso. Dovendolo riporre in un pensile si può sfruttare la possibilità di posizionarlo in verticale limitando gli ingombri.

La piastra non è liscia ma presenta la classica griglia, con una superficie di 30 x 30 centimetri e facile rimozione per le operazioni di pulizia. Lo spessore di 6 millimetri è un valore aggiunto che consente di trattenere più a lungo il calore riducendo i tempi di cottura e svolgendo egregiamente anche la funzione di mantenere al caldo i cibi già cucinati.

Completano le caratteristiche tecniche un termostato a manopola per regolare il livello di temperatura e una vaschetta in acciaio per raccogliere i liquidi di cottura.

Philips Hd4417/20 rappresenta una buona scelta per chi vuole grigliare all’interno della casa o su un piccolo balcone, sfruttando le ridotte dimensioni di ingombro e le valide prestazioni. Un barbecue elettrico versatile con cui cucinare pesce, carne e verdure ottenendo soddisfacenti risultati: il tutto con la garanzia di affidabilità, un prezzo contenuto, facilità di pulizia e il solo punto debole di un rivestimento antiaderente che richiede cura e attenzione durante l’utilizzo.

De’Longhi BQ80

De'Longhi GrigliaTutto BQ80

Pro

  • Materiali di buona qualità
  • Facilità di utilizzo
  • Pulizia molto veloce
  • Vaschetta in alluminio per la raccolta del grasso
  • Tre livelli di potenza

Contro

  • Tempi di riscaldamento abbastanza lunghi
  • Non particolarmente adatto per la cottura di bistecche

De’Longhi GrigliaTutto BQ80 è un barbecue elettrico con un design molto curato e un gradevole look moderno. Ciò che subito si apprezza, osservando da vicino il prodotto, è la buona solidità garantita dall’impiego di materiali di alta qualità.

La struttura è un mix tra metallo e parti in plastica termoisolante come le due maniglie laterali e il pannello di controllo frontale facilmente estraibile. Le dimensioni sono di 60 x 50 x 14 centimetri, con un peso di poco superiore ai 5 chilogrammi e 4 piedini antiscivolo che da una parte consentono una corretta stabilità e dall’altra un’adeguata altezza per isolare dal calore la superficie d’appoggio.

Questo modello sfrutta un’ampia griglia a libro in acciaio inox dove inserire gli alimenti da cucinare e un pratico sistema per girarla in pochi secondi senza rovinare il cibo più delicato. Una particolarità da mettere in evidenza sono le due resistenze separate da attivare singolarmente ottenendo tre diversi livelli di potenza pari a 1000, 1450 e 2450 watt.

Altre importanti caratteristiche sono il microinterruttore di sicurezza che interrompe l’alimentazione nel caso il pannello comandi non sia inserito completamente nella sua sede e la vaschetta in allumino raccogli grassi.

De’Longhi GrigliaTutto BQ80 è un prodotto valido anche se bisogna aver ben presente i limiti offerti da una cottura elettrica con griglia. Innanzitutto i tempi di riscaldamento sono piuttosto lunghi, quindi deve essere accesa con il dovuto anticipo. In secondo luogo non è una scelta consigliata se si prevede la cottura di bistecche che richiedono una fonte di calore con contatto diretto come una piastra.

Questo barbecue è una valida soluzione per cucinare costine di maiale, salamelle, pesce e verdure. Da sottolineare la facilità di smontaggio delle varie parti per la pulizia.

Aigostar Lava Pro

Aigostar Lava Pro

Pro

  • Prezzo economico
  • Buona versatilità
  • Facile da pulire
  • Elevata potenza
  • Cuoce piuttosto rapidamente
  • Limitata produzione di fumo

Contro

  • Struttura piuttosto leggera
  • Adatto solo per grigliate non troppo impegnative

Aigostar Lava Pro è un barbecue elettrico che fa del prezzo economico e versatilità d’uso i suoi principali punti di forza. Il prodotto è costituito da una base removibile appoggiata su un supporto con quattro gambe, così da poter utilizzare il barbecue dentro casa sopra un piano di lavoro oppure all’esterno disponendo di un terrazzo, un balcone oppure un giardino.

Il montaggio richiede una manciata di minuti e potrai posizionare il grill anche in un angolo visto il poco spazio richiesto e dovendo solo impiegare una prolunga per il collegamento elettrico. La base la puoi rimuovere con grande facilità e portarla direttamente in tavola una volta pronta la pietanza.

La struttura nel complesso è abbastanza leggera e serve un po’ di attenzione nel posizionare il supporto per evitare che possa ribaltarsi. I materiali sono di qualità consona al prezzo di vendita molto basso, ovvero garantiscono una certa affidabilità per utilizzi sporadici ma non certo per un impiego molto frequente o cotture particolarmente impegnative.

Una volta completamente montato, il barbecue misura 54 x 45 centimetri con un’altezza totale di 88 centimetri, mentre la griglia offre uno spazio utile di circa 50 x 25 centimetri. Nella pratica ciò mi consente di cuocere una buona quantità di cibo contemporaneamente e operare con una certa comodità, disponendo anche di un ripiano dove appoggiare piatti e utensili da cucina. Il riscaldamento è decisamente rapido potendo contare su una resistenza elettrica con potenza di 2000 watt.

Tramite un semplice termostato meccanico a rotella che funge anche da interruttore generale, regolo la temperatura in base alle varie necessità. Durante la cottura liquidi e grasso finiscono nella bacinella di raccolta in metallo facilmente removibile per la pulizia. Anche la serpentina la posso staccare senza problemi per un accurato lavaggio a mano eliminando ogni residuo di cibo.

Aigostar Lava Pro lo considero un barbecue elettrico pratico e in grado di assicurare delle rapide cotture di pesce, carne e qualsiasi altro alimento adatto per ricette alla griglia. Una soluzione economica che permette di operare al chiuso oppure all’aperto con la medesima praticità, pur disponendo di un limitato spazio ed evitando di riempire la casa di fumo. Terminato l’utilizzo in dieci minuti ho smontato le gambe e pulito il barbecue così da poterlo riporre senza problemi, pronto per la prossima grigliata.

Come scegliere un barbecue elettrico

Prima di acquistare un barbecue elettrico, è bene conoscerne e valutarne i vantaggi e gli svantaggi. Come prima cosa, il barbecue elettrico ha il pregio di costare poco e soprattutto non richiede l’uso di legna e carbonella, alquanto costosa. Ciò elimina anche l’incomodo di raccogliere le ceneri e i resti della cottura.

A differenza di quello tradizionale, poi, il modello elettrico può essere utilizzato in cucina o su terrazzi e balconi, evitando così l’inconveniente del fumo che potrebbe infastidire i vicini. Certo al cibo mancherà il tipico aroma della cottura su carbone, ma il sapore resterà più o meno lo stesso.

Inoltre, chi acquista un modello di questo tipo evita la lunga procedura di accensione tipica del sistema a carbonella. In questo caso basta semplicemente collegare la presa e regolare il termostato e in poco tempo la griglia raggiunge la temperatura adeguata alla cottura.

Un barbecue elettrico, poi, viste le sue ridotte dimensioni e il suo peso leggero, occupa anche poco spazio, è maneggevole, pratico, facilmente richiudibile e non necessita di particolari manutenzioni. Inoltre, essendo elettrico, può essere utilizzato in ogni periodo dell’anno, anche quando i tempi non sono dei migliori, basta porlo in luoghi riparati.

E’ consigliabile utilizzare il barbecue elettrico esclusivamente per cene o pranzi di pochi intimi. Un altro svantaggio, è dato dall’impossibilità di trasportarlo ovunque. Il suo funzionamento elettrico impedisce, infatti, di utilizzarlo in quei luoghi privi di prese elettriche. Se si dispone di un ampio giardino è spesso preferibile installare un forno a legna da esterno sia per cucinare al barbecue che per preparare pane o pizza.

Inoltre, occorre fare attenzione al tipo di cibo da cucinare, è meglio evitare quello troppo grasso. I grassi potrebbero produrre del fumo che si effonderebbe per tutta la casa e nello sciogliersi verrebbero assorbiti dall’alimento stesso. Per chi è solito cucinare carne molto consistente inoltre, è consigliabile orientarsi verso l’acquisto di una bistecchiera elettrica.

Come funziona un barbecue elettrico? Con il suo aiuto possiamo cucinare una vasta varietà di cibi: carne, verdure, formaggi, pesce, funghi ecc. E, come abbiamo già detto, uno degli aspetti principali che lo caratterizza e lo distingue da tutti gli altri barbecue, a legna e a carbonella, è proprio il suo funzionamento elettrico che impedisce la formazione di fumo, salvaguardando così i nostri occhi e la mia salute. E per quanto si possa pensare il contrario, il sapore dei cibi non subisce alcuna modifica, resta sempre la stessa. In particolare, possiamo distinguerne due tipi:

  • Un modello classico, dotato di piedi d’appoggio.
  • Un modello più semplice, costituito di una piastra, sulla quale cuocere ogni tipo di cibo.

Ognuno di questi modelli, può, poi, presentare diverse caratteristiche, come piastre e griglie di tipo girevoli, termostati per la regolazione del calore, vani per contenere il cibo cotto ecc.

Quanto costa un barbecue elettrico di buona qualità? Rispetto ad altri modelli, quello elettrico costa decisamente meno, più o meno quanto una semplice griglia, di quelle che solitamente utilizziamo a casa per arrostire la carne. Tuttavia il prezzo può subire delle variazioni, in base al tipo di modello scelto, alla sua grandezza e in base al numero di lamine e griglie di cui è fornito.

I barbecue più economici sono generalmente quelli più semplici, privi di piedi da appoggio e costituiti di una sola piastra e griglia. Al contrario, i più costosi sono quelli più articolati, dotati di un termostato per regolare la temperatura del calore e composti di più griglie e spazi di varie misure, quest’ultimi utili per mantenere caldo il cibo cotto prima di servirlo a tavola.

Domande frequenti

Classifiche correlate