Quando sostituire la bistecchiera elettrica?

Quando conviene cambiare una bistecchiera elettrica con un nuovo elettrodomestico? Ecco una serie di segnali da prendere in considerazione per la sua sostituzione.

Non sempre conviene la riparazione

La maggior parte dei malfunzionamenti riguardano quasi esclusivamente modelli elettrici ed in particolare l’elemento riscaldante che, a causa dell’usura, può bruciare. I barbecue a gas sono invece molto più longevi e i problemi si limitano al consumo di piastre e griglie che, tuttavia, si possono sostituire con una certa facilità.

Difronte ad una bistecchiera che smette improvvisamente di funzionare oppure non scalda più come dovrebbe, la decisione se ripararla oppure sostituirla dipende da quanto è costata. I modelli essenziali li puoi acquistare spendendo cifre attorno ai 60/80 euro, mentre prodotti multifunzionali dei migliori marchi possono anche superare i 200 euro. Nel primo caso è probabile che la riparazione, sempre se possibile, finisca col costare più di un modello nuovo. Nel secondo devi valutare l’effettiva convenienza richiedendo un preventivo al centro assistenza.

Discorso del tutto analogo per i barbecue elettrici che, a differenza di alcune bistecchiere, sono molto semplici; non presentano la parte elettronica ma solo un comune circuito elettrico di alimentazione per dare corrente all’elemento riscaldante. Anche in questo caso la spesa che hai sostenuto per l’acquisto può essere più o meno un deterrente per stabilire la convenienza dell’eventuale riparazione.

Acquisto di un modello con migliori prestazioni

Senza aspettare che una bistecchiera o un barbecue elettrico abbiano dei problemi, spesso puoi decidere di passare ad un nuovo modello solo per acquistare dispositivi adatti alle tue sopraggiunte diverse esigenze. Le bistecchiere moderne più costose sono gestite elettronicamente con comandi touch, integrano display a LED, dispongono di piastre con regolazione indipendente e sono in grado di cuocere moltissimi alimenti offrendoti programmi preimpostati e una notevole versatilità d’uso.

Reperibilità dei ricambi

Spesso il guasto è riconducibile ad un componente di facile sostituzione anche se non sei un tecnico, ma possiedi comunque una certa dimestichezza col fai da te. In queste circostanze il problema non è tanto individuare il responsabile del malfunzionamento, quanto reperire in commercio il ricambio. Non è raro che un barbecue o una bistecchiera si guastino dopo molti anni dall’acquisto, ma tutto il tempo trascorso ha reso il modello obsoleto e ormai fuori produzione. Se il difetto riguarda un semplice interruttore o un selettore a rotella è facile riuscire a cavarsela con un po’ di ingegno, ma in altri casi è necessario il pezzo originale pressoché introvabile.

L’inconfondibile puzza di bruciato

L’odore di bruciato è spesso presente durante l’uso di barbecue e bistecchiere. In questo caso però non mi riferisco ad un alimento lasciato per troppo tempo sulla griglia, ma bensì all’inconfondibile puzza di plastica e bachelite spesso accompagnata da un fumo denso. Si tratta del chiaro sintomo che l’elemento riscaldante è ormai fuori uso. Un guasto causato dall’usura e dall’utilizzo molto intenso e rappresenta il problema più comune sia per bistecchiere che barbecue elettrici. In questi casi c’è ben poco da fare e il più delle volte la riparazione risulta non conveniente.

Il dispositivo non si accende

La mancata accensione potrebbe rivelarsi un problema meno grave del previsto. L’interruttore on/off rotto, un filo distaccato, il cavo interrotto e la spina difettosa sono tutte possibile cause che impediscono la corretta alimentazione. Se hai verificato questi aspetti e il problema persiste, significa che il guasto è nel circuito elettrico interno.

Riscaldamento insufficiente

Se la piastra non si scalda come consuetudine o impiega molto più tempo a raggiungere la corretta temperatura, è sintomo di un problema al termostato oppure alla resistenza elettrica. In ogni caso è poco probabile riuscire ad intervenire di persona e dovrai rivolgerti ad un centro assistenza. A maggior ragione se il controllo della temperatura è di tipo elettronico.

Problemi alla scheda elettronica

Le bistecchiere di ultima generazione offrono la possibilità di selezionare diverse cotture in base all’alimento da cuocere e una serie di programmi preimpostati. Il tutto è gestito da una scheda elettronica che, in caso di gusto, dev’essere sostituita. Se il modello è piuttosto recente potresti trovare il ricambio, altrimenti devi mettere mano al portafoglio e acquistare una nuova bistecchiera.

Piastre usurate

La maggior parte dei barbecue elettrici e bistecchiere sono equipaggiati con piastre rivestite di materiale antiaderente. Col passare del tempo la superficie si consuma e gli elementi devono per forza di cosa essere sostituiti. Purtroppo per modelli vecchi di qualche anno sei costretto a buttare l’apparecchio poiché risulta alquanto improbabile trovare ricambi ancora in commercio.

I nuovi modelli sul mercato