in

Migliori macchine per il pane

Le migliori macchine per fare il pane selezionate per capacità di impasto, programmi, dotazione di accessori, rapporto qualità prezzo.

Ariete 133 Pane Express Metal 1000

Recensione

Moulinex OW210130 Pain Plaisir

Recensione

Kenwood BM250

Recensione

Imetec Zero-Glu 7815

Recensione

Panasonic SD-ZP2000WXE Croustina

Recensione

Come scegliere una macchina del pane

La macchina per il pane è un elettrodomestico di medie dimensioni che permette di realizzare l’impasto del pane e cuocerlo. In realtà riproduce in dimensione ridotta la forma di una comune impastatrice che hanno i fornai, con la differenza che la macchina per il pane può impastare una quantità ridotta d’ingredienti, proprio perché è ad uso familiare. Vediamo quali sono le caratteristiche da valutare.

Capienza

Se si vive soli è inutile acquistare una macchina del pane di proporzioni gigantesche e con grande capacità perché tanta capienza non sarà necessaria. Se al contrario la nostra famiglia è molto numerosa e conta quindi molti membri servirà un articolo più capiente. Per fare un po’ di chiarezza si può riportare qualche esempio. Da un pane di circa 500 g si possono ricavare otto fette mentre da uno che è il doppio circa quindici. Tenete conto che se ben conservato il pane può durare anche per tre giorni e continuare ad essere di ottima qualità.

Funzioni e Dotazione

Caratteristica da non tralasciare è la presenza di un timer, ovvero uno strumento che dia la possibilità di programmare l’avvio della preparazione. Questo strumento risulterà molto utile sopratutto a tutti coloro che amano fare il pane in casa ma che per lavoro ed impegni differenti trascorrono fuori gran parte della loro giornata.

Come per le caffettiere elettriche inoltre, il grande vantaggio è quello di poter trovare pane o brioches appena sfornate, al proprio risveglio, perché è possibile programmare la macchina in modo che lavori durante la notte e sforni la pagnotta proprio al momento della colazione. Per risultare efficiente questa funzione deve offrire almeno dodici ore di programmazione.

Una buona macchina vi permette anche di scegliere quanto deve essere dorato il pane che state preparando e quanto deve essere cotto. Solitamente esistono almeno tre diversi livelli di cottura, ovvero cottura leggera, media, alta. Tale opzione vi permette di creare del pane ancora di più a misura vostra e della vostra famiglia.

Controllate anche la posizione dell’oblò. Questo dettaglio non è di secondaria importanza: vi aiuterà a tenere meglio sotto controllo il pane durante il momento della cottura. Un dettaglio non da poco è rappresentato dal ricettario: se presente, offre un certo valore aggiunto all’elettrodomestico, che potrà così essere sfruttato per numerose preparazioni, e non solo per preparare del seppur fragrante pane fatto in casa.

Potenza

La potenza è un fattore rilevante quindi cercate di capire qual è la potenza necessaria alle vostre esigenze. Ricordatevi che solitamente una macchina potente consuma anche più energia e quindi fa salire i costi di utilizzo.

E se va via la corrente elettrica? Alcuni modelli prevedono anche una funzione che permette loro di proseguire la cottura fino a 30 minuti ed oltre senza l’elettricità. In questo modo riuscirete a non buttare ingredienti e impasto nemmeno in caso di black-out momentaneo.

In sintesi, quali sono i parametri da prendere in considerazione per acquistare una macchina del pane di qualità? Principali parametri sono: la capienza, la presenza di un timer e la possibilità di programmazione, il tipo di cottura, l’autonomia, le varie funzioni, la manutenzione necessaria, la potenza del motore, la presenza di un ricettario ed il controllo. Valutate poi i diversi prezzi e le diverse aziende che producono la macchina. Solo avendo una visione complessiva completa potrete fare l’acquisto migliore per voi e la vostra casa.