Migliori cappe aspiranti da incasso a scomparsa

Le migliori cappe aspiranti da incasso a scomparsa selezionate per potenza aspirante, silenziosità, design, rapporto qualità prezzo e marca.

Se non stai cercando una cappa a scomparsa ti consiglio queste classifiche:

INDICE
1. Classifica migliori cappe aspiranti da incasso a scomparsa
1.1 Elica Estraibile
1.2 Faber Inka Smart C
1.3 Franke Step Lux FSI
1.4 AEG DGE5661HM
1.5 Electrolux LFG719X
1.6 Samsung NK24M1030IS
1.7 Klarstein Down Under
2. Come scegliere una cappa aspirante da incasso a scomparsa
2.1 Normativa
2.2 Classe Energetica
2.3 Capacità di aspirazione  e dimensioni
2.4 Rumorosità
2.5 Filtri
2.6 Design
2.7 Migliori tecnologie
2.8 Domande Frequenti

Classifica migliori cappe aspiranti da incasso a scomparsa

Elica Estraibile

Elica Estraibile

Pro

  • Materiali di buona qualità
  • Possibilità di scegliere tra installazione filtrante o aspirante
  • Finitura elegante
  • Efficace illuminazione a LED
  • Filtro ai carboni attivi compreso nella fornitura

Contro

  • Manca allarme filtri intasati

Elica Estraibile è una cappa a scomparsa proposta in due versioni, ovvero STD e LUX. Ciò che cambia è l’illuminazione che nel primo caso è costituita da una sola lampadina a led da 2,5 watt e 2700 kelvin, mentre nel secondo da una coppia di lampadine di pari potenza. Per il resto entrambi i modelli presentano le stesse caratteristiche estetiche e funzionali.

Abbiamo l’opportunità di scegliere due misure in base alla nicchia della cucina, con lunghezza di 60 oppure 90 centimetri. La profondità risulta sempre di 30 centimetri e l’altezza di 15 centimetri. Durante l’installazione possiamo decidere tra modalità filtrante o aspirante. In quest’ultimo caso è necessario rimuovere il filtro al carbone e disporre di una canna fumaria o comunque un’uscita per lo scarico all’esterno dei fumi. In configurazione filtrante la cappa provvede ad aspirare e catturare i cattivi odori, per poi rimettere l’aria nell’ambiente domestico.

Il motore elettrico da 135 watt genera una portata d’aria massima di 245 metri cubi all’ora. Un valore più che sufficiente per eliminare fumi, vapori e odori persistenti a seguito di cotture particolarmente invasive come la frittura. Per il funzionamento è sufficiente alzare il pannello frontale che nasconde i comandi meccanici con cui impostare la velocità di ventilazione e gestire l’illuminazione.

La manutenzione ordinaria non richiede grandi sforzi o perdite di tempo, dovendo provvedere alla periodica pulizia o sostituzione dei filtri. Basta agire sulle levette laterali per rimuovere la griglia e avere il comodo accesso al filtro metallico antigrasso. Di solito è opportuno procedere al lavaggio una volta al mense utilizzando detergenti non aggressivi, potendo anche inserire il componente in lavastoviglie. Il filtro al carbone è presente solo nella versione filtrante e non può essere lavato, bensì va sostituito all’incirca ogni 4 mesi.

Elica estraibile è una cappa a scomparsa affidabile, con finitura elegante in acciaio inox satinato che bene si adatta ad ogni stile di arredamento e dotata di una soddisfacente potenza di aspirazione. Secondo la mia opinione, l’unico aspetto negativo degno di nota è la mancanza di un allarme per indicare l’intasamento dei filtri.

Faber Inka Smart C

Faber Inca Smart C

Pro

  • Buon rapporto qualità prezzo
  • Facilità di pulizia
  • Possibilità di scegliere tra funzionamento aspirante o filtrante

Contro

  • Rumorosità elevata già alla bassa velocità
  • Bocca di uscita con diametro maggiore rispetto alla precedente versione
  • Pannello comandi dal design vecchio stile

Faber Inka Smart C è una cappa da incasso a scomparsa con misure di 52,2 (L) x 28,4 (P) x 17,4 (H). Per questa tipologia di apparecchi la verifica delle dimensioni è quanto mai importante, soprattutto nel caso si debba sostituire con un vecchio modello. Oltre agli ingombri, è buona norma controllare il diametro della bocca di uscita che, in questo caso, è leggermente superiore rispetto alla precedente versione e può causare qualche problema in fase di montaggio.

Dal punto di vista estetico, questo modello offre un buon colpo d’occhio grazie ad un profilo sottile e una bella finitura colore acciaio. I pulsanti di comando con interruttore a cursore sono abbastanza pratici, ma con un design decisamente poco moderno. Apprezzabile la versatilità d’uso potendo funzionare sia in versione aspirante con collegamento al tubo di scarico esterno, che filtrante. In quest’ultimo caso è necessario acquistare a parte una coppia di filtri ai carboni attivi che provvederanno ad eliminare gli odori dei fumi di cottura.

Per trattenere le sostanze grasse sono presenti due classici filtri in alluminio facilmente rimovibili per le operazioni di pulizia. Sul profilo anteriore sono montate le due luci led che permettono una buona illuminazione del piano cottura. L’utente può selezionare 3 livelli di velocità: minimo per un ricambio continuo dell’aria con rumorosità di 61 dB, medio che si adatta alla maggior parte delle situazioni assicurando un buon compromesso tra portata d’aria e livello sonoro (63 dB) e massimo per fronteggiare grandi emissioni di fumi e vapori con una pressione acustica di 67 dB.

Faber Inca Smart C offre nel complesso un buon rapporto qualità prezzo. A fronte di un costo contenuto si ottiene una cappa affidabile, con un design gradevole e un’adeguata potenza di aspirazione. Il punto debole è rappresentato dalla rumorosità che può causare qualche fastidio già alla più bassa velocità.

Franke Step Lux FSI

Franke Step Lux FSI

Pro

  • Installazione filtrante o aspirante
  • Possiamo applicare il pannello frontale della finitura desiderata
  • Aspira efficacemente fumi e vapori di cottura
  • Semplice pulizia dei filtri

Contro

  • Funzionamento molto rumoroso alla massima velocità

Franke Step Lux FSI è una cappa a scomparsa con installazione estraibile per il montaggio nell’apposita predisposizione tra i pensili della cucina. Come consuetudine per tale tipologia di apparecchi abbiamo la possibilità di scegliere due diverse lunghezze (60 o 90 centimetri). Profondità e altezza sono, invece, misure pressoché standard e pari, rispettivamente, a 30 e 15 centimetri. Il prodotto viene fornito sprovvisto di rivestimento frontale, vale a dire che dovremo applicare un pannello della finitura che preferiamo.

Le caratteristiche tecniche e funzionali sono le solite che contraddistinguono le cappe a scomparsa di questa fascia di prezzo. Innanzitutto possiamo sfruttare la modalità aspirante o filtrante a seconda se disponiamo o meno di una canna fumaria.

Non avendo uno sbocco verso l’esterno sarà sufficiente tappare l’uscita fumi nella parte superiore e inserire il filtro ai carboni attivi. Quest’ultimo provvederà a eliminare cattivi odori e impurità dall’aria prima di immetterla nell’ambiente domestico.

Il filtro antigrasso a maglie metalliche è sempre presente e dovremo lavarlo periodicamente a mano o in lavastoviglie. A tal proposito la frequenza della pulizia dipende dall’intensità dell’utilizzo e tipo di cotture, ma solitamente è opportuno intervenire ogni mese. Il filtro ai carboni attivi non può essere lavato e andrà sostituito circa ogni 4 / 6 mesi.

Non c’è nulla da sottolineare per quanto riguarda il funzionamento, dovendo agire sui semplici comandi nascosti dietro il pannello anteriore. Tramite i tasti a cursore posso impostare una delle tre velocità di ventilazione e accendere le due lampadine a LED da 4 watt ciascuna. Il motore elettrico assorbe 190 watt per generare ben 370 metri cubi all’ora di portata d’aria massima. Un valore decisamente elevato che garantisce l’efficace aspirazione dei fumi e nel contempo l’eliminazione degli odori più persistenti.

Secondo la mia opinione, Franke Step Lux FSI è una cappa a scomparsa dal buon rapporto qualità prezzo. A fronte di una spesa non eccessiva disponiamo di un prodotto costruito con cura per durare nel tempo, di facile manutenzione e dotato di una notevole forza aspirante. Sebbene la cappa non è un elettrodomestico silenzioso, ritengo piuttosto alta la rumorosità di 72 dB emessa dalla ventola alla massima velocità.

AEG DGE5661HM

AEG DGE5661HM

Pro

  • Montaggio sia in modalità filtrante che aspirante
  • Indicatore per pulizia filtro
  • 4 velocità d’aspirazione
  • Sistema di connessione Hob2Hood

Contro

  • Prezzo piuttosto alto

AEG DGE5661HM è una cappa aspirante a scomparsa, ovvero adatta per essere integrata nell’apposita nicchia ricavata nel pensile sopra il piano di cottura. La portata massima d’aria è pari a 700 metri cubi all’ora e sfrutta una ventola pilotata da un motore elettrico da 250 W.

Anche se i consumi non sono certo un aspetto che incide più di tanto in bolletta, è bene sapere che l’apparecchio rientra in una classe di efficienza energetica A con richiesta annua di 55 kWh. La cappa si è dimostrata piuttosto silenziosa, raggiungendo i 67 dB alla massima velocità.

Come la maggior parte dei modelli, anche in questo caso è possibile effettuare un’installazione di tipo aspirante sfruttando la canna fumaria esistente, oppure filtrante rimettendo l’aria nell’ambiente domestico dopo un opportuno passaggio in un elemento ai carboni attivi.

La forza aspirante l’ho trovata di buon livello e consente di eliminare con efficacia fumi, vapore e cattivi odori. Le particelle di grasso sono trattenute dai filtri a maglia metallica che consiglio di lavare almeno ogni 2 mesi. Il filtro a carbone non può essere lavato e tantomeno rigenerato, ma andrà sostituito all’incirca ogni 4 mesi o più frequentemente secondo l’uso. In ogni caso è presente un indicatore a LED per suggerire quando è il momento di pulire o sostituire i filtri.

Il funzionamento della cappa risulta elementare, azionando i 5 pulsanti per accendere/spegnere le due luci a LED e scegliere una delle 4 velocità a disposizione. L’aspirazione intensiva ha una durata massima di 6 minuti, dopodiché passa in automatico al livello inferiore. Tramite i tasti è anche possibile resettare l’indicatore di intasamento filtro e attivare la funzione Hob2Hood, ossia avviare la comunicazione ad infrarossi con un piano cottura predisposto e gestire in automatico l’aspirazione.

Electrolux LFG719X

Electrolux LFG719X

Pro

  • Design moderno
  • Efficace aspirazione dei fumi
  • Installazione in versione filtrante o aspirante
  • Possibilità di connessione wireless con piani di cottura Electrolux compatibili

Contro

  • Nessun problema rilevato

Quando devo giudicare una cappa da cucina gli aspetti che reputo di primaria importanza sono la forza aspirante, la solidità costruttiva e la facilità di pulizia dei filtri. Tutte qualità che ho ritrovato in questo modello LFG719X proposto da Electrolux.

Un particolare da puntualizzare è la possibilità di installare la cappa in modalità aspirante oppure filtrante. Il primo caso è possibile solo disponendo di una canna fumaria, mentre il secondo si adotta quando non esiste uno sbocco verso l’esterno. Dobbiamo solo preoccuparci di predisporre la cappa qualora decidessimo di effettuare un montaggio fai da te, altrimenti sarà il tecnico ad effettuare gli opportuni interventi in base alla diverse situazioni.

Il motore da 250 W assicura un forte potere aspirante e una rapida ventilazione della cucina, eliminando vapore, fumi e cattivi odori. Il dispositivo è dotato di filtro antigrasso da pulire almeno ogni 2 mesi e filtri ai carboni attivi che, invece, devono essere sostituiti un paio di volte all’anno per mantenere una corretta efficienza. Molto comoda la presenza di una spia che indica la saturazione dei filtri.

Comandare la cappa è davvero un gioco da ragazzi, dovendo semplicemente selezionare una della 4 velocità e, nel caso, accendere la luce per illuminare la zona di cottura. Electrolux LFG719X offre anche un’ulteriore interessante funzione denominata Hob2Hood, ovvero la possibilità di connettere in modalità wireless un piano di cottura ad induzione compatibile tra quelli proposti dall’azienda italiana. I due dispositivi saranno in grado di comunicare e attivare automaticamente l’aspirazione in base ai parametri di cottura impostati.

Samsung NK24M1030IS

Samsung NK24M1030IS

Pro

  • Buon rapporto qualità prezzo
  • Efficace rimozione dei fumi
  • Possibilità di installazione filtrante o aspirante

Contro

  • Nessun punto debole da segnalare

Samsung NK24M1030IS è una cappa da cucina adatta per installazione a incasso nell’apposita predisposizione sopra il piano di cottura. Come consuetudine mi viene data la possibilità di scegliere tra un montaggio aspirante collegandomi ad una canna fumaria esistente oppure filtrante con l’aria che verrà sgrassata e deodorata da un elemento ai carboni attivi, prima di essere riconvogliata nel locale.

Il rivestimento è realizzato completamente in acciaio inox per garantire resistenza e facilità di pulizia. Per avviare l’aspirazione è necessario estrarre l’elemento incassato tramite le apposite guide, in modo d’avere anche accesso al semplice pannello dei comandi.

Le velocità selezionabili sono 3 raggiungendo una massima aspirazione di 392 metri cubi l’ora e una rumorosità di 72 dB. La cappa è dotata di doppia lampadina a LED da 3W per illuminare la zona di cottura e filtro metallico in alluminio per trattenere le particelle di grasso e da rimuovere con facilità per il lavaggio anche in lavastoviglie.

Samsung NK24M1030IS è un prodotto progettato per integrarsi al meglio con l’arredo cucina, scomparendo quasi completamente una volta incassato e lasciando visibile solo un profilo frontale alto circa 5 cm. Un modello in grado di eliminare fumi e cattivi odori con una certa rapidità e dal prezzo che ritengo adeguato alle qualità offerte.

Klarstein Down Under

Klarstein Down Under

Pro

  • Design moderno ed elegante
  • Soddisfacente potenza aspirante
  • Facilità di pulizia filtri antigrasso
  • Funzionamento sia aspirante che filtrante

Contro

  • Elevata rumorosità alla massima potenza

Klarstein Down Under è una cappa da incasso a scomparsa con una bella finitura in acciaio spazzolato e semplici interruttori a pulsante con effetto cromo. In aggiunta troviamo luci a led laterali che contribuiscono da una parte ad illuminare efficacemente il piano cottura e dall’altra a regalare uno stile moderno ed elegante.

La versione di questa recensione è il modello con dimensioni da 90 (L) x 29,6 (P) x 25,4 (H) centimetri e una portata d’aria massima di 590 metri cubi l’ora. Come molti prodotti concorrenti, anche in questo caso è possibile scegliere tra un’installazione di tipo aspirante con collegamento dello scarico al tubo esterno oppure filtrante con montaggio del filtro ai carboni attivi da acquistare come optional.

Il motore elettrico da 190 Watt alimenta una ventola di generose dimensioni per offrire un’adeguata aspirazione. L’utilizzatore può impostare tre diverse velocità in base alle proprie esigenze, accendere / spegnere il motore e attivare / disattivare l’impianto di illuminazione.

Una cappa aspirante per sua natura è un apparecchio poco silenzioso e anche questo modello non si sottrae a tale regola. Al minimo livello di velocità la rumorosità è accettabile, mentre alla massima potenza le vibrazioni causano un’eccessiva emissione sonora.

Tra i principali vantaggi offerti da questa cappa Klarstein Down Under ci sono il piacevole aspetto estetico, la buona potenza aspirante e la semplicità di utilizzo. Bisogna anche aggiungere una certa facilità nel rimuovere i filtri antigrasso in alluminio dalle loro sedi per effettuare le periodiche operazioni di pulizia. Il punto debole è essenzialmente l’elevata rumorosità alla massima velocità, che tuttavia è la modalità utilizzata con meno frequenza.

Come scegliere una cappa aspirante da incasso a scomparsa

Come scegliere una cappa aspirante da incasso a scomparsa

La cappa è un elettrodomestico indispensabile in cucina perché assicura l’espulsione dell’aria satura dei fumi di cottura, mantenendo l’ambiente salubre. La normativa prevede che dove sia presente un piano di cottura debba essere installata una cappa aspirante che espelle i fumi verso l’esterno.

In questo senso non c’è distinzione tra le diverse tipologie di alimentazione energetica, quindi un modello a gas viene considerato al pari di un piano in vetroceramica.

Tra i tanti modelli disponibili, le cappe aspiranti da incasso a scomparsa hanno il vantaggio di avere una forma semplice, piatta e lineare, perché essendo installate all’interno di un pensile, non necessitano di una particolare estetica nel design o di materiali pregiati. Quando si acquista una cappa da incasso ci si può concentrare soprattutto sulle specifiche tecniche, senza preoccuparsi eccessivamente dello stile. Risparmiando sull’estetica si può investire di più sulla tecnologia, la silenziosità e la performance.

Per avere il massimo del comfort coniugato con l’efficacia e la praticità, prima di acquistare una cappa è bene valutare tutte le caratteristiche in termini di prestazioni tecniche, consumi e rumorosità. Ma vediamo in dettaglio quali sono le caratteristiche da considerare:

Normativa

Per essere in regola con la normativa vigente, assicurarsi di acquistare una cappa aspirante, perché l’aria insalubre deve essere convogliata verso l’esterno attraverso una canna fumaria appositamente dedicata (non può essere utilizzata quella dove scaricano i fumi di altre apparecchiature a gas come una caldaia).

Non è conforme alla normativa, invece, una cappa filtrante, che non necessita di un tubo di scarico perché, invece di espellere l’aria, la ricicla purificandola attraverso un filtro e reimmettendola nuovamente nell’ambiente. L’unica deroga riguarda fabbricati antichi o le vecchie costruzioni, dove non è stato predisposto, o non è possibile realizzare, un apposito condotto di evacuazione. Solo in questi casi la legge permette di installare una cappa filtrante anziché una aspirante.

Classe Energetica

Come tutti gli elettrodomestici, anche alle cappe aspiranti viene assegnata una classe energetica, anzi due, che possono essere anche diverse. La prima si riferisce all’efficienza energetica del motore e l’altra al dispendio energetico delle lampadine predisposte per l’illuminazione integrata. È importante saperlo per essere consapevoli dell’effettiva capacità di risparmio energetico che può offrire un modello. Non è infrequente, ad esempio, che a una cappa di classe B siano stati installati dei faretti a led che rientrano in classe A.

Capacità di aspirazione  e dimensioni

Prima dell’acquisto, verificare i parametri della portata, ovvero la capacità di aspirazione, che si misura in metri cubi all’ora e varia in base al volume dell’ambiente in cui viene installata, tenendo conto anche della frequenza con cui si utilizza. Perché riesca a svolgere la funzione di aspirare efficacemente tutta l’aria presente nella cucina, la cappa deve garantire un ricambio di circa 6/8 volte il volume dell’ambiente, per una portata minima pari a 500 metri cubi all’ora. Se l’utilizzo è significativamente superiore a quello standard, perché si cucina per molte persone e frequentemente, il valore sale a 500 metri cubi all’ora.

Altra caratteristica da rispettare per essere in regola è la dimensione: la cappa non può essere più piccola del piano cottura, deve avere una lunghezza pari o superiore, per garantire una aspirazione adeguata. Questa regola non si applica nei piani cottura con cappa integrata, per ovvi motivi strutturali: la cappa non può occupare ovviamente il medesimo spazio del piano stesso, ma si tratta comunque di apparecchi efficienti e in grado di aspirare grandi volumi d’aria.

Rumorosità

Per assicurarsi il comfort in un ambiente dove si trascorre molto tempo, come la cucina, un’altra caratteristica da considerare con attenzione è la rumorosità. Questi elettrodomestici, sebbene molto utili, risultano essere piuttosto rumorosi a causa dell’aspirazione forzata dell’aria attraverso le tubature.

La rumorosità è proporzionale alla velocità della cappa, quindi scegliere un modello predisposto a funzionare a velocità molto elevate, sebbene assicuri una maggiore performance, presenta anche lo svantaggio di un maggiore impatto acustico. Per questa ragione, una buona cappa deve avere almeno 3 diverse velocità di aspirazione più 1 velocità intensiva da utilizzare solo quando è necessario, in questo modo è possibile modulare la velocità a seconda dei casi e delle esigenze, limitando le emissioni rumorose.

Per fortuna, i modelli di cappe aspiranti di ultima generazione sono realizzati per ridurre il più possibile l’impatto acustico, le tubature sono dimensionate perfettamente e sono dotate di apposite protezioni insonorizzanti che assorbono i rumori evitando che vengano dispersi nell’ambiente. I valori da controllare sulla scheda tecnica sono quelli relativi al livello sonoro, una cappa poco rumorosa dovrebbe avere un valore compreso tra i 50 e i 70 decibel.

Filtri

Verificare la presenza o meno di filtri che garantiscono la durata e l’efficacia della cappa. In particolare, è importante che sia stato predisposto un filtro antigrasso in grado di trattenere i vapori e i grassi rilasciati durante la cottura. In questo modo si evita che entrino all’interno della cappa danneggiando il tubo di scarico e il motore. Alcuni modelli sono dotati anche di un filtro antiodore ai carboni attivi, che riesce a neutralizzare gli odori prodotti durante la preparazione dei cibi, migliorando, anche di molto, la qualità dell’aria, soprattutto quando non è possibile ventilare l’ambiente tenendo la finestra aperta, come accade nei periodi invernali. Anche i filtri, per avere efficacia, devono essere sottoposti ad una manutenzione. Il filtro antiodore va sostituito periodicamente, in genere ogni 4/5 mesi, il filtro antigrasso è generalmente in metallo e va smontato e pulito quando è saturo. Alcune cappe sono dotate di un’apposita spia che segnala quando il filtro antigrasso necessita di pulizia.

Design

Le cappe aspiranti da incasso a scomparsa possono essere a integrazione totale, completamente nascoste all’interno di un pensile, con l’unica parte a vista che è di forma piatta e lineare, oppure possono essere a semi-incasso, collocate in un sottopensile, con una profondità e un ingombro maggiori.

Esistono numerosissimi modelli dal design più o meno ricercato e realizzati in materiali differenti, più o meno pregiati, la cui manutenzione può essere resa più agevole e pratica da alcuni accorgimenti: esistono modelli con filtri antigrasso in acciaio inox lavabili comodamente in lavastoviglie.

Quindi gli optional e l’estetica (seppure coinvolta in misura minima rispetto alle cappe a parete o a isola), incidono sui costi: più il design è raffinato, i materiali di qualità elevata e gli optional numerosi, maggiore sarà il prezzo della cappa.

Migliori tecnologie

Whirlpool CookSense

Whirlpool CookSense sfrutta il lavoro del sensore 6°SENSO per rilevare e aspirare automaticamente vapore, particelle di grasso e cattivi odori. L’intelligenza di questa tecnologia consente di riconoscere il tipo di cottura e analizzare i fumi, in modo da regolare il livello di potenza e la velocità d’aspirazione.

Whirlpool AirSense

Whirlpool AirSense è una tecnologia che permette di mantenere l’ambiente cucina più salubre. Il sistema è in grado di rilevare qualsiasi cattivo odore, comprese le emanazioni dei detergenti e il fumo di sigaretta. L’attivazione dell’aspirazione avviene in modo automatico, con la possibilità di selezionare la modalità Daily o Intensive in base alle necessità.

Whirlpool OdourZero

Whirlpool OdourZero è il nuovo filtro brevettato che sfrutta l’azione dei carboni attivi per catturare fino al 98,9% degli odori generati durante la cottura. L’elemento filtrante è posizionato nella parte superiore della canna fumaria e garantisce una durata di circa 5 anni.

Whirlpool LightSense

Whirlpool LightSense è un sistema di illuminazione della cappa aspirante dotato di tre diverse modalità di funzionamento: LightTone, DimmerLight e NightLight. In base alle necessità l’utente può decidere quale intensità luminosa e tono impostare.

Domande Frequenti