in

Quali sono i problemi comuni della lavatrice? Come risolverli?

problemi comuni della lavatrice

La lavatrice è tra gli elettrodomestici più utilizzati, spesso impiegato quotidianamente per provvedere alla pulizia di indumenti e biancheria di tutta la famiglia. Quindi è un apparecchio che può risultare soggetto a malfunzionamenti causati dall’usura o dall’improvviso guasto di un componente. Vediamo di scoprire quali sono i problemi più comuni e come intervenire.

Mancato caricamento dell’acqua

Quale può essere il motivo di una lavatrice che non carica l’acqua? Se siamo fortunati potrebbe trattarsi solo del tubo di carico otturato.

Per controllare dobbiamo chiudere il rubinetto, svitare il tubo dal lato lavatrice e metterlo all’interno di un secchio, riaprire il rubinetto e verificare che fuoriesca correntemente l’acqua. Se ciò non avviene significa che il tubo è occluso oppure un problema al rubinetto. Ricordiamo di controllare anche i piccoli filtri che spesso vengono inseriti alle estremità della tubazione.

Se invece dal tubo esce un regolare getto d’acqua, il malfunzionamento riguarda componenti interni quali elettrovalvola, pressostato, scheda elettronica, motore elettrico oppure il condotto in gomma comunemente chiamato trappola d’aria.

La lavatrice emette un cattivo odore

Con il passare del tempo potremmo avvertire un cattivo odore provenire dall’interno della lavatrice. Una puzza molto fastidiosa che, molte volte, si trasferisce anche al bucato.

Le cause principali di tale problema sono un eccessivo accumulo di sporco e batteri all’interno della lavatrice e nella guarnizione dell’oblò, nonché formazione di ristagni d’acqua nel cestello.

Per eliminare il cattivo odore possiamo adottare i seguenti accorgimenti:

  1. Ciclo di lavaggio a vuoto ad alta temperatura. È sufficiente avviare, circa una volta al mese, un ciclo a vuoto alla massima temperatura consentita, aggiungendo uno specifico detergente antibatterico oppure del comune aceto. Alcune lavatrici dispongono di appositi programmi per l’autopulizia del cestello.
  2. Pulizia della guarnizione dell’oblò. In questo punto è molto facile che si formino accumuli di sporco e detersivo che favoriscono la formazione di muffe e la proliferazione di batteri. Basta impiegare un panno o una spugna umida e uno spazzolino per ottenere un’efficace igienizzazione. Se la pulizia è stata trascurata per molto tempo, potrebbe essere necessario sostituire la guarnizione.
  3. Pulizia vaschetta detersivo. Dobbiamo rimuovere il contenitore e provvedere ad un accurato lavaggio sotto un getto d’acqua corrente, aiutandoci con una spazzola per rimuovere ogni incrostazione.
  4. Evitare di lasciare per molto tempo il bucato umido all’interno del cestello una volta terminato il ciclo di lavaggio.
  5. Lasciare l’oblò aperto quando la lavatrice non è in funzione. In questo modo favoriamo la circolazione d’aria e l’eliminazione dell’umidità residua all’interno del cestello.

La lavatrice non scarica l’acqua

In presenza di una macchina che ha smesso di scaricare l’acqua, possiamo immediatamente controllare:

  1. Filtro intasato. Lo sportello per accedere al filtro si trova in basso sul pannello frontale della lavatrice. Una volta rimossa la cartuccia, posizioniamo un catino e incliniamo la macchina in avanti per far uscire l’acqua. Prima di riposizionare il filtro pulito, controlliamo che non vi siano impedimenti nella sede
  2. Tubo di scarico. È sufficiente rimuovere il tubo collegato al sifone e verificare che non siano presenti ostruzioni.

Se dopo le verifiche la lavatrice continua a non scaricare l’acqua, il problema è da imputare al malfunzionamento della pompa di scarico, del pressostato oppure della scheda elettronica.

Un’ulteriore causa potrebbe riguardare la presenza di oggetti estranei incastrati nel circuito di scarico che impediscono il passaggio dell’acqua. In ogni caso dovremo contattare l’assistenza tecnica.

La centrifuga non funziona

Tra gli inconvenienti più ricorrenti nell’uso di una lavatrice c’è il malfunzionamento della centrifuga. Potrebbe capitare che il cestello smette di girare, il motore non si accende, la centrifuga non parte a fine ciclo oppure si avvia ma troppo lentamente.

In tutti questi casi è possibile effettuare alcune semplici verifiche per capire il motivo del problema e precisamente controllare:

  1. Bilanciamento del carico. Spesso la mancata partenza della centrifuga o una rotazione lenta è dovuta al cestello riempito oltre il limite oppure eccessivamente scarico. Le moderne lavatrici sono dotate di appositi sensori di bilanciamento che hanno la funzione di analizzare il carico e impedire l’avvio della centrifuga se il peso è superiore al consentito oppure troppo basso;
  2. Filtro e tubo di scarico. Altro motivo che porta al mancato avvio della centrifuga è l’impossibilità della macchina di scaricare l’acqua. Innanzitutto dobbiamo rimuovere il filtro, posto nella parte bassa della lavatrice e protetto da uno sportello, per provvedere alla pulizia. In secondo luogo controlliamo eventuali intasamenti del tubo di scarico.

Se i suddetti controlli non hanno risolto il problema, la causa riguarda un guasto di qualche componente interno della lavatrice e pertanto dovremo chiamare il centro assistenza per richiedere l’intervento di un tecnico.

In linea di massima, il mancato avvio della centrifuga può essere dovuto alla cinghia di trasmissione rotta o fuoriuscita dalla sua sede, carboncini usurati del motore elettrico, pompa di scarico danneggiata oppure ostruita, pressostato malfunzionante o scheda elettronica guasta.

Perdite d’acqua dalla lavatrice

Trovando acqua sul pavimento nei pressi della lavatrice dobbiamo cercare di capire da dove proviene.

Innanzitutto è importante accertare se la perdita avviene a lavatrice spenta oppure accesa. Nel primo caso è molto probabile che la causa sia il tubo di carico allentato oppure danneggiato. Se la tubazione è rotta chiudiamo il rubinetto e provvediamo alla sostituzione. Operazione molto semplice che non richiede l’intervento di un tecnico.

Se la lavatrice perde acqua mentre è in funzione due possibili motivi riguardano:

  1. Toppo detersivo. Aggiungere un’eccessiva quantità di detersivo nella vaschetta o direttamente nel cestello provoca la formazione di una grande quantità di schiuma e l’innalzamento del livello dell’acqua. Ciò potrebbe causare fuoriuscite dagli appositi sfiati di sicurezza.
  2. Carico eccessivo oltre il limite di chilogrammi indicato dal costruttore.

Qualora dai controlli non emerga nulla di insolito, i motivi della perdita potrebbero riguardare il malfunzionamento della pompa di scarico, danneggiamento della vaschetta del detersivo oppure un problema all’elettrovalvola.

Domande frequenti sulla lavatrice

Di seguito una serie domande che mi avete posto riguardo la lavatrice