Quando sostituire il piano cottura?

Quando conviene cambiare il piano cottura con un nuovo modello? Ecco una serie di segnali da prendere in considerazione.

Sostituire un modello ormai obsoleto

Spesso non è detto che per arrivare alla sostituzione di un piano cottura devi per forza aspettare che smetta di funzionare. Molte volte il nuovo acquisto è motivato dal desiderio di passare ad una tecnologia più moderna con migliori prestazioni.

Un classico esempio è disfarsi di un piano cottura a gas per acquistare un modello a induzione. Una scelta dettata non solo dall’aspetto estetico più elegante e ricercato, ma anche dal funzionamento con maggior praticità e dall’eliminare l’uso del gas che rimane comunque una sostanza pericolosa.

Ci sono poi situazioni in cui già disponi di un piano ad induzione ma, avendo problemi, risulta impossibile la riparazione per mancanza di ricambi oppure il costo dell’intervento finisce col superare il prezzo di acquisto di un prodotto nuovo.

L’elemento riscaldante non si accende

Tra i problemi più frequenti c’è la mancata accensione di un bruciatore a gas. Di solito la soluzione è quantomai semplice e non richiede l’intervento di un tecnico. E’ molto probabile che gli ugelli siano ostruiti da residui di cibo depositati durante la cottura. Anche un cattivo posizionamento della corona può impedire l’accensione della fiamma. Una situazione potenzialmente piuttosto pericolosa poiché il gas potrebbe continuare a fuoriuscire qualora ti dimenticassi di chiudere la manopola.

Per un piano di cottura ad induzione le cause sono riconducibili ad un errato collegamento elettrico oppure un filo che si è staccato dalla morsettiera per una vite allentata. Problemi ben più gravi sono il guasto della scheda elettronica che gestisce ogni funzione oppure un difetto nei comandi touch o comunque nel panello di controllo. In questi casi devi valutare se c’è l’effettiva convenienza a sostituire il pezzo danneggiato, sempre che sia ancora reperibile in commercio.

Malfunzionamento termocoppia

Questo componete si trova unicamente nei piani di cottura a gas e provvede a regolare l’apertura della valvola per la fuoriuscita del combustibile. Un guasto impedisce l’accensione della fiamma e richiede l’intervento di un tecnico.

Trasformatore bruciato

Nei piani di cottura a gas l’accensione è comandata direttamente dalla manopola con cui generare la scintilla. Il trasformatore provvede appunto a trasformare la tensione da 220 V a 24 V per consentire il corretto funzionamento, in caso contrario i bruciatori non si accendono.

l codici errore di un piano ad induzione

Ogni produttore associa un guasto ad un determinato codice di errore che compare sul display, in modo da aiutarti a capire quale possa essere il malfunzionamento. Solitamente è una lettera seguita da un numero che vengono generati dalla scheda elettronica qualora rilevasse un’anomalia. Non ti rimane che leggere il manuale per capire a cosa corrisponde lo specifico codice e capire se puoi risolvere da solo il problema oppure richiedere l’intervento del tecnico.

I nuovi modelli sul mercato