in

Migliori piani cottura con cappa integrata

I migliori piani cottura con cappa integrata selezionati per rapporto qualità/prezzo, oltre a classifica, recensioni e come scegliere, trovi anche il confronto tra i modelli e le migliori offerte. Tra le caratteristiche che ho preso in considerazione ci sono numero di zone cottura, potenza della cappa aspirante, classe di efficienza energetica, silenziosità, sicurezza, design, rapporto qualità prezzo e marca.

La mia classifica

Elica Nikolatesla Fit offre versatilità unica con la sua adattabilità a basi da 60 e 70 cm, tecnologia Autocapture per un’aspirazione intelligente e la funzione Bridge che amplia le possibilità di cottura. Perfetto equilibrio tra design, funzionalità e efficienza energetica.

Electrolux KCD84453CK si contraddistingue per la tecnologia Hob2Hood che regola automaticamente l’aspirazione e la funzione Double Bridge per l’uso di grandi tegami. Eccelle per sicurezza e facilità di manutenzione, con un design che si adatta a ogni cucina.

Elica Nikolatesla Alpha massimizza il comfort in cucina con la tecnologia Comfort Silence per una minore rumorosità e Autocapture per un’aspirazione automatica. Offre funzionalità avanzate come Stop&Go e Warming Mode, integrando sicurezza e praticità in un design elegante.

Beko HIXI 84700 UF si focalizza sull’efficienza energetica con la cappa ProSmart e offre grande flessibilità con la tecnologia IndyFlex. Ricco di funzionalità intuitive come il controllo energia e un design minimale che lo rende adatto a ogni ambiente.

Il mio modello preferito

A mio personale avviso Elica Nikolatesla Fit rappresenta un punto di riferimento nel segmento dei piani cottura a induzione con cappa integrata, grazie alla sua capacità di coniugare innovazione tecnologica e versatilità di installazione.

Con una classe energetica A, offre un’ottima efficienza energetica. La disponibilità in due larghezze, 60 cm e 70 cm, lo rende adattabile a basi standard da 60 cm, un vantaggio non comune in prodotti simili. La tecnologia Autocapture regola automaticamente il livello di aspirazione, mantenendo un equilibrio tra silenziosità, potenza ed efficienza energetica.

La funzione Bridge permette di unire due zone di cottura per l’utilizzo di pentole rettangolari e ovali di grandi dimensioni, mentre la capacità massima di aspirazione di 620 m³/h garantisce un ambiente cucina libero da odori in modo efficiente.

La capacità di Elica Nikolatesla Fit di integrarsi perfettamente nel piano di lavoro, con un meccanismo di attivazione della cappa mediante una semplice pressione sulla parte centrale, conferisce alla cucina un aspetto elegante e minimale quando la cappa non è in uso.

Inoltre, la presenza di una speciale valvola per lo scarico di eventuali fuoriuscite di liquidi sulla superficie del piano cottura, insieme ai filtri anti grasso in alluminio rigenerabili e ai filtri a carbone ad alte prestazioni, dimostra un’attenzione alla praticità di utilizzo e alla manutenzione.

Queste caratteristiche, insieme alle tre velocità standard e alle due modalità intensive per l’eliminazione degli odori più difficili, fanno di Elica Nikolatesla Fit una scelta preminente per chi cerca un piano cottura a induzione con cappa integrata che non comprometta né l’efficienza né il design.

Modelli a confronto

Classe Energetica

Analizzando la classe energetica, Elica Nikolatesla Fit si posiziona con un A, indicando un’elevata efficienza energetica. Anche Electrolux KCD84453CK condivide la stessa classe energetica A, segnalando un’attenzione particolare verso il consumo energetico e l’impatto ambientale. Le informazioni disponibili non specificano la classe energetica di Elica Nikolatesla Alpha e di Beko HIXI 84700 UF, rendendo il confronto parziale in questo ambito.

Larghezza e Adattabilità

Nel confronto delle dimensioni, Elica Nikolatesla Fit offre una flessibilità unica, disponibile in 60 cm e 70 cm, adattabili a basi standard da 60 cm, una caratteristica distintiva per chi cerca un’installazione versatile. Beko HIXI 84700 UF, con i suoi 80 cm, e Electrolux KCD84453CK, da 83 cm, si rivolgono a chi dispone di più spazio e necessita di dimensioni maggiori. Elica Nikolatesla Alpha si colloca a un punto intermedio con 78 cm, offrendo un compromesso tra dimensione e spazio di cottura.

Velocità di Aspirazione e Capacità Massima

Sulla capacità di aspirazione, Elica Nikolatesla Fit si distingue con una capacità massima di 620 m³/h, regolabile su tre velocità standard e due modalità intensive. Elica Nikolatesla Alpha, sebbene non specifichi la capacità in m³/h, offre una velocità di aspirazione di 5,1 m/s con regolazione automatica. La mancanza di dettagli specifici su Beko HIXI 84700 UF e Electrolux KCD84453CK limita un confronto diretto su questo aspetto.

Tecnologia e Funzionalità

Riguardo alle tecnologie e funzionalità, Elica Nikolatesla Fit e Alpha vantano la tecnologia Autocapture per la regolazione automatica dell’aspirazione, con Fit che aggiunge la funzione Bridge per l’unione di zone di cottura. Beko HIXI 84700 UF introduce la tecnologia IndyFlex per la flessibilità di cottura e varie funzionalità per un utilizzo intuitivo, mentre Electrolux KCD84453CK sfrutta la Hob2Hood per un’aspirazione automaticamente regolata e la Double Bridge per l’uso di tegami più grandi, dimostrando un’attenzione all’innovazione tecnologica e all’esperienza utente.

Sicurezza e Manutenzione

Sulla sicurezza, Elica Nikolatesla Fit e Alpha incorporano sistemi di blocco bambini, una misura preventiva contro l’attivazione accidentale. Analogamente, Electrolux KCD84453CK dispone di un sistema di protezione per bambini. Beko HIXI 84700 UF, oltre alla sicurezza, enfatizza la presenza di un sistema di blocco bambini migliorando l’accessibilità e la sicurezza per le famiglie.

Installazione e Design

Per quanto riguarda installazione e design, tutti i modelli analizzati offrono un’estetica moderna e una compatibilità con varie configurazioni di cucina. Elica Nikolatesla Fit si distingue per la sua capacità di adattarsi a basi standard da 60 cm, una caratteristica condivisa con la sua variante da 70 cm, mostrando un’elevata versatilità. Electrolux KCD84453CK, con la sua larghezza di 83 cm, e Beko HIXI 84700 UF, da 80 cm, si indirizzano verso spazi più ampi, mentre Elica Nikolatesla Alpha si posiziona in una fascia intermedia con 78 cm.

Rumorosità e Comfort

Il confronto sulla rumorosità evidenzia l’impegno di Elica Nikolatesla Alpha nell’offrire un ambiente cucina confortevole grazie alla tecnologia Comfort Silence, che riduce significativamente l’impatto sonoro dell’aspirazione. Benché Beko HIXI 84700 UF sottolinei un miglioramento acustico con un isolante che riduce di 7 dB il rumore, mancano dati quantitativi specifici per Electrolux KCD84453CK e Elica Nikolatesla Fit per un confronto diretto.

Innovazione e Servizi Aggiuntivi

Infine, nell’ambito dell’innovazione e dei servizi aggiuntivi, Elica Nikolatesla Fit e Alpha si distinguono per l’integrazione di tecnologie all’avanguardia come Autocapture e Comfort Silence, oltre alla possibilità di rigenerazione dei filtri a carbone, promuovendo così la sostenibilità. Electrolux KCD84453CK risalta per la funzione Breeze e la facilità di manutenzione del filtro anti grasso, mentre Beko HIXI 84700 UF si concentra sulla flessibilità e sulla personalizzazione dell’esperienza di cottura grazie al Controllo Energia e alle varie funzionalità di cottura avanzate.

Come scegliere un piano cottura con cappa integrata

Un piano di cottura ad induzione di per se offre già notevoli vantaggi non dovendo utilizzare il gas. Rimane il fatto che per il suo posizionamento si è condizionati dall’installazione di una cappa per aspirare i fumi. Per ovviare a questo problema e avere la massima flessibilità, si può optare per un modello con cappa integrata. Per una giusta scelta è necessario tenere in considerazione le caratteristiche sia del reparto cottura che aspirazione.

Consumi

Uno degli aspetti più importanti, come spesso accade, è il consumo. L’utente ha ormai imparato ad osservare con attenzione l’etichetta energetica di un qualunque elettrodomestico, per rendersi conto di quando sia virtuoso sotto questo aspetto. Per un piano ad induzione che viene utilizzato con grande frequenza, il risparmio energetico alla lunga è un fattore che incide sul costo della bolletta.

Oltretutto, in questo caso, c’è il consumo aggiuntivo per il funzionamento della ventola di aspirazione. In commercio esistono modelli con classe di efficienza energetica che vanno dalla A fino ad arrivare ai più prestazionali che possono fregiarsi di una A+++. Per un famiglia numerosa che utilizza il piano di cottura anche per molte ore al giorno, la scelta di un modello efficiente nei consumi è quanto mai consigliabile.

Il single o la coppia che magari deve cucinare solo la sera, può tranquillamente cercare modelli più economici in classe A, che tuttavia offrono consumi soddisfacenti.

Portata d’aria

Per avere risultati soddisfacenti è necessario scegliere un prodotto con un adeguato potere aspirante. Il valore che esprime questa qualità è rappresentato dalla massima portata d’aria. Per modelli di fascia medio-alta ci possono essere delle sostanziali differenze, andando dai 550 metri cubi all’ora di quelli meno potenti, per arrivare ai quasi 700 dei piani di cottura più performanti.

Anche in questo caso la scelta dipende esclusivamente dalle necessità. In linea di massima un modello con una portata attorno ai 600/650 metri cubi all’ora garantisce un’aspirazione più che soddisfacente.

Funzionalità

Tra gli aspetti più importanti da valutare ci sono le funzionalità offerte da un piano di cottura ad induzione con cappa integrata. Il numero di livelli di potenza selezionabili variano a seconda dei modelli. Più alto è il valore e maggiore sarà la praticità e la flessibilità nel cuocere.

Tra le funzioni disponibili non dovrebbe mancare quella che permette di avere la massima potenza in breve tempo per scaldare rapidamente anche grosse pentole. Altra modalità molto comoda è chiamata Stop&Go: consente di arrestare momentaneamente il processo di cottura in caso di emergenze (suonano alla porta, rispondere al telefono, ecc.); con un semplice tocco si portano tutti i livelli di potenza al minimo, potendo lasciare il piano di cottura incustodito senza pericoli. Si tratta di prerogative tipiche dei piani a induzione, e a tal riguardo è bene assicurarsi che la propria batteria di pentole sia compatibile con questa tecnologia.

In alcuni modelli è presente la possibilità di unire due zone adiacenti per crearne una di più grosse dimensioni. È una funzione molto utile per utilizzare anche pentole particolari come una pesciera. La modalità reStart permette di reimpostare tutti i valori in casi di spegnimenti accidentale.

Per quanto riguarda la ventola di aspirazione, nei modelli migliori funziona in maniera automatica comunicando direttamente con il piano ad induzione, mentre più comunemente si comanda manualmente dal pannello di controllo.

Sicurezza

Una nota a parte meritano le funzioni di sicurezza fondamentali per l’utilizzo di questa tipologia di elettrodomestici. Per prima cosa non deve mancare un sistema per blocco dell’accensione per evitare un avvio accidentale.

Indispensabile anche il blocco tasti durante il funzionamento per garantire la massima sicurezza in presenza di bambini, soprattutto quando si lascia incustodito il piano di cottura. Infine è bene disporre di sistema di spegnimento automatico in caso una o più zone di cottura rimanga accesa o funzionante alla massima potenza per troppo tempo.

Struttura

Dal punto di vista strutturale i piani di cottura con cappa integrata finiscono con assomigliarsi un po’ tutti. La ventola di aspirazione non può che essere posizionata centralmente con la sola differenza tra una forma della grata circolare o rettangolare.

Il pannello per il controllo delle funzioni è posto nella parte bassa, deve essere semplice, d’immediato utilizzo e con i tasti ben visibili e distanziati. I materiali utilizzati sono decisamente standard con la presenza di una possibile cornice in acciaio per conferire maggior eleganza e una griglia di protezione della ventola in ghisa o comunque in materiale resistente al calore.

Rumorosità

È un valore che non sempre viene fornito dai produttori. Solitamente è presente sull’etichetta energetica ma in alcuni casi è omesso. Visto il tipo di utilizzo non è comunque un dato fondamentale, e dipende esclusivamente dalla velocità di rotazione della ventola.

I valori forniti si riferiscono alla massima rumorosità emessa dal sistema d’aspirazione. I modelli più silenziosi si attestano su valori appena sotto i 60 dB mentre i più rumorosi raggiungono anche i 70/71 dB.

Potenza

La massima potenza elettrica assorbita non è un valore particolarmente significativo essendo praticamente uguale per ogni modello presente sul mercato. Controllando i dati tecnici forniti dai diversi produttori si attesta sui 7,4 kW. Più interessante è invece la potenza del motore elettrico della cappa integrata: per avere buone prestazioni in fase di aspirazione è necessario avere adeguata potenza per generare grosse portate d’aria.

Domande frequenti