Migliori Piani cottura a Gas

di

Classifica dei migliori piani cottura a gas selezionati per funzionalità, efficienza energetica, qualità dei materiali, potenza, sicurezza e design.

Migliori Piani cottura a gas

Classifica e Recensioni dei migliori piani cottura a gas

Tabella Comparativa

Modello Numero Fuochi Dimensione Piano Potenza
Whirlpool AKT 735/IX 5 75 cm 3500 Watt
Bosch PRR7A6D70 5 75 cm 4200 Watt
Smeg P705ES 5 72 cm 3500 Watt
Electrolux PQ640X 4 60 cm 3200 Watt
Siemens ER9A6SD70 5 90 cm 2800 Watt
Miele KM 3054 5 94 cm 2700 Watt

 Whirlpool AKT 735/IX

Dedicato a chi è alla ricerca di un piano cottura dall’aspetto classico ma che garantisca alte prestazioni, questo modello proposto da Whirlpool si colloca in cima alla nostra classifica per il suo conveniente rapporto tra qualità e prezzo. Si tratta di un piano cottura a cinque fuochi, con cruscotto collocato sul piano frontale.

Ideato per essere incassato, questo prodotto è interamente realizzato in acciaio Inox: secondo la nostra opinione una scelta versatile, perché si colloca al di fuori delle mode estetiche, regalando un design adatto a qualunque tipo di contesto d’arredo.

I comandi ergonomici, collocati in modo intuitivo e facili da raggiungere, si inseriscono con discrezione nell’estetica del pannello senza rovinare l’armonia dell’insieme. Con una potenza massima di 3500W, Whirlpool ci offre un piano cottura adatto anche a chi è particolarmente esigente riguardo le prestazioni, permettendo di raggiungere alte temperature in poco tempo e di regolare con facilità il punto di calore desiderato.

Per noi si tratta di una buona scelta, perché in grado di combinare senza sforzo una evidente ricerca tecnica, capace di migliorare la facilità d’uso, a un design essenziale ma raffinato.

Bosch PRR7A6D70

Al secondo posto nella nostra guida all’acquisto, si colloca il piano cottura a gas Serie | 8 PRR7A6D70 prodotto dal marchio Bosch. Selezionato per la sua estetica ricercata e per le funzionalità innovative, questo prodotto è realizzato in cristallo vetroceramico nero.

Il design, caratterizzato da linee essenziali ma di forte impatto, lo colloca di diritto in cima alla classifica dal punto di vista estetico. Tutti i materiali sono stati selezionati per la loro grande resistenza alle alte temperature e per la semplicità di pulizia.

Le resistenti griglie d’appoggio, per esempio, sono pensate per poter essere comodamente rimosse e lavate in lavastoviglie: sicuramente una buona scelta per chi è attento all’igiene ma desidera semplificare le operazioni di manutenzione del piano cottura. La regolazione della fiamma è agevolata dalla tecnologia Flame Select, che permette di regolare i fuochi scegliendo tra 9 diversi livelli di potenza, andando incontro a tutte le esigenze di cottura.

Ultimo punto importante per una recensione completa di questo gioiello della Bosch, il fuoco centrale FastWok. Dotato di un sofisticato sistema ”dual flame” con doppia regolazione, è indicato per chi sente la necessità di grande potenza: ben 4.200W, adatti a grandi recipienti o a preparazioni particolarmente abbondanti. Secondo la nostra opinione si tratta della scelta giusta per le famiglie numerose o per chi è alla ricerca grandi prestazioni, senza per questo rinunciare all’estetica di un prodotto dal design ricercato.

Smeg P705ES

La lucentezza dell’acciaio Inox di alta qualità e una finitura con trattamento Ever Shine per esaltarne la bellezza: la ricerca di un’estetica elegante e moderna rappresenta il maggiore pregio del modello P705ES di Smeg.

Questo piano cottura dispone di ben cinque fuochi alimentati a gas di cui uno, quello centrale, pensato per raggiungere rapidamente alte temperature grazie a una potenza di 3500W. Si tratta di un prodotto sicuramente indicato per chi sia alla ricerca di un modello semplice e resistente, che faccia della bellezza il suo punto di forza ma senza sacrificare potenza e funzionalità.

Questo elettrodomestico dispone di griglie e cappellotti realizzati in acciaio Inox a finitura lucida, perfettamente inseriti nell’armonia estetica dell’insieme. Grazie all’accensione elettronica, incorporata nelle manopole, l’utilizzo del piano cottura risulta immediato e di grande praticità per l’utente.

Le valvole di sicurezza a rapida reattività riducono al minimo il rischio di fughe. Secondo la nostra opinione si tratta di un prodotto indicato per le cucine più moderne e luminose, quando le esigenze legate all’estetica siano superiori a quelle di praticità. Pur trattandosi di un piano cottura a gas che non ha nulla da invidiare ai modelli di punta, infatti, la finitura lucida potrebbe risultare di difficile manutenzione nella quotidianità di una vita frenetica.

Electrolux PQ640X

Il piano cottura consigliato al quarto posto di questa classifica è il modello PQ640X di Electrolux. Caratterizzato da un’estetica rigorosa che ricorda i piani cottura a gas di una volta, questo prodotto si distingue per bordi sottili che permettono di incassarlo perfettamente su ogni piano d’appoggio: una buona scelta per chi necessita di un elettrodomestico a incasso capace di integrarsi con semplicità al mobilio della cucina.

Il piano, realizzato in acciaio inossidabile a finitura lucida e griglie in tonalità nera a contrasto, è pensato per limitare al minimo il rischio di schizzi e scoli nell’area circostante: merito dei bordi leggermente rialzati rispetto al fondo, che trattengono i liquidi per una maggiore praticità e semplicità d’uso.

Una praticità che prosegue anche nella scelta dei supporti riduttori per le pentole, più larghi rispetto al normale per consentire un appoggio più stabile e ridurre al minimo il rischio di rovesciamenti accidentali. Le manopole ergonomiche, posizionate sulla parte frontale del piano, garantiscono una regolazione facile e precisa dell’intensità dei quattro fuochi a disposizione.

Tutto, in questo piano cottura, è stato pensato per offrire un grado di comfort d’utilizzo ottimale: la flessibilità dei materiali utilizzati, per esempio, consente di sostenere un peso maggiore rispetto ai modelli precedenti, per rendere possibile preparazioni che ricorrono a grandi tegami.

Con una potenza massima di 3000W, raggiunta dal fuoco laterale più grande, questo prodotto si colloca secondo la nostra opinione tra i migliori di fascia medio-alta. Si tratta di una buona scelta per chi sia alla ricerca di una cucina domestica elegante e di buona qualità.

Siemens ER9A6SD70

Chi è alla ricerca di potenza e alte prestazioni potrà trovare risposta nel modello iQ700 proposto da Siemens. Questo piano cottura si presenta con un’estetica raffinata e rigorosa, giocata su linee che mirano all’essenzialità e sui toni naturalmente eleganti del nero.

L’elettrodomestico presenta cinque fuochi alimentati a gas, di cui uno costituito da un bruciatore turboWok a 6000W di potenza studiato per gestire grandi quantità di cibo e pentole di ampie dimensioni che devono essere portate rapidamente al punto di ebollizione.

Grazie alla tecnologia stepFlame, ogni fuoco può essere controllato con semplicità e portato a nove livelli di potenza, permettendo un approccio professionale alle preparazioni che richiedono un estremo grado di precisione.

Le griglie d’appoggio sono realizzate in robusta ghisa e possono essere lavate in lavastoviglie senza timore di danneggiarle o rovinarne l’estetica: inalterabili al calore, conserveranno a lungo il loro aspetto curato e la semplicità di pulizia renderà più agevole la manutenzione del piano cottura.

Completa questo modello il display digitale, che informa l’utente dei livelli di calore scelti e raggiunti, in modo da fornirgli un immediato quadro della situazione. Secondo la nostra opinione potrebbe essere la scelta giusta per chi ricerca un piano cottura di qualità semi-professionale anche tra le mura domestiche.

Miele KM 3054

La tradizionale alimentazione a gas unita a comandi elettronici all’avanguardia: Miele coniuga con successo la tradizione all’innovazione tecnologica. Questo piano cottura è dotato di cinque fuochi a intensità regolabile, che fanno della sicurezza il punto di forza dell’elettrodomestico.

Con le funzioni GasStop and ReStart l’interruzione accidentale del gas e lo spegnimento della fiamma non saranno più un problema: la fiamma spenta si riaccende da sola e ogni interruzione di gas provoca la chiusura automatica dell’erogatore.

Tutto il modello presenta dettagli di facile pulizia, per una manutenzione facilitata della cucina: i bruciatori PerfectClean rimangono puliti a lungo e le griglie possono essere lavate in lavastoviglie senza fatica.

Anche il pannello di controllo dimostra attenzione per i dettagli che semplificano l’utilizzo quotidiano, grazie al posizionamento a ventaglio delle manopole e all’accensione elettronica integrata QuickStart, che permette di accendere i fornelli senza premere, con una sola mano.

Secondo il nostro punto di vista, questa cucina rappresenta il giusto compromesso tra l’aspetto dell’efficienza energetica, garantita da una cottura a gas tradizionale, e i vantaggi offerti dalle tecnologie moderne. La cura per i dettagli non tralascia le scelte di design, che regalano un piano di cottura a incasso raffinato e senza fronzoli.

Offerte Piani Cottura a gas

Come scegliere un piano cottura a gas

Il piano cottura a gas è, tutt’oggi, la tipologia di piano cottura più usata, comune e desiderata. Questo perché offre alcuni vantaggi come, ad esempio, la compatibilità con tutti i tipi di pentole, la facilità di gestione, il costo contenuto e la versatilità applicabile ai soggettivi modi di gestire la cucina e di cucinare. Vediamo come ci si dovrebbe orientare nel mercato dei piani cottura a gas e come fare la scelta migliore a riguardo. Queste sono le caratteristiche da valutare, prima dell’acquisto:

La grandezza ed il numero di fuochi

I piani cottura a gas hanno dimensioni standard. La più comune è quella da 60 cm, compatibile con la maggior parte delle cucine. In linea di massima è una grandezza che soddisfa le esigenze di una famiglia media e non porta via troppo spazio sui piani di lavoro.

Tuttavia esistono piani cottura di dimensioni maggiori, fino a 90 cm ed oltre: prima di sceglierne uno più grande, però, è bene prendere bene le misure della propria cucina e rendersi conto di quanto spazio occuperebbe. Spesso sono preferibili 30 cm di piano lavoro in più anziché di fuochi, soprattutto se non si ha la fortuna di avere una cucina molto grande e spaziosa.

Un altro aspetto da considerare, relativamente alle dimensioni del piano cottura, è il numero di fuochi. Comunemente ce ne sono quattro ma sono disponibili modelli che ne prevedono cinque: il quinto è, tendenzialmente, più grande e posto al centro.

È molto utile per chi ama cucinare menù particolarmente elaborati e per parecchie persone: ad esempio, posizionando la pentola delle preparazioni più lunghe sul fornello centrale si avranno ancora tutti i fuochi a disposizione, ben gestibili, per poter cucinare in contemporanea altri cibi ed ottimizzare i tempi.

Funzionalità

I piani cottura a gas più moderni propongono alcune funzioni molto utili, delle quali è bene tenere conto in fase di acquisto. Il più interessante è la possibilità di personalizzare il piano secondo i propri gusti ed esigenze. Solitamente, il piano cottura è dotato di pulsanti, ognuno corrispondente alla gestione di un fuoco.

Gli elettrodomestici che offrono il servizio di personalizzazione consentono di modificare la disposizione di questi pulsanti secondo il proprio gusto personale: una cosa molto utile, soprattutto per chi cucina ogni giorno ed in tempi stretti. Ricreando la disposizione a cui si era abituati si evitano inutili perdite di tempo e si rende più agile tutta l’operazione di preparazione dei cibi.

Potrebbe sembrare una banalità, invece, quando si sta ai fornelli con l’orologio alla mano ed i minuti contati, andare a colpo sicuro secondo il proprio schema mentale è un grande vantaggio. Per quanto riguarda i pulsanti è anche importante che siano grandi e facilmente maneggevoli: spesso si accendono e spengono i fuochi con una sola mano, avendo l’altra impegnata a cucinare, quindi è comodo che i pulsanti siano ben gestibili.

Molti piani cottura a gas prevedono la possibilità di essere modificati e funzionare a GPL: un modo per risparmiare, in termini di bolletta, soprattutto in quelle famiglie dove si cucina molto ed i consumi di gas sono importanti.

Materiali e design

Il piano cottura a gas è un elemento a vista, parte integrante dell’arredamento della cucina. È, pertanto, fondamentale che non stoni col resto del contesto e che sia esteticamente piacevole, per diventare un valore aggiunto dell’ambiente, oltre che un elemento strettamente funzionale.

A questo proposito giocano un ruolo importante i materiali. I più usati sono acciaio inox e ceramica, bianca o colorata. Per quanto riguarda l’acciaio è sicuramente un materiale pregiato, indistruttibile e con vita infinita. È anche, probabilmente, quello più bello esteticamente. C’è da considerare, però, che è purtroppo soggetto ai graffi: sfregamenti accidentali con pentole, stoviglie, forchette o coltelli potrebbero danneggiarlo in modo irreparabile così come un incidente in cui cade una pentola o un piatto o un lavaggio con una spugna non adeguata o un detergente troppo aggressivo.

Inoltre, il piano cottura in acciaio andrebbe sempre asciugato attentamente e lucidato, dopo ogni lavaggio, altrimenti formerà delle antiestetiche macchie, che compromettono la sua bellezza e lucidità. La ceramica è più resistente rispetto ai graffi anche se corre il rischio di creparsi o spaccarsi in caso ci cada sopra qualcosa di pesante. Tuttavia, la ceramica resta un materiale di più semplice gestione: è facile da pulire, resiste ad ogni tipo di spugna o detersivo, anche i più aggressivi, non necessita di essere lucidata in quanto non forma macchie di calcare o aloni.

In commercio esistono piani cottura in ceramica di diversi colori, oltre al bianco, per poter scegliere quello che meglio si addice alla propria cucina ed al proprio gusto personale. Un’idea che si vede sempre più spesso, anche sulle riviste specializzate, è scegliere il piano cottura in colore a contrasto: ad esempio bianco in una cucina scura o nero in una cucina bianca.

Il prezzo

Uno dei punti di forza del piano cottura a gas, rispetto ad altre tipologie di fuochi, è che resta il modello meno costoso. È quindi importante, a prescindere da marche e brand più o meno quotati, che il piano cottura a gas abbia un prezzo giusto, perché in caso costasse quanto una tipologia di fuoco a prestazioni obiettivamente maggiori, si perderebbe tutta la convenienza della scelta fatta.

Naturalmente i prezzi variano in base a diverse caratteristiche: la grandezza, i materiali, la casa produttrice più o meno importante ma, in linea di massima, per un ottimo piano cottura a gas non bisognerebbe superare i 400-450 euro. Esistono, comunque, ottimi prodotti dalle buone funzionalità a prezzi estremamente competitivi, anche a partire da 100-150 euro.

Queste sono, tendenzialmente, le cifre che assicurano un coefficiente di qualità/prezzo accettabile e conveniente. Al prezzo di acquisto andrà, naturalmente, sommata la parcella per l’idraulico che effettuerà la messa in posa: si consiglia di far sempre eseguire quest’operazione ad un professionista, in modo da rispettare tutte le regole di sicurezza ed evitare futuri incidenti che potrebbero causare danni a sè stessi oppure rompere o danneggiare il piano cottura stesso.

[Voti: 165    Media Voto: 4.9/5]
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, una newsletter che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.