Migliori Camini a Pellet

di

Classifica, Recensioni e Offerte dei Migliori Camini a pellet sul mercato, selezionati dalla nostra redazione per potenza riscaldante, funzioni automatizzate, tipologia di installazione, sicurezza, prezzo e marca.

Classifica e Recensioni dei migliori Camini a Pellet sul mercato

Tabella comparativa

Modello Potenza Termica (kW) Rendimento (%) Autonomia massima (ore)
Mcz Vivo 90 pellet 10 >90 48
Ravelli R 1000 9,6 >90 6,5
Edilkamin Pellbox SCF 10 90,3 36
Montegrappa Pellet Power 15,5 >90 55
Thermorossi Insert 60 12 92 24
Karmek One Berlino 1 12 85 23

Mcz Vivo 90 pellet

Mcz Vivo 90 pellet è un camino a pellet di forma allungata nel senso orizzontale, offrendo così alla vista un fronte di fiamma largo e dal piacevole effetto panoramico che ricorda la combustione della legna in un camino tradizionale.

Installabile in posizione bassa, quindi vicino al pavimento, questo prodotto a gestione automatizzata della combustione può essere utilizzato da solo o in abbinamento a sistemi di canalizzazione dell’aria, per riscaldare anche altri ambienti.

Le funzioni automatizzate del camino a pellet possono essere controllate dal telecomando in dotazione: oltre alla programmazione giornaliera o settimanale, è possibile impostare diverse temperature per altrettante fasce orarie durante la giornata. Il telecomando, inoltre, funziona anche da termostato, comunicando al camino la temperatura esatta del punto in cui viene riposto, e può gestire i flussi d’aria se si installa il kit apposito.

Secondo la nostra opinione, si tratta di un prodotto particolarmente comodo da utilizzare: in aggiunta al telecomando, è possibile infatti installare un kit che permette di controllare il camino a pellet tramite SMS, WiFi e app dedicata, disponibile per Android e iOS. In questo modo, anche quando ci si trova fuori casa si può programmare l’accensione per trovare casa calda al rientro, e gestire tutte le funzioni a disposizione.

La potenza termica nominale 10.5 kW, per un rendimento al massimo regime del 93,10 %, e il serbatoio da 58 litri garantisce al prodotto un’autonomia compresa tra 17 e 48 ore di funzionamento consecutivo, con un consumo orario di 0,8 – 2,2 Kg di pellet.

Mcz Vivo 90 pellet può riscaldare un volume di 258 m³, è in Classe energetica A+ e possiede i requisiti per ottenere agevolazioni fiscali ed accedere agli ecoincentivi per la sostituzione di vecchi impianti termici.

Ravelli R 1000

Ravelli R 1000 è un camino a pellet inserito nella classifica dei migliori sul mercato per i numerosi accorgimenti con cui è realizzato, che ne fanno una buona scelta per chi cerca un prodotto completo e moderno.

Lo studio sui flussi aerodinamici interni ha portato allo sviluppo di un canale di areazione che ottimizza la resa termica e protegge il vetro ceramico da fumi e residui, aiutando a tenerlo pulito durante il funzionamento.

La camera di combustione, inoltre, è realizzata in un particolare materiale a base di verniculite, che ottimizza la distribuzione del calore e fa in modo che le pareti interne, oltre a risultare più resistenti agli shock termici per una maggiore durata, immagazzinino la temperatura per rilasciarla gradualmente, a tutto vantaggio della resa termica e della pulizia, perché sfrutta il fenomeno della pirolisi.
In questa recensione ci soffermiamo sulle avanzate tecniche costruttive del prodotto, equipaggiato con braciere in ghisa e uno scambiatore di calore in acciaio inox. Il materiale, oltre a garantire una durata superiore nel tempo rispetto ad altri metalli più dolci, può essere lavorato in sezioni più piccole per aumentare la capacità di scambio termico, con un conseguente incremento della resa termodinamica.

La potenza termica introdotta va da un minimo di 4,1 a un massimo di 9,6 kW, per un consumo orario compreso tra 0,85 e 2 Kg di pellet, con una resa dell’ 87,9%. Il serbatoio da 13 Kg permette così un’autonomia di funzionamento di 6,5 ore a massimo regime fino ad arrivare a 15 ore se si utilizza il camino al minimo della potenza.

Ravelli R 1000, dalle dimensioni di 79 x 58,8 x 45,2 centimetri, è dotato del cronotermostato per programmare accensione e spegnimento e di un pratico telecomando che permette di regolare temperatura e potenza di esercizio a proprio piacimento.

Edilkamin Pellbox SCF

Realizzato internamente in ghisa, Edilkamin Pellbox SCF è un camino a pellet che segnaliamo in questa recensione per la sua praticità di utilizzo e installazione.

L’installazione è semplificata dalla ventilazione forzata dei gas di scarico, così da non dover necessariamente collegare il camino a una canna fumaria, per una maggiore libertà di installazione nell’ambiente da riscaldare. Si possono così scaldare anche gli ambienti adiacenti con un’unica fonte di calore, perché l’aria calda in uscita può essere convogliata con un sistema di canalizzazione.

Dotato di sfiati frontali per godere dell’aria calda generata, presenta sullo stesso lato un comodo cassetto di caricamento del pellet e un pannello di controllo chiaro e schematico dal quale controllare tutte le funzionalità, richiamabili anche dal telecomando in dotazione.

Il programmatore orario permette di scegliere i momenti desiderati di accensione e spegnimento automatico, oltre a lasciare la possibilità di un controllo manuale, e per ottimizzare la resa energetica le funzioni Fire Control e Confort Clima regolano accensione e modulazione di potenza per mantenere la temperatura impostata, appena questa viene raggiunta.

Un prodotto dalle caratteristiche tecniche avanzate e moderne, che misura 79 x 50 centimetri (in larghezza e profondità), con un’altezza variabile da 93 a 117,5 centimetri. La potenza utile va da 3 a 10 kW, per un consumo orario compreso tra 0,7 e 2,6 Kg di pellet e un rendimento del 90,3%.
L’autonomia di funzionamento continuo del serbatoio da 25 Kg arriva così a un massimo di 36 ore, durante le quali è possibile controllare tutte le funzioni di Edilkamin Pellbox SCF attraverso il Kit WiFi e il combinatore telefonico GSM offerti come optional.

Una nota importante, in questa guida all’acquisto, per chi è attento alle detrazioni fiscali: l’elettrodomestico che trattiamo in questa classifica rientra nella lista di modelli che permettono di accedere agli econcentivi previsti per chi sostituisce vecchi impianti di riscaldamento con i nuovi e più efficienti sistemi di riscaldamento.

Montegrappa Pellet Power

Disponibile in 6 varianti di rivestimento caratterizzate da tratti eleganti e ricercati, Montegrappa Pellet Power è un camino ventilato a pellet monoblocco con caricamento su entrambi i lati.
La possibilità di rifornire il pellet sia da destra che da sinistra rende questo prodotto una buona scelta per chi non vuole troppi vincoli nell’arredamento di casa, garantendo così versatilità e adattabilità in fase di installazione.

Il materiale della struttura è in  acciaio ad alto spessore, rivestito con vernici specifiche per le alte temperatura. Nella camera di combustione, anch’ essa in acciaio con porta in vetroceramica, troviamo il bruciatore in ghisa e un “catalizzatore-frangifiamma” in ceramica refrattaria che permette di ottimizzare la combustione.
Acciaio che ritroviamo anche nel serbatoio del pellet da 50 Kg capace di un’autonomia massima di ben 55 ore al minimo del potenziale, e anche a pieno regime le 14 ore garantite sono comunque un valore di tutto rispetto.

Un prodotto solido quindi, che segnaliamo in questa recensione anche per la completezza delle sue funzioni: dal pannello di controllo si può programmare il cronotermostato, e gestire tutte le funzionalità che possono essere svolte dalla centralina elettronica: accensione e spegnimento, alimentazione del pellet, modalità di ventilazione, gestione fumi di scarico e allarmi sono completamente automatizzate, per una estrema praticità d’utilizzo.

Un camino a pellet in Classe energetica A+ che con una potenza certificata compresa tra 4,3 e 15,5 kW di è in grado di riscaldare una superficie di 176 m2, con un consumo orario che va da 0,91 a 3,51 Kg di pellet, per un rendimento termico superiore al 90%.

Thermorossi Insert 60

All’interno della classifica dei migliori camini a pellet sul mercato, Thermorossi Insert 60 è secondo la nostra opinione una buona scelta per chi ha necessità di recuperare gli spazi dei vecchi camini ormai in disuso, perché con le sue dimensioni compatte si adatta bene alle nicchie già esistenti.

Il prodotto può riscaldare un’area di 96 m², valore di certo superiore rispetto al vecchio caminetto a legna di cui prende il posto, con in più la comodità e l’elevata resa energetica date dal funzionamento a pellet.
Il combustibile può essere inserito anche durante la combustione, senza interrompere il funzionamento, grazie al kit rapido mobile grigio acquistabile come optional, mentre dall’ ampio cassetto frontale è possibile estrarre la cenere prodotta nel tempo per la pulizia e lo svuotamento periodici.
Sempre sul frontale, la porta in ghisa provvista di maniglia antiscottatura fa da cornice a un’ elegante finestra in materiale vetroceramico curvo, che restituisce alla vista un’impressione di spazio e ampiezza anche in presenza di un prodotto dalle dimesnioni contenute.
La tecnologia che il produttore italiano ha dedicato a questo elettrodomestico è volta a semplificare le funzioni e migliorare il rendimento termodinamico, grazie alla tecnologia Thermocore dello scambiatore di calore e alla funzione Thermosilent che permette di regolare la ventilazione su livelli bassi, anche alla massima potenza di combustione, per ottenere calore e livelli di silenziosità di assoluto rilievo: solo 36 dB(A).

Thermorossi Insert 60 misura infatti 75,9 x 60,4 x 72,9 centimetri e sviluppa una potenza al focolare che va da 4,8 a 12 kW, con un rendimento del 92%. Prodotto in Classe energetica A+, ha un serbatoio del pellet di 19 litri che con un consumo orario di 0,8 – 2,4 Kg consente un’autonomia di funzionamento di quasi 24 ore al regime minimo, e di 8 ore a piena potenza.

Karmek One Berlino 1

Inserto a pellet a convezione forzata, Karmek One Berlino 1 presenta struttura e rivestimento in acciaio, e il braciere in ghisa.
Venduto con garanzia di 24 mesi, si caratterizza per il design dalle linee semplici ed equilibrate, che secondo la nostra opinione ben si adattano il locali moderni e dallo stile giovane.

L’aspetto di questo camino per la produzione di aria calda canalizzata è in linea con le mode del momento, in cui sempre più spesso si assiste a uno sviluppo orizzontale del frontale, così da avere una fiamma distribuita in larghezza. Questo fa si che l’impatto visivo ricordi il calore dei vecchi caminetti tradizionali a legna, per una sensazione di comfort percepito superiore.

L’elettrodomestico, che segnaliamo in questa guida all’acquisto perché con soluzioni semplici ma funzionali si propone sul mercato con un buon rapporto qualità prezzo, è capace di una potenza introdotta di 12 kW, e di restituire per convezione ed irraggiamento una potenza pari a 10,20 kW, con un rendimento dell’ 85%.

Il volume riscaldabile copre un range compreso tra 112 e 340 m³, consumando mediamente tra 0,85 e 2,17 Kg di pellet ogni ora, per un’autonomia del serbatoio da 20 Kg compresa tra
9 e 23 ore.

Offerte Camini a Pellet

Come scegliere un Camino a Pellet

Il camino a pellet può rappresentare una buona alternativa sia alla stufa che al tradizionale caminetto a legna a cui siamo abituati, ma che non arriva certamente ai livelli di efficienza proposti da questo combustibile alternativo.
La scelta tra stufa e camino, che svolgono la stessa funzione ma con forme e ingombri differenti, è spesso legata a fattori di tipo estetico e funzionali: se è vero che la prima deve essere posizionata all’interno dell’ambiente, e la sua presenza può risultare ingombrante, allo stesso modo per installare un camino a pellet c’è bisogno di una nicchia che deve essere predisposta, se non si possiede già un camino, con conseguenti lavori di muratura da considerare.
In molti casi, sostituire un vecchio camino con uno più moderno a pellet vuol dire però recuperare spazi non più utilizzati ed aumentare le possibilità di riscaldamento della propria abitazione, riducendo allo stesso tempo i consumi.

Ma come si fa a scegliere un camino a pellet che soddisfi le proprie esigenze? Come per le stufe, il primo parametro da considerare riguarda la potenza termica, e il volume (espresso in metri cubi) o la superficie (espressa in metri quadri) che il prodotto riesce a riscaldare. Questa valutazione deve tenere conto sostanzialmente di due fattori: quanto è grande la stanza che vogliamo riscaldare e in seconda battuta bisogna considerare la possibilità di scaldare anche le stanze adiacenti.

Questo è un aspetto importante, perché molti dei moderni camini a pellet in commercio sono dotati di predisposizione per poter canalizzare l’aria calda prodotta, che andrà così a scaldare le stanze adiacenti per ottenere un buon irraggiamento del calore prodotto da una sola fonte energetica.

Potenza termica e superficie (o volume) riscaldabile quindi, ma anche autonomia: tanto più e grande il serbatoio del pellet, tanto più l’autonomia di funzionamento continuo sarà maggiore. Un altro fattore che incide nella scelta di questo genere di prodotto è la possibilità di poter essere comandato a distanza (ad esempio da telefono via sms o WiFI), per gestire le sue funzioni anche da remoto e programmare l’accensione e lo spegnimento.

Tutti i migliori camini a pellet sul mercato sono dotati di funzioni automatizzate, come lo spegnimento ritardato, il cronotermostato, la gestione di fasce orarie, e molti offrono in dotazione anche il telecomando. Un aspetto da considerare, per una scelta consapevole di un prodotto che duri nel tempo, è legato alle tecnologie costruttive: l’impiego di materiali e accorgimenti tecnici che tengano pulito il camino, ad esempio, aiuta a prevenire danni da usura e incrostazioni, che si formano con l’accumularsi dei gas di scarico sulle superfici di scambio termico, e che a lungo andare portano a una diminuzione dell’efficienza energetica del camino.

Un aspetto che al giorno d’oggi sempre più persone prendono in considerazione, quando si valuta l’acquisto di un camino a pellet, è la possibilità di accedere ad incentivi fiscali per la sostituzione di vecchi impianti termici con le nuove soluzioni (camini e stufe a pellet sono un esempio) che permettono maggiore efficienza energetica, quindi consumi ed emissioni ridotte, a tutto vantaggio di costi di gestione e rispetto per l’ambiente.

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Leggi le opinioni di chi ha provato il servizio.

I dati inseriti saranno gestiti nel pieno rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e non ceduti a terzi.

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.