Migliori robot lavapavimenti

I migliori robot lavapavimenti selezionati per autonomia, capacità di pulizia sia a secco che umido, tempi di ricarica, versatilità nella programmazione e rapporto qualità prezzo.

Classifica migliori robot lavapavimenti

Ecovacs Deebot Ozmo T8 AIVI

Ecovacs Deebot Ozmo T8 AIVI

Pro

  • Funzionalità smart molto avanzate
  • Integra una videocamera
  • Rileva gli ostacoli con precisione
  • Sistema di mappatura molto efficiente
  • Batteria di lunga durata

Contro

  • Prezzo alto
  • Stazione di svuotamento automatico non compresa nella fornitura

Per completezza di funzionalità e versatilità d’uso Ecovacs Deebot Ozmo T8 AIVI è un prodotto che ritengo unico nel suo genere. A prima vista può sembrare un classico robot aspirapavimenti con forma circolare, dimensioni leggermente superiori alla media e la solita base di ricarica. In realtà è un apparecchio in grado di aspirare e lavare sfruttando avanzati sistemi di orientamento e mappatura.

Nella parte anteriore è presente una videocamera che utilizza la tecnologia AIVI di acquisizione immagini per creare un database degli ostacoli e ottimizzare così i percorsi di pulizia. Inoltre tramite la funzione Video Butler presente nell’app, posso sfruttare la suddetta fotocamera per controllare in tempo reale l’interno della casa.

Il dispositivo integra ben sei sensori anticaduta situati nella parte inferiore e un ulteriore sensore laser a torretta per meglio calcolare la distanza dagli oggetti e addirittura un sensore per rilevare la presenza di tappeti e moquette.

L’app è tra le più complete che abbia mai provato e offre svariate funzioni, il che rende questo robot un apparecchio davvero intelligente. La già citata possibilità di acquisire video in real time ti permette di controllare, per esempio, se hai lasciato una porta aperta, dimenticato acceso il ferro da stiro oppure spiare il tuo cane mentre sei fuori casa.

Il robot crea ed invia sullo smartphone una mappa virtuale dell’appartamento con indicate le zone pulite e quelle tralasciate. Inoltre disponi di informazioni quali durata della pulizia, carica residua e cronologia di tutte le sessione effettuate. Non manca nemmeno la possibilità di impostare muri virtuali per impedire al robot l’acceso in determinate aree. Interessante anche la funzione Mappa Multipiano, indispensabile per un pratica gestione della pulizia in abitazioni disposte su più livelli.

Durante il test ho potuto costatare anche le buone prestazioni e l’efficacia nel rimuovere polvere e peli di animali domestici. Mi ha sorpreso anche la durata della batteria che raggiunge circa 170 minuti con la modalità automatica.

Un valore che ti permette, con una sola carica, di pulire tranquillamente un appartamento di oltre 100 metri quadri. Per il lavaggio devi riempire il serbatoio e applicare il panno in microfibra riutilizzabile, operazione che può risultare un po’ difficoltosa almeno la prima volta. Ho notato che le macchie più vecchie e coriacee non vengono eliminate del tutto, ma è un aspetto comune alla maggior parte dei robot lavapavimenti.

Ecovacs Deebot Ozmo T8 AIVI è un prodotto che consiglio a chi desidera un apparecchio dalla sofisticata intelligenza artificiale e funzioni smart complete ed avanzate. Soddisfacente la fase di aspirazione mentre ritengo nella norma il lavaggio, efficace solo su macchie di recente formazione.

Il rovescio della medaglia di tale concentrato di tecnologia è il prezzo molto alto, comunque in linea con prodotti top di gamma dei marchi più blasonati che però dispongono della sola funzione di aspirazione. Peccato la scelta commerciale di non includere la stazione di svuotamento automatico, ma offrirla come optional costringendo ad una spesa aggiuntiva.

Xiaomi 26200 Mi Robot Vacuum Mop PRO

Xiaomi 26200 Mi Robot Vacuum Mop PRO

Pro

  • Aspira bene sia pavimenti che tappeti
  • Sistema di mappatura molto efficace
  • Funzioni smart complete
  • App e messaggi vocali in italiano

Contro

  • Elimina solo macchie leggere
  • Serbatoio non di grande capienza
  • Non è possibile escludere zone in modalità lavaggio

Xiaomi 26200 Mi Robot Vacuum Mop PRO è un robot in grado di unire la funzione di aspirazione con il lavaggio pavimenti. Forma e design non hanno nulla di particolare, offrendo dimensioni nella norma e un’altezza appena inferiore ai 10 centimetri. Sulla parte superiore spicca il sensore laser a torretta utilizzato per mappare i locali e durante la navigazione. Il robot si orienta per la casa senza mostrare difficoltà, riconoscendo con precisione gli ostacoli e anche il vuoto grazie ad appositi sensori di collisione, distanza e livello.

La potenza d’aspirazione è senza dubbio l’aspetto che mi ha maggiormente impressionato. Avendo animali domestici mi sono accorto dell’efficacia nella pulizia osservando la quantità di peli raccolti nel serbatoio.

In modalità automatica il dispositivo è anche in grado di modulare la potenza a seconda se passa su un pavimento duro, con moquette oppure sopra un tappeto. Il serbatoio non è molto capiente e ciò mi costringe a più frequenti svuotamenti. Ottima invece l’autonomia della batteria con capacità da 3200 mAh che, nelle condizioni meno gravose, supera abbondantemente le due ore e mezza.

Passando al lavaggio non è nulla di eccezionale riuscendo solo a rimuovere macchie molto leggere. Particolare che non mi stupisce più di tanto e in linea con le prestazioni dei diretti concorrenti. Nulla di negativo da evidenziare per quel che concerne l’app e le funzioni smart.

Alla fine di ogni sessione ricevo sullo smartphone la mappa dettagliata dell’appartamento che posso utilizzare per suddividere le stanze, impostare accessi vietati e muri virtuali. L’unico limite del software è l’impossibilità di escludere zone per il solo lavaggio. Con il telefono posso anche scegliere tra 4 livelli di potenza e che modalità avviare ovvero aspirazione, aspirazione con lavaggio oppure solo lavapavimenti.

Xiaomi Mi Robot Vacuum Mop PRO lo considero un robot dotato di un elevato potere aspirante e una lunga autonomia, quindi capace di tenere ben puliti i pavimenti in abitazioni anche di notevoli dimensioni. La funzione di lavaggio è un valore aggiunto ma non fa certo miracoli, anzi le macchie più ostinate devi per forza rimuoverle manualmente con uno straccio.

Con gli elettrodomestici smart Xiaomi il discorso della lingua è spesso un punto interrogativo. Acquistando l’ultima versione destinata all’Europa trovi impostata dalla fabbrica la lingua inglese, con possibilità di scegliere l’italiano. Ti suggerisco comunque di prestare attenzione ad offerte dai prezzi allettanti presenti su e-commerce stranieri, potrebbero riguardare modelli destinati al mercato interno con di default la lingua cinese.

Rowenta RR7447

Rowenta RR7447 serie 60

Pro

  • Pulisce con precisione
  • Riconoscimento automatico del tipo di pavimento
  • Bassa rumorosità
  • Altezza di soli 6 cm
  • Sistema di mappatura con sensore laser
  • Connessione Wi-Fi

Contro

  • Prezzo alto
  • Funzioni smart con evidenti limiti
  • Ricarica piuttosto lenta
  • Sensori anticaduta poco precisi
  • Sistema di orientamento con qualche incertezza

Rowenta RR7447 serie 60 è un robot in grado di aspirare e nel contempo lavare i pavimenti assicurando una pulizia di buon livello. Il dispositivo rientra nella categoria degli apparecchi smart disponendo di connessione Wi-Fi e controllo tramite app. Inoltre è presente un sensore laser per la mappatura dell’ambiente domestico e rilevare con precisione gli ostacoli.

Devo subito evidenziare che quest’ultimo aspetto non è sempre impeccabile, anzi a volte il robot colpisce con violenza ciò che incontra sul percorso oppure si blocca in determinati punti, impiegando alcuni minuti per decidere quale direzione prendere. Anche il sistema anticaduta pecca di precisione, quindi meglio evitare l’utilizzo in presenza di scale.

L’aspetto che ho più apprezzato è la qualità della pulizia grazie alla tecnologia Acqua Force e al buon potere aspirante, a cui aggiungere l’azione della spazzola rotante. Ciò nonostante è necessario tenere presenti i consueti limiti comuni alla maggior parte dei robot lavapavimenti.

Infatti i risultati sono legati alla tipologia di sporco, riuscendo a rimuovere con facilità macchie di recente formazione e avendo molte più difficoltà con residui vecchi di giorni. Altri punti di forza sono lo spessore di soli 6 centimetri che assicura il comodo passaggio sotto i mobili, riconoscimento automatico della superficie e facilità con cui carico il serbatoio dell’acqua e applico il panno in microfibra.

Rowenta RR7447 lo reputo un buon aiuto per la quotidiana pulizia della casa e offre la possibilità di avere un unico apparecchio che aspira e lava pavimenti di qualsiasi tipo. Dimensioni compatte, design elegante, estrema silenziosità, facilità di utilizzo e manutenzione rapida sono gli aspetti più positivi. Il vero punto debole, oltre ad alcune indecisioni dei sensori laser e imprecisione del sistema anticaduta, sono le limitate funzioni smart.

Spesso il motivo che porta alla scelta di un modello dotato di Wi-Fi è la comodità del controllo tramite app e ampia possibilità di personalizzare la gestione dell’apparecchio. Purtroppo sono aspetti del tutto disattesi visto che non ho potuto settare diversi programmi di pulizia giornaliera.

Un sistema che definirei poco intelligente considerando che, in pratica, ho solo l’opportunità di decidere quando avviare il robot allo stesso orario per tutta la settimana. Inoltre manca la funzione per creare comode barriere virtuali e nominare diversi ambienti domestici per pulire solo una zona della casa.

Alla fine Rowenta RR7447 è un modello adatto a chi cerca un apparecchio efficiente nella fase di pulizia e dal semplice utilizzo, ma senza pretendere grandi funzionalità smart e un avanzato sistema di mappatura. Il tutto considerando un prezzo di vendita non certo tra i più convenienti.

iRobot Braava Jet m6

iRobot Braava Jet m6

Pro

  • Rileva automaticamente il tipo di panno applicato
  • Evita gli ostacoli con precisione
  • Possibilità di gestione tramite smartphone o comandi vocali di Amazon Alexa e Google Home
  • Puoi impostare barriere virtuali
  • Spruzzo d’acqua concentrato
  • Si può accoppiare con i modelli Roomba i7 o S9

Contro

  • Prezzo elevato
  • Rimangono i segni delle ruote su pavimenti scuri
  • Lascia un’eccessiva quantità d’acqua dopo il lavaggio
  • Panni usa e getta
  • Consumabili troppo costosi

iRobot Braava Jet m6 è un robot lavapavimenti progettato per consentire la pulizia sia a secco che con acqua. In realtà non è un modello completamente nuovo ma bensì la versione aggiornata del Jet 240. Lo considero un elettrodomestico dotato di accorgimenti tecnici sofisticati e adatto per chi desidera apparecchi smart di ultima generazione, ovvero in grado di connettersi al Wi-Fi di casa per una comoda gestione tramite app oppure attraverso comandi vocali di Amazon Alexa o Google Home.

Una particolarità di questo modello è l’utilizzo di panni usa e getta che vengono riconosciuti in automatico dal robot, il quale imposta la modalità di pulizia a secco oppure umida. Tali caratteristiche offrono una certa praticità d’uso ma anche qualche svantaggio. In apparecchi simili al termine della pulizia devi lavare il panno con cura a mano o in lavatrice prima di riutilizzarlo. In questo caso basta invece sostituire il tampone vecchio con uno nuovo e sei subito pronto a continuare la pulizia. Ciò nonostante nella fornitura sono compresi solo 4 panni e i ricambi risultano parecchio costosi.

Il robot ha un design con forma squadrata per pulire efficacemente i bordi e raggiungere senza problemi gli angoli. Lo spessore, seppur leggermente superiore rispetto ad un modello aspirapolvere, ti consente un comodo passaggio sotto i mobili. Il sistema di navigazione iAdapt 3.0 è molto preciso e si basa sulla mappatura degli ambienti domestici per massimizzare i percorsi di pulizia e ridurre i tempi.

L’utilizzo dell’app ti offre ulteriori opzioni come la possibilità di nominare diverse zone e comandare al robot la pulizia, ad esempio, solo della cucina. Con la medesima facilità puoi impostare muri virtuali impedendo il passaggio in determinati punti della casa. Naturalmente sono presenti anche sensori per rilevare il vuoto ed evitare la caduta dell’apparecchio da eventuali scale.

Per quanto riguarda il lavaggio dei pavimenti la prova ha fornito risultati buoni, nonostante alcuni aspetti migliorabili. Dal punto di vista pratico mi ritengo soddisfatto apprezzando il serbatoio con elevata capacità (540 ml) e facilmente removibile, così come il panno che ho applicato senza difficoltà.

Devo premettere come l’efficacia del lavaggio sia strettamente legata alle condizioni del pavimento. Intendo dire che in precedenza è opportuno rimuovere con cura polvere e piccoli detriti, inoltre sporco e macchie non devono essere troppo vecchie. Altro accorgimento è l’utilizzo del detergente in dotazione, evitando l’aggiunta di altre tipologie visto che in caso di problemi la garanzia potrebbe non rispondere.

I limiti emersi nel corso del test riguardano innanzitutto la difficoltà nel superare ostacoli superiori ai 3 mm, quindi devi controllare che il pavimento sia privo di impedimenti come un semplice filo della corrente o un cavetto USB. Il problema maggiore riguarda però i segni lasciati dalle ruote durante la pulizia. Un aspetto da tenere in seria considerazione qualora avessi per lo più pavimenti molto scuri che amplificano l’effetto. Qualche dubbio lo nutro anche per l’impiego sul parquet vista l’eccessiva quantità d’umidità lasciata al termine del lavaggio.

Considerando l’autonomia della batteria (varia a seconda della modalità impostata) e la capacità del serbatoio, il robot è in grado di coprire una superficie massima di circa 80/90 metri quadri prima di dover ritornare alla base di ricarica. È importante evidenziare che, qualora non avesse terminato la pulizia, alla ripresa ricomincerà esattamente dal punto dell’interruzione.

iRobot Braava Jet m6 è senza dubbio un apparecchio interessante e migliorato rispetto la versione precedente. Tuttavia rimangono alcune criticità il che, considerando il prezzo di vendita molto alto, costringe ad un’attenta riflessione prima dell’acquisto. Gli evidenti segni lasciati dalle ruote e la quantità d’acqua sulla superficie al termine della sessione, ne sconsigliano l’acquisto se hai pavimenti in prevalenza scuri o in legno.

Per pulizia efficace è necessario un utilizzo pressoché quotidiano ma ciò comporta il consumo di un gran numero di panni e una spesa aggiuntiva non certo trascurabile. I punti di forza sono rappresentati dal preciso sistema di navigazione, l’evoluta intelligenza artificiale e la possibilità di accoppiamento con modelli Roomba S9 e i7. Quindi se già possiedi uno di questi prodotti puoi creare, tramite l’app iRobot Home, un’unica sessione di pulizia facendo prima partire l’aspirazione e poi il lavaggio.

iRobot Braava 390T

iRobot Braava 390T

Pro

  • Dimensioni compatte
  • Funzionamento silenzioso
  • Molto semplice da usare

Contro

  • Non è in grado di eliminare le macchie più resistenti
  • Manca l’erogatore del detergente
  • Il panno si inserisce con difficoltà
  • Sistema di mappatura assente
  • Non dispone di connessione Wi-Fi

iRobot Braava 390T fa parte della categoria dei robot lavapavimenti 2 in 1, ovvero in grado di eseguire una pulizia a secco eliminando polvere e peli di animali oppure con acqua per rimuovere sporco e macchie. È il modello più economico ed essenziale proposto dall’azienda statunitense, sebbene il prezzo non sia poi così basso.

Se stai cercando un apparecchio smart di ultima generazione devi rivolgere l’attenzione altrove, infatti non è presente nessuna connessione Wi-Fi e gestione tramite app o assistenti vocali quali Amazon Alexa e Google Home. Anche sistema di navigazione è intelligenza artificiale sono piuttosto elementari ma comunque efficienti e nonostante la mancanza di mappatura, funzioni per nominare diverse zone della casa e impostare barriere virtuali. Tutto questo incide sulla praticità d’uso e ti costringe ad una maggior attenzione nel preparare l’ambiente domestico prima della pulizia, in modo da rimuovere ostacoli che potrebbero compromettere gli spostamenti.

Passando alla prova dei fatti inizio con l’evidenziare il sistema d’inserimento panno non dei più comodi. Risulta invece rapida la rimozione del serbatoio dell’acqua così come il ricollocamento. Per avviare la pulizia puoi scegliere tra modalità a secco o bagnata applicando il relativo panno.

Nel primo caso il robot elimina polvere, capelli e peli di animali domestici con una discreta efficacia, seppur con risultati inferiori rispetto ad un modello aspirapolvere dotato di rullo centrale e spazzola laterale.

Durante la fase di lavaggio noterai da subito la mancanza di un erogatore, col detergente che inumidisce direttamente il panno. Alla fine il livello complessivo della pulizia varia a seconda delle situazioni e dipende, per lo più, dal tipo di sporco e da quanto sono coriacee le macchie.

Purtroppo il robot non riesce a generare l’attrito necessario per eliminare, ad esempio, residui di vino o cibo lasciati il giorno prima e ormai secchi. In questi casi dovrai per forza di cose impiagare un mocio o il classico straccio per rimuovere lo sporco. Non tutti i mali vengono per nuocere, nel senso che una limitata potenza permette di mantenere la rumorosità su livelli contenuti e tra i più bassi della categoria. Altro aspetto positivo sono le dimensioni compatte che permettono di pulire punti altrimenti difficilmente raggiungibili.

iRobot Braava 390T rappresenta una buona scelta d’acquisto? Come spesso accade non c’è una risposta unica a tale quesito e la decisione dipende esclusivamente dalle tue reali necessità. Di certo non è un elettrodomestico in grado di occuparsi da solo della completa pulizia dei pavimenti, può comunque rappresentare un valido aiuto per affiancare altri sistemi. Per ottenere risultati accettabili devi utilizzare quotidianamente l’apparecchio, in modo che eventuali macchie non abbiamo il tempo di seccarsi. Se invece prevedi un impiego saltuario tieni in seria considerazione i limiti sia per la pulizia a secco che con acqua.

Come scegliere un robot lavapavimenti

Il robot lavapavimenti può rappresentare un valido aiuto per le pulizie domestiche, a patto di acquistare un modello adeguato alle tue necessità. La scelta non è certo facile visto che non tutti gli apparecchi offrono le medesime prestazioni e funzionalità, così come il prezzo può subire variazioni anche sensibili.

Quali sono le tue esigenze?

I modelli in assoluto più versatili sono i robot ibridi 2 in 1, ovvero in grado di svolgere sia la funzione di aspirapolvere che lavapavimenti. Devo comunque evidenziare che a fronte del grande vantaggio di avere un apparecchio all in one, la qualità della pulizia non risulta sempre soddisfacente. I prodotti entry level nemmeno aspirano la polvere eliminandola tramite un panno in microfibra e successivamente da sostituire per effettuare il lavaggio. I modelli top di gamma invece offrono la possibilità di scelta tra modalità aspirapolvere, solo lavapavimenti oppure combinata.

Se disponi già di un robot aspirapolvere potresti scegliere un modello che esegue unicamente il lavaggio. In questo caso hai la garanzia di un dispositivo progettato esclusivamente per rimuovere le macchie. Non dimenticare che alcuni marchi come iRobot offrono l’interessanti opportunità di accoppiare tramite app due diversi apparecchi, così potrai creare un’unica sessione di pulizia avviando prima il robot aspirapolvere e subito dopo quello per il lavaggio.

Sistema di navigazione

Dalla qualità dei sensori e dall’intelligenza artificiale più o meno sofisticata dipendono le prestazioni del robot. Ti suggerisco di investire qualche euro in più ma puntare su modelli dotati di sensore laser a torretta, avanzato sistema anticaduta e capaci di distinguere il pavimento duro da moquette e tappeti. Se non hai problemi di budget ci sono anche robot con telecamera integrata che da una parte ottimizzano i percorsi di pulizia e dall’altra ti permettono di acquisire in tempo reale e da remoto le immagini della casa.

Funzionalità smart

Anche per i robot lavapavimenti connessione Wi-Fi e gestione tramite app sono caratteristiche tecniche ormai standard. Ciò che devi verificare è la presenza di funzioni quali invio della mappa dell’ambiente domestico, creazione di barriere virtuali per impedire l’accesso in specifiche zone e suddivisione dei vari locali per avviare la pulizia solo nella stanza selezionata.

Autonomia e capienza serbatoio

Altro aspetto importante è la durata della batteria che incide sull’estensione superficiale gestibile con un’unica carica. Un buon modello deve consentire di aspirare e lavare un appartamento di 100 metri quadri senza necessità di rientro alla base. Non dimenticare nemmeno che una capacità limitata del serbatoio dell’acqua e raccolta polvere ti costringe a frequenti svuotamenti e rabbocchi, interropendo così la sessione di pulizia.

Domande frequenti

Classifiche correlate