in

Migliori forni da incasso compatti

I migliori forni da incasso compatti selezionati per volume, efficienza energetica, programmi cottura, sicurezza, design, rapporto qualità prezzo.

miglior forno da incasso compatto

Siemens CD634GBS1

Recensione

Bosch CBG635BS1

Recensione

Aeg KEK742220M

Recensione

Electrolux EVY9847AAX

Recensione

Whirlpool W7 MS450

Recensione

Samsung NQ50K3130BS

Recensione

 

Come scegliere un forno da incasso compatto

Gli ambienti domestici si riducono rendendo gli spazi vivibili e su misura. Le cucine sono spesse volte accorpate agli ingressi od al salone e gli angoli ad esse riservate sono concentrati in pochi metri quadrati.
In contemporanea arredi ed elettrodomestici vengono progettati con caratteristiche compatte che possono accomodarsi in piccole nicchie fra un mobile ed un altro.

Caratteristiche

Un forno da incasso si differenzia da quello a libera installazione sia per design che per montaggio. Il forno compatto non ha la forma di un mobile, e cinque delle sei facciate che lo compongono non sono ridefinite. Questa caratteristica è fondamentale per un montaggio perfetto che consenta il ricircolo dell’aria fra le intercapedini del vano.

L’inserimento avviene ad un’altezza adeguata che facilita il suo utilizzo: lo sportello può essere posto in basso (in prossimità delle gambe), oppure più in alto consentendo un’apertura più comoda. Il consumatore che sceglie un forno da incasso ha la necessità di ottimizzare gli spazi potendo optare per un’installazione al di sotto del piano cottura o in un angolo a parte.

Le misure sono tipiche di un elettrodomestico compatto: la capienza varia dai 30 ai 50 litri (a differenza dei 60 di un prodotto freestanding), la larghezza può essere di 60 cm con una profondità di 55 ed un’altezza di 45.

La caratteristica della compattezza è assicurata anche dal design: l’acquirente nota subito la differenza poiché il forno da incasso ha un’estetica intuitiva e facile da utilizzare. Pochi pulsanti sono riservati all’accensione ed alla regolazione della temperatura ma i prodotti moderni sono dotati di display touch che rende la superficie pulita ed essenziale.

Tipologie

Le tipologie di forno compatto ad incasso possono essere differenti, optando fra funzionalità elettriche, a gas, combinate o a microonde. Il consumatore può scegliere il modello adatto in base alle proprie esigenze poiché, nella maggioranza dei casi, il risparmio energetico è pressoché identico. Il forno a gas, ad esempio, è indicato per chi ha particolari contratti di fornitura che consentono una notevole riduzione sulla bolletta.

La cottura avviene tramite fiamma il cui bruciatore è posto sul basso ma garantisce un’ottima preparazione di cibi a base di carne e di verdure. Se si cerca un qualcosa di idoneo per la realizzazione frequente di dolci ad alta lievitazione, panificati e pizze il modello elettrico è il più indicato, grazie all’opportunità di cuocere in maniera omogenea su ogni ripiano del forno.

Caratteristica peculiare dell’elettrico è la ventilazione che espande l’aria calda prodotta dalle resistenze (poste su base ed altezza) in ogni angolo dell’elettrodomestico. Il forno a microonde sfrutta una tecnologia avanzata per le cotture rapide: attraverso un sistema elettromagnetico alcune molecole presenti negli alimenti generano calore riscaldando in tempi brevi differenti pietanze.

Consigliato per chi organizza il proprio tempo fra lavoro, casa, famiglia e cucina il forno compatto a microonde viene generalmente associato alla funzionalità elettrica per dar vita ad un prodotto combinato. Le potenzialità di quest’ultimo sono maggiori rispetto agli altri modelli, potendo scegliere la funzione ideale in base al tempo disponibile. Altra combinazione è la cottura a vapore che rappresenta un’innovazione nel comparto culinario. Sono in molti infatti a prediligere una dieta sana ed equilibrata basandosi su ricette che valorizzano la genuinità senza rinunciare al sapore. Si tratta di una tipologia particolare, che merita un approfondimento dedicato: potete trovarlo nella pagina dedicata ai forni da incasso a vapore più avanzati attualmente presenti sul mercato.

Funzioni

Infine i forni multifunzionali rappresentano l’evoluzione dei modelli di base, essendo dotati di differenti programmi che consentono la cottura tradizionale, statica, elettrica ed a microonde. Spesse volte la funzionalità è automatica potendo cucinare in base alla tipologia di cibo semplicemente preimpostando un display. Da ultimo la cottura 3D migliora le prestazioni del forno, ma si tratta di elettrodomestici costosi anche se le loro potenzialità sono consigliate per chi cerca un prodotto versatile.

L’ottimizzazione del tempo è assicurata da alcuni modelli di compatti dotati di sistema vapor clean. Quest’ultimo è un dispositivo che, attraverso l’utilizzo dell’acqua inserita in un’apposita cavità, pulisce l’elettrodomestico senza l’uso di detergenti nocivi. Un sistema di pulizia ancor più efficace lo troviamo nei forni pirolitici, che effettuano una sanificazione completa del vano grazie a un potente colpo di calore che raggiunge i 500 gradi centigradi. Questi modelli non lasciano traccia di sporco, se non una modesta quantità di cenere, molto semplice da asportare con un panno umido.

Ulteriore funzione è il raffreddamento tangenziale, di cui ne sono predisposti diversi forni. Essendo che l’incasso prevede la vicinanza di mobili in legno, il surriscaldamento delle pareti viene monitorato e controllato per diminuire il calore sulle facciate. Il raffreddamento è assicurato anche sul portello del forno costruito con materiali termoriflettenti che riducono la temperatura della superficie rendendola sicura al tatto.

Oltre al vetro termoriflettente i materiali di cui è composto un forno compatto ad incasso devono essere valutati con la massima attenzione. I forni da incasso a microonde, ad esempio, possono essere rivestiti in vetroceramica che aumenta la diffusione del calore riducendo il consumo energetico. Elemento cardine è l’acciaio inox utilizzato principalmente per l’esterno in combinazione con vetri il cui colore rimane piuttosto una questione di estetica. La superficie interna è, in molti casi, liscia e priva di scanalature progettata per facilitare la pulizia e diminuirne l’usura.

Classe energetica

Per scegliere un forno compatto ad incasso è buona norma leggere l’etichetta energetica di cui sono forniti tutti gli elettrodomestici. La maggior parte dei modelli ha un consumo contrassegnato dalle lettere B ed A, ma i prodotti di ultima produzione raggiungono la A+, a denotare la massima efficienza nel risparmio. Un prodotto di medie dimensioni (capacità di 50 litri con funzionamento elettrico) denotato con la classe A+ può avere potenza di 1400 Watt, a differenza di un microonde da 22 litri che consuma circa 750 Watt.

Prezzo

L’acquirente può optare per un modello base, semplice da utilizzare ma con pochi programmi di cottura il cui costo può aggirarsi attorno a 200 euro, che diminuiscono a 190 se si acquista quello dal colore standard. I forni combinati possono avere un costo superiore alle 350 euro (che varia a seconda delle dimensioni ed alla capacità in litri) mentre i multifunzionali possono superare le 1000 euro. In commercio sono disponibili prodotti poco inferiori alle 2000 euro ma il prezzo è influenzato dall’estetica progettata dai designer del settore. L’estetica può essere trascurabile ma importante se si vuole abbinare il forno agli arredi della cucina.

Forno Statico o Ventilato?

Forno a Gas o Elettrico?

Elettrodomestici simili