Migliori lavastoviglie slim 45 cm

Le migliori lavastoviglie slim da 45 cm selezionate per programmi di lavaggio, numero di coperti, classe di efficienza energetica, silenziosità, qualità dei materiali, prezzo e marca.

Miglior Lavastoviglie da Incasso slim 45 cm

Classifica migliori lavastoviglie slim 45 cm

Electrolux ESF4513LOX

Electrolux ESF4513LOX

Pro

  • Programma di lavaggio rapido in 30 minuti
  • Opzione speciale per ridurre del 50% la durata del ciclo

Contro

  • Consumo energetico abbastanza alto

La caratteristica costruttiva di questo modello è la larghezza di 45 cm, particolare che viene incontro alle esigenze di chi dispone di nicchie con ridotte dimensioni. La diretta conseguenza è la diminuzione della capacità di carico a 9 coperti, comunque sufficiente anche per una famiglia di 3/4 componenti.

Electrolux ESF4513LOX non è il modello tecnologicamente più avanzato, ciò nonostante consente di ottenere buoni livelli di pulizia e, soprattutto, un’apprezzabile personalizzazione. I programmi a disposizione sono i 6 che, normalmente, troviamo nella maggior parte delle lavastoviglie dell’azienda italiana.

Da sottolineare la presenza dell’opzione speciale Time Manager da attivare solo con determinati programmi; riduce fino al 50% il tempo del ciclo aumentando la pressione e la temperatura dell’acqua. Un’altra interessante funzione è la possibilità di memorizzare il programma utilizzato con più frequenza e avviarlo premendo un solo tasto.

Come consuetudine delle lavastoviglie Electrolux, anche questo modello è dotato del sistema AirDry ovvero l’apertura automatica dello sportello prima della fine del ciclo, favorendo l’asciugatura delle stoviglie tramite evaporazione naturale.

Se nel complesso l’elettrodomestico si dimostra affidabile, efficiente e semplice da utilizzare, non altrettanto positivo risulta il consumo elettrico che si attesta a 222 kWh all’anno. Pur trattandosi di una lavastoviglie in classe di efficienza energetica A+, è un dato da tenere in considerazione prevedendo un utilizzo quotidiano.

Whirlpool ADG 402

Whirlpool ADG 402

Pro

  • Funzionamento silenzioso
  • Elevata capacità interna
  • Adeguata dotazione di programmi
  • Facilità d’uso

Contro

  • Cestelli con agganci in plastica abbastanza delicati

Whirlpool ADG 402 è una lavastoviglie slim con larghezza di 45 centimetri e adatta per installazione in apposita nicchia. Se la parte esterna non presenta alcun particolare estetico vista la copertura con pannello, l’interno nasconde un design ricercato grazie ad un profilo superiore in acciaio inox con inseriti tutti i comandi e un comodo display.

Lo spazio è ottimizzato per introdurre 10 coperti, con cesti opportunamente progettati per permettere facili operazioni di carico e posizionare pentole e coperchi di grosse dimensioni. Il cestello superiore con sistema lift-up può essere regolato fino a 5 centimetri in altezza, con l’unica nota negativa rappresentata dalle parti in plastica per l’attacco del cesto e le guide con rotelle che, a prima vista, sembrano abbastanza delicate.

Per ridurre efficacemente il consumo di acqua ed energia vengono utilizzati dei sensori per rilevare il livello di sporco e regolare di conseguenza i parametri di funzionamento. Una tecnologia che porta a buoni risultati sfruttando la modalità ECO, che rappresenta uno dei 7 programmi di lavaggio a disposizione. Per impostare l’avvio si può utilizzare la funzione di partenza ritardata a 12 ore, mentre se si devono lavare pochi piatti basta selezionare il programma mezzo carico.

Whirlpool ADG 402 è una lavastoviglie che assicura buoni risultati, un semplice utilizzo e un funzionamento decisamente silenzioso. La tecnologia 6 Senso permette di contenere i consumi elettrici (211 kWh/anno) e soprattutto idrici (2.520 litri/anno) tuttavia, pur rappresentando dei buoni valori, non sono eccezionali alla luce dell’appartenenza ad una classe di efficienza energetica A++.

Bosch SPV46IX07E

Bosch SPV46IX07E

Pro

  • Presenza di un sensore di carico
  • Limitati consumi elettrici e idrici
  • Bassa rumorosità
  • Cestelli con buona flessibilità di carico

Contro

  • Mancanza programma per lavaggio breve sotto i 30 minuti

Bosch SPV46IX07E è una lavastoviglie da incasso con dimensioni slim vista una larghezza di soli 45 centimetri. Per ottenere un soddisfacente livello di pulizia e nello stesso tempo contenere lo spreco di acqua ed energia, l’elettrodomestico è dotato di sensori che valutano da una parte il grado di sporco e dall’altra la quantità del carico in modo da ottimizzare i parametri di funzionamento. All’intero si possono inserire un massimo di 9 coperti sfruttando i cestelli con sistema VarioFlex e griglie adattabili per un più comodo posizionamento delle stoviglie.

L’utente dispone di 6 programmi e 3 funzioni speciali (VarioSpeed Plus, Purezza attiva Plus, Asciugatura Extra) da scegliere in base alle necessità, con la modalità ECO 50° che è senza dubbio la più sfruttata assicurando un giusto compromesso tra durata e consumi. E’ presente anche un programma Rapido che termina la pulizia in 60 minuti, ma non si può certo definire un ciclo breve.

Tra le altre caratteristiche da evidenziare c’è il punto luminoso proiettato sul pavimento per segnalare la macchina accesa, partenza ritardata 1-24 ore, indicatore tempo residuo, spia ripristino sale e brillantante e segnalatore acustico di fine programma.

Bosch SPV46IX07E è una lavastoviglie solida, affidabile e attenta ai costi in bolletta considerando i 197 kWh di assorbimento all’anno e un consumo idrico di 2380 litri. Dati di tutto rispetto che sono tra i migliori per questa fascia di prezzo e per un elettrodomestico in classe di efficienza energetica A++. Inoltre non bisogna dimenticare una rumorosità compresa tra i 42-45 dB, frutto dell’efficiente motore senza spazzole e dello specifico programma Silence. L’unico limite emerso nel corso della recensione è la mancanza di un ciclo breve di 20/25 minuti da utilizzare per carichi leggeri e stoviglie poco sporche.

AEG AirDry FSE62400P

AEG AirDry FSE62400P

Pro

  • Consumi contenuti
  • Bassa rumorosità
  • Funzionalità complete
  • Apertura automatica sportello a fine ciclo

Contro

  • Vassoio posate di piccole dimensioni

AEG AirDry FSE62400P è una lavastoviglie a incasso adatta per chi dispone di spazi limitati potendo sfruttare i 45 centimetri di larghezza. Come la maggior parte dei modelli slim, anche questo prodotto offre una capacità di 9 coperti con cesto superiore regolabile in altezza e griglie reclinabili, mentre quello inferiore presenta 2 scomparti per piatti e cesto posate che risulta avere ridotte dimensioni.

Il modello di questa recensione è caratterizzato da tanti piccoli particolari che lo rendono un elettrodomestico tecnologicamente avanzato ed in grado di assicurare buoni livelli di pulizia ed un’efficace asciugatura. La presenza di sensori permette di regolare automaticamente tempo, temperatura e quantità dell’acqua in base al livello di sporco. In questo modo si mantengono i consumi contenuti che, infatti, sono di soli 197 kWh e di 2775 litri all’anno.

I programmi di lavaggio a disposizione sono 6, con l’aggiunta della partenza ritardata a 24 ore, tecnologia TimeBeam con luce rossa proiettata sul pavimento ad indicare che il ciclo è ancora in corso, avvisatore acustico di fine programma e sistema AirDry con apertura automatica dello sportello al termine del lavaggio per favorire l’evaporazione naturale dell’acqua.

AEG AirDry FSE62400P è una lavastoviglie che lascia ben poco spazio a critiche viste le buone caratteristiche tecniche e i soddisfacenti risultati che si riescono ad ottenere. Un elettrodomestico che si dimostra anche molto silenzioso con una pressione sonora compresa tra 43 e 45 dB.

Smeg LSA4525X

Smeg LSA4525X

Pro

  • Programmi e funzioni completi
  • Asciugatura a condensazione naturale

Contro

  • Non è presente il cesto portaposate

Smeg LSA4525X è una lavastoviglie a libera installazione caratterizzata da una larghezza compatta di soli 45 cm, in modo da soddisfare chi dispone di spazi piuttosto angusti. Per mantenere un’adeguata capacità di carico (10 coperti), è aumentata in proporzione l’altezza che raggiunge gli 82 cm.

Questo modello dispone di tutte le migliori caratteristiche tecniche che si possono trovare in una lavastoviglie Smeg. Un elettrodomestico progettato sia per gestire carichi importanti che poche stoviglie o sporco leggero. Tra i programmi di lavaggio che reputo di maggior comodità sottolineo ECO ed ECO Veloce, Auto con impostazione automatica dei parametri, Super per eliminare lo sporco più ostinato ed Express 27 per avere, in meno di mezz’ora, piccoli carichi perfettamente puliti.

Nonostante la semplicità del pannello dei comandi, ho trovato molte funzioni e opzioni aggiuntive che fanno di questa Smeg LSA4525X una lavastoviglie davvero completa. Tra le più utili c’è la possibilità di avviare un mezzo carico posizionando le stoviglie su entrambi i cesti, partenza ritardata fino a 24 ore, Quick Time da associare a determinati programmi per ridurre il tempo del ciclo e asciugatura naturale con apertura automatica della porta.

Tutte caratteristiche che incidono positivamente sui consumi, portando la richiesta energetica a 210 kWh all’anno e quella idrica a 2660 l. L’unico piccolo aspetto negativo che ho riscontrato è la mancanza di un apposito cesto portaposate, componente che avrebbe migliorato la comunque apprezzabile comodità d’uso.

Hotpoint LSTF 9M124 C

Hotpoint LSTF 9M124 C

Pro

  • Capacità di 10 coperti
  • Flessibilità spazio interno
  • Bassa rumorosità
  • Buona dotazione di programmi

Contro

  • Formazione di ristagni d’acqua a fine ciclo

Hotpoint LSTF 9M124 C è una lavastoviglie da incasso con larghezza di 45 centimetri e capacità di carico pari a 10 coperti: valore leggermente superiore ai 9 coperti standard della categoria slim. Vista la tipologia d’installazione, i comandi sono inseriti sul profilo interno dello sportello con un piccolo display ad indicare i dati di funzionamento.

Questo modello è caratterizzato da un motore inverter FlexiPower che assicura una buona efficienza e un funzionamento particolarmente silenzioso, con soli 44 dB impostando la modalità Extra Silent. Un valore che, unito alla presenza di un timer per programmare la partenza ritardata, sarà particolarmente apprezzato da chi desidera avviare la lavastoviglie in fasce orarie con tariffe energetiche più vantaggiose.

Altro aspetto positivo da segnalare è la flessibilità dei cestelli che possono essere regolati per meglio soddisfare le esigenze di carico, con quello inferiore dotato di inserti abbattibili e presenza di un vassoio portaposate. I programmi di lavaggio a disposizione sono 9 per venire incontro a qualsiasi necessità. Tra i più utilizzati c’è quello ECO per risparmio energetico, Express25 che pulisce stoviglie poco sporche in 25 minuti e GoodNight studiato per l’utilizzo durante le ore notturne.

Hotpoint LSTF 9M124 C è un prodotto valido sotto ogni punto di vista, con un occhio di riguardo ai consumi (211 kWh/anno), una classe di efficienza energetica A++ e bassa rumorosità. I risultati che si ottengono sono di buon livello sia con pieno che mezzo carico, con l’unica accortezza di dover lasciare lo sportello aperto a fine ciclo in modo da favorire l’evaporazione dell’acqua presente sulle pareti ed evitare la formazione di dannosi ristagni.

Come scegliere una lavastoviglie slim

La lavastoviglie è un elettrodomestico molto diffuso, presente oggi in quasi tutte le case. Infatti, ad un prezzo non eccessivo, riesce ad offrire un servizio veramente utile in tempi abbastanza rapidi e riduce sensibilmente i consumi.

Rispetto al lavaggio tradizionale di pentole, bicchieri, piatti e posate, l’uso di questo elettrodomestico consente di risparmiare fino all’80% di acqua. Anche i consumi energetici vengono ridotti: l’elettricità utilizzata da un prodotto moderno è circa il 20% in meno di quella necessaria a riscaldare l’acqua impiegata in un lavaggio manuale.

Soprattutto se si abita in un appartamento non molto grande, però, si è costretti a ridurre l’ingombro degli elettrodomestici, scegliendone di dimensioni più compatte. Indicata per una cucina piccola è la lavastoviglie da 45 cm, capace di entrare in poco spazio e, allo stesso tempo, di soddisfare le esigenze di una piccola famiglia.

Mentre per i rivestimenti esterni esiste una grande variabilità di materiali, colori e stili, il serbatoio interno è quasi sempre realizzato in acciaio inox, per evitare che si ossidi a causa del frequente contatto con l’acqua. In fase di acquisto fate molta attenzione ai dati tecnici di ogni modello. Infatti, preferire un articolo solo per il suo prezzo ridotto non sempre è la scelta migliore, neppure sul piano economico.

Un elettrodomestico di un marchio sconosciuto, realizzato con una tecnologia obsoleta, vi farà sprecare acqua e corrente, vanificando così il risparmio iniziale, mentre uno ad alta efficienza vi garantirà consumi contenuti e finirà per ripagarsi da solo. La classe energetica è quindi uno degli indicatori più importanti a cui prestare attenzione. Per massimizzare il risparmio in bolletta, inoltre dovreste scegliere prodotti con avvio programmabile.

Così facendo riuscire a consumare elettricità nelle ore notturne, quando è più conveniente. Se volete attivare la vostra lavastoviglie durante la notte, fate molta attenzione alla rumorosità del prodotto. Valori accettabili superano di poco i 50 db, ma vi sono modelli che non arrivano a 45 db (quindi molto meno rumorosi).

Per non rischiare di risvegliarvi e trovare la cucina inondata, scegliete un modello dotato di sistema anti-allagamento acqua-stop che blocca l’erogazione idrica non appena vengono rilevate perdite o fuoriuscite di liquido.

Informatevi poi sui consumi medi per ciclo di lavaggio: ad una lavapiatti in classe A++ da 9 coperti ottimizzata non dovrebbero essere necessari più di 10 litri d’acqua. Il valore deve comunque mantenersi sotto i 13, anche nelle versioni con minori accorgimenti.

Il consumo medio di elettricità dovrebbe aggirarsi intorno agli 0,85 Kw/h, e scendere di dieci unità con programmi ecologici. Quindi, soprattutto se vivete soli e siete obbligati a fare lavaggi a mezzo carico, controllate che il modello disponga di questa opzione e metta a disposizione cicli brevi.

Chiedete, infine, se l’elettrodomestico dispone di programmi in grado di regolare, in base al lavaggio, anche le quantità di detersivo, addolcente e brillantante.

Classifiche correlate