in

Migliori lavastoviglie a libera installazione

Le migliori lavastoviglie a libera installazione selezionate per capacità di carico, silenziosità, efficienza energetica, programmi di lavaggio, sicurezza, rapporto qualità prezzo e marca.

Indesit DFG 15B1 S IT

Recensione

Beko DFN16420W

Recensione

Whirlpool WFC3C26P

Recensione

Siemens iQ300 SN236I01KE

Recensione

Miele G 4932 SC Active Eco Plus

Recensione

Come scegliere una lavastoviglie

La scelta di un elettrodomestico è una scelta importante e come tale deve seguire dei criteri ben precisi. La scelta di una buona lavastoviglie deve tener presente alcuni aspetti fondamentali, da non sottovalutare al momento dell’acquisto. Le dimensioni sono sicuramente il primo parametro da valutare, insieme al tipo di installazione.

In ambienti molto piccoli è bene scegliere un modello slim o addirittura una mini lavastoviglie adatta per single, mentre se si ha spazio e una famiglia numerosa, è più indicato l’acquisto di una lavastoviglie di dimensioni standard.

Anzitutto la presenza di programmi per il lavaggio. Quelli essenziali, che non devono mai mancare, sono il programma principale e quello eco. Il primo lava le stoviglie ad una temperatura di 60°-65° C ed è più efficace rispetto all’altro, anche se comporta un consumo maggiore di acqua e di elettricità. Il programma eco, come suggerisce il termine stesso, comporta un consumo minore ma lava ad una temperatura inferiore, 45°-50°, non adatta a stoviglie molto sporche o incrostate.

Importante è anche l’efficacia dell’asciugatura, sia con il programma principale che con il programma eco. Attenzione alle padelle antiaderenti : difficilmente le troverete ben asciugate dopo il lavaggio, a causa della superficie porosa che non permette all’acqua di evaporare.

Occorre poi assicurarsi che l’elettrodomestico scelto presenti alcune funzioni utili, come l’indicatore del tempo residuo di lavaggio, per conoscere in anticipo quando finirà il ciclo,  e la funzione partenza differita che permette di far partire il lavaggio all’orario da noi indicato. Molto utili sono anche le spie luminose che indicano la mancanza di brillantante e di sale.

Un occhio di riguardo anche al costo dell’elettrodomestico (in commercio sono disponibili modelli di buona qualità ad un costo davvero vantaggioso, di contro non è consigliato affidarsi a marchi poco conosciuti che offrono prodotti a prezzi esageratamente bassi) e all’etichetta energetica.

Questa offre importanti informazioni sulla capacità di carico, sul consumo energetico e sul consumo dell’acqua e sulla quantità di rumore emessa durante il suo funzionamento. Da non dimenticare poi anche l’impatto ambientale e la facilità di utilizzo.