Migliori lavatrici con carica dall’alto

Le migliori lavatrici con carica dall’alto selezionate per capacità di carico, velocità della centrifuga, programmi di lavaggio, efficienza energetica, silenziosità e rapporto qualità prezzo.

Classifica migliori lavatrici con carica dall’alto

Bosch WOT20226IT

 

Bosch WOT20226IT

Pro

  • Funzioni complete
  • Facile programmazione
  • Bassa rumorosità

Contro

  • Non è possibile regolare manualmente la velocità della centrifuga

Caratteristica immancabile in una lavatrice con carica dall’alto è la ridotta larghezza che, infatti, risulta pari a soli 40 cm. L’apertura sul piano superiore e il cestello con meccanismo SoftOpening garantiscono una notevole comodità e facilitano ancor di più le operazioni di carico. Il pannello di controllo risulta semplice e ordinato per consentire una programmazione immediata ed intuitiva.

Gli aspetti che più mi hanno colpito di questo modello sono la sua silenziosità anche in fase di centrifuga e la completezza di programmi e funzioni. Oltre ai soliti cicli di lavaggio presenti in qualsiasi lavatrice, ho trovato molto utile il programma AllergyCare appositamente studiato per chi soffre di allergie e l’opzione per limitare al minimo le pieghe. Inoltre posso variare manualmente la temperatura e impostare la partenza ritardata (1-24h) aiutandomi con il comodo display.

Bosch WOT20226IT la reputo, nel complesso, una buona lavatrice che può soddisfare al meglio le esigenze di una famiglia poco numerosa vista una capacità di carico pari a 6 kg.

Un elettrodomestico in grado di assicurare all’utente la massima praticità d’uso grazie a facili spostamenti sfruttando la ruota anteriore e i pattini posteriori, un rapido sistema di carico del detersivo e un comodo accesso al filtro per le operazioni di pulizia periodica.

AEG L7TBC733

AEG L7TBC733

Pro

  • Bassi consumi
  • Programmi completi
  • Ampia gamma di funzioni ausiliarie
  • Possibilità di aggiungere una fase con vapore a fine ciclo

Contro

  • Centrifuga piuttosto rumorosa

AEG L7TBC733 è una lavatrice con carica dall’alto che unisce ridotti spazi di ingombro con una buona capacità di carico e funzioni decisamente complete. Nonostante una larghezza di 39,7 cm, il cestello riesce a contenere fino a 7 kg di bucato offrendo anche una graduale apertura soft opening per facilitare le operazioni di carico e scarico.

Uno dei punti di forza è la tecnologia ProSense, ovvero appositi sensori che regolano la durata dei programmi limitando così i consumi. La conseguenza è un elettrodomestico in classe di efficienza energetica A+++, con assorbimento di 139 kWh/anno e una richiesta idrica di 9990 litri/anno. Non altrettanto soddisfacente la rumorosità, alla luce di una pressione sonora pari a 79 dB in fase di centrifuga.

Nulla da eccepire per quanto concerne il funzionamento, trovando tutto il necessario per rispondere a qualsiasi necessità. Sottolineo la presenza del programma Vapore Refresh pensato per eliminare velocemente i cattivi odori, nonché rilassare le fibre e facilitare la stiratura.

Chi soffre di allergie cutanee potrà sfruttare l’apposito ciclo di lavaggio a 60°C per rimuovere i micro-organismi da capi in cotone bianco. Con un carico di soli 3 kg e indumenti poco sporchi è possibile azionare un programma rapido, ottenendo un buon livello di pulito in soli 20 minuti. Non mancano nemmeno opzioni aggiuntive come la partenza ritardata, extra risciacquo, risparmio tempo e vapore finale che aggiunge un getto bollente per igienizzare i tessuti e ridurre le pieghe.

Electrolux EW7T373ST

Electrolux EW7T373ST

Pro

  • Completa gamma di programmi
  • Possibilità di rinfrescare indumenti con il vapore

Contro

  • Nessun problema rilevato

Sappiamo bene come, molto spesso, non è affatto semplice trovare lo spazio per collocare in casa una lavatrice. Per cercare di risolvere il problema, in commercio sono disponibili modelli a carica dall’alto come Electrolux EW7T373ST.

Oltre alla larghezza ridotta a 40 cm, l’immediato vantaggio è una posizione di carico molto comoda che evita il ripetuto piegamento della schiena. Anche il pannello dei comandi con display risulta di facile accesso, così come il vano per rimuovere e pulire il filtro della pompa di scarico.

In questo modello ritroviamo tutti i programmi e le funzioni che contraddistinguono lavatrici standard con carica frontale prodotte dall’azienda italiana. Ciò significa disporre di cicli specifici per capi in cotone, sintetici e delicati, nonché adatti per la pulizia di piumoni e indumenti tecnici.

In aggiunta troviamo un programma rapido per lavare un carico massimo di 1,5 kg in appena 14 minuti e una funzione che sfrutta il vapore per rinfrescare vestiti eliminando pieghe e cattivi odori.

Electrolux EW7T373ST è un elettrodomestico molto attento ai consumi elettrici e idrici, tanto da meritarsi una classe di efficienza energetica A+++. Offre anche la massima personalizzazione potendo modificare manualmente la velocità della centrifuga e la temperatura dell’acqua, senza dimenticare la partenza ritardata fino a 20 ore.

Candy CVST G382DM

Recensione Candy CVST G382DM

Pro

  • Consumi ridotti
  • Ampia scelta di programmi di lavaggio
  • Facilità di utilizzo

Contro

  • Parti plastiche delicate
  • Prezzo alto
  • Manca l’opzione per extra risciacquo

L’acquisto di una lavatrice a carica dall’alto è dovuto, quasi esclusivamente, a problemi di spazio. Infatti questo modello presenta misure molto compatte e pressoché standard per la categoria. La larghezza di soli 40 cm e la profondità di 60 cm consentono l’installazione in un angolo (solitamente del bagno), mentre la colorazione bianca e il design essenziale la rendono una lavatrice poco invadente che passa quasi inosservata.

Ciò che mi ha poco soddisfatto di questo modello è la complessiva qualità costruttiva. Mi riferisco in particolar modo alle parti plastiche che non regalano la sensazione di grande solidità. Il punto più delicato è rappresentato dal meccanismo di apertura dello sportello che va trattato con molta cura. Attenzione anche alla guarnizione che tende ad uscire dalla propria sede con una certa facilità e di tanto in tanto dev’essere riposizionata.

Passando ai punti di forza, devo annoverare una buona dotazione di programmi di lavaggio che consentono di trattare qualsiasi tessuto ottenendo un’apprezzabile pulizia. Molto comoda la possibilità di variare la temperatura e la velocità della centrifuga manualmente, con i valori indicati sul pannello dei comandi.

Altra qualità di questo modello è la semplicità di utilizzo che richiede giusto una rapida occhiata al libretto delle istruzioni. Dalla programmazione all’inserimento del detergente, ogni operazione è alquanto intuitiva. Tra le funzioni presenti l’unica mancanza degna di nota è la possibilità di effettuare l’extra risciacquo.

Candy CVST G382DM è una lavatrice che svolge la sua funzione in maniera abbastanza soddisfacente, tuttavia per le qualità offerte ha un prezzo, a mio avviso, eccessivo. La durabilità delle parti plastiche è il dubbio maggiore che mi è rimasto dopo la recensione mentre ho apprezzato la facilità d’uso, i bassi consumi grazie ad una classe di efficienza energetica A+++ e l’elevata capacità di carico di 8 kg che soddisfa anche le necessità di una famiglia numerosa.

Trattandosi di un modello da posizionare in bagno o comunque in una zona vissuta della casa, la rumorosità è un aspetto da non sottovalutare. Pur con la consapevolezza di un elettrodomestico per sua natura tutt’altro che silenzioso, la massima pressione sonora in fase di centrifuga pari a 61 dB è un valore che può creare qualche fastidio.

Whirlpool ZEN TDLR 724

Whirlpool ZEN TDLR 724

Pro

  • Favorevole rapporto qualità prezzo
  • Bassa rumorosità
  • Consumi contenuti

Contro

  • Nessun problema rilevato

Whirlpool ZEN TDLR 724 è una lavatrice a carica dall’alto adatta per spazi d’installazione piuttosto ristretti. Oltre ad una larghezza di soli 40 cm e una capacità di carico di 7 kg, l’altro punto forte di questo modello è la limitata rumorosità.

Il dato di targa di 66 dB, rilevato in fase di centrifuga a 1200 giri al minuto, si tramuta nella realtà in una pressione sonora davvero tra le più basse della categoria. Il risultato è ottenuto grazie alla combinazione di diversi fattori. Da una parte il motore collegato direttamente al cestello contribuisce a ridurre le vibrazioni, dall’altra l’efficace isolamento acustico e il particolare design delle pareti laterali ostacolano la propagazione verso l’esterno delle onde sonore.

Anche i consumi si dimostrano un altro vantaggio, vista una richiesta di 156 kWh/anno e una classe di efficienza energetica A+++. Non ho ritrovato la stessa varietà di programmi di un modello standard, tuttavia ho tutto il necessario per lavare capi in cotone, lana, colorati e delicati senza difficoltà.

Ottima la presenza del ciclo rapido 30 minuti, la regolazione manuale della centrifuga e la funzione Drum Up che orienta automaticamente il cestello a fine programma per facilitare lo scarico del bucato. Ricordo che Whirlpool ZEN TDLR 724 è dotata del sistema di sensori intelligenti per automatizzare i parametri di lavaggio in base al carico e della funzione FreshCare+ che consente di tenere la biancheria nel cestello per 6 ore a fine ciclo, mantenendo i capi freschi e profumati.

Indesit BTW A61052

Indesit BTW A61052

Indesit BTW A61052 è una lavatrice a carica dall’alto con una capacità pari a 6 chilogrammi di bucato e dimensioni di 40 x 60 x 90 (h) centimetri. Un elettrodomestico che bene si adatta in locali dagli spazi ridotti e con un pratico pannello dei comandi per selezionare i vari programmi di lavaggio.

Questo modello viene fornito con tubi di carico / scarico dell’acqua ed è dotato di piedini regolabili per facilitare l’installazione. La centrifuga raggiunge i 1000 giri al minuto e assicura indumenti sufficientemente asciutti, con una rumorosità che si attesta su un valore abbastanza elevato di circa 78 dB, dato che scende a 60 dB durante la fase di lavaggio.

Utilizzare questa lavatrice è quanto mai semplice grazie ad una manopola con segnalati i vari programmi e alcuni tasti per le funzioni speciali. Abbiamo a disposizione tutto il necessario per ottenere buoni risultati nel lavaggio di capi in cotone, sintetici e delicati con diverse temperature a seconda delle necessità.

L’oggetto di questa recensione è anche particolarmente attento ai consumi grazie ad una classe di efficienza energetica A++, una richiesta annua di 173 kWh ed idrica di circa 8500 litri.

Per sfruttare al meglio tali caratteristiche ci sono tre speciali programmi: Turn & Wash per un lavaggio quotidiano di indumenti poco sporchi, Cotone Eco che rappresenta la modalità standard più utilizzata per vestiti normalmente sporchi e Energy Saver indicato per capi con poche macchie e impiego d’acqua a temperatura molto bassa.

Indesit BTW A61052 è una lavatrice dal favorevole rapporto qualità prezzo, con un aspetto estetico dallo stile decisamente classico che ricorda apparecchi di qualche anno fa, ma in grado di trattare efficacemente qualsiasi tessuto con una notevole facilità di utilizzo.

Gli unici limiti emersi nel corso dell’analisi riguardano la presenza di soli 3 scomparti per il detersivo e ammorbidente (quest’ultimo impiegato anche per il candeggiante), impossibilità di inserire detergenti liquidi sia per il lavaggio principale (a meno di non aver selezionato l’opzione di Prelavaggio) che per la funzione di partenza ritardata e una certa rumorosità durante la centrifuga.

Hotpoint WMTG723HRIT

Hotpoint WMTG723HRIT

Hotpoint WMTG723HRIT è una lavatrice a carica dall’alto con un pannello di controllo ben progettato per un intuitivo utilizzo e un portello con meccanismo Soft Opening per facilitare le operazioni di carico e scarico. La capacità totale è di 7 chilogrammi, mentre la presenza di un motore con tecnologia ad inverter assicura affidabilità, velocità massima della centrifuga di 1200 giri al minuto e consumi contenuti.

Tra le particolarità di questo modello c’è il sistema Drum Up per posizionare il cestello correttamente a fine ciclo e una serie completa di programmi per venire in contro alla maggior parte delle esigenze.

Oltre alle solite modalità per capi in lana, delicati, in cotone e sintetici è stato inserita una funzione specifica per la pulizia di indumenti destinati ai bambini e un ciclo antimacchia per eliminare lo sporco più ostinato pur impiegando acqua con temperatura compresa tra 40 e 43 gradi centigradi. Da sottolineare anche la presenza di un programma per il lavaggio a mano, uno per capi misti e quello rapido particolarmente gradito da chi deve pulire pochi vestiti in breve tempo.

Hotpoint WMTG723HRIT è senza dubbio una buona lavatrice i cui punti di forza sono costituiti dalla semplicità delle impostazioni, completezza dei programmi di lavaggio e consumi contenuti grazie ad una classe di efficienza energetica A+++.

Ciò che non soddisfa pienamente è la rumorosità in fase di centrifuga che, con i suoi 76 dB, può dare fastidio soprattutto durante la notte. Un limite alla praticità d’uso è invece rappresentato dal dosatore del detersivo: se con prodotti in polvere non si segnalano problemi, utilizzando detersivi liquidi è necessario prestare molta attenzione per evitare che parte del detergente finisca sopra il cesto mentre si richiude lo sportello.

Come scegliere una lavatrice con carica dall’alto

L’ottimizzazione degli ingombri, in considerazione dello sportello di carico posto nella zona superiore in luogo del tradizionale oblò frontale, è la motivazione che più delle altre spinge all’acquisto di una lavatrice con carica dall’alto. Esistono, tuttavia, ulteriori fattori decisivi da valutare prima di acquistare il modello più adatto alle proprie necessità.

Capacità di carico

Nelle lavatrici con carica dall’alto il cestello è posto longitudinalmente. L’accorgimento costruttivo permette di ridurre la larghezza a 40 centimetri e la profondità di 60, rispetto a quelle che sono le misure standard di una lavatrice tradizionale. Conseguentemente il carico resta limitato fra 5 e 8 chilogrammi, insufficiente per lavare piumoni o più capi ingombranti nello stesso ciclo.

Programmi e funzioni

Importante è anche valutare il ventaglio dei programmi disponibili. Quelli basilari, quali cotone, lana, sintetici o delicati potrebbero rivelarsi inadeguati quando in casa sono presenti bambini o animali domestici. Esistono lavatrici con carica dall’alto dotate non solo di cicli minori, quali ammollo, risciacquo e centrifuga, ma anche di quelli speciali per la pulizia delle calzature, per jeans, igienizzanti, antiallergici e molto altro.

Coloro che hanno esigenze particolari e desiderano maggiore flessibilità d’utilizzo dovrebbero spaziare fra le lavatrice con carica dall’altro che vantano funzioni aggiuntive. Si pensi, ad esempio, alla possibilità di attivare la partenza ritardata, di avvalersi della funzione antipiega per agevolare la stiratura o di contenere i consumi idrici ed energetici, grazie al riconoscimento automatico del carico e in base al programma prescelto.

Centrifuga

In tema di lavatrici con carica dall’alto non bisogna trascurare anche la velocità di centrifuga. Maggiori saranno i giri al minuto e più acqua verrà estratta dai capi in fase di centrifuga. I modelli con velocità di centrifuga bassa lasciano i capi bagnati, con un livello d’umità del 70%. Invece, una velocità di 1500 giri/minuto, presente nei modelli di alta fascia, consente di ottenere un bucato più asciutto, il cui valore di umidità è inferiore al 50%.

Efficienza energetica, rumorosità e consumi

L’indicazione dell’etichetta energetica, obbligatoria per legge, da tempo ha sostituito le vecchie classi con le A+++ fino alla D. I nuovi modelli possono appartenere persino alle classi energetiche ancora più convenienti come A -10% o – 20%, proprio per indicare un risparmio ulteriore rispetto al valore standard. L’etichetta riporta anche il consumo energetico annuo in kWh. Il valore è frutto di un calcolo indicativo che prende quale riferimento il ciclo standard, spesso coincidente con il lavaggio cotone a 60°C.

La lettura dell’etichetta permette anche di risalire al livello di rumorosità della lavatrice con carica dall’alto. Il valore è espresso in dB, sia per quanto riguarda la fase di lavaggio che quella di centrifuga. Una lavatrice con carica dall’altro silenziosa, in genere, non supera i 51 dB durante il ciclo di lavaggio. La centrifuga si attesta fra i 73 dB fino a 79 dB.

Infine, sebbene non esistano parametri per misurare la classe di efficienza idrica, quanto stimato in etichetta può aiutare a comprendere quali potrebbero essere i costi annui. Tutto ciò senza dimenticare che ad una maggiore capacità di carico corrispondono maggiori consumi idrici.

Alla luce di queste considerazioni consigliamo l’acquisto di una lavatrice con carica dall’alto prodotta da marchi noti e conosciuti, per affrontare eventuali problemi di manutenzione senza disagi, specie per ciò che riguarda la disponibilità dei pezzi di ricambio Quanto ai prezzi, le lavatrici con carica dall’alto più economiche partono da 300,00 euro. I modelli con maggiore capacità di carico e velocità di centrifuga possono oltrepassare il costo di 500,00 euro.

Domande frequenti

Classifiche correlate