Migliori lavatrici con carica dall’alto

Le migliori lavatrici con carica dall’alto selezionate per capacità di carico, velocità della centrifuga, programmi di lavaggio, efficienza energetica, silenziosità e rapporto qualità prezzo.

INDICE
1. Classifica migliori lavatrici con carica dall’alto
1.1 Miele W 667
1.2 AEG L7TBC733
1.3 Electrolux EW7T373ST
1.4 Hoover HNOT S372DA-01
1.5 Whirlpool TDLR 6230S IT/N
1.6 Indesit BTW L60300 IT/N
1.7 Candy CSTG 28TE/1-11
1.8 Hotpoint WMTG723HRIT
2. Come scegliere una lavatrice con carica dall’alto
2.1 Capacità di carico
2.2 Programmi e funzioni
2.3 Centrifuga
2.4 Efficienza energetica, rumorosità e consumi
2.5 Domande frequenti

Classifica migliori lavatrici con carica dall’alto

Miele W 667

Miele W 667

Pro

  • Consumi contenuti
  • Utilizzo molto intuitivo
  • Comodo sistema di apertura dello sportello

Contro

  • Assenza display
  • Manca un programma per capi sintetici e abbigliamento tecnico

Miele W 667 è una lavatrice a carica dall’alto con un’altezza di 90 cm a fronte di una larghezza di 45,9 cm e una profondità di 60,1 cm. La capacità di carico è pari a 6 kg mentre il cestello presenta una particolare struttura esagonale a nido d’ape con fessure di ridotte dimensioni.

Una soluzione ormai presente nella maggior parte dei modelli dell’azienda tedesca e progettata per favorire lo scivolamento dei capi lungo le pareti ed evitare di rovinare i tessuti più delicati.

Il design è molto essenziale con una console comandi dal layout pulito e ordinato per facilitare l’utilizzo. Infatti, devo ammettere che programmare questa lavatrice è stato davvero semplice, l’unico appunto è la mancanza di un display a indicare il tempo residuo alla fine del ciclo o altre informazioni utili.

Decisamente pratico il sistema di apertura dello sportello, ovvero un meccanismo brevettato che mi consente di accedere all’interno usando anche una sola mano. Altro particolare interessante è il posizionamento e fermo automatico del cesto, vale a dire che a fine ciclo posso alzare lo sportello e trovare l’apertura già in posizione corretta per avere immediato accesso al bucato.

Passando ai programmi di lavaggio e opzioni aggiuntive, ho potuto appurare la completezza necessaria per soddisfare la maggior parte delle esigenze. Affianco alle modalità tradizionali come Automatica, Cotone Eco, Delicati e Lana ho trovato un comodo ciclo Express in grado di lavare un massimo di 3 kg di bucato poco sporco in soli 20 minuti.

Ho invece notato l’assenza di programmi per tessuti sintetici e capi tecnici, tuttavia si può sopperire cercando di sfruttare altre modalità e variando manualmente il valore della temperatura acqua e velocità centrifuga.

Miele W 667 non è sicuramente una lavatrice a carica dall’alto particolarmente economica, ma del resto il prezzo elevato rappresenta una caratteristica di questo brand. Devo comunque sottolineare come l’elettrodomestico si è dimostrato affidabile e prestazionale, offrendo capi ben lavati e assicurando consumi molto bassi di soli 150 kWh/anno grazie ad una classe di efficienza energetica A+++.

Un modello che, a mio avviso, merita un buon voto finale e consiglio a chi dispone di spazi ristretti ma non vuole rinunciare ad una lavatrice performante dalle funzionalità complete.

AEG L7TBC733

AEG L7TBC733

Pro

  • Bassi consumi
  • Programmi completi
  • Ampia gamma di funzioni ausiliarie
  • Possibilità di aggiungere una fase con vapore a fine ciclo

Contro

  • Centrifuga piuttosto rumorosa

AEG L7TBC733 è una lavatrice con carica dall’alto che unisce ridotti spazi di ingombro con una buona capacità di carico e funzioni decisamente complete. Nonostante una larghezza di 39,7 cm, il cestello riesce a contenere fino a 7 kg di bucato offrendo anche una graduale apertura soft opening per facilitare le operazioni di carico e scarico.

Uno dei punti di forza è la tecnologia ProSense, ovvero appositi sensori che regolano la durata dei programmi limitando così i consumi. La conseguenza è un elettrodomestico in classe di efficienza energetica A+++, con assorbimento di 139 kWh/anno e una richiesta idrica di 9990 litri/anno. Non altrettanto soddisfacente la rumorosità, alla luce di una pressione sonora pari a 79 dB in fase di centrifuga.

Nulla da eccepire per quanto concerne il funzionamento, trovando tutto il necessario per rispondere a qualsiasi necessità. Sottolineo la presenza del programma Vapore Refresh pensato per eliminare velocemente i cattivi odori, nonché rilassare le fibre e facilitare la stiratura.

Chi soffre di allergie cutanee potrà sfruttare l’apposito ciclo di lavaggio a 60°C per rimuovere i micro-organismi da capi in cotone bianco. Con un carico di soli 3 kg e indumenti poco sporchi è possibile azionare un programma rapido, ottenendo un buon livello di pulito in soli 20 minuti. Non mancano nemmeno opzioni aggiuntive come la partenza ritardata, extra risciacquo, risparmio tempo e vapore finale che aggiunge un getto bollente per igienizzare i tessuti e ridurre le pieghe.

Electrolux EW7T373ST

Electrolux EW7T373ST

Pro

  • Completa gamma di programmi
  • Possibilità di rinfrescare indumenti con il vapore

Contro

  • Nessun problema rilevato

Sappiamo bene come, molto spesso, non è affatto semplice trovare lo spazio per collocare in casa una lavatrice. Per cercare di risolvere il problema, in commercio sono disponibili modelli a carica dall’alto come Electrolux EW7T373ST.

Oltre alla larghezza ridotta a 40 cm, l’immediato vantaggio è una posizione di carico molto comoda che evita il ripetuto piegamento della schiena. Anche il pannello dei comandi con display risulta di facile accesso, così come il vano per rimuovere e pulire il filtro della pompa di scarico.

In questo modello ritroviamo tutti i programmi e le funzioni che contraddistinguono lavatrici standard con carica frontale prodotte dall’azienda italiana. Ciò significa disporre di cicli specifici per capi in cotone, sintetici e delicati, nonché adatti per la pulizia di piumoni e indumenti tecnici.

In aggiunta troviamo un programma rapido per lavare un carico massimo di 1,5 kg in appena 14 minuti e una funzione che sfrutta il vapore per rinfrescare vestiti eliminando pieghe e cattivi odori.

Electrolux EW7T373ST è un elettrodomestico molto attento ai consumi elettrici e idrici, tanto da meritarsi una classe di efficienza energetica A+++. Offre anche la massima personalizzazione potendo modificare manualmente la velocità della centrifuga e la temperatura dell’acqua, senza dimenticare la partenza ritardata fino a 20 ore.

Hoover HNOT S372DA-01

Hoover Dynamic Next HNOT S372DA-01

Pro

  • Favorevole rapporto qualità prezzo
  • Connettività NFC
  • Pannello comandi funzionale e intuitivo
  • Dotazione di programmi e opzioni aggiuntive molto completa

Contro

  • Nessun problema riscontrato

Hoover HNOT S372DA-01 è una lavatrice a carica dall’alto appartenente alla linea Dynamic Next; è caratterizzata da un design moderno ed elegante grazie all’ampio display con comandi touch e le finiture cromate di maniglia e selettore programmi.

Sotto il profilo tecnico è un modello con capacità di carico pari a 7 kg, velocità massima della centrifuga di 1200 giri al minuto e una classe di efficienza energetica A+++. Quest’ultimo dato assicura consumi piuttosto contenuti di circa 175 kWh/anno, mentre la rumorosità si attesta su valori nella media di 61 dB in fase di lavaggio e 77 dB durante la centrifuga.

A parer mio uno dei maggiori punti di forza di questa lavatrice è la sua adattabilità alle diverse esigenze grazie all’ampia scelta di programmi. In base alla quantità del carico, tipo di tessuto e livello di sporco posso impostare le classiche modalità Cotone, Delicati e Lana oppure sfruttare soluzioni specifiche come il programma Tutto in Uno ottenendo capi misti puliti in meno di un’ora.

Per chi deve lavare pochi indumenti ci sono tre appositi cicli Rapidi con durata a scelta tra 14, 30 e 44 minuti agendo sull’apposito tasto. Le mamme alle prese con vestiti di bambini e neonati apprezzeranno la presenza del programma Tutto Bebé che igienizza i capi a 60°.

Altro particolare da evidenziare è la dotazione di connettività NFC, vale a dire l’opportunità di associare uno smartphone Android o iOS compatibile e personalizzare il funzionamento con l’app Hoover Wizard.

Tale possibilità non trasforma la lavatrice in un elettrodomestico smart gestibile da remoto, tuttavia aggiunge interessanti funzioni quali Voice Coach per scegliere il programma ideale inserendo tre input vocali (capi/tessuti, colore e grado di sporco), Clever Check-up per risolvere eventuali problemi, Auto-Hygiene per la pulizia del cestello e Reports per avere statistiche dettagliate del lavaggio e suggerimenti per rendere più efficiente l’utilizzo della macchina.

In conclusione, la mia personale valutazione per questa lavatrice a carica dall’alto Hoover HNOT S372DA-01 è molto positiva. L’aspetto che mi ha maggiormente impressionato durante la prova è stato il buon livello di pulito anche a pieno carico e con qualsiasi tipologia di tessuto. Inoltre l’ampia scelta di programmi e opzioni aggiuntive assicura una notevole versatilità, ma nel contempo mantiene l’utilizzo sempre alquanto intuitivo.

Whirlpool TDLR 6230S IT/N

Whirlpool TDLR 6230S IT/N

Pro

  • Buon rapporto qualità prezzo
  • Consumi energetici contenuti
  • Programmi di lavaggio completi

Contro

  • Console comandi piuttosto delicata

Whirlpool TDLR 6230S IT/N è una lavatrice a carica dall’alto che presenta tutte le tipiche caratteristiche di questa tipologia di elettrodomestici, partendo dalle dimensioni di 90 (H) x 40 x 60 cm.

Anche la capacità di carico di 6 kg rientra negli standard di categoria, così come la rumorosità che si attesta a 76 dB in fase di centrifuga per scendere a 59 dB durante il lavaggio. Devo invece evidenziare l’appartenenza ad una classe di efficienza energetica A+++ e un consumo energetico annuale di soli 137 kWh.

Il pannello dei comandi, posto sul profilo inferiore, l’ho trovato ben progettato in modo da offrire quella semplicità d’uso sempre molto gradita. Comoda anche la dotazione di un display per osservare la durata del ciclo impostato e altre opzioni inserite.

Di buona robustezza mi sono sembrati sia lo sportello con sistema di apertura rallentata che la vaschetta del detersivo. Non di pari qualità il selettore dei programmi e in generale la console, lasciandomi un’impressione non di grande solidità.

Sono rimasto soddisfatto dalla completezza dei programmi in grado di rispondere ad ogni mia esigenza. Tra le modalità più comode evidenzio Cotone Eco per ottenere il miglior risparmio di energia e acqua, Rapido 30′ utile quando siamo alle prese con carichi leggeri e poco sporchi, 20°C per lavaggio a bassissima temperatura e Igiene per eliminare il 99% dei batteri dalla biancheria.

Non sono da meno le opzioni aggiuntive ed in particolare le funzioni FreshCare e Colours 15°. La prima serve nel caso non possiamo subito togliere il bucato a fine ciclo, con la macchina che eseguirà rotazioni periodiche per circa 6 ore dopo il termine del programma, muovendo i panni e lasciando così la biancheria più fresca. Colours 15°, invece, favorisce la tenuta dei colori e nel contempo permette di consumare meno energia riscaldando l’acqua ad una bassa temperatura.

Il mio giudizio per questa lavatrice a carica dall’alto Whirlpool TDLR 6230S IT/N è molto positivo alla luce del buon rapporto tra prestazioni offerte e prezzo di acquisto. Un elettrodomestico che non ha evidenziato particolari punti deboli nel corso del test, se non una console comandi realizzata con materiale plastico piuttosto delicato.

Tuttavia basterà prestare un minimo di attenzione per non avere problemi, mentre per l’affidabilità del motore possiamo beneficare di 5 anni di garanzia.

Indesit BTW L60300 IT/N

Indesit BTW L60300 IT/N

Pro

  • Prezzo basso
  • Consumi energetici contenuti
  • Utilizzo molto semplice
  • Funzioni complete

Contro

  • Non dispone di uno specifico programma rapido per la pulizia di pochi indumenti
  • Manca un display per visualizzare il tempo residuo alla fine del ciclo
  • Velocità massima centrifuga pari a 1000 giri/min
  • Il programma ECO si completa in 4 ore

Indesit BTW L60300 IT/N è una lavatrice con carica dall’alto dal design sobrio ed essenziale, con un rivestimento completamente bianco per meglio integrarsi in qualsiasi locale e stile di arredamento. Anche la console comandi segue la medesima linea senza fronzoli, offrendo l’immancabile selettore dei programmi e una serie di tasti per attivare le varie opzioni aggiuntive.

Sono presenti alcuni piccoli LED per segnalare, tra le altre cose, lo sportello chiuso, necessità di pulizia filtro, mancanza acqua in ingresso e la velocità impostata della centrifuga. A tal proposito il valore massimo selezionabile è 1000 giri/min, ovvero inferiore rispetto ai 1200 giri/min che contraddistinguono la maggior parte dei modelli di questa categoria.

La capacità di carico è pari a 6 kg, mentre lo sportello è dotato di un meccanismo di apertura e chiusura soft per evitare colpi e rischio di danneggiamenti. Questo elettrodomestico presta un particolare occhio di riguardo ai costi sia della bolletta energetica che idrica.

Infatti, grazie alla dotazione di un apposito sensore, riesce ad ottimizzare il consumo d’acqua in base al peso del carico inserito, mentre l’appartenenza ad una classe di efficienza energetica A+++ limita la richiesta annua a circa 153 kWh. Nella norma, invece, i dati sulla rumorosità sia in fase di lavaggio che centrifuga risultando, rispettivamente, pari a 60 dB e 78 dB.

Non ho riscontrato particolari sorprese scorrendo la lista dei programmi di lavaggio e trovando tutto quello che mi aspettavo da una lavatrice a carica dall’alto. L’unica mancanza è uno specifico programma rapido per la pulizia di pochi capi in una manciata di minuti. Il ciclo più veloce è Cotone 30° che impiega mezz’ora per lavare un massimo di 3 kg di biancheria.

Turn&Go e Delicati 30° invece richiedono 45 minuti, mentre il programma più lungo è Cotone ECO a 60° che, a pieno carico, necessita di ben 4 ore per terminare il ciclo. Per limitare il problema della lunga durata e non rendere vano il risparmio energetico, consiglio di sfruttare la funzione della partenza ritardata programmando l’avvio in fasce orarie con tariffa più conveniente.

Alla luce di un prezzo di vendita tra i più economici della categoria e prestazioni, nel complesso, soddisfacenti, il mio giudizio per questa lavatrice Indesit BTW L60300 IT/N è positivo. La ritengo una buona scelta d’acquisto per chi è costretto a fare i conti con spazi ristretti e desidera un elettrodomestico completo, affidabile nel tempo, di utilizzo davvero semplice e senza spendere un occhio della testa.

Candy CSTG 28TE/1-11

Candy CSTG 28TE/1-11

Pro

  • Elevata capacità di carico
  • Consumi contenuti
  • Ampia dotazione di programmi di lavaggio
  • Connettività NFC

Contro

  • Nessun problema riscontrato

Candy CSTG 28TE/1-11 è una lavatrice a carica dall’alto che, nonostante misure pressoché standard (85 x 60 x 40,5 cm), offre una capacità di carico di 8 kg. Un valore superiore rispetto ai soliti 6 / 7 kg della maggior parte dei modelli, il che favorisce l’utilizzo in presenza di nuclei familiari numerosi o comunque abbondanti quantità di biancheria.

La console dei comandi è caratterizzata da un ampio display dove poter verificare il tempo residuo del ciclo e le varie opzioni impostate. Con il classico selettore posso scegliere uno tra i 14 programmi disponibili.

Questo modello offre una delle più complete dotazioni di cicli di lavaggio, prestando particolare attenzione a coloro che devono trattare piccoli carichi. Infatti dispongo di un programma Rapido per qualsiasi tessuto, potendo scegliere una durata tra 14, 30 o 44 minuti in base alla quantità di indumenti.

Inoltre c’è tutta una serie di cicli specifici per capi in cotone, delicati, abbigliamento tecnico nonché tessuti misti e colorati, ognuno della durata sempre inferiore all’ora. Naturalmente non manca nemmeno il classico programma ECO, quello per capi in lana e la modalità Igiene Plus per eliminare fino al 99% dei batteri dalla biancheria in cotone.

Un’altra particolarità di questo modello è la tecnologia NFC che consente di impiegare l’app Candy simply-Fi per associare uno smartphone compatibile. Non è una funzione che porta chissà quali vantaggi, tuttavia rappresenta un valore aggiunto che mi permette di sfruttare una guida vocale con pratici consigli sulla scelta del ciclo e risoluzione di eventuali problemi, possibilità di scaricare nuovi programmi e consultare statistiche di lavaggio per ottimizzare le prestazioni.

Chiaramente il sistema NFC implica rimanere entro il raggio d’azione dell’elettrodomestico, quindi non è un controllo smart da remoto come avviene con connessione Wi-Fi.

Secondo la mia opinione Candy CSTG 28TE/1-11 merita un giudizio molto positivo. A fronte di un prezzo competitivo offre buone prestazioni, consumi contenuti grazie alla classe di efficienza energetica A+++ e una completezza di programmi in grado di rispondere alle necessità sia di una famiglia che di single o coppie.

Hotpoint WMTG723HRIT

Hotpoint WMTG723HRIT

Hotpoint WMTG723HRIT è una lavatrice a carica dall’alto con un pannello di controllo ben progettato per un intuitivo utilizzo e un portello con meccanismo Soft Opening per facilitare le operazioni di carico e scarico. La capacità totale è di 7 chilogrammi, mentre la presenza di un motore con tecnologia ad inverter assicura affidabilità, velocità massima della centrifuga di 1200 giri al minuto e consumi contenuti.

Tra le particolarità di questo modello c’è il sistema Drum Up per posizionare il cestello correttamente a fine ciclo e una serie completa di programmi per venire in contro alla maggior parte delle esigenze.

Oltre alle solite modalità per capi in lana, delicati, in cotone e sintetici è stato inserita una funzione specifica per la pulizia di indumenti destinati ai bambini e un ciclo antimacchia per eliminare lo sporco più ostinato pur impiegando acqua con temperatura compresa tra 40 e 43 gradi centigradi. Da sottolineare anche la presenza di un programma per il lavaggio a mano, uno per capi misti e quello rapido particolarmente gradito da chi deve pulire pochi vestiti in breve tempo.

Hotpoint WMTG723HRIT è senza dubbio una buona lavatrice i cui punti di forza sono costituiti dalla semplicità delle impostazioni, completezza dei programmi di lavaggio e consumi contenuti grazie ad una classe di efficienza energetica A+++.

Ciò che non soddisfa pienamente è la rumorosità in fase di centrifuga che, con i suoi 76 dB, può dare fastidio soprattutto durante la notte. Un limite alla praticità d’uso è invece rappresentato dal dosatore del detersivo: se con prodotti in polvere non si segnalano problemi, utilizzando detersivi liquidi è necessario prestare molta attenzione per evitare che parte del detergente finisca sopra il cesto mentre si richiude lo sportello.

Come scegliere una lavatrice con carica dall’alto

L’ottimizzazione degli ingombri, in considerazione dello sportello di carico posto nella zona superiore in luogo del tradizionale oblò frontale, è la motivazione che più delle altre spinge all’acquisto di una lavatrice con carica dall’alto. Esistono, tuttavia, ulteriori fattori decisivi da valutare prima di acquistare il modello più adatto alle proprie necessità.

Capacità di carico

Nelle lavatrici con carica dall’alto il cestello è posto longitudinalmente. L’accorgimento costruttivo permette di ridurre la larghezza a 40 centimetri e la profondità di 60, rispetto a quelle che sono le misure standard di una lavatrice tradizionale. Conseguentemente il carico resta limitato fra 5 e 8 chilogrammi, insufficiente per lavare piumoni o più capi ingombranti nello stesso ciclo.

Programmi e funzioni

Importante è anche valutare il ventaglio dei programmi disponibili. Quelli basilari, quali cotone, lana, sintetici o delicati potrebbero rivelarsi inadeguati quando in casa sono presenti bambini o animali domestici. Esistono lavatrici con carica dall’alto dotate non solo di cicli minori, quali ammollo, risciacquo e centrifuga, ma anche di quelli speciali per la pulizia delle calzature, per jeans, igienizzanti, antiallergici e molto altro.

Coloro che hanno esigenze particolari e desiderano maggiore flessibilità d’utilizzo dovrebbero spaziare fra le lavatrice con carica dall’altro che vantano funzioni aggiuntive. Si pensi, ad esempio, alla possibilità di attivare la partenza ritardata, di avvalersi della funzione antipiega per agevolare la stiratura o di contenere i consumi idrici ed energetici, grazie al riconoscimento automatico del carico e in base al programma prescelto.

Centrifuga

In tema di lavatrici con carica dall’alto non bisogna trascurare anche la velocità di centrifuga. Maggiori saranno i giri al minuto e più acqua verrà estratta dai capi in fase di centrifuga. I modelli con velocità di centrifuga bassa lasciano i capi bagnati, con un livello d’umità del 70%. Invece, una velocità di 1500 giri/minuto, presente nei modelli di alta fascia, consente di ottenere un bucato più asciutto, il cui valore di umidità è inferiore al 50%.

Efficienza energetica, rumorosità e consumi

L’indicazione dell’etichetta energetica, obbligatoria per legge, da tempo ha sostituito le vecchie classi con le A+++ fino alla D. I nuovi modelli possono appartenere persino alle classi energetiche ancora più convenienti come A -10% o – 20%, proprio per indicare un risparmio ulteriore rispetto al valore standard. L’etichetta riporta anche il consumo energetico annuo in kWh. Il valore è frutto di un calcolo indicativo che prende quale riferimento il ciclo standard, spesso coincidente con il lavaggio cotone a 60°C.

La lettura dell’etichetta permette anche di risalire al livello di rumorosità della lavatrice con carica dall’alto. Il valore è espresso in dB, sia per quanto riguarda la fase di lavaggio che quella di centrifuga. Una lavatrice con carica dall’altro silenziosa, in genere, non supera i 51 dB durante il ciclo di lavaggio. La centrifuga si attesta fra i 73 dB fino a 79 dB.

Infine, sebbene non esistano parametri per misurare la classe di efficienza idrica, quanto stimato in etichetta può aiutare a comprendere quali potrebbero essere i costi annui. Tutto ciò senza dimenticare che ad una maggiore capacità di carico corrispondono maggiori consumi idrici.

Alla luce di queste considerazioni consigliamo l’acquisto di una lavatrice con carica dall’alto prodotta da marchi noti e conosciuti, per affrontare eventuali problemi di manutenzione senza disagi, specie per ciò che riguarda la disponibilità dei pezzi di ricambio Quanto ai prezzi, le lavatrici con carica dall’alto più economiche partono da 300,00 euro. I modelli con maggiore capacità di carico e velocità di centrifuga possono oltrepassare il costo di 500,00 euro.

Domande frequenti