Migliori Soundbar per TV

di Andrea Pilotti 13 Febbraio 2019

Classifica, Recensioni e Offerte delle Migliori Soundbar sul mercato, selezionate dalla nostra redazione per numero di canali, potenza, connettività, presenza del subwoofer, rapporto qualità prezzo e marca.

miglior soundbar per tv

Classifica e Recensioni delle Migliori Soundbar per TV

La migliore

Sony HT-CT290 è la soundbar che si posiziona al primo posto della nostra classifica. Un prodotto completo e versatile offerto ad un prezzo decisamente competitivo.

Questo modello assicura un buon miglioramento dell’uscita audio della TV grazie alla tecnologia S-Force PRO Front Surround che cerca di creare una scena sonora tridimensionale e più coinvolgente. Il sistema è un 2.1 costituito dal classico parallelepipedo con dimensioni 90 x 5,2 x 8,6 centimetri e da un subwoofer con ingombro pari a 17 x 34,2 centimetri e una profondità di 36,2 centimetri.

I due altoparlanti inseriti nell’unità principale sono dei midrange che si occupano della riproduzione della alte e medie frequenze, mentre il subwoofer gestisce i bassi. Grazie ad una potenza di uscita di 300 watt, compatibilità con gli standard audio Dolby Digital e Dolby Digital Dual Mono e la funzione ClearAudio+, la qualità del suono è molto soddisfacente con dialoghi nitidi e bassi profondi.

L’installazione è semplice dovendo solo collegare separatamente alla presa di corrente i due componenti e successivamente la soundbar all’apparecchio televisivo tramite un cavo ottico o HDMI: in meno di 5 minuti si potrà godere dell’audio potenziato. Il dispositivo è dotato anche di porta USB per connettere un supporto di memorizzazione esterno e caricare i file musicali. Naturalmente c’è anche la possibilità di associare tramite Bluetooth lo smartphone, in modo da riprodurre direttamente la propria musica.

Sony HT-CT290 è un prodotto che unisce buone prestazioni ad un design elegante e moderno, con l’aggiunta della comodità di una connessione wireless del subwoofer che può essere posizionato in verticale o in orizzontale per meglio adattarsi ad ogni esigenza.

La più potente

LG SJ4 è una soundbar che colpisce da subito per un design moderno e ricercato che bene si accosta a qualsiasi modello di TV.

Il sistema è un 2.1 avendo un subwoofer esterno che funziona in modalità wireless con la sola presenza del cavo dell’alimentazione da collegare ad una presa di corrente. L’unità principale ha dimensioni di 89 x 5,5 x 8,5 centimetri, mentre il subwoofer è un parallelepipedo da 17,1 x 32 centimetri con una profondità di 25,2 centimetri.

Il modello proposto in questa recensione ha una potenza complessiva di 300 watt, data dalla somma dei due diffusori frontali da 60 watt ciascuno e dal subwoofer da 180 watt.

La qualità sonora è apprezzabile durante l’ascolto di qualsiasi contenuto, potendo sfruttare la modalità Home Cinema e la tecnologia Adaptive Sound Control in grado di analizzare il suono in tempo reale. Le regolazioni vengono eseguite automaticamente in base al tipo di contenuto sonoro, accentuando le media e alte frequenze per un dialogo o un evento sportivo oppure enfatizzando i bassi in caso di una scena d’azione.

Altra novità introdotta da LG è l’Auto Sound Engine: sistema che ottimizza l’audio con qualsiasi livello di volume impostando adeguatamente le frequenze e fornendo un suono sempre ben bilanciato.

A livello connettività non ci sono sorprese con la presenza di una presa ottica, una USB e un attacco HDMI. Completano la dotazione di serie la connettività Bluetooth e un pratico telecomando.

Secondo la nostra opinione, LG SJ4 è una soundbar valida sotto ogni punto di vista e che merita una delle prime posizioni in classifica. Rappresenta una buona scelta d’acquisto per chi sta cercando un dispositivo dotato, non solo di potenza, ma anche di una soddisfacente resa sonora.

La più venduta

Yamaha YAS-306 si presenta con un design classico ma nello stesso tempo elegante. La soundbar ha dimensioni di 95 x 72 x 13 centimetri ed è ricoperta da un tessuto di colore nero con l’aggiunta di inserti in plastica lucida frontalmente e sui due lati.

Il modello di questa recensione è costituito da 3 coppie di altoparlanti per un totale di 6 speaker, in grado di garantire una riproduzione fedele e nello stesso tempo con adeguato livello di potenza sonora.

All’interno della barra sono stati alloggiati due tweeter da 19 millimetri, due mid-woofer da 5,5 centimetri e due woofer da 7,5 cm destinati alla riproduzione delle basse frequenze.

La soundbar ha una potenza in uscita complessiva di 120 watt, è dotata di interfaccia Wi-Fi e di connettività Bluetooth. Un prodotto che non si preoccupa solo di assicurare una resa sonora di buon livello ma è in grado di offrire delle interessanti funzionalità smart.

Grazie all’app MusicCast è possibile controllare l’apparecchio direttamente dal telefono dimenticandosi del telecomando in dotazione. Inoltre c’è l’opportunità di collegare tutti i dispositivi compatibili presenti in casa per gestirli tramite app. In base al tipo di utilizzo si possono scegliere specifiche modalità di ascolto quali: Movie, Music, Sports, Game e TV Program.

Dal punto di vista della connettività purtroppo segnaliamo la mancanza sia della porta HDMI che della presa USB, con la sola presenza dell’ingresso ottico. Da sottolineare la disponibilità di un attacco per collegare un eventuale subwoofer esterno.

Yamaha YAS-306 è, secondo la nostra opinione, una soundbar che svolge il suo compito in maniera valida offrendo all’utilizzatore un aspetto estetico gradevole, audio di buon livello, la comodità di un’installazione anche a parete e funzionalità smart per una più facile gestione senza il telecomando. Un prodotto all in one consigliato a chi vuole migliorare l’audio della TV senza l’ingombro si un subwoofer esterno.

Con subwoofer wireless

Samsung HW-K335 è un prodotto dalle interessanti performance nonostante si collochi in una fascia medio bassa di prezzo.

Il design è essenziale con una barra ricoperta di tessuto nero e con dimensioni di 90,7 x 5,35 x 7 centimetri. Il subwoofer ha un ingombro pari a 15,5 x 30 x 28,5 centimetri.

L’installazione è immediata e molto semplice con i due componenti in grado di comunicare in modalità wireless e potendo posizionare il subwoofer in qualsiasi punto della stanza.

Il collegamento con la TV avviene sfruttando il solo ingresso ottico ma con l’ulteriore possibilità di non utilizzare nessun cavo nel caso si disponga di una TV Samsung compatibile. Sottolineiamo la mancanza di una porta HDMI e la presenza di un presa USB.

La resa sonora è di buon livello con un audio ben equilibrato che offre piacevoli sensazioni di ascolto un po’ in tutte le situazioni. Il sistema 2.1 ha una potenza di uscita di 130 watt ed è dotato della funzione Surround Mode per creare una scena maggiormente coinvolgente.

Tra gli standard audio compatibili rientrano il Dolby Digital e il DTS, mentre non è supportato il Dolby Pro Logic II. Per la gestione delle varie funzioni c’è in dotazione un piccolo telecomando ed è possibile sfruttare la connessione Bluetooth per associare un dispositivo mobile e riprodurre direttamente i file musicali.

Samsung HW-K335 è una soundbar essenziale che si inserisce in una buona posizione della nostra classifica; assicura semplicità di utilizzo e pur non avendo particolari funzionalità, offre complessivamente un suono che non delude le aspettative.

Per la musica

Bose Solo 5 è una soundbar all in one dall’aspetto minimal con linee essenziali e dimensioni compatte di 54,8 x 7 x 8,6 centimetri.

Tra i modelli recensiti è una delle barre più piccole, il che facilita l’installazione sia sopra il mobile che a parete.

Il modello proposto in questa recensione non offre particolari funzionalità e non è nemmeno un dispositivo smart da gestire con il telefono: la sua migliore qualità è la resa sonora. I due altoparlanti midrange, installati all’interno, sono in grado di riprodurre tutta la gamma di frequenze con una soddisfacente fedeltà.

Ciò che più si apprezza sono i dialoghi particolarmente chiari in cui si possono percepire anche i minimi dettagli. Un dispositivo che assicura un notevolmente incremento della resa sonora non tanto in termini di potenza, quanto nella nitida riproduzione audio di qualsiasi contenuto.

Completano le caratteristiche di questo modello un ingresso ottico, uno coassiale, uno ausiliario da 3,5 millimetri, connessione Bluetooth e pratico telecomando.

Bose Solo 5 è una scelta d’acquisto che consigliamo a chi vuole migliorare l’audio della TV oppure desidera ascoltare della buona musica, magari direttamente dallo smartphone.

La più economica

Panasonic SC-HTB200 è una soundbar molto compatta con una lunghezza di soli 45 centimetri, altezza di 13,5 centimetri e profondità di 51 centimetri. È dotata di due diffusori frontali per una potenza complessiva di 80 watt. Nella parte posteriore trovano collocamento un ingresso ottico, porta USB e presa HDMI.

Tra le principali caratteristiche c’è la connessione Bluetooth, la funzione Virtual Surround, compatibilità con gli standard Dolby Digital e DTS Digital Surround e un pratico telecomando compreso nella fornitura.

Per essere un prodotto che rientra in una fascia medio-bassa di prezzo, la qualità audio è più che soddisfacente con alti nitidi, medi chiari, bassi profondi e con i normali limiti presenti in un modello all in one.

Panasonic SC-HTB200 è, secondo la nostra opinione, una soundbar consigliata per tutti coloro che desiderano migliorare la resa sonora della TV attraverso un dispositivo poco invadente, dalle performance apprezzabili e soprattutto senza spendere un occhio della testa.

Offerte Soundbar per Tv

Come scegliere Soundbar per Tv

Un ottimo sistema per amplificare e migliorare l’audio di Tv e Pc è l’utilizzo di una soundbar. Un dispositivo che trova molti consensi grazie alle buone prestazioni che generalmente sa offrire a fronte di dimensioni contenute. Sono una buona soluzione per avere un’audio di qualità per l’ascolto in salotto con TV di grandi dimensioni, che per ambienti più piccoli come la camera da letto, in cui spesso si preferisce avere una televisione più piccola. Come per qualsiasi articolo tecnologico la scelta non è sempre facile, ed è importante conoscere tutte le caratteristiche tecniche per capire quale modello possa soddisfare le proprie esigenze.

Attiva o passiva

In commercio si trovano decine di modelli suddivisi in molte fasce di prezzo. La prima scelta da effettuare è tra una soundbar attiva oppure passiva. La differenza sta nella presenza o meno di un amplificatore. Se si vuole un apparecchio subito pronto all’uso da collegare semplicemente alla fonte audio, la scelta di un modello attivo è l’ideale. Chi invece dispone già di altri altoparlanti e di un amplificatore dedicato, troverà in una soundbar passiva l’adeguata versatilità. La soundbar passiva inoltre non deve essere collegata alla presa di corrente, richiedendo quindi meno cavi e meno ingombri.

Numero altoparlanti

Una soundbar può avere da un minimo di due altoparlanti (indicati con la sigla 2.0) per avvivare ai modelli di fascia alta 7.1 (complessivamente 8 altoparlanti), in grado di offrire risultati simili a quelli promessi dagli impianti home theatre. La cifra 1 dopo il punto sta sempre ad indicare la presenza di un subwoofer: è lo speaker preposto alla riproduzione delle basse frequenze e si trova quasi sempre separato dalla soundbar ed inserito in un’apposita cassa. Va valutato quindi il maggior ingombro complessivo. Ovviamente più alto è il numero di diffusori acustici presenti e maggiore sarà il prezzo.

Scegliere tra un modello 2.0, 2.1, 5.1 o 7.1 dipende dal tipo di utilizzo previsto, dalla grandezza dell’ambiente, dall’acustica, dallo spazio disponibile e da altri fattori. La presenza di un subwoofer è quanto mai consigliata perché va ad incidere notevolmente sulla qualità finale del suono. Ci sono modelli che prevedono anche questo altoparlante compreso nella soundbar che però assume dimensioni notevoli. Meglio acquistare un apparecchio con il subwoofer a parte in grado di offrire una maggior versatilità nell’istallazione.

Funzionalità

Una soundbar top di gamma è dotata di interfaccia wi-fi, permette la connessione alla rete domestica (anche via cavo con porta Ethernet) e di essere comandata da remoto tramite smartphone. La maggior parte dei modelli offrono assoluta compatibilità con sistemi di streaming audio come Spotify, ApplePlay, Napster, Pandora e molti atri. Naturalmente è prevista anche il collegamento tramite bluetooth. Il display non è sempre presente. In alcuni modelli anche di fascia alta è completamente assente, in altri invece è posizionato frontalmente per dare le principali informazioni all’utente. Ci sono poi una serie di funzionalità specifiche che caratterizzano solo determinati modelli che prevedono modalità di ascolto particolari in base al contenuto riprodotto.

Potenza

La potenza è un valore importante ma non fondamentale. Il dato è espresso in watt e normalmente un modello di fascia medio alta offre una potenza di circa 300 watt. Scegliere una soundbar molto potente non è necessariamente garanzia di migliore qualità audio. Per capire questo concetto basti pensare all’utilizzo di apparecchi audio come le cuffie wireless, per ascoltare un film. Seppur caratterizzate da potenze esigue, garantiscono una scena sonora coinvolgente (se di buona qualità) per via del sistema di isolamento che permettono dai rumori esterni, e per la qualità delle componenti utilizzate.

In linea di massima comunque è preferibile disporre di un apparecchio con un surplus di potenza non utilizzata, per non generare fastidiose distorsioni, che avere una soundbar con un wattaggio non adeguato e livello massimo di volume troppo basso.

Connessioni

Da non sottovalutare il numero e tipologie di connessioni presenti sul resto della soundbar. Di base deve esserci: un ingresso audio con jack da 3,5 millimetri, presa USB, uno o più ingressi HDMI, presa Ethernet e connessione audio ottica. Sono tutti formati che ritroviamo sulle moderne TV, e sono utilizzati soprattutto sui modelli 4K 55 pollici, semplicemente perché si tratta del formato di TV più diffuso sul mercato.

Estetica

Una soundbar solitamente si posiziona in bella vista sul mobile della TV. Alla fine diventa un complemento d’arredo ed è necessario che abbia un’estetica molto gradevole. Nei modelli migliori anche questo aspetto è curato nei minimi dettagli con apparecchi realizzati utilizzando plastiche solitamente di colore nero. L’effetto lucido è uno dei maggiormente sfruttati con la presenza di display e comandi particolarmente discreti per non compromettere l’armonia delle linee.

[Voti: 443    Media Voto: 4.9/5]
Elettrodomestici che potrebbero interessarti
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, un servizio gratuito che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo. Guarda un esempio

GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.