in

Migliori termoconvettori elettrici

Migliori termoconvettori elettrici

Classifica migliori termoconvettori elettrici

Olimpia Splendid Caleo

Pro

  • Design moderno e ricercato
  • Dimensioni compatte
  • Tre livelli di potenza termica

Contro

  • Non dispone di maniglie per il trasporto
  • Manca il telecomando
  • Impossibile impostare avvio e spegnimento automatico

Olimpia Splendid Caleo è un termoconvettore con potenza di 2000 watt in grado di riscaldare ambienti fino a circa 20 metri quadri. Chi sta cercando una stufa elettrica portatile dal design moderno ed elegante, apprezzerà le linee arrotondate e l’originale forma progettata dai tecnici dell’azienda italiana.

Altri particolari che contribuiscono a migliorare l’estetica sono lo spessore di soli 12 centimetri e la coppia di piedini trasparenti per l’installazione a pavimento, mantenendo il dispositivo in una posizione leggermente inclinata. Purtroppo devo evidenziare la mancanza di maniglie laterali, il che non facilita il trasporto soprattutto quando l’apparecchio è in funzione con superficie calda.

Il termoconvettore Caleo viene proposto in tre versioni identiche nell’aspetto e con medesima potenza termica massima. Il modello TT è quello più completo aggiungendo un pratico timer a 24 ore per programmare accensione e spegnimento e la funzione Turbo per una rapida diffusione del calore. Tutti i modelli presentano un sistema antigelo e il termostato di sicurezza per evitare pericolosi surriscaldamenti.

In questa prova ho testato la versione senza timer e modalità Turbo. Si tratta di una macchina molto essenziale caratterizzata da tre livelli di potenza termica (750, 1250 e 2000 watt) e termostato ambiente meccanico per regolare la temperatura.

I comandi sono le solite manopole che consentono di stabilire rapidamente le impostazioni, con l’aggiunta di tre indicatori luminosi per capire quale valore di potenza abbiamo attivato.

Secondo la mia opinione, Olimpia Splendid Caleo riesce ad unire estetica e funzionalità per offrire un dispositivo bello da vedere ma nel contempo capace di migliorare il comfort abitativo in piccoli ambienti. Considerando la minima differenza di prezzo tra le diverse versioni, trovo più vantaggioso acquistare il modello TT con possibilità di stabilire l’orario di partenza o lo spegnimento quando desideriamo.

De Longhi Slim Style HCX3220FTS

Pro

  • Design moderno
  • Si può installare a parete
  • Autospegnimento in caso di ribaltamento
  • Funzione antigelo
  • Timer a 24 ore

Contro

  • Mancano le staffe per il fissaggio a muro
  • Ventilazione attivabile solo alla massima potenza
  • La ventola è piuttosto rumorosa
  • Non dispone di telecomando

De Longhi Slim Style HCX3220FTS è un termoconvettore che, già dal nome, fa intuire una delle sue caratteristiche, vale a dire il design moderno e ricercato. Tuttavia, secondo la mia opinione, l’estetica sarebbe ancor più elegante senza la grossa scritta in rilievo sul pannello frontale.

Questo modello offre una certa versatilità potendolo installare a pavimento applicando i piedini in dotazione, oppure a parete. Devo però evidenziare la mancanza nella fornitura delle staffe per appendere il termoconvettore al muro.

Per rendere più comodo il collocamento è stata ridotta la profondità a soli 7,5 centimetri. La struttura con rivestimento in metallo risulta piuttosto solida, mentre la maniglia e il comodo avvolgicavo facilitano trasporto e rimessaggio.

Per riscaldare l’ambiente domestico con una certa rapidità disponiamo di una resistenza elettrica da 2000 watt. Tramite l’apposito selettore posso scegliere altri due livelli di potenza termica ovvero 800 e 1200 watt.

L’apparecchio integra anche una doppia ventola per incrementare il riscaldamento diffondendo più velocemente il calore all’interno della stanza. La ventilazione parte solo posizionando la manopola su MAX 2, viceversa rimane disattivata.

Altri utili particolari sono il timer a 24 ore per programmare lo spegnimento, il termostato ambiente per regolare la temperatura desiderata e la funzione antigelo che interviene in presenza di temperatura molto bassa.

Per quanto riguarda la sicurezza, possiamo utilizzare in tutta tranquillità l’apparecchio vista la dotazione di arresto automatico con avviso acustico sia in caso di caduta che surriscaldamento.

De Longhi Slim Style HCX3220FTS è un termoconvettore tra i più completi della sua fascia di prezzo. I principali punti di forza riguardano affidabilità, rapido riscaldamento con aggiunta della ventilazione alla massima potenza e possibilità di stabilire le ore di funzionamento.

Una valida soluzione che consiglio per migliorare il comfort in ambienti fino a 30 metri quadri senza particolari problemi. I limiti da tenere in considerazione riguardano l’assenza delle staffe per l’eventuale fissaggio a parete, la mancanza di telecomando e l’alta rumorosità con ventole accese.

Ardes AR4C03T

Pro

  • Prezzo basso
  • Dimensioni compatte
  • Timer a 24 ore
  • Possibilità di inserire la ventilazione

Contro

  • Efficace riscaldamento solo alla massima potenza
  • Manopole piuttosto delicate
  • Manca il telecomando
  • Non si spegne in caso di ribaltamento
  • Adatto solo per ambienti molto piccoli
  • Non si può utilizzare in bagno

Ardes AR4C03T è un termoconvettore molto compatto, con dimensioni di 57 x 40 x 17,5 centimetri e piedini che assicurano stabilità una volta appoggiato sul pavimento. Devo però sottolineare che in caso di caduta non è previsto lo spegnimento automatico.

La struttura offre la sensazione di una certa solidità, mentre non posso dire altrettanto per il pannello di controllo. La manopola del termostato e il selettore per impostare il timer sono realizzati con materiale plastico abbastanza delicato. L’apparecchio ha un peso contenuto e si sposta comodamente grazie alle due maniglie laterali.

La massima potenza termica è pari a 1800 watt, con possibilità di impostare un livello basso a 650 watt e intermedio con assorbimento di 1150 watt. I diversi valori li scelgo tramite due interruttori, con un terzo pulsante che mi permette di inserire la ventilazione. Tale funzione è utile per diffondere più rapidamente il calore nella stanza, ma bisogna mettere in conto una rumorosità che potrebbe dare fastidio.

Il produttore indica, tra i dati tecnici, un volume massimo riscaldabile di 55 metri cubi che equivale ad un locale di circa 20 metri quadri. Per ottenere l’aumento desiderato della temperatura in tempi accettabili, è necessario inserire sempre la massima potenza. Diminuendo l’assorbimento calano notevolmente anche le prestazioni, risultando insufficienti per garantire il mantenimento del comfort.

Ardes AR4C03T offre come principale vantaggio un prezzo decisamente conveniente a fronte di una potenza termica di 1800 watt, sistema di ventilazione e possibilità di programmare la fascia oraria di funzionamento.

Ciò nonostante, secondo la mia opinione, è un termoconvettore adatto per ambienti molto piccoli di circa 10 / 15 metri quadri. Inoltre, è necessario inserire sempre la massima potenza per riscaldare il locale abbastanza rapidamente, aumentando però il consumo di corrente e i costi in bolletta. Oltretutto, il grado di protezione IPX0 impedisce l’impiego in bagno vista la mancanza di adeguati requisti.

Argo Jazz T

Pro

  • Prezzo economico
  • Dimensioni compatte
  • Si sposta comodamente
  • Integra la funzione di ventilazione forzata
  • Timer a 24 ore

Contro

  • In caso di caduta non si spegne da solo
  • Parti plastiche delicate
  • Non dispone di telecomando

Argo Jazz T è un termoconvettore che appartiene ad una fascia di prezzo molto economica, pur possedendo tutte le caratteristiche tecniche e i requisiti utili per garantire l’efficace riscaldamento di piccoli ambienti.

La forma sottile con spessore di 19 centimetri e le dimensioni compatte con lunghezza di 63,9 centimetri e altezza di soli 45 centimetri, permettono il comodo collocamento occupando un minimo spazio. La struttura di appena 3 chilogrammi appoggia su una coppia di stabili piedini, mentre tramite le maniglie laterali posso spostare l’apparecchio senza alcuna difficoltà.

L’aria calda prodotta dalla resistenza elettrica esce dalle ampie griglie poste nella parte superiore, mentre posteriormente è stata inserita la bocca di uscita della ventola.

Con l’apposita manopola imposto tre livelli di potenza termica che corrispondono alle modalità Eco con assorbimento di 750 watt, Comfort con richiesta di 1250 watt e Super che sfrutta tutti i 2000 watt per incrementare nel minor tempo possibile la temperatura. Scegliendo le modalità Comfort e Super attivo anche la ventilazione forzata per una diffusione uniforme e più veloce del calore nella stanza.

Tramite il termostato meccanico regolo la temperatura cosicché il termoconvettore possa accendersi e spegnersi autonomamente a seconda del valore rilevato nell’ambiente domestico.

In aggiunta dispongo di un comodo timer a 24 ore per programmare avvio e arresto automatico ad un determinato orario. Nel complesso il sistema funziona senza particolari problemi, semmai serve effettuare qualche prova iniziale per capire a che livello regolare il termostato in base alle esigenze.

Secondo la mia opinione, Argo Jazz T rappresenta una valida scelta di acquisto prevedendo l’impiego in piccoli locali di 15 / 20 metri quadri.

Considerando il prezzo molto economico non dobbiamo aspettarci grandi prestazioni, comunque la potenza termica e le funzioni a disposizione sono sufficienti per assicurare un buon comfort e una pratica gestione.

Gli unici aspetti negativi emersi nel corso della prova riguardano la delicatezza di alcune parti plastiche, la mancanza del telecomando e l’assenza del microinterruttore che provvede allo spegnimento in caso di caduta.

Rowenta CO3035

Pro

  • Rapido riscaldamento
  • Facile da spostare
  • Bassa rumorosità

Contro

  • Prezzo alto
  • Cavo troppo corto
  • Non dispone di un timer

Rowenta CO3035 è un termoconvettore elettrico adatto per riscaldare superfici calpestabili di 20 / 25 metri quadri, ma può dare buoni risultati anche in ambienti di poco superiori ai 30 metri quadri. La qualità migliore di questo modello è, senza dubbio, la rapidità con cui viene alzata la temperatura.

Non è facile fornire dati precisi in quanto molto dipende dalla dispersione termica e da quanto freddo è inizialmente il locale, tuttavia bastano circa 30 minuti per godere già di un buon comfort. Con condizioni ambientali particolarmente sfavorevoli serviranno almeno un paio d’ore di funzionamento continuo per raggiungere una temperatura gradevole.

L’utilizzo è molto semplice dovendo agire solo su una coppia di manopole, ovvero un termostato meccanico di sicurezza e il selettore della potenza. Impostando il termoconvettore a 1200 watt sfrutto solo il riscaldamento della resistenza, mentre selezionando 2400 watt aziono anche la ventola frontale per diffondere più rapidamente il calore. Un buon metodo di funzionamento è partire subito con la massima potenza e, una volta raggiunta la temperatura desiderata, abbassarla per mantenere il riscaldamento.

La struttura offre una discreta robustezza mentre il peso contenuto di circa 4,3 chilogrammi mi consente comodi spostamenti aiutandomi con la maniglia integrata. Il design non è certo dei più ricercati ma comunque adeguato per l’uso previsto e in linea con la maggior parte dei prodotti concorrenti.

Purtroppo manca un timer che risulta molto utile per programmare lo spegnimento ed evitare che il termoconvettore continui a funzionare anche quando non è più necessario. Altro aspetto negativo è il cavo d’alimentazione lungo poco più di un metro, il che limita di molto la praticità non avendo prese nelle immediate vicinanze.

Rowenta CO3035 pur svolgendo la sua funzione senza grossi problemi e garantendo prestazioni soddisfacenti, lo considero un prodotto un po’ troppo costoso per ciò che offre. Un aspetto da tenere in considerazione al momento dell’acquisto visto che i competitor di certo non mancano, anzi il settore è davvero ricco di scelte. Con una certa facilità e pressoché al medesimo prezzo o leggermente superiore, puoi trovare termoconvettori dal design decisamente più moderno e maggiori funzioni.

Vortice 70201 Caldore

Vortice 70201 Caldore è un termoconvettore versatile, leggero e resistente, con le griglie superiori ed inferiori in acciaio verniciato antigraffio ed i laterali in resina plastica.

Con i suoi 3,9 chilogrammi di peso e le sue dimensioni di 61 x 43,8 x 14,4 centimetri è infatti pratico da spostare nei diversi ambienti che necessitano di calore.

Può anche essere installato alla parete, qualora si abbia bisogno di riscaldare sempre e solo la stessa stanza.
Segnaliamo in recensione che il kit per il fissaggio a parete non è in dotazione e deve essere acquistato separatamente. Se invece non si vuole fissare alla parete, è sufficiente togliere il termoconvettore dal suo imballaggio e collegarlo ad una presa di corrente per iniziare ad utilizzarlo.

Circa i consumi, non si discosta molto da altri prodotti recensiti in classifica: la potenza minima assorbita è di 800 Watt, quella intermedia di 1200 Watt e la massima di 2000 Watt, selezionabile con l’apposita manopola posta sul fianco del termoconvettore.

Vortice 70201 Caldore è dotato di termostato ad impostazione manuale della temperatura desiderata. Una funzione a mio avviso interessante è la funzione antigelo, che attiva automaticamente il termoconvettore quando la temperatura scende sotto i 5° C.

Imetec Eco Rapid TH1-100

Imetec Eco Rapid TH1-100 è un termoconvettore efficiente nelle prestazioni e piacevole nel design. Se la potenza massima assorbita non differisce dagli altri elementi in classifica ed è di 2000 Watt, il suo punto di forza è, secondo la mia opinione, la possibilità di regolare l’intensità in quattro diverse modalità.

In particolare, la modalità Eco (1200 Watt) garantisce un risparmio di oltre il 40% di energia, rispetto alla modalità Ultrarapid (2000 Watt).

La diffusione del calore è affidata al sistema di ventilazione turbo, per riscaldare uniformemente e rapidamente qualunque ambiente, con risultati ottimali fino a volumi di 50 m³.

L’oggetto di questa recensione è piuttosto compatto e misura 69,5 x 43 x 18 centimetri.
Pur non essendo dotato di rotelle, le ampie maniglie laterali integrate e le basi di appoggio garantiscono facilità di trasporto e stabilità. Oltre a rispettare le normative europee in termini di sicurezza, ha la funzione di spegnimento automatico in caso di surriscaldamento dell’apparecchio.

Imetec Eco Rapid TH1-100 è a mio avviso una buona scelta per chi non ha necessità di riscaldare spazi particolarmente grandi e può quindi limitare i consumi di energia elettrica sfruttando la modalità ECO.

Come scegliere un termoconvettore elettrico di qualità

Un termoconvettore è un dispositivo per il riscaldamento relativamente più sicuro rispetto ad altri apparecchi elettrici che diffondono aria calda e che possono surriscaldarsi, con un alto rischio di incendio.

I radiatori o le stufe elettriche, inoltre, tendono a riscaldare rapidamente l’aria attorno al dispositivo, che poi per effetto del calore si convoglia verso l’alto e viene rimpiazzata da altra aria fredda, con grande dispersione dell’effetto. I termoconvettori, invece, funzionano molto più lentamente, ma se presi della giusta dimensione per l’ambiente che devono riscaldare alla fine risultano essere decisamente più efficienti, sicuri ed economici.

Una delle caratteristiche a cui bisogna prestare attenzione al momento dell’acquisto di un termoconvettore è la dimensione: se l’apparecchio è troppo piccolo per l’ambiente che deve riscaldare probabilmente non genererà abbastanza calore da riscaldare, ad esempio, chi è seduto sul divano dall’altra parte della stanza. Viceversa, un apparecchio troppo grande finirebbe per consumare troppa energia per funzionare, con conseguente incremento dei costi; scegliere la misura adatta agli ambienti da riscaldare è quindi la prima cosa da fare, e alla fine risulterà anche la scelta più economica.

Dato che l’acquisto di combustibile liquido come il propano o il kerosene può rivelarsi abbastanza oneroso, scegliere un sistema ad alimentazione elettrica è spesso la scelta più conveniente.

Ci sono modelli che possono anche essere dotati di una ventola, per velocizzare il riscaldamento degli ambienti, anche se questo tipo di apparecchio ha un costo superiore. Spesso, per ovviare al problema del funzionamento lento, questi dispositivi sono dotati di timer che si possono regolare per far accendere il riscaldamento un po’ prima rispetto a quando si pensa di averne bisogno, per dargli il tempo necessario a riscaldare bene l’ambiente.

Alcuni modelli sono dotati di termostato , per quel che riguarda la sicurezza, ovviamente il consiglio è di scegliere i modelli più moderni e tecnologicamente avanzati, dotati di blocchi automatici in caso di caduta accidentale o di surriscaldamento dovuto a qualche difetto di funzionamento.

Domande frequenti

Classifiche correlate