Migliori frigoriferi a 4 porte

I migliori frigoriferi a 4 porte selezionati per capacità, efficienza energetica, silenziosità, rapporto qualità prezzo.

INDICE
1. Classifica migliori frigoriferi a 4 porte
1.1 Haier HTF-452DM7
1.2 Hisense RQ563N4AI1
1.3 LG GSBV70DSTM
1.4 LG GSXV91MBAF
2. Come scegliere un frigorifero a 4 porte
2.1 Capienza
2.2 Consumi
2.3 Rumorosità
2.4 Tecnologie
2.5 Funzionalità
2.6 Design
2.7 Domande frequenti

Classifica migliori frigoriferi a 4 porte

Haier HTF-452DM7

recensione Haier HTF-452DM7

Pro

  • Design elegante e moderno
  • Buona qualità dei materiali
  • Consumi contenuti
  • Larghezza inferiore alla norma
  • Funzionalità complete
  • Bassa rumorosità

Contro

  • Capacità ridotta rispetto ai modelli con misure standard
  • Mancanza di una modalità ECO

Haier HTF452DM7 è un frigorifero a 4 porte decisamente elegante grazie a linee essenziali, maniglie integrate negli sportelli e un pannello di controllo che passa quasi inosservato.

Un’altra caratteristica è rappresentata dalla larghezza di 83 centimetri: valore più basso rispetto ai consueti 90 centimetri della maggior parte dei modelli side by side. Un aspetto che da una parte consente di infilare il frigorifero in spazi più ristretti, ma dall’altra offre una capacità totale di 452 litri, ovvero circa 100 litri in meno dei frigoriferi più larghi.

A parte questo particolare costruttivo, l’apparecchio assicura notevoli prestazioni grazie ad un compressore con inverter dal soddisfacente rendimento e consumi ridotti pari a 303 kWh all’anno.

Il sistema di raffreddamento Total NoFrost è garanzia di conservare al meglio il cibo in entrambi i reparti, con speciali condotti che scorrono nella parete posteriore per un’omogenea circolazione dell’aria fredda. Da sottolineare la presenza di una luce UV all’interno del frigorifero per eliminare eventuali batteri e un cassetto con zona a temperatura controllata per rispondere a qualsiasi esigenza di conservazione.

Haier HTF452DM7 è un frigorifero affidabile, silenzioso (solo 40 dB), con un’organizzazione degli spazi interni funzionale e una semplice programmazione offerta dalla modalità Smart che regola in automatico la temperatura in base a quella ambientale. Naturalmente è presente l’opzione Holiday per i lunghi periodi lontani da casa e quella Power Freeze per un congelamento super rapido, mentre manca una specifica modalità ECO di risparmio energetico.

Hisense RQ563N4AI1

recensione Hisense RQ563N4AI1

Pro

  • Buon rapporto qualità prezzo
  • Mantiene costante la temperatura evitando shock termici agli alimenti
  • Bassa rumorosità
  • Funzioni complete
  • Efficace illuminazione a LED

Contro

  • Pannello di controllo interno
  • Manca un display sulla porta per osservare i livelli di temperatura

Hisense RQ563N4AI1 è un frigorifero 4 porte destinato a famiglie numerose o comunque per conservare grandi quantità di alimenti sia freschi che surgelati. Il design è essenziale e con tutte quelle caratteristiche estetiche tipiche di questa tipologia di elettrodomestici, ovvero rivestimento in acciaio inox con effetto satinato e maniglie integrate.

Sulle porte non è presente il pannello di controllo (collocato sul profilo interno superiore) e tanto meno un display. Sono aspetti costruttivi che valuto come punti deboli in quanto mi costringono a dover aprire lo sportello ogni qual volta devo effettuare una regolazione o semplicemente controllare la temperatura. Oltre alla mancanza di comodità, si provoca un inutile spreco di energia e un innalzamento dei consumi a causa della dispersione termica verso l’esterno.

A parte questa nota di carattere funzionale, per il resto il frigorifero si è dimostrato molto affidabile e in grado di conservare al meglio gli alimenti. Il sistema di raffreddamento Total No Frost mantiene costanti i livelli di temperatura e umidità, evitando così la dannosa formazione di ghiaccio e brina.

Il tutto è merito di un circuito di raffreddamento indipendente tra frigorifero e congelatore, il che mi permette di regolare con precisione il refrigerio dei vari comparti. In aggiunta sono presenti un efficace sistema di ventilazione per distribuire omogeneamente l’aria fredda in ogni punto e rivestimento interno posteriore in metallo per ridurre al minimo gli sbalzi termici da apertura e chiusura.

Come ho anticipato ad inizio recensione, il pannello dei comandi è inserito all’interno e costituito da una serie di tasti e un piccolo display per regolare la temperatura, nonché azionare la modalità Super Cool e Super Freeze in caso sia necessario un rapido raffreddamento o congelamento.

La suddivisione degli spazi interni sfrutta al meglio i 432 litri di capacità (290 litri per il solo frigorifero), per consentire l’ordinato alloggiamento degli alimenti. Ho trovato molto comodi i 6 comparti del congelatore, con 4 cassetti completamente estraibili per dividere al meglio i surgelati.

Hisense RQ563N4AI1 è un frigorifero a 4 porte che, in termini di prestazioni, ha poco da invidiare a marchi ben più blasonati. Oltre al notevole volume interno, assicura il costante mantenimento della temperatura limitando gli interventi del compressore e riducendo i consumi a 373 kWh all’anno. Un elettrodomestico che sarà apprezzato anche per la sua silenziosità vista una massima emissione sonora di 40 dB.

LG GSBV70DSTM

recensione LG GSBV70DSTM

Pro

  • Elevata capienza in rapporto alle dimensioni
  • Solidità costruttiva
  • Bassa rumorosità
  • Sistema di diagnostica a distanza

Contro

  • Manca il dispenser per acqua e ghiaccio
  • Console comandi interna

LG GSBV70DSTM è un frigorifero a 4 porte con design essenziale caratterizzato dalla finitura in acciaio inox satinato e maniglie a scomparsa. All’esterno non è presente nessun pannello di controllo, dovendo aprire ogni volta lo sportello per regolare la temperatura e attivare le funzioni disponibili.

Uno dei punti di forza è il circuito di raffreddamento Total No Frost con compressore smart inverter garantito 10 anni. Una soluzione tecnica che da una parte crea un ambiente ottimale alla conservazione degli alimenti e dall’altra limita i consumi a 420 kWh all’anno (classe di efficienza energetica F) e la rumorosità a soli 36 dB.

Inoltre, il particolare sistema di ventilazione dell’aria fredda, posizionato nella zona anteriore del frigorifero, consente di ripristinare molto velocemente la temperatura impostata. Il tutto senza dimenticare il vantaggio dello sbrinamento automatico di ogni comparto.

Altro aspetto positivo è la capacità interna di 665 litri a fronte di dimensioni nella media di categoria. Il merito è da attribuire allo speciale materiale isolante che riduce lo spessore delle pareti e consente di sfruttare ogni centimetro.

Aprendo le 4 porte mi trovo difronte un’accurata suddivisione dello spazio allo scopo di rendere quanto più possibile comodo l’alloggiamento di cibi freschi e surgelati. Cassetti estraibili, ripiani in vetro e mensole offrono una buona robustezza e sono garanzia di un utilizzo prolungato senza problemi.

Passando alle funzioni, l’elettrodomestico dispone di raffreddamento e congelamento rapido, blocco tasti e smart diagnostic.

Quest’ultima caratteristica mi permette, in caso di malfunzionamenti, di comunicare al centro assistenza il problema. In pratica devo avvicinare un telefono con toni multifrequenza al logo (si trova nel profilo in alto a destra), così che l’apparecchio possa trasmettere i toni prodotti dall’altoparlante integrato nel frigorifero.

Dall’altro capo del telefono l’operatore potrà decifrare la comunicazione, capire il tipo di guasto e organizzare l’eventuale intervento con tempestività.

A parte il posizionamento all’interno del pannello di controllo, secondo la mia opinione l’altro unico punto debole è la mancanza del dispenser per acqua fredda e ghiaccio. Per il resto LG GSBV70DSTM mette a disposizione un grande spazio per soddisfare le esigenze di famiglie molto numerose e assicura una buona conservazione di qualsiasi alimento.

LG GSXV91MBAF

recensione LG GSXV91MBAF

Pro

  • Pratica portafinestra in vetro con attivazione touch della luce
  • Integra il dispenser per acqua e ghiaccio
  • Non richiede l’allacciamento alla rete idrica
  • Connessione Wi-Fi
  • Funzionamento silenzioso
  • Compatibile con i principali assistenti vocali

Contro

  • Pannello comandi interno

LG GSXV91MBAF è un frigorifero a 4 porte che sfrutta la tecnologia di raffreddamento Total No Frost con compressore smart inverter, nonché i sistemi Linear Cooling e Door Cooling già presenti in altri modelli più economici. In questo caso sono stati aggiunti alcuni elementi per rendere l’elettrodomestico più funzionale e pratico.

Il primo particolare che salta subito all’occhio è il pannello in alto a destra con sistema InstaView. Si tratta di una portafinestra in vetro che, in condizioni per così dire di riposo, rimane oscurata ma bastano due tocchi sulla superficie per attivare l’illuminazione e osservare l’interno.

Tale soluzione tecnica permette di prendere ciò che serve evitando di aprire completamente lo sportello e riducendo così gli sprechi di energia. Un altro utile elemento è il dispenser di acqua fresca e ghiaccio che, oltre all’accuratezza estetica, integra un LED UV allo scopo di eliminare fino al 99,9% dei batteri. Inoltre, non è necessario l’allacciamento alla rete idrica avendo previsto un’apposita tanica.

Passando all’interno, non ho riscontrato particolari novità rispetto alla consueta organizzazione degli spazi, trovando tutto il necessario per sfruttare al meglio i 635 litri di capienza. Sottolineo solo la potente illuminazione a LED, il Wine Rack per alloggiare bottiglie di vino e i cassetti di frutta e verdura con sistema Fresch Balancer per regolare l’umidità e prolungare la freschezza del cibo.

Questo frigorifero è stato progettato pensando anche agli amanti degli elettrodomestici smart. Grazie alla connessione Wi-Fi possiamo sfruttare l’app LG ThingQ per controllare lo stato di funzionamento e attivare da remoto il raffreddamento e congelamento rapido. Altre opzioni intelligenti sono la possibilità di monitorare i consumi energetici, effettuare la diagnostica in caso di problemi e attivare le funzioni tramite comandi vocali.

Secondo la mia opinione, l’unico aspetto da ritenere negativo è la necessità di accedere all’interno per effettuare le impostazioni. Tuttavia, come ho sopra descritto, posso aggirare tale limite sfruttando l’app sullo smartphone. Per il resto LG GSXV91MBAF è un frigorifero a 4 porte senza dubbio molto costoso, ma dotato di tecnologie avanzate per assicurare un’ottimale conservazione del cibo e consentire un pratico utilizzo in qualsiasi condizione.

Come scegliere un frigorifero a 4 porte

miglior frigorifero a 4 porte

Capienza

Chi decide di acquistare un frigorifero dalle dimensioni così ingombranti ha spesso la necessità di conservare grandi quantità di alimenti. Di conseguenza l’aspetto di primaria importanza è la capienza offerta.

Modelli di fascia alta hanno capacità che stanno ben al di sopra dei 500 litri, ripartiti tra il reparto congelatore e quello dei cibi freschi. Come capienza siamo vicini a quella offerta dai frigoriferi side by side, detti anche frigoriferi americani, che nei modelli più grandi possono arrivare a 600 litri e oltre.

Naturalmente quest’ultimo è quello con un maggior volume utile. Il mercato offre anche modelli meno costosi, con capienze sotto i 500 litri e dimensioni leggermente ridotte per soddisfare chi ha qualche problema di spazio. Diciamo che da questo punto di vista le possibilità di scelta di certo non mancano.

Consumi

Per un elettrodomestico che deve stare accesso praticamente per tutta la sua vita, tranne rare eventuali pause in periodi specifici come le vacanze, il consumo energetico è un valore da tenere in considerazione. Oltretutto stiamo parlando di frigoriferi con grosse capacità che hanno bisogno di assorbire una potenza elettrica maggiore, rispetto a modelli tradizionali quali i frigoriferi a doppia porta da incasso.

Come sempre il cliente può consultare l’etichetta energetica per avere sottomano le informazioni più importanti. La classe di efficienza energetica è il dato che riassume, in una semplice lettera, quanto l’elettrodomestico è efficiente nei consumi. I migliori modelli appartengono alla classe A+ o A++.

Sono due categorie già molto virtuose; per capire la differenza basta pensare che un frigorifero con classe A+ ha un consumo medio annuo con valori compresi tra i 400 e 460 kWh/anno; un prodotto in classe A++ vede invece scendere i consumi a cifre di circa 350/360 kWh/anno. Alla fine avere un frigorifero con consumi più bassi può significare un bel risparmio in bolletta. Per fare un rapido confronto, basti pensare che i frigoriferi combinati in Classe A+++ consumano mediamente tra 140 e 220 kWh.

Rumorosità

Pur stando in cucina, un frigorifero è opportuno che sia silenzioso. Sentire tutto il giorno il classico borbottio di modelli particolarmente rumorosi non è certo piacevole. Anche in questo caso sull’etichetta energetica troviamo il valore, dichiarato dal costruttore, della rumorosità massima.

Se si acquista un modello di fascia medio-alta si possono dormire sonni tranquilli, visto che garantiscono livelli di rumorosità compresi tra i 40 e 45 dB. Si tratta di valori del tutto simili a quelli raggiunti dai migliori frigoriferi a doppia porta, che con capacità leggermente inferiori fanno di poco meglio: i migliori si assestano tra i 38 e i 41 dB. Nella realtà significa avere un elettrodomestico che, da questo punto di vista, passa completamente inosservato. O meglio, inascoltato.

Tecnologie

È consuetudine, di ogni costruttore, dare nomi altisonanti a presunte tecnologie che alla fine si dimostrano poco significative. È invece importante verificare la presenza di sistemi quali No Frost e Multi Flow.

A volte vengono aggiunti altri termini in inglese ma la sostanza è che permettono di evitare la formazione del ghiaccio e di dovere provvedere allo sbrinamento manuale. Nella pratica garantiscono un’adeguata circolazione d’aria in tutti i punti interni del frigorifero e un controllo automatico dei valori d’umidità.

Come sempre i modelli di fascia alta hanno queste tecnologie praticamente di default, se invece si decide di acquistare un frigorifero più economico meglio verificare la loro presenza.

Funzionalità

Qui il discorso si fa un po’ più complesso visto che ogni brand aggiunge proprie funzionalità. In linea di massima si possono distinguere due tipologie di frigoriferi a 4 porte: smart e tradizionali.

I primi sono elettrodomestici ideali in una casa così detta intelligente, sono dotati di connessione Wi-Fi, hanno la loro app per il controllo da remoto, permettono di guardare cosa c’è all’interno grazie alla presenza di videocamere e organizzare la spesa con appunti in formato digitale da inserire in agende e calendari elettronici.

All’esterno possono essere dotati di veri e propri schermi lcd integrati nello sportello, da utilizzare per navigare in internet o riprodurre contenuti multimediali. Se non interessa tutta questa tecnologia ma desideriamo un frigorifero più tradizionale, il mercato offre modelli di pari prestazioni ma senza essere così smart.

Alla fine un buon prodotto deve permettere un’adeguata regolazione della temperatura, sia in modalità automatica che manuale, ed avere funzioni per il congelamento e il raffreddamento rapido.

Design

La cucina si è trasformata nel corso degli anni in un ambiante tra i più vissuti all’interno della casa. Sempre più cura viene messa nella scelta dell’arredamento e degli elettrodomestici. Anche il frigorifero non sfugge a questa legge.

I produttori ne sono ben cosci e cercano di soddisfare le esigenze del cliente proponendo prodotti dal design molto ricercato. L’utilizzo dell’acciaio inox satinato è ancora una delle soluzioni più apprezzate e garantisce un facile inserimento in qualsiasi tipologia di cucina.

Come detto i modelli top di gamma offrono anche display lcd di grosse dimensioni: possono anche essere utilizzati come veri e propri quadri, visualizzando per esempio una fotografia. Danno senza dubbio un tocco di eleganza ed originalità in più alla cucina.

Domande frequenti