in

Migliori frigoriferi a 4 porte

I migliori frigoriferi a 4 porte selezionati per capacità, efficienza energetica, silenziosità, rapporto qualità prezzo.

Hotpoint E4DG AAA X MTZ

Recensione

Haier HTF-452DM7

Recensione

Beko GN1416232ZX

Recensione

Smeg FQ75XPED

Recensione

Samsung RF60J9000SL

Recensione

 

Come scegliere un frigorifero a 4 porte

Capienza

Chi decide di acquistare un frigorifero dalle dimensioni così ingombranti ha spesso la necessità di conservare grandi quantità di alimenti. Di conseguenza l’aspetto di primaria importanza è la capienza offerta. Modelli di fascia alta hanno capacità che stanno ben al di sopra dei 500 litri, ripartiti tra il reparto congelatore e quello dei cibi freschi. Come capienza siamo vicini a quella offerta dai frigoriferi side by side, detti anche frigoriferi americani, che nei modelli più grandi possono arrivare a 600 litri e oltre.

Naturalmente quest’ultimo è quello con un maggior volume utile. Il mercato offre anche modelli meno costosi, con capienze sotto i 500 litri e dimensioni leggermente ridotte per soddisfare chi ha qualche problema di spazio. Diciamo che da questo punto di vista le possibilità di scelta di certo non mancano.

Consumi

Per un elettrodomestico che deve stare accesso praticamente per tutta la sua vita, tranne rare eventuali pause in periodi specifici come le vacanze, il consumo energetico è un valore da tenere in considerazione. Oltretutto stiamo parlando di frigoriferi con grosse capacità che hanno bisogno di assorbire una potenza elettrica maggiore, rispetto a modelli tradizionali quali i frigoriferi a doppia porta da incasso.

Come sempre il cliente può consultare l’etichetta energetica per avere sottomano le informazioni più importanti. La classe di efficienza energetica è il dato che riassume, in una semplice lettera, quanto l’elettrodomestico è efficiente nei consumi. I migliori modelli appartengono alla classe A+ o A++.

Sono due categorie già molto virtuose; per capire la differenza basta pensare che un frigorifero con classe A+ ha un consumo medio annuo con valori compresi tra i 400 e 460 kWh/anno; un prodotto in classe A++ vede invece scendere i consumi a cifre di circa 350/360 kWh/anno. Alla fine avere un frigorifero con consumi più bassi può significare un bel risparmio in bolletta. Per fare un rapido confronto, basti pensare che i frigoriferi combinati in Classe A+++ consumano mediamente tra 140 e 220 kWh.

Rumorosità

Pur stando in cucina, un frigorifero è opportuno che sia silenzioso. Sentire tutto il giorno il classico borbottio di modelli particolarmente rumorosi non è certo piacevole. Anche in questo caso sull’etichetta energetica troviamo il valore, dichiarato dal costruttore, della rumorosità massima.

Se si acquista un modello di fascia medio-alta si possono dormire sonni tranquilli, visto che garantiscono livelli di rumorosità compresi tra i 40 e 45 dB. Si tratta di valori del tutto simili a quelli raggiunti dai migliori frigoriferi a doppia porta, che con capacità leggermente inferiori fanno di poco meglio: i migliori si assestano tra i 38 e i 41 dB. Nella realtà significa avere un elettrodomestico che, da questo punto di vista, passa completamente inosservato. O meglio, inascoltato.

Tecnologie

È consuetudine, di ogni costruttore, dare nomi altisonanti a presunte tecnologie che alla fine si dimostrano poco significative. È invece importante verificare la presenza di sistemi quali No Frost e Multi Flow.

A volte vengono aggiunti altri termini in inglese ma la sostanza è che permettono di evitare la formazione del ghiaccio e di dovere provvedere allo sbrinamento manuale. Nella pratica garantiscono un’adeguata circolazione d’aria in tutti i punti interni del frigorifero e un controllo automatico dei valori d’umidità.

Come sempre i modelli di fascia alta hanno queste tecnologie praticamente di default, se invece si decide di acquistare un frigorifero più economico meglio verificare la loro presenza.

Funzionalità

Qui il discorso si fa un po’ più complesso visto che ogni brand aggiunge proprie funzionalità. In linea di massima si possono distinguere due tipologie di frigoriferi a 4 porte: smart e tradizionali.

I primi sono elettrodomestici ideali in una casa così detta intelligente, sono dotati di connessione Wi-Fi, hanno la loro app per il controllo da remoto, permettono di guardare cosa c’è all’interno grazie alla presenza di videocamere e organizzare la spesa con appunti in formato digitale da inserire in agende e calendari elettronici.

All’esterno possono essere dotati di veri e propri schermi lcd integrati nello sportello, da utilizzare per navigare in internet o riprodurre contenuti multimediali. Se non interessa tutta questa tecnologia ma desideriamo un frigorifero più tradizionale, il mercato offre modelli di pari prestazioni ma senza essere così smart.

Alla fine un buon prodotto deve permettere un’adeguata regolazione della temperatura, sia in modalità automatica che manuale, ed avere funzioni per il congelamento e il raffreddamento rapido.

Design

La cucina si è trasformata nel corso degli anni in un ambiante tra i più vissuti all’interno della casa. Sempre più cura viene messa nella scelta dell’arredamento e degli elettrodomestici. Anche il frigorifero non sfugge a questa legge.

I produttori ne sono ben cosci e cercano di soddisfare le esigenze del cliente proponendo prodotti dal design molto ricercato. L’utilizzo dell’acciaio inox satinato è ancora una delle soluzioni più apprezzate e garantisce un facile inserimento in qualsiasi tipologia di cucina.

Come detto i modelli top di gamma offrono anche display lcd di grosse dimensioni: possono anche essere utilizzati come veri e propri quadri, visualizzando per esempio una fotografia. Danno senza dubbio un tocco di eleganza ed originalità in più alla cucina.

Frigorifero side by side o 4 porte?

Frigorifero da incasso o libera installazione?

Elettrodomestici simili