in

Migliori ventilatori a colonna

I migliori ventilatori a colonna selezionati per silenziosità, design, angolo di rotazione e stabilità della torre, potenza, prezzo e marca.

Classifica migliori ventilatori a colonna

Rowenta Urban Cool VU6720

recensione Rowenta Urban Cool VU6720

Pro

  • Design moderno
  • Dimensioni compatte
  • Facile da spostare
  • Timer per programmare lo spegnimento

Contro

  • Prezzo alto in rapporto alle prestazioni
  • Non dispone di telecomando

Rowenta Urban Cool VU6720 è un ventilatore a colonna da pavimento caratterizzato da uno stile moderno e finitura completamente bianca. Ciò permette all’apparecchio di adattarsi alla maggior parte degli ambienti domestici. Inoltre, la base circolare di soli 23 centimetri, l’altezza di 87 centimetri, il peso di nemmeno 3 chilogrammi e la maniglia integrata facilitano spostamenti e rimessaggio dopo l’uso.

Il motore elettrico da 40 W alimenta una ventola in grado di generare un flusso d’aria piuttosto potente. Tramite il semplice pannello di controllo posso scegliere tre velocità di ventilazione, avviare l’oscillazione da destra a sinistra e impostare il timer da 1 a 8 ore per lo spegnimento automatico.

Secondo la mia opinione, al fine di ottenere un’apprezzabile circolazione d’aria è necessario far funzionare l’apparecchio alla massima velocità. Viceversa, trovo il flusso troppo debole per dare sollievo dal caldo, specialmente in locali abbastanza grandi. Altri aspetti da non sottovalutare sono la rumorosità che raggiunge 61 dB e la mancanza di una modalità specifica per l’impiego durante la notte o quando riposiamo.

Rowenta Urban Cool VU6720 è un ventilatore a torre dall’aspetto estetico gradevole e di pratico utilizzo. Tuttavia, trovo il rapporto qualità prezzo non dei più favorevoli. I motivi principali sono l’eccessiva differenza di prestazioni tra i primi due livelli di velocità e quello massimo, l’assenza di una modalità Sleep per un buon compromesso tra rumorosità e ventilazione, nonché la mancanza del telecomando. Spendendo cifre inferiori si possono acquistare modelli di pari caratteristiche, ma con più funzioni e gestibili comodamente da remoto.

Ardes AR5T801

recensione Ardes AR5T801

Pro

  • Costo molto economico
  • Ingombri contenuti
  • Timer per spegnimento automatico

Contro

  • Design piuttosto spartano
  • Manca il telecomando

Ardes AR5T801 è un ventilatore a colonna da pavimento che arriva quasi già pronto all’uso, infatti devo solo fissare la base seguendo le semplici istruzioni allegate. Una volta posizionato rimane ben stabile, nonostante una base con diametro di appena 22 centimetri. L’altezza raggiunge 81,5 centimetri mentre il peso è di poco superiore a 2 chilogrammi. Pertanto, è un apparecchio che posso utilizzare anche in punti stretti e spostare facilmente aiutandomi con la maniglia integrata.

L’elettroventola con potenza di circa 38 W è in grado di generare un massimo flusso d’aria di 25,3 metri cubi al minuto, il che significa prestazioni adatte a locali fino a 15 / 20 metri quadri. Il design non è certo un punto di forza di questo modello, caratterizzato da uno stile piuttosto spartano. Aspetto evidente osservando sia la finitura in plastica poco ricercata che il pannello di controllo composto da due semplici manopole. Tramite i selettori posso scegliere una delle 3 velocità di ventilazione, attivare il movimento oscillatorio per una miglior distribuzione del flusso d’aria e impostare il timer a 120 minuti.

Secondo la mia opinione, Ardes AR5T801 è un ventilatore a torre adatto a chi sta cercando un modello economico, ma comunque in grado di assicurare una buona circolazione d’aria in locali di piccole e medie dimensioni. Spendendo una cifra contenuta disponiamo di un apparecchio con le funzioni basilari per dare sollievo dall’afa estiva e anche abbastanza silenzioso vista una massima rumorosità di 51 dB. Se, invece, desideriamo un ventilatore da impiegare in stanze molto spaziose, con specifica modalità per la notte, dotato di un moderno pannello touch e gestibile con telecomando, meglio rivolgere l’attenzione verso prodotti decisamente più costosi.

Argo Aspire Tower

recensione Argo Aspire Tower

Pro

  • Molto leggero
  • Dimensioni contenute
  • Autospegnimento programmabile
  • Dotato di telecomando
  • Funzionamento silenzioso

Contro

  • Adatto solo per piccoli locali

Argo Aspire Tower è un ventilatore a colonna da pavimento composto da una base circolare con diametro di 22 centimetri, struttura in plastica alta 73,5 centimetri e peso complessivo di soli 1,75 chilogrammi. Le dimensioni compatte e l’estrema leggerezza consentono il comodo spostamento dell’apparecchio anche a persone anziane. Il design poco si discosta dalla maggior parte dei modelli concorrenti. Tuttavia, la colorazione in argento non permette un’efficace adattamento all’ambiente domestico come, invece, avviene per prodotti con finitura bianca.

Il funzionamento non presenta nessuna novità, offrendo le solite tre velocità di ventilazione con possibilità di scegliere se attivare o meno l’oscillazione destra / sinistra con angolo di 80°. Inoltre, posso programmare lo spegnimento automatico dopo 30 minuti oppure trascorse 1, 2 o 4 ore. Tutte le funzioni sono replicate sul telecomando in dotazione che, sebbene alquanto spartano, incrementa notevolmente la comodità d’uso.

Secondo la mia opinione, l’unico significativo punto debole di questo ventilatore a torre è la scarsa portata d’aria. Il motivo è la bassa potenza del motore elettrico pari a soli 25,4 W, il che si traduce in appena 12,9 metri cubi d’aria movimentati in un’ora. Di conseguenza Argo Aspire Tower risulta adatto per stanze piccole, perdendo via via efficacia all’aumentare della volumetria del locale. Il rovescio della medaglia è il funzionamento silenzioso, con massima rumorosità pari a 56 dB. Ciò significa che, impostando bassa o media velocità, difficilmente saremo disturbati durante il sonno e otterremo comunque sollievo dal caldo.

Bimar VC76

recensione Bimar VC76

Pro

  • Prezzo molto basso
  • La base occupa poco spazio
  • Comodo da spostare e trasportare
  • Timer per lo spegnimento automatico

Contro

  • Design poco ricercato
  • Non ha il telecomando
  • Adatto solo per piccoli ambienti

Bimar VC76 è un ventilatore a colonna alto 82,5 centimetri che rimane ben stabile una volta posizionato sul pavimento e facile da spostare visto il peso leggero e la maniglia integrata. La base è tra le più piccole della categoria, vale a dire con diametro di appena 17 centimetri. Ciò consente di limitare lo spazio occupato e collocare senza difficoltà l’apparecchio anche in angoli o punti stretti. La struttura è realizzata in materiale plastico di sufficiente robustezza e presenta una colorazione bianca per non dare troppo nell’occhio.

Il funzionamento offre le solite caratteristiche che accomunano ventilatori a torre di questa fascia di prezzo. Attraverso le due manopole sono in grado di regolare la velocità di ventilazione su tre livelli, aggiungere l’oscillazione laterale automatica e programmare lo spegnimento tramite il timer fino a 120 minuti. Purtroppo manca il telecomando che avrebbe incrementato, non di poco, la praticità d’uso.

Bimar VC76 non è certo un ventilatore a colonna che colpisce per il design ricercato, anzi offre uno stile alquanto basic. La massima portata d’aria generata e la rumorosità sono valori nella norma per un apparecchio equipaggiato con motore elettrico da 45 W. Pertanto, secondo la mia opinione, rappresenta una valida scelta per migliorare la circolazione d’aria in ambienti piccoli. Essendo un modello in commercio già da qualche anno, è facile acquistarlo a prezzi scontati davvero molto economici.

Duracraft DO1100E

Duracraft DO1100E

Pro

  • Prezzo economico
  • Funzionamento silenzioso
  • Consumi contenuti

Contro

  • Manca un timer per lo spegnimento automatico
  • Non è previsto un telecomando
  • Base molto leggera e poco stabile
  • Oscillazione laterale con angolo di soli 60°

Duracraft DO1100E è un ventilatore a colonna con design davvero minimal, il che non è detto sia un aspetto negativo anzi può essere apprezzato da chi cerca un modello poco appariscente. La struttura è completamente in materiale plastico di colore bianco e, analizzandola da vicino, non mi regala la sensazione di grande solidità.

Anche il pannello di controllo si adegua all’aspetto estetico essenziale, infatti è costituito da un semplice e spartano selettore a rotella che funge da interruttore e ti permette di scegliere una delle tre velocità di ventilazione.

Tramite un piccolo pulsante puoi invece avviare l’oscillazione automatica laterale. Una funzione immancabile in qualsiasi ventilatore ma, in questo caso, l’angolo coperto raggiunge all’incirca 60°. Un valore più basso rispetto ai soliti 80 / 85° della maggior parte dei modelli, il che limita l’uniforme diffusione dell’aria nella stanza.

Il motore con potenza di 40 watt e il sistema di ventilazione con cilindro rotante mantengono la rumorosità su valori molto bassi, così da consentire l’utilizzo durante la notte. Devo comunque dire che, anche alla massima velocità, la portata d’aria non è eccezionale ma comunque in linea con prodotti della medesima fascia di prezzo.

Duracraft DO1100E è un ventilatore a torre dal costo contenuto, anche se in commercio si trovano ormai un’infinità di modelli ancor più economici. Alla fine svolge la sua funzione occupando poco spazio, senza disturbare la quiete domestica e incidere più di tanto sui costi in bolletta. Tuttavia, oltre alla limitata praticità per la mancanza di un telecomando e del timer per programmare lo spegnimento automatico, devo evidenziare una certa instabilità.

La base, pur avendo un diametro nella norma, è molto leggera rispetto al resto della struttura e ciò favorisce il rischio di ribaltamento. Se durante il funzionamento con rotazione automatica la torre oscilla ma non desta preoccupazione, lo stesso non lo posso dire in caso di urto accidentale.

Rowenta VU6210 Eole Compact

Rowenta VU6210 Eole Compact

Rowenta VU6210 Eole Compact è un ventilatore a colonna che ha come principale caratteristica le ridotte dimensioni di ingombro. L’altezza massima è infatti di soli 43,5 centimetri, con la base circolare di diametro pari a 18,5 centimetri.

Grazie alla maniglia posteriore e al peso limitato il trasporto risulta quanto mai comodo, mentre un design curato nei minimi dettagli assicura un’estetica originale e particolarmente moderna.

Questo modello è stato progettato pensando a chi desidera un ventilatore pratico e silenzioso da appoggiare sopra la scrivania o su un mobile vicino al letto, in modo da ottenere sollievo durante le stagioni più calde. La potenza di 30 watt consente un soddisfacente refrigerio in un raggio d’azione di circa due metri, oltre perde progressivamente efficacia.

Altre caratteristiche da evidenziare sono la possibilità di impostare una modalità Auto che regola la velocità in base alla temperatura ambientale. Se nella stanza il termometro integrato rileva meno di 24° scatta la velocità 1, con temperatura compresa tra 24-27° la ventola gira alla velocità 2, mentre se si superano i 27° si attiva automaticamente la massima velocità.

Un comodo display consente di avere sempre sott’occhio i valori fissati e di regolare il timer per lo spegnimento automatico con intervalli di 1, 2, 4, e 8 ore. Tuttavia, pur non effettuando nessuna impostazione, l’apparecchio si spegne da solo dopo 12 ore. L’orientamento del flusso d’aria avviene sia attraverso un’oscillazione destra / sinistra che regolando le alette della griglia in alto o in basso.

Rowenta VU6210 Eole Compact è un apparecchio dalla solida struttura, funzioni complete e dalle soddisfacenti prestazioni, con il solo limite di un costo un po’ elevato. Chi sta cercando un ventilatore a torre che occupi pochissimo spazio, pur assicurando una buona potenza, non rimarrà di certo deluso dal suo acquisto.

Vortice Ariante Tower 63020

Vortice Ariante Tower 63020

Vortice Ariante Tower 63020 è un ventilatore a colonna con un look moderno e una colorazione total black che lo rendono un oggetto piacevole alla vista e in grado di integrarsi armoniosamente con l’arredamento esistente. Le dimensioni rientrano negli standard di categoria con un’altezza di 83 centimetri e una base circolare dotata di piedini antiscivolo per garantire buona stabilità e limitare le vibrazioni.

Il gruppo monoventilante è costituito da una girante tangenziale che assicura basse emissioni sonore e alimentato da un motore elettrico ad induzioni dotato di condensatore di avviamento e con limitatore termico di protezione. Le velocità selezionabili sono 3 da scegliere direttamente sul pannello di controllo con indicatori a led oppure con il telecomando in dotazione. La distribuzione omogenea dell’aria è garantita da un flusso orientabile con movimento oscillante di 90°.

Secondo la mia opinione Vortice Ariante Tower 63020 è un ventilatore a torre dotato di funzioni essenziali, esteticamente gradevole, di adeguata potenza e venduto ad un prezzo vantaggioso. Tutte qualità che lo rendono una buona scelta di acquisto per rinfrescare stanze di piccole e medie dimensioni in modo semplice, immediato e con risultati più che soddisfacenti.

Come scegliere un ventilatore a colonna

Per combattere il torrido caldo estivo c’è chi si affida a potenti impianti di climatizzazione dai costi elevati, grandi consumi energetici e dal forte impatto ambientale e chi invece preferisce acquistare un ventilatore portatile da avviare solo in caso di bisogno.

Tra i modelli più apprezzati ci sono i cosiddetti ventilatori a colonna: in questa guida cercheremo di analizzare le caratteristiche tecniche più importanti per poter acquistare un dispositivo soddisfacente.

Dimensioni

Tra i fattori più significativi da prendere in considerazione, al primo posto ci sono le qualità strutturali del dispositivo: comprendono le dimensioni di ingombro e il principio di funzionamento.

Quando si decide di acquistare un ventilatore a colonna è facile intuire come il suo maggior sviluppo sia in verticale. La base infatti è generalmente circolare e occupa poco spazio, mentre l’altezza varia a seconda dei modelli raggiungendo un valore massimo di circa 150 centimetri. In commercio si possono trovare anche prodotti con altezze più contenute e pari prestazioni.

Funzionamento

Da questo punto di vista i ventilatori a torre si possono suddividere in due categorie: con ventola o cilindro rotante. In entrambi i casi il refrigerio è causato dallo spostamento d’aria che avviene grazie alla rotazione di una o più ventole oppure all’azione di risucchio ed espulsione di un cilindro.

L’intensità del flusso può essere regolata disponendo di un certo numero di livelli a seconda del modello scelto.

Le due tecnologie, in linea di massima, non presentano grosse diversità di efficienza, con l’unico vantaggio di una minor rumorosità dei modelli a cilindro rotante.

Quelli appena descritti sono i metodi per generare l’aria, ma un altro importante aspetto è come viene diffusa nell’ambiente.

Una delle particolarità di un ventilatore a colonna è la possibilità di ruotare sul proprio asse.

I modelli più prestazionali riescono a compiere anche un giro completo di 360 gradi, il che permette di diffondere l’aria in modo uniforme per tutta la stanza.

L’ampiezza dell’angolo di rotazione può essere regolata oppure bloccata in una determinata posizione, in modo che il flusso possa colpire un solo punto del locale.

Da non dimenticare che i prodotti più costosi riescono a ruotare non solo in senso orizzontale ma anche verticale, variando ad intervalli regolari il flusso che agirà in modo molto più omogeneo.

Funzioni

Rispetto ad un classico ventilatore a piantana, un modello a colonna è dotato di molte più funzioni che migliorano le prestazioni e la versatilità d’uso. Ci sono aspetti che dovrebbero essere presenti in qualsiasi modello di buona qualità e precisamente:

telecomando: è un componente che non può mancare e permette di controllare da remoto tutte le regolazioni, evitando di doversi alzare ogni volta. Indispensabile per persone anziane con difficoltà nel deambulare. I modelli di fascia medio alta sono tutti dotati di comandi a distanza, mentre prodotti più economici è facile che ne siano sprovvisti.

Timer: è una delle funzioni più importanti e consente una facile programmazione dell’accensione e dello spegnimento. Modalità utile per rendere un ambiente maggiormente confortevole nelle ore più calde, in assenza dell’utilizzatore ed in previsione di un suo successivo soggiorno.

Spegnimento automatico: questa funzione è disponibile nei ventilatori privi di un timer. In pratica l’apparecchio, rimasto accesso, si spegne automaticamente dopo un determinato lasso di tempo stabilito dall’utente. Questo evita che il ventilatore resti inutilmente in funzione anche quando non è più necessario.

Praticità d’uso

Un aspetto da analizzare quando si sceglie un ventilatore a colonna è la praticità d’uso che riesce a garantire. Per prima cosa, oltre alla già citata presenza del telecomando e relativo vano per riporlo in modo ordinato, è bene valutare il pannello di controllo posizionato in cima alla struttura.

I pulsanti devono avere una disposizione chiara, d’immediata comprensione e magari con il valore aggiunto di un display per indicare l’intensità del flusso d’aria e altri dati di funzionamento. Da non dimenticare il controllo della lunghezza del cavo d’alimentazione: spesso è così corto da costringere ad impiegare una prolunga.

La rumorosità è un fattore che indice in maniera significativa sulla praticità. Di norma questa tipologia di apparecchi è abbastanza silenziosa ma, prevedendo un utilizzo durante la notte, è bene assicurarsi che sia disponibile la modalità sleep e la possibilità di spegnere l’eventuale luce del display.

Facilità di pulizia e trasporto

Un ventilatore a colonna non necessita di grande manutenzione, basta un panno umido per rimuovere eventuali accumuli di polvere oppure l’utilizzo di un aspiratore per eliminare residui tra le griglie di protezione e le alette di ventilazione.

Le dimensioni compatte e il peso contenuto unite alla presenza di una maniglia, assicurano maneggevolezza e rendono gli spostamenti molto facili anche per persone anziane.

Domande frequenti

Classifiche correlate