Migliori TV 8K

Le migliori TV 8K selezionate per tecnologia del pannello, qualità delle immagini, sistema di upscaling, piattaforma informatica, consumo energetico, qualità audio, prezzo e marca.

Classifica migliori TV 8K

Samsung QLED 8K 65” Q950R

Samsung QLED 8K 65” Q950R

Pro

  • Sistema di interpolazione AI per upscaling in 8k
  • Qualità delle immagini
  • HDR di alta qualità
  • Controllo adattivo della luminosità
  • Angolo di visione più ampio
  • Piattaforma intelligente completa
  • Copertura al 100% dello spazio colore DCI-P3
  • Assistente vocale Bixby

Contro

  • Prezzo non alla portata di tutte le tasche
  • Nessuna riproduzione Dolby Atmos
  • Nessun supporto Dolby Vision

La seconda generazione di TV 8K di Samsung stabilisce nuovi standard, con una retroilluminazione a LED diretta, il local dimming ad alta efficienza e il nuovo filtro nero produce immagini con livelli di contrasto paragonabili alla tecnologia OLED.

I colori sono sono saturi ma naturali, mentre l’uniformità dello schermo è notevole grazie alla mancanza di bande o opacità. L’angolo di visione dello schermo grazie alla tecnologia Ultra Viewing Angle è nettamente più ampio senza modificazioni di contrasto o degradazione del colore quando ci si sposta fuori asse. Ciò consente al Q950 di competere direttamente con la tecnologia OLED in un’area che in precedenza era stata il punto di forza di quella tecnologia.

L’intelligenza artificiale applicata alle immagini consente risultati di ottimo livello, soprattutto se si considera che tutti i contenuti visivi devono subire un upscaling in 8k in tempo reale, interpolando oltre il 99% dell’immagine. Secondo la mia opinione è proprio questa sua capacità di interpolazione a giustificarne l’acquisto. Oltre al 65″ è disponibile anche nelle versioni da 55″, 75″, 82″ e 98″.

Samsung Q950R è in grado di offrire una luminosità di picco di 3.800 nits, e grazie all’HDR nativo può visualizzare immagini con grandi escursioni di luminosità senza ricorrere troppo alla mappatura dei toni.

In merito alle funzionalità smart,  vista la quantità di contenuti disponibili, ha senso riunire i programmi preferiti di un utente in un’unica posizione, facilitando così la ricerca delle cose. Samsung ha chiamato questa funzione Universal Guide e può essere adattata ai gusti dell’utente grazie all’intelligenza artificiale che ne apprende abitudini e gusti.

Il Q950 funziona anche con Alexa, Google Assistant e Siri, fornendo alla TV una gamma completa di sistemi di assistenza vocale.

La qualità del suono è di buon livello grazie alle dimensioni dello schermo e alla retroilluminazione a LED diretta che consente un pannello più profondo. Di conseguenza c’è più spazio per altoparlanti più grandi e questi consentono al Q950 di offrire un’eccellente qualità del suono con dialoghi chiari e bassi più profondi.

La modalità audio intelligente migliora significativamente le prestazioni audio, conferendo al suono maggiore ariosità e profondità. Per un’esperienza più immersiva il suono è elaborato in funzione dell’acustica della vostra stanza.

Lo schermo del Q950R tende a riscaldarsi un pò (ma nulla di problematico), ciò può essere dovuto al fatto che il pannello 8k blocca più luce, richiedendo quindi una retroilluminazione più forte. Potrebbe anche essere dovuto alla tecnologia “Ultra Viewing Angle” della TV, che proietta più luce ai lati, quindi potrebbero essere necessari LED più potenti.

LG OLED88Z9PLA

Recensione LG OLED88Z9PLA

Pro

  • Qualità delle immagini
  • Grandezza dello schermo
  • Neri e contrasto notevoli
  • Intelligenza artificiale applicata a video, audio e sistema smart
  • Design
  • Dolby Vision e Atmos

Contro

  • Luminosità HDR limitata
  • Manca di supporto HDR10 +
  • Non può essere montato a parete
  • Costoso

OLED88Z9PLA ha uno schermo da 88 pollici e una risoluzione 8K che genera più di 33 milioni di pixel, non può essere montato a parete; bensì e fornito con un supporto che include parte dell’elettronica.

A differenza dei televisori LED, ogni pixel di un televisore OLED LG ha la possibilità di accendersi o spegnersi, creando uno schermo perfettamente nero. Ciò fornisce la tela perfetta per la produzione di immagini vivide e realistiche composte da oltre un miliardo di colori e crea contrasto sullo schermo nei minimi dettagli.

OLED88Z9PLA soddisfa e supera i criteri dell’Information Display Measurements Standard (IDMS) per la risoluzione 8K informati dal rispettato Comitato internazionale per la metrologia del display (ICDM).

Per un’esperienza 8K reale, i pixel devono essere facilmente distinguibili l’uno dall’altro. Secondo l’ICDM, la Contrast Modulation (CM) che misura con precisione se i pixel adiacenti sono distinguibili l’uno dall’altro, è il modo rilevante per misurare e descrivere la risoluzione del display.

Affinché uno schermo TV fornisca la risoluzione indicata dal numero di pixel, il valore CM minimo deve superare il 50%.

Pertanto, una TV 8K con un valore CM inferiore al 50% non fornisce 8K reali, anche se in realtà può avere una larghezza di 7.680 pixel. Nei test eseguiti in conformità con gli standard del settore, OLED88Z9PLA ha registrato valori CM intorno al 90%.

Il televisore è dotato di un sofisticato upscaling per visualizzare correttamente contenuti visivi con una risoluzione inferiore a 8K, questa funzione è svolta dal processore video alpha9 LG di seconda generazione. Questo processore utilizza il deep learning basato su un database con milioni di punti memorizzati per eseguire un upscaling a 6 step che produce un’immagine iperrealistica, nitida, vivida e dettagliata.

Il processore alpha9 Gen 2 è collocato in una scatola esterna che LG chiama Upgrade 8K. Supporta le versioni 8K dei codec HEVC, AVI e VP9 e può essere aggiornato con nuovi codec.

Parlando di HDMI, una delle caratteristiche più importanti di questo televisore è la sua implementazione di HDMI 2.1 a 48 Gbps su tutti e quattro gli ingressi HDMI. Oltre alla possibilità di accettare contenuti 8K fino a 60 frame al secondo, le nuove funzionalità HDMI includono i protocolli eARC, ALLM e VRR.

Questi ultimi due sono importanti per il gioco, i videogiochi possono utilizzare frequenze di aggiornamento diverse a seconda della quantità di movimento sullo schermo: le scene fisse utilizzano una frequenza inferiore, mentre l’azione rapida utilizza una velocità più elevata per mantenere l’immagine nitida. Questo evita la formazione di sbavature e strappi di oggetti in rapido movimento, rendendo il movimento fluido. OLED88Z9PLA può variare la sua frequenza di aggiornamento da 40 a 120Hz.

OLED88Z9PLA è pienamente compatibile con contenuti ad alta gamma dinamica (HDR). Supporta quattro formati HDR: HDR10, Dolby Vision, HLG e Technicolor.

Il sistema audio integrato a 4.2 canali include otto altoparlanti montati sul pannello posteriore per una potenza audio complessiva di 80 W RMS. Il sistema è compatibile con il suono immersivo Dolby Atmos e afferma di utilizzare l’intelligenza artificiale per eseguire il upmix intelligente dell’audio a due canali in 5.1 virtuale. E’ disponibile anche la tecnologia WiSA, un formato audio wireless che trasmette fino a 5.1 canali di audio non compresso a 16 bit agli altoparlanti compatibili.

L’interfaccia ThinQ consente di accedere a molte app di streaming all’interno del sistema operativo webOS. Offre inoltre il controllo vocale con Amazon Alexa e Google Assistant integrati e compatibilità con i dispositivi Echo e Google Home esterni. Inoltre, supporta Apple AirPlay 2 con contenuti fino a 4K HDR, inclusi Dolby Vision e Atmos.

Colori, dettagli, contrasto, luminosità, neri, dettagli delle ombre, upscaling e mappatura dei toni sono davvero notevoli, per coloro che possono permetterselo LG OLED88Z9PLA, secondo la mia opinione, potrebbe sostituire il cinema sotto casa.

Se cerchi un’alternativa 8K più economica ma comunque di alta qualità potresti scegliere il modello QLED Samsung Q950R, questo modello offre splendide immagini 8K e HDR. Anche in questo caso è disponibile il supporto dell’intelligenza artificiale per l’upscaling 8K delle immagini, l’audio e piattaforma smart.

Sony KD-85ZG9

Sony KD-85ZG9

Pro

  • Qualità delle immagini 8K realistica
  • Sistema di upscaling
  • Luminosità HDR
  • Angoli di visione di buon livello per un 8K

Contro

  • Livelli di nero migliorabili
  • Nessuna porta HDMI2.1 completa
  • Non supporta HDR10 +
  • Consumo energetico

Uno schermo da 85 pollici è davvero grande, ma almeno che non si voglia rimanere appiccicati allo schermo è l’unico modo per godersi la risoluzione 8K da una distanza di almeno 1,5 metri. Accendendo la TV la prima cosa che colpisce è l’incredibile luminosità dello schermo che può arrivare a 4000 nits e gode di un range cromatico notevole.

La risoluzione 8K combinata con l’HDR offre un’esperienza molto vicina alla realtà, soprattutto dal punto di vista della tridimensionalità, anche se il vero problema odierno è la mancanza di contenuti 8K.

Grazie al sistema X-Wide Angle di Sony, gli angoli di visione sono piuttosto ampi ma non perfetti. Colori e contrasto perdono ancora un po’ d’intensità fuori asse, ma gli angoli di visualizzazione sono notevolmente migliorati rispetto a un pannello LCD VA standard. Questa è una delle grandi sfide che devono affrontare i produttori di TV LCD VA mentre il settore passa a 8K e HDR.

Soprattutto perché i televisori 8K sono così grandi e perché è necessario sedersi relativamente vicini. In queste circostanze, angoli di visualizzazione ristretti influenzeranno l’aspetto dell’immagine lungo i bordi anche per la persona seduta direttamente davanti.

Peccato per la retroilluminazione che non è del tutto impeccabile, soprattutto in modalità HDR durante passaggi che contengono un ampio mix di toni chiari e scuri.

I livelli di nero non sono così profondi come quelli che si ottengono con il Samsung 8K Q950R, anche se ciò aiuta a conservare alcuni dettagli presenti nelle ombre.

Anche le immagini generate dall’upscaling di Sony non sono nitidissime, ma in compenso hanno un aspetto più pulito e uniforme, funzionando molto bene anche in presenza di film d’azione con movimenti rapidi.

A mio parere una luminosità fuori dalla norma, unita a una grande gamma cromatica ed eccellenti prestazioni di contrasto producono immagini davvero realistiche.

La piattaforma smart basata su Android OREO funziona in modo abbastanza fluido, il layout su schermo è sicuramente migliorato rispetto alle precedenti versioni, soprattutto quando si tratta di dare la priorità alle fonti video rispetto ad altri tipi di app e contenuti meno incentrati sulla TV.

Le app Netflix, YouTube e Amazon Video sono presenti nell’interfaccia Android Oreo e supportano sia la riproduzione 4K che HDR.

Sony KD-85ZG9 è dotato di riconoscimento vocale basato su Google Assistant integrato, o in alternativa con dispositivi esterni come Alexa. E’ presente anche un microfono integrato nella TV, in modo da poter parlare con l’Assistente Google senza dover usare il telecomando, che fortunatamente è stato nettamente migliorato per reattività rispetto ai modelli precedenti.

In merito al suono il posizionamento di due altoparlanti sopra lo schermo e di altri due sotto ne migliora la sua tridimensionalità, inoltre il fatto che siano rivolti in avanti, consente un livello di dettaglio e presenza che pochi diffusori TV rivali possono vantare. Inoltre hanno abbastanza potenza per fornire la dinamica necessaria in presenza di scene d’azione.

Nonostante tutti questi punti di forza, dobbiamo dire che il suono potrebbe essere ulteriormente migliorato sul fronte delle voci, che in situazioni più complesse tendono a perdersi per nitidezza.

In conclusione la prima TV 8K di Sony può offrire un’eccellente qualità delle immagini, ma presenta anche una serie di problemi e limitazioni. Probabilmente è troppo costoso per la maggior parte degli acquirenti, ma rappresenta il primo passo di Sony nel settore e potrebbe darci alcune affascinanti intuizioni su come Sony si stia avvicinando al mondo dell’esperienza visiva 8K.

LG 75SM9900PLA

LG 75SM9900PLA

Pro

  • Elevata resa visiva
  • Complete funzioni multimediali

Contro

  • Nessun problema rilevato

La nuova tecnologia NanoCell, il pannello da 75 pollici e il processore grafico α9 di seconda generazione con avanzata intelligenza artificiale, permettono di poter gestire immagini in 8K. Il vero problema è che, ad oggi, c’è ancora una totale assenza di contenuti con tale risoluzione ed è un elemento da tenere ben presente in fase d’acquisto.

Fatta questa doverosa premessa, la qualità delle immagini ottenibile con questa TV LG 75SM9900PLA non si discute. Ciò che ho più apprezzato è il notevole realismo, la nitidezza e la fluidità, nonché la valorizzazione dei dettagli che temono ben pochi rivali. Anche il reparto audio non delude affatto vista la presenza di un sistema di diffusori a 2.2 canali con potenza di 40 W.

Come consuetudine per i modelli smart della casa sudcoreana, ho trovato molto soddisfacente anche la sezione multimediale. I vantaggi offerti sono la semplicità d’uso del sistema operativo WebOS 4.5, le numerose applicazioni preinstallate e i tasti dedicati sul telecomando per l’immediato accesso alle piattaforme di intrattenimento Amazon Prime Video e Netflix.

Da non dimenticare nemmeno la possibilità di registrare contenuti su supporto esterno, connessione Bluetooth, telecomando con puntatore e riconoscimento vocale, che fanno di questa LG 75SM9900PLA una TV a LED davvero completa.

Come scegliere una TV 8K

A breve le TV 8K surclasseranno le TV 4K sia in versione led che oled, anche se attualmente sono piuttosto costose offrono una densità di pixel quattro volte superiore alle TV 4K producendo un’immagine molto più realistica.

Le principali tecnologie applicate ai nuovi schermi 8k sono MicroLED, Mini-LED, QLED e OLED.

Una forte accelerazione di questo mercato avverrà con lo streaming di contenuti video 8K da parte di Netflix, Sky, Amazon Prime Video e Apple Tv.

Come scegliere una TV 8K di buona qualità? Data l’assenza di contenuti televisivi in 8k, attualmente la partita si gioca su upscaling ed elaborazione del movimento, soprattutto considerando che queste TV vanno dai 65 pollici ai 100 pollici.

La maggior parte dei microprocessori video implementati in queste TV utilizzano l’intelligenza artificiale, unita a database di immagini, per portare le immagini a risoluzioni inferiori verso la risoluzione 8k.

Ciò significa che l’intelligenza artificiale riesce, almeno parzialmente, a ricostruire i pixel mancanti per raggiungere gli 8K. Nel caso di un contenuto video nativo 4K significa dover raddoppiare la risoluzione da 3840 x 2160 a 7680 x 4320 pixel!

Gestire e spostare, con un frequenza di refresh di almeno 60 Hz, una mole di 33 milioni di pixel non è uno scherzo e richiede microprocessori molto potenti.

A mio avviso per poter godere la “tridimensionalità” dei contenuti video occorre almeno un pannello da 65 pollici, formato che richiede una certa quantità di spazio nelle abitazioni e che sicuramente non può essere appannaggio di tutti i salotti.

Altro fattore da considerare è il consumo elettrico che per pannelli cosi grandi non è irrisorio.

A questo punto la domanda sorge spontanea: “ha senso comprare una TV 8K?” La risposta è dipende. La vera differenza di questa classe di televisori rispetto ai modelli 4K è la tecnologia di upscaling delle immagini, che consente di fare miracoli sull’aumento di nitidezza di contenuti video a partire dal formato full-hd.

Quindi, se sognate di vedere al meglio i contenuti full-hd e 4K ha un senso, altrimenti il mio consiglio è di acquistare una TV 4k con tecnologia Oled o un videoproiettore per home cinema.

Migliori tecnologie

LG AI ThinQ

Questa tecnologia consente di impartire alla tv comandi in modo più naturale e meno impostato. Attraverso il Natural Language Processing anche parlando in modo colloquiale, la TV capirà le tue intenzioni e il contesto della tua domanda. Questa tecnologia ha la capacità di apprendere costantemente le nuove espressioni utilizzate dalle persone.

LG processore intelligente a9 Gen 2

Le nuove TV LG montano un processore intelligente a9 Gen 2 (Alpha 9 di seconda generazione) che ha sostituito la precedente versione a7. Si tratta di un modello dotato di architettura 4 core con all’interno un processore grafico 2 core, memoria RAM da 3 Gb e memoria integrata da 8 Gb. I risultati sono un sensibile miglioramento della velocità di elaborazione dati e di conseguenza una riproduzione ancor più fluida e realistica di video e immagini. Questo tipo di processori sono in grado di gestire anche immagini con risoluzione 8K.

LG AI Sound

LG AI Sound è la tecnologia applicata all’audio che sfrutta le potenzialità del processore a9 Gen 2 per convertire il suono a due canali in un audio surround 5.1, regalando all’utilizzatore una scena sonora a 360° molto più coinvolgente.

Sony 8K X-Reality PRO

Sony 8K X-Reality PRO è la naturale evoluzione della tecnologia ampiamente sfruttata negli attuali modelli top di gamma per gestire le immagini con risoluzione 4K. Un ulteriore passo in avanti per offrire TV in grado di riprodurre contenuti video con maggior livello di nitidezza, colori più vivi e dettagli che rendono la visione particolarmente realistica.

Sony Acoustic Surface Audio+

Sony Acoustic Surface Audio+ è una tecnologia che permette una riproduzione del suono direttamente dal centro dello schermo, con due innovativi altoparlanti che vibrano dietro la TV creando una scena sonora che si muove con l’immagine. Il sistema prevede anche l’impiego di una coppia di subwoofer per assicurare bassi profondi e potenti.

Philips Ambilight

Philips Ambilight è un particolare sistema di illuminazione inserito nella parte posteriore della TV e costituito da una cornice LED HUE che proietta effetti luminosi a tempo di musica sulla parete e l’ambiente circostante. In questo modo si ottiene una forma di intrattenimento molto suggestiva e la sensazione che lo schermo appaia più grande.

Samsung processore Quantum 8K

Quantum 8K è il più evoluto processore progettato da Samsung e destinato ad equipaggiare le TV OLED 8K di ultima generazione. Lo speciale algoritmo di upscaling (impiegato per la conversione da una risoluzione bassa ad una maggiore) assicura immagini più nitide e luminosità e suono che si adattano alle condizioni ambientali della stanza e della scena riprodotta.

Samsung Direct Full Array 16X

Samsung Direct Full Array 16X è una tecnologia applicata al sistema di retroilluminazione per ottenere un controllo con notevole incremento della precisione ed avere immagini più dettagliate.

Panasonic Voice Control

Gli smart TV Panasonic con modulo Wi-Fi per il collegamento alla rete offrono la possibilità di un controllo senza l’ausilio di un telecomando, ma solo con comandi vocali attraverso dispositivi quali Amazon Alexa e Assistente Google (in questo caso non è però abilitata la lingua italiana ma solo inglese e tedesco).

Sharp Acquos Net+

Acquos Net+ è la denominazione del sistema operativo installato nelle TV smart della Sharp per poter facilitare la gestione di tutte le funzioni multimediali e scaricare rapidamente contenuti in streaming dalle principali piattaforme presenti sul web.

Domande frequenti sulle tv 8k

Classifiche correlate