Diventa Fan

Binocolo

4 apr, 2014

Se volete acquistare un binocolo, scoprirete che modelli apparentemente simili dal punto di vista estetico possono avere prezzi molto diversi. Il motivo è che i prezzi generalmente corrispondono alla qualità degli elementi ottici. Nessun fattore singolo determina la superiorità di un binocolo rispetto a un altro. Le preferenze personali e il tipo di utilizzo per il quale li userete prevalentemente determinerà quale stile sia meglio per voi. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, e come scegliere i migliori binocolo professionali in base a criteri di qualità, prezzo, offerte e corretta informazione per il consumatore.

Binocoli

Tipi di binocoli

I binocoli sono disponibili in una varietà di formati (definiti dalla dimensione degli obiettivi) per varie attività all’aperto. Ecco un rapido confronto.

Full – Size (specifiche comuni: 8 x 42, 10 x 50)

  • Catturano una maggiore quantità di luce e offrono prestazioni migliori in condizioni di scarsa illuminazione.
  • Di solito offrono immagini più stabili e un campo visivo più ampio.
  • Popolari per osservare animali selvatici e per essere utilizzati sulle barche.
  • Troppo grandi e pesanti per il backpacking.

Mid – Size (specifiche comuni: 7 x 35, 10 x 32)

  • Offrono un compromesso grazie a dimensioni moderate e una trasmissione della luce superiore alla media.
  • Buona scelta per osservare animali selvatici e attività sportive.
  • Un po’ pesanti per il backpacking.

Compatti (specifiche comuni: 8 x 25, 10 x 25)

  • Opzione più piccola e leggera per il backpacking.
  • Funzionano molto bene durante il giorno all’aperto.
  • Meno comodi per lunghi periodi di utilizzo.

Monoculari (singoli ambiti di applicabilità)

  • L’opzione più leggera e di dimensioni più contenute.
  • Una visualizzazione con un singolo occhio per volta è in genere l’opzione desiderata per un uso a breve termine.

Comprendere le specifiche tecniche


Potere di ingrandimento

I binocoli sono identificati da due numeri. Il primo è il potere di ingrandimento, il secondo è il diametro dell’obiettivo frontale.

Esempio: i binocoli 7 x 35 hanno un potere di ingrandimento di 7.

Un potere di ingrandimento di 7 significa che un oggetto viene visualizzato 7 volte più vicino di quanto lo sarebbe per l’occhio. Ad esempio, se si visualizza un cervo che si erge a 200 metri di distanza da voi tramite il binocolo 7x, vi sembrerà come se fosse a 28,6 metri (200 diviso 7).

Quindi, maggiore è la potenza di ingrandimento migliore è la vista? Non necessariamente. I binocoli con potere di ingrandimento maggiore di 10 amplificano i movimenti delle mani, rendendo difficile la visione.

Diametro dell’obiettivo

Il secondo numero utilizzato per l’identificazione del binocolo si riferisce al diametro (in millimetri) delle lenti dell’obiettivo (quelle più lontano dai vostri occhi e più vicine all’oggetto che viene visualizzato).

Esempio: i binocoli 7 x 35 hanno lenti dell’obiettivo di misura pari a 35 mm.

Il diametro delle lenti dell’obiettivo determina in larga misura la quantità di luce che il vostro binocolo è in grado di raccogliere. Se avete due binocoli con le stesse caratteristiche, ad eccezione del diametro della lente dell’obiettivo, quelli con lenti dell’obiettivo di diametro maggiore saranno in grado di catturare più luce. Più luce significa una visione più brillante, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione.

Uscita pupillare

L’uscita pupillare è un numero che indica come appariranno gli oggetti luminosi in condizioni di scarsa illuminazione. Un numero più alto significa immagini più luminose.

Puntate il binocolo su una fonte di luce, tenetelo davanti al vostro volto e guardate in ciascuno dei due oculari. Vedete un piccolo punto luminoso? Questo cerchio di luce è definito uscita pupillare, l’apertura che permette alla luce di raggiungere le pupille.

Il diametro dell’uscita pupillare (misurato in millimetri) è calcolato dividendo il diametro delle lenti dell’obiettivo per il potere di ingrandimento.

Esempio: per binocoli 7 x 35, 35 diviso 7 è uguale a un diametro di uscita pupillare di 5 mm.

Più ampio il diametro dell’uscita pupillare, più luce potrà passare e, di conseguenza, si avranno immagini più luminose e facili da vedere in condizioni di scarsa illuminazione. Se si prevede di utilizzare regolarmente il binocolo in condizioni di scarsa illuminazione – all’alba, al tramonto, in un bosco fitto o osservando il cielo notturno – optate per modelli con un numero alto di uscita pupillare, preferibilmente 4 millimetri o superiore.

Per una visione standard di giorno, l’uscita pupillare è meno importante. In condizioni di forte illuminazione la pupilla umana si restringe fino a 2 mm. Tutti i binocoli offrono uscite pupillari di quelle dimensioni o più grandi.

Nella penombra, tuttavia, le pupille possono allargarsi fino a 7 mm. Un binocolo 7 x 50, per esempio, offre una dimensione di uscita pupillare di 7,1 millimetri, una buona scelta per condizioni di scarsa illuminazione. Un’uscita pupillare grande rende anche più facile il mantenimento di un’immagine stabile se le vostre mani si muovono o tremano.

Luminosità relativa

La luminosità relativa è determinata dall’elevazione a potenza del numero di uscita pupillare. Più alto è il numero della luminosità relativa, più luminosi appariranno gli oggetti ai vostri occhi. Questo è utile in situazioni di scarsa luminosità.

Esempio: un binocolo offre un’uscita pupillare di 4,3. Elevate a potenza questo numero (4,3 x 4,3) per arrivare a un numero di luminosità relativa di 18.5.

Numeri di uscita pupillare identici producono livelli di luminosità identici? I produttori di binocoli di fascia alta dicono di no, affermando che prismi, lenti, qualità dei componenti e rivestimenti degli elementi ottici sono tutti fattori in grado di influenzare la luminosità relativa.

Eye relief

E’ la distanza tra ogni oculare e i vostri occhi quando l’intero campo risulta visibile. Un maggiore eye relief aumenta il comfort, consentendo di tenere il binocolo lontano dal volto.

Un buon eye relief è molto utile se indossate gli occhiali. La maggior parte dei produttori raccomanda a chi indossa gli occhiali di abbassare le conchiglie oculari in gomma prima di vedere, anche se esistono alcune eccezioni.

Suggerimento: se indossate gli occhiali, optate per modelli con eye relief di 11 millimetri o più.

Campo visivo

Questa specifica indica la larghezza della zona (di solito in metri) che è possibile vedere a colpo d’occhio, a 1.000 metri da dove vi trovate. Un ampio campo visivo è migliore per trovare e identificare gli uccelli. In genere, un potere di ingrandimento più alto comporterà un campo visivo più ristretto.

Prendere una decisione

Una volta che avete ristretto la scelta a una categoria, optare per un particolare modello dipenderà dal vostro budget e da fattori individuali, quali la compatibilità con gli occhiali. Ricordate che la qualità dei binocoli è strettamente legata a quella degli elementi ottici che utilizzano.

Come scegliere

Il binocolo perfetto per tutto non esiste. La scelta sarà sempre un compromesso: se si vuole uno strumento molto luminoso occorre comprarne uno con grandi obiettivi, con aumento quindi di peso e dimensioni. Se vogliamo cogliere i particolari di un soggetto, aumentando il fattore di ingrandimento, si perderà di conseguenza luminosità e campo visivo.

La scelta deve dipendere quindi dall’uso prevalente o specifico che avrà lo strumento: attività di birdwatching, campeggio, escursioni, nautica, sports, teatro o eventi al coperto, astronomia ecc. Per il birdwatching ad esempio si usano ingrandimenti da 7x a 10x, oltre i quali il prodotto diventa troppo pesante e difficile da mantenere fermo. Per la nautica occorrono i modelli impermeabili; per le osservazioni astronomiche i grossi calibri, dotati di supporto.

Una volta individuato il proprio modello sarà meglio rivolgersi ai grandi negozi specializzati, anche online, in grado oggi di offrire una vasta gamma di prodotti, tra i quali troverete facilmente anche il vostro. Occorre comunque fissare un punto fermo: la qualità della costruzione e dei materiali.

E’ il fattore più importante nel determinare tutto il resto, non si possono accettare compromessi: lavorazione delle lenti, precisione nei montaggi, robustezza, qualità delle ottiche e qualità meccaniche, fanno di un binocolo uno strumento eccezionale per aumentare il piacere dell’osservazione. Di certo fanno anche salire il prezzo!

Un ultimo consiglio: è possibile trovare un buon binocolo usato, ma in questo caso diventa obbligatorio provarlo, anche soltanto per cinque minuti, è l’unico modo utile per rendersi conto della validità del prodotto.

  • Considera l’uso principale
    Ciò che hai bisogno dal tuo binocolo varia molto da come lo userai.

  • Scegli tra i modelli compatti e quelli a grandezza naturale
    I modello compatti stanno nel palmo della mano e sono una buona soluzione rispetto alla dimensione voluminosa e al peso maggiore dei binocoli a grandezza naturale. Entrambi sono uguali in termini di ingrandimento, qualità dell’immagine e prezzo. Tuttavia alcune persone trovano i modelli compatti più difficili da regolare rispetto a quelli a grandezza naturale e se porti gli occhiali, possono essere difficili da allinearsi. Diversamente, puoi scegliere tra stili stretti, ampi e allineati. Dal punto di vista ottico nessuno è migliore; lo stile che scegli è una questione di preferenza.

  • Decidi la potenza che hai bisogno
    La potenza rappresenta il numero delle volte in cui una immagine viene ingrandita. Le più comuni per usi esterni come il bird-watching e la caccia sono 8x e 10x. Potenze maggiori come 20x vengono preferite dagli astronomi, mentre 7x è sufficiente per gli spettatori sportivi e per chi va a teatro.

  • Scegli la dimensione della lente
    Dobbiamo sapere il diametro delle lenti obiettivo del binocolo, espresso in millimetri a secondo. Lenti più grandi permettono l’entrata di più luce e forniscono una immagine migliore, ma possono essere più pesanti.

  • Considera la pupilla d’uscita, ovvero la dimensione del disco di luce che si forma vicino all’oculare. Pupille d’uscita più grandi forniscono dettagli migliori con poca luce. Una pupilla d’uscita di 5mm è ottimale.

  • Uso con gli occhiali
    Il campo di visione rappresenta l’area visibile attraverso il binocolo. Se indossi gli occhiali, cerca un binocolo con un livello maggiore del campo di visione (con gli occhiali). Se non indossi gli occhiali, oculari retrattili sono più facili e veloci da regolare rispetto a quelle in gomma che si piegano.

  • Controlla l’attacco
    I binocoli sono due telescopi legati in uno. Se non sono perfettamente bilanciati, possono causare sforzi agli occhi e mal di testa. Controlla l’allineamento concentrandoti su un oggetto distante, allontanandolo dagli occhi mentre continui a guardare attraverso il binocolo. Devi essere sempre in grado di vedere bene le immagini, mentre lo tieni ad una distanza di un piede o più. Controlla il cardine che tiene insieme le due metà, per essere sicuro di regolare facilmente la dimensione in base ai tuoi occhi.

  • Verifica i comandi
    Per mettere a fuoco l’immagine, inizia con il comando principale della messa a fuoco, usando il tuo occhio sinistro. Poi utilizza il comando per regolazione della diottria (in genere sulla lente destra) per mettere a fuoco l’immagine per l’occhio destro.

  • Messa a fuoco
    Devi essere capace di usare facilmente il comando principale della messa a fuoco con un dito, mentre tieni il binocolo agli occhi. Controlla i comandi che sembrano rigidi e troppo piccoli da utilizzare con facilità o che si trovano in una posizione scomoda. Lo stesso vale per il quadrante di regolazione della diottria. (Cerca un quadrante con contrassegni, così che puoi facilmente ritornare alla tua impostazione ottimale dopo averlo prestato a qualcun altro).
  • È meglio provarlo in un negozio
    Se compri online, controlla che il rivenditore ti offra tutti i rimborsi.

  • L’elettronica dà ad alcuni modelli capacità speciali
    I binocoli con la stabilizzazione dell’immagine usano un sistema a batteria, che accendi e spegni per stabilizzare l’immagine. (Quando lo tieni agli occhi, perfino il più piccolo movimento nelle tue mani fa saltare l’immagine. Come risultato, vedi meno dettagli nell’immagine).