Diventa Fan

Pneumatici invernali lamellari per auto

Gli pneumatici invernali, chiamati anche pneumatici lamellari, da neve o termici, possono essere utilizzati su ogni tipo di fondo stradale, quindi non solo quando c’è la neve. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, e come scegliere i migliori pneumatici invernali lamellari per auto in base a criteri di qualità, prezzo, offerte e corretta informazione per il consumatore.

Pneumatici invernali lamellari per auto

Negli pneumatici lamellari la particolare struttura, la composizione in silice, il battistrada disegnato con cavità profonde, garantiscono una migliore aderenza dell’auto su strada, soprattutto quando la temperatura atmosferica scende sotto i 7°C. In particolare, rispetto ad uno pneumatico estivo, quello invernale permette degli spazi di frenata più ridotti, del 20% quando la strada è asciutta, del 30% quando è bagnata e addirittura del 50% in caso di neve o ghiaccio.

Per evitare che vi imbroglino e vi spaccino un prodotto qualsiasi per uno invernale, basta semplicemente osservare, sul fianco esterno di quest’ultimo, la presenza o meno di un simbolo raffigurante un fiocco di neve su di una montagna.

Spesso confondiamo le gomme che riportano la sigla M+S o MS, M/S, M-S, M&S, per delle gomme di tipo invernale. A confonderci è lo stesso Codice della Strada, il quale considera gli pneumatici M+S alla stregua di quelli invernali. Per tale motivo, chi le utilizza non è obbligato a montare le catene per ruota. Ma tenete presente che, nonostante gli M+S, sui SUV e sui crossover, garantiscono delle buone prestazioni su strade scivolose, essi non potranno mai sostituire le gomme invernali. Per una guida sicura, infatti, esse sono fondamentali.

Ricordiamo che è sempre conveniente montare i lamellari su tutte le ruote della vostra auto. Anche se la legge permette di montarli solo sulle due ruote motrici, in realtà si rischierebbe uno squilibrio dell’automobile.

I costi sono sicuramente superiori rispetto a quelli di uno estivo, almeno il 20% in più. Parliamo sempre di pneumatici della stessa misura e che presentano più o meno le stesse caratteristiche. Poi se decidete di acquistarli durante il periodo invernale considerate che il prezzo potrebbe lievitare o venire privato dello sconto. In generale, comunque, il loro costo oscilla in base alla marca acquistata. Tenete presente, però, che un costo elevato spesso è sintomo di una buona qualità. È ovvio che se utilizzate degli pneumatici invernali risparmierete su quelli estivi, la cui durata potrebbe aumentare fino al 40%.

Come riconoscere uno pneumatico usurato?

Di solito il costo d’acquisto prevede anche il montaggio e, se non ne possedete uno, anche del deposito dove andrete a riporre le gomme sostituite. Per quanto concerne il montaggio, il suo costo oscilla in base al set di cerchi posseduti.

Questo significa che se volete montare lo pneumatico su di un cerchio già esistente allora dovete spendere una cifra maggiore, dai 10 ai 20 euro a gomma, per l’equilibratura e la convergenza. Per lo stoccaggio, invece, la cifra da spendere si aggira intorno ai 20 o 30 euro ad ogni cambio di stagione. Se poi volete montare modelli anche più larghi il costo potrebbe anche aumentare.

Potete acquistarli sia da un gommista sia in un semplice supermercato. In quest’ultimo caso, i prezzi saranno sicuramente meno elevati, ma non potete godere del montaggio e del personale addetto. Per questo motivo, prima di effettuarne l’acquisto è preferibile sapere in anticipo quale prodotto al caso vostro. Oggi potete acquistare i lamellari anche su internet, dove sono presenti molti siti specializzati che v’inviano l’acquisto direttamente a casa o in un centro convenzionato per il montaggio.