Migliori gelatiere

di

Se gustare un gelato artigianale della vostra gelateria preferita è per voi un autentico piacere dei sensi, non sarà forse ancora più soddisfacente preparare una delizia del genere con le vostre mani? Basterà l’aiuto di una gelatiera per dare sfogo a tutta la vostra fantasia culinaria, perfezionandovi man mano e sperimentando i gusti più originali. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, e come scegliere il modello di gelatiera domestica in base a criteri di qualità, prezzo e corretta informazione per il consumatore.

Migliori gelatiere domestiche sul mercato

Qui di seguito abbiamo elencato per voi una serie di modelli di gelatiere autorefrigeranti e non che attualmente, a nostro parere, costituiscono le migliori in commercio.

PRINCESS 282601

Tra quelli autorefrigeranti consiglio la PRINCESS 282601, ad un costo non troppo elevato per una macchina di questo tipo, circa 330 euro. Il produttore purtroppo non fornisce indicazioni circa le dimensioni del contenitore e i tempi di preparazione.

Tuttavia sappiamo con certezza che il recipiente ha una capienza di 0,8 litri. Realizza dell’ottimo gelato e del buon sorbetto, facile da prelevare. Secondo la nostra opinione le istruzioni sono complete e semplici da seguire. Si tratta di un modello molto silenzioso e facile da utilizzare. Di contro però presenta delle piccole difficoltà nella pulizia.

TERMOZETA La Gelatiera 75104

Tra i modelli non refrigeranti, consiglio invece TERMOZETA La Gelatiera 75104, adatto a chi non vuole spendere molto ma allo stesso tempo ottenere un discreto gelato. Il costo di questa macchina si aggira intorno ai 30 euro. Rispetto ai modelli più costosi ha delle prestazioni meno efficienti ma è in grado di produrre dell’ottimo gelato e del buon sorbetto al limone.

Secondo la nostra opinione si tratta di un modello facile da utilizzare, provvisto di istruzioni semplici da seguire, poco rumoroso e semplice da pulire. Il gelato non richiede tempi eccessivi di preparazione (il recipiente deve essere tenuto in frigo solo 8 ore) ed è facile da prelevare. TERMOZETA La Gelatiera 75104 è provvisto di un contenitore 19×14 cm con una capienza di 0,6 litri.

DE’ LONGHI Il Gelataio IC8500

Con 60 euro, poi, è possibile portare a casa DE’ LONGHI Il Gelataio IC8500. Si tratta di un modello molto capiente, o,5 litri e 20×15 cm. Non è dotato di sistema autorefrigerante, ma il tempo di refrigerazione è pari a 10 ore.

E’ in grado di produrre del buon gelato alla vaniglia e allo yogurt e dell’ottimo sorbetto al limone, facile da prelevare. Non è complicato da utilizzare, le istruzioni sono semplici da seguire e non è molto rumoroso.

CUISINART Gelatiera Duo ICE40BCE

Un buon prodotto ad un prezzo a mio avviso discreto è CUISINART Gelatiera Duo ICE40BCE, circa 160 euro. Rispetto ai modelli precedenti anche questo modello non è provvisto di sistema autorefrigerante e richiede un maggior tempo di refrigerazione, 12 ore. E’ provvisto di un recipiente di 16×13 cm con una capienza di 0,5 x2 litri.

Secondo la nostra opinione è in grado di produrre un ottimo gelato e un ottimo sorbetto al limone, in poco tempo. Anche se facile da utilizzare, questo modello è però piuttosto rumoroso e le istruzioni sono meno complete e semplici da seguire rispetto alle altre macchine. Presenta poi una discreta facilità nel prelevamento del gelato e di pulizia.

Come scegliere una gelatiera di buona qualità

Tipologie di gelatiere sul mercato

Una differenza fondamentale è quella tra le macchine più tradizionali, e quelle più moderne. Le prime solitamente richiedono di azionare una manovella a mano, mettendo così in moto il mescolatore all’interno della stessa gelatiera. Le moderne sorbettiere funzionano invece elettricamente e alcune di esse possono anche essere introdotte in frigorifero, dove si arrestano automaticamente quando la miscela ha raggiunto il giusto livello di congelamento.

Anche il tempo occorrente per la preparazione del gelato varia quindi molto a seconda del tipo di apparecchio: per il contenuto di un litro, con la macchina a manovella saranno richiesti da mezz’ora a tre quarti d’ora, mentre con quella elettrica saranno sufficienti dai dieci ai dodici minuti di lavorazione. Il libretto di istruzioni spiega comunque quali sono i tempi necessari per la preparazione del gelato.

Ricordiamo inoltre che un modo molto semplice (anche se piuttosto lungo) per preparare il gelato nella cella del ghiaccio del frigorifero consiste nel mettere la crema nella vaschetta e regolare la temperatura al grado più basso, versando dopo un quarto d’ora circa il contenuto in una terrina, precedentemente tenuta nel frigorifero, e lavorando accuratamente il gelato con un cucchiaio in legno. Il gelato va quindi rimesso nella vaschetta e l’operazione va ripetuta per circa un’ora e mezza, per evitare che si formi del ghiaccio e ottenere un composto cremoso.

  • Gelatiere manuali
    Queste macchine di solito comprendono una ciotola esterna e una piccola ciotola interna con un meccanismo a manovella che gira una spatola, a volte chiamata pestello, per rimescolare la miscela. La ciotola esterna è piena di una miscela ghiacciata di sale e ghiaccio: l’aggiunta di sale al ghiaccio causa un abbassamento del punto di congelamento; come il sale si mischia con il ghiaccio, il suo calore di fusione gli permette di assorbire calore dalla miscela di gelato, raffreddando il gelato. Questo tipo di gelatiera è economico ma problematico e crea pasticci, poichè la miscela di sale e ghiaccio, quando si scioglie, produce un sacco di acqua salata che deve essere eliminata dall’utilizzatore, ed è necessario rifornire la miscela di ghiaccio e sale per fare del nuovo gelato. Alcune piccole unità manuali comprendono una ciotola con capacità di 500 ml, i cui muri sono cavi e pieni di una sostanza refrigerante. La spatola spesso è compresa nel coperchio di plastica. La miscela viene versata nella ciotola ghiacciata e messa in freezer. Le spatole vengono ruotate a mano ogni 10 minuti per alcune ore, fino a raggiungere la consistenza e il gusto desiderati.
  • Gelatiere da piano cucina
    Usano una ciotola a doppie pareti. Tra le due pareti è contenuta una soluzione che gela sotto il punto di congelamento dell’acqua. La ciotola viene messa in freezer per 24 ore, prima di usare la macchina. Una volta congelata, la ciotola viene messa dentro la gelatiera, si aggiunge la miscela e la macchina viene accesa. La spatola ruota, rimescola la miscela mentre questa congela lentamente, attraverso il contatto con la ciotola ghiacciata. Da 20 a 30 minuti dopo, la soluzione tra le doppie pareti della ciotola si è scongelata, e il gelato è pronto. Il vantaggio di questo modello è il costo limitato, in genere sotto i 70 euro. Lo svantaggio del metodo della ciotola pre-congelata è che si può fare il gelato solo una volta: per farlo di nuovo bisogna aspettare che la ciotola sia di nuovo congelata. Per questo motivo, in genere è possibile comprare ciotole aggiuntive, ma ovviamente occupano un sacco di spazio nel freezer.
  • Piccole unità di raffreddamento
    Le piccole unità di raffreddamento sono poste dentro il freezer (o nella parte freezer del frigorifero), e operano in maniera simile ai tritatutto ma in slow-motion. Le spatole ruotano ogni tot secondi per girare la miscela, tanto quanto serve a prevenire che si formino grandi cristalli di ghiaccio. Quando il gelato si è raffreddato a sufficienza, le spatole smettono automaticamente di ruotare e si sollevano. Poichè la miscela si raffredda stando semplicemente nel freezer, questo sistema richiede più tempo rispetto agli altri tipi, che funzionano posizionando la ciotola con il gelato in diretto contatto con gli elementi refrigeranti. Uno svantaggio è che lo sportello del freezer deve essere chiuso sopra il cavo piatto, che è inserito nella più vicina presa di corrente all’esterno, anche se alcuni frigoriferi moderni hanno come accessorio una gelatiera integrata o una presa elettrica specializzata per alcune unità-freezer. Il vantaggio di questo modello è che non richiede pre-raffreddamento. Tuttavia, alcune persone pensano che questo tipo di macchina produca un gelato di qualità inferiore, per via del suo metodo slow-motion.
  • Gelatiere professionali
    Più costose e più grandi, queste macchine hanno un meccanismo di congelamento integrato e non richiedono il pre-raffreddamento del recipiente. Il sistema di raffreddamento viene acceso, e in pochi minuti si può versare la miscela e accendere la spatola. Come con le macchine che richiedono il pre-raffreddamento del recipiente, il gelato è pronto in un tempo che va dai venti ai trenta minuti, a seconda della quantità. Queste macchine possono essere usate immediatamente, senza preparazione, e si può preparare il gelato diverse volte senza dover aspettare tra una volta e l’altra. Alcune di queste macchine non possono essere spostate senza aspettare dodici ore prima dell’uso, poiché spostare l’unità disturba il sistema di raffreddamento; dovrebbero essere tenute sempre nella stessa posizione, pronte all’uso, cosa non pratica nelle cucine piccole.

Come scegliere la gelatiera per casa

La scelta di fare il gelato in casa ha sicuramente i suoi vantaggi, primo tra tutti, come ho già detto, quello di poter utilizzare ingredienti salutari, privi di additivi. Inoltre, dal momento che siamo noi a prepararlo possiamo evitare le sostanze che possono crearci fastidi, come allergie e intolleranze. Tuttavia, rispetto al gelato acquistato al supermercato o in gelateria quello realizzato in casa dura meno giorni (proprio perché privo di additivi) e si scioglie più in fretta.

Ma vediamo quali sono i criteri da seguire per scegliere una buona gelatiera, almeno secondo la mia personale esperienza. La prima cosa da fare è scegliere tra un modello autorefrigerante e un modello privo di autorefrigerazione. Qual è la differenza tra i due? Nel primo caso l’apparecchiatura è provvista di un contenitore che ha la capacità di raffreddarsi durante il movimento delle pale, grazie al motore interno. Al contrario, nei modelli non autorefrigeranti il contenitore prima di essere adoperato deve essere conservato in freezer per alcune ore.

Quelli refrigeranti sono adatti soprattutto a chi ama fare il gelato frequentemente, al contrario quelli non refrigeranti sono l’ideale per chi consuma il gelato non molto spesso. Anche se quelli non refrigeranti sono meno costosi, più leggeri e meno ingombranti, ritengo che quelli autorefrigeranti offrano più vantaggi.

Non raffreddare, infatti, la ciotola prima del suo utilizzo non solo riduce i tempi di produzione ma permette anche di realizzare il gelato più volte di seguito (anche in più gusti) con un consumo elettrico esiguo, non più di due euro l’anno per un 1 Kg di gelato settimanale. Però, penso lo si sia compreso, si tratta di macchine molto costose, che richiedono molto spazio, senza considerare che hanno anche un maggiore impatto sull’ambiente.

Se la nostra scelta ricade su un modello non refrigerante, è necessario fare attenzione, al momento della scelta, del tempo che occorre perché il contenitore si raffreddi e alle dimensioni di quest’ultimo. Non sempre infatti abbiamo lo spazio disponibile in freezer.

Qualunque modello scegliamo poi, consiglio vivamente di scegliere macchine robuste e resistenti e soprattutto di valutare la capienza del contenitore. Meglio un contenitore ampio che permetta di miscelare più quantitativi di ingredienti. Ma meglio ancora i modelli provvisti di due ciotole azionabili simultaneamente.

E’ preferibile poi scegliere quelle macchine, semplici da utilizzare, che non superino i 30 minuti di preparazione del gelato e che permettano facilmente di prelevarlo dal contenitore. Un occhio di riguardo lo darei anche alle istruzioni che devono essere non solo esaustive ma anche semplici da seguire.

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, una newsletter che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

[Voti: 47    Media Voto: 4.8/5]
CONDIVIDI SU FACEBOOK
Miglior prezzo rilevato sul mercato il 27 marzo 2017
Come acquistare a metà prezzo
golden list - servizio gratuito per acquistare prodotti a metà prezzo
Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, servizio gratuito e garantito.
GUIDA ACQUISTI
Guida all'acquisto degli Elettrodomestici
Dal 2007 Guida Acquisti è la rivista consumatori indipendente che ti aiuta scegliere gli elettrodomestici, attraverso classifiche,recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.