Diventa Fan

Scarpe calcio

4 apr, 2014

Le scarpe da calcio sono calzature sportive ottimizzate per giocare sui terreni di gioco in terra battuta, per questo motivo sono dotate di tacchetti che consentono una migliore presa sul campo. Leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, e come scegliere le migliori scarpe da calcio in base a criteri di qualità, prezzo, offerte e corretta informazione per il consumatore.

Caratteristiche

Scegliere un buon paio di scarpe da calcio o da calcetto significa valutarne e sondarne le caratteristiche principali. La scarpa che scegliamo deve essere senza dubbio di qualità e deve presentare degli elementi peculiari che la caratterizzano e la differenziano da altre calzature sportive.

Per prima cosa distinguiamo tra scarpini da calcio e da calcetto, per non fare confusione. Come infatti ci sono importanti differenze tra i due sport, pur essendo d’altro canto anche molto simili tra loro, così ci sono differenze anche nelle rispettive calzature. Già ad un primo sguardo si possono riconoscere quali sono destinati ai giocatori di calcio e quali per il calcetto. Infatti gli scarpini da calcio hanno alcuni grossi tacchetti sulla suola a contatto col terreno, indispensabili per correre e calciare sui campi in erba. I grossi tacchetti entrano nel terreno evitando al calciatore di scivolare. La differenza sostanziale riguarda proprio questi tacchetti. Infatti negli scarpini da calcetto, quando sono presenti, sono diversi sia per dimensione che per quantità. La scarpa in questione ha sulla pianta molti tacchetti, ma stavolta più piccoli.

Vediamo quali sono questi elementi da tenere sempre in considerazione, indipendentemente dal nostro livello sportivo:

  • Tacchetti
    Quando ci troviamo a dover acquistare delle scarpe da calcio, l’elemento a cui dobbiamo prestare maggiore attenzione – che è poi l’elemento che contraddistingue questo tipo di calzature da ogni altro genere di scarpe sportive – è la presenza dei cosiddetti “tacchetti”. Si tratta di piccoli spuntoni, posti sulla suola, che aiutano il calciatore a non perdere aderenza sul terreno. A calcio spesso assistiamo a scatti o corse veloci, dopo momenti di relativa inattività: risulta per tanto fondamentale che, in quel momento, non si scivoli e ci si fidi della propria aderenza al terreno. Il calcio non è l’unico sport che prevede delle calzature con tacchetti. Si pensi al rugby, dove altrettanta importanza ha lo stacco. Esistono scarpe con numero variabile di tacchetti: più elevato per un terreno secco, più contenuto, per un terreno particolarmente fangoso. Anche quelle da calcetto prevedono la presenza di tacchetti. Essi, però, non sono grossi come quelli delle scarpe da calcio. Il terreno in cui viene praticato questo sport, infatti, è spesso liscio o costituito da erba sintetica, molto diverso da quello calcistico, erboso e, spesso, molto scivoloso.
  • Resistenza
    Come tutte le scarpe, anche quelle da calcio devono essere di buona qualità e dimostrarsi estremamente resistenti. Pensate infatti alla tipologia di utilizzo che ne viene fatto e capirete perché comperare le più economiche ma meno resitenti non ha, nel calcio, alcun senso. Le sollecitazioni che esse ricevono, la frequenza con cui le utilizziamo, ci costringono ad optare per quelle resistenti e forti, anche perché c’è in gioco la protezione del piede e il nostro stato fisico. Molti modelli sono rinforzati e presentano una punta arrotondata, mentre altri, per professionisti, hanno dei cuscinetti d’aria nell’intersuola e garantiscono, in questo modo, un’ammortizzazione degli impatti e degli urti, tutelando il nostro fisico. Valutate voi, a seconda del livello dello sport che praticate, quanto spendere per le vostre scarpe da calcio o da calcetto. Ricordate comunque il ruolo fondamentale della resistenza, anche se giocate a livello amatoriale.
  • Misura
    La misura deve essere valutata con attenzione per l’acquisto di qualsiasi calzatura. E’ infatti sempre scomodo indossare scarpe non della nostra taglia. Se poi la scarpa in questione serve per correre, saltare, calciare, l’attenzione deve essere ancora maggiore. Il modello che scegliete deve calzare alla perfezione sul vostro piede, abbracciandolo senza costringerlo. Le conseguenze di una scelta sbagliata sono molteplici, e tutte estremamente fastidiose: vesciche, problemi ai legamenti, slegature poco piacevoli.
  • Allacciatura
    Questo dettaglio della scarpa da calcio o da calcetto deve essere valutato con attenzione. La scarpa infatti non solo riveste il piede e lo protegge, ma è anche l’oggetto che entra in contatto con il pallone e che dunque entra in gioco, insieme a noi. L’allacciatura non deve quindi essere troppo ingombrante, perché potrebbe modificare, ad esempio, la direzione del tiro. Esistono vari modelli da calcio con allacciature differenti: ci sono quelle classiche, con allacciatura centrale, e quelle che invece la propongono laterale, per assicurare un’incidenza nulla nel momento del contatto con il pallone.
  • Estetica
    Dopo aver considerato tutti gli elementi descritti fino ad ora, può essere considerato anche l’aspetto estetico. Si possono scegliere colori, particolarità, dettagli che più sono graditi al proprio gusto. Il nero è certamente il colore più diffuso, insieme al bianco, anche se non mancano calzature blu, rosse o gialle. Se volete attirare l’attenzione, scegliete scarpe con decorazioni evidenti, scritte colorate o in rilievo, e tutti si accorgeranno di voi, quando farete il vostro ingresso in campo.

Modelli

Abbiamo già visto una importante distinzione tra due tipi di scarpini. Questi però si differenziano ancora per tanti altri particolari e dettagli, creando così una gran varietà di modelli tra cui poter scegliere. Una componente importante è per esempio la morbidezza o la durezza della scarpa. Ci sono infatti modelli di scarpini abbastanza rigidi, più simili a quelle normali. Se all’interno di questi il piede è più fermo e sicuro, è anche vero che la scarpa non riesce ad adattarsi completamente al movimento del piede, come invece succede con gli scarpini di pelle morbida, che, piegandosi come le scarpette di una ballerina, rivestono perfettamente il piede.

Un dettaglio evidente è poi l’allacciatura. Quella classica è la normale allacciatura centrale, come per tutti gli altri tipi di scarpe. Esistono però anche tipi di scarpini che presentano l’allacciatura lateralmente, in modo da evitare il fastidio quando si calcia la palla con il collo del piede. Ci sono poi gli scarpini con la punta più o meno arrotondata e con il rinforzo, anche sulle caviglie, per proteggerle maggiormente da distorsioni, slogature e dalle fastidiose vesciche che si possono formare a causa dello strusciare della pelle contro la scarpa.

Alcuni modelli di scarpini presentano un’innovativa tecnologia consistente in un sistema di ammortizzazione sotto forma di cuscinetti d’aria racchiusi lungo tutta la lunghezza dell’intersuola, o solo nella parte posteriore. Questo permette al calciatore una maggiore sensibilità verso il suolo e un impatto meno duro negli scontri. Infine ci sono particolari puramente estetici, come le linguette più o meno grandi, i colori, i rilievi e le scritte o disegni.

Come scegliere

Nella scelta degli scarpini la prima cosa da tenere in conto è quale sarà il campo da gioco, per poter operare la distinzione descritta prima. Una volta appurato quindi se dovranno essere da interno o da esterno, la seconda cosa fondamentale è la misura. Gli scarpini devono calzare in modo perfetto, non devono assolutamente essere troppo stretti o troppo larghi. E’ importante che il piede stia fermo dentro la scarpa, e non abbia la possibilità di muoversi e ballare. Questo potrebbe infatti provocare dolorose slogature o peggio ancora fratture. A seconda delle vostre caratteristiche fisiche e punti di forza potete optare per i modelli più o meno morbidi, con punti di rinforzo dove pensate ne abbiate più bisogno.

Infine potete far scegliere anche al vostro gusto. Oggi ci sono in commercio tantissimi modelli di scarpini che puntano anche sul lato estetico, con colori sgargianti, scritte e disegni in rilievo per catturare l’attenzione. Se non volete sfigurare neanche durante la partita di calcetto, allora scegliete pure gli scarpini all’ultima moda che più vi piacciono, l’importante è tenere sempre conto della qualità e della comodità.

Il primo posto che ci viene in mente se dobbiamo acquistare degli scarpini sono sicuramente gli enormi megastore monomarca delle multinazionali sportive, che sorgono sempre più spesso nelle città e nei centri commerciali. Qui sicuramente potrete trovare una vasta gamma di scelta dei prodotti di quella determinata marca.Ci sono poi le catene di negozi sportivi, che racchiudono insieme le migliori firme, potendo così fare un più equo confronto. Gli scarpini poi si trovano anche nei piccoli negozi di scarpe generici, seppur in minore scelta, e nei supermercati più attrezzati. Per i professionisti esistono dei negozi specifici di calcio a cinque, che vendono tutti gli articoli dedicati a questo sport. Questi però sono più rari e difficili da trovare, soprattutto nei piccoli centri urbani.

Scarpa sbagliata? Ecco i possibili rischi

Quando facciamo sport, soprattutto se giochiamo a calcio, sottoponiamo i nostri piedi e i nostri arti inferiori a sforzi notevoli e a sollecitazioni significative. L’importanza della scarpa giusta, per tanto, è rilevante, sia per quanto riguarda le possibili conseguenze relative alla nostra prestazione fisica, sia per lo stato del nostro fisico. Cerchiamo di valutare entrambi i settori, provando a mettere in luce alcune delle possibili conseguenze di una sbagliata scelta delle scarpe da calcio o da calcetto. Ecco le conseguenze relative alla nostra prestazione fisica:

  • Diminuzione della velocità dello scatto: una scarpa che non calza perfettamente al nostro piede potrebbe alterare la velocità degli scatti in campo. Essa deve infatti essere una cosa sola con il piede, essere aderente e perfettamente avvolgente. Per la velocità della corsa, non è importante solo che non ci sia spazio tra la pianta del piede e la scarpa, ma anche che i tacchetti siano adatti ad assicurare aderenza al terreno. Pensate che peccato scivolare durante un’ottima occasione di contropiede.
  • Diminuzione dell’agilità: il calcio moderno impone ai giocatori di muoversi spesso in piccoli fazzoletti di campo da gioco. In questi spazi limitati, è fondamentale mantenere l’agilità e la velocità di rapidi movimenti. Piccoli scatti, veloci finte, abili giochetti con la palla non potranno essere fatti con una scarpa che non vi permette un’assoluta libertà di movimento.
  • Diminuzione delle doti tecniche: anche la tecnica potrebbe risentire negativamente di una scelta sbagliata inerente alle scarpe che si indossano. Essere tecnici a calcio significa saper gestire bene il pallone con i piedi, mantenere sempre un’alta sensibilità nei suoi confronti, possedere una ottima coordinazione palla-movimento. Tutto questo richiede assolutamente una scarpa affidabile e sicura, che assecondi ogni nostro movimento.
  • Diminuzione della precisione del tiro e della mira in generale: abbiamo già parlato dell’importanza dell’allacciatura, in relazione all’efficacia del tiro e alla precisione della mira. Ecco anche in questa sede ritornare in prima linea l’essenzialità della valutazione della scarpa da comperare. Ognuno valuti bene quali particolari considerare maggiormente e quali invece lasciare in secondo piano.
  • Diminuzione della concentrazione: avete mai provato a correre, saltare e giocare a calcio con delle scarpe che vi provocano dolore o anche solamente un leggero fastidio? La concentrazione tende a focalizzarsi solo su questa sensazione negativa ed è molto difficile rimanere lucidi, seguire la tattica di gioco, non perdere di vista l’avversario, proporsi con nuovi schemi o con giocate impreviste. Oltre a soffrire molto personalmente, nuocerete gravemente anche a tutta la vostra squadra.

Passiamo ora ad analizzare quali potrebbero essere i rischi fisici di una scelta sbagliata:

  • Dolori articolari: indossare una scarpa scomoda o non adatta al nostro piede ci obbliga ad appoggiare il piede in modo innaturale. Questo ci costringere ad assumere una postura sbagliata e a sottoporre i nostri arti inferiori a sforzi e sollecitazioni dannose. Il ginocchio è la parte che più potrebbe risentire di questa situazione, ma in generale tutto il sistema articolare potrebbe compromettersi. State molto attenti quindi e non sottovalutate dei piccoli dolori costanti, causati dalle vostre calzature.
  • Aumento possibilità di distorsione: una scarpa che non avvolge bene il piede, lasciando troppo spazio laterale, rischia di aumentare il rischio di distorsioni. I movimenti che si fanno a calcio sono di vario genere e seguono la direzione laterale, frontale, trasversale etc, per cui non è basso il rischio di distorsione della caviglia. Preservare un ottimo stato fisico è essenziale per un giocatore professionista, che non può permettersi di imbattersi in infortunii troppo frequenti. Anche chi pratica il calcio o il calcetto a livello amatoriale non vorrà certo rischiare una facile distorsione.
  • Vesciche: questo fastidioso problema, certo meno grave delle lesioni articolari o delle distorsioni, è determinato da scarpe troppo larghe o troppo strette. Se il piede ha libertà di muoversi all’interno della calzatura, esso facilmente produrrà delle fastidiose vesciche in alcuni punti, ovvero in quelli dove avviene il maggior numero di sollecitazioni. Allo stesso modo, indossare scarpe troppo strette farà sì che il piede in alcuni punti tocchi costantemente una porzione della calzatura e provocherà non poco fastidio.
  • Gonfiore: quando si indossano delle scarpe non adatte al proprio piede, il primo sintomo che bisogna tenere sotto controllo, è il gonfiore. Questo è un segnale che il corpo ci manda per comunicarci che quella parte non sta bene. Importante è ascoltarlo e provvedere all’apposito cambiamento.