Bose Soundbar 700

La mia recensione della soundbar Bose Soundbar 700, oltre alle mie opinioni sul prodotto trovi pro e contro, caratteristiche e comparazione prezzi.

Bose Soundbar 700

Pro

  • Design molto curato ed elevata qualità costruttiva
  • Riproduzione audio soddisfacente per tutti gli usi
  • Scena sonora molto ampia

Contro

  • Manca il subwoofer
  • Mancano porte HDMI In complete

Ho potuto apprezzare la Bose Soundbar 700 soprattutto per la qualità dell’audio e per la sua versatilità, notando piacevolmente la resa sonora nell’utilizzo misto cinema/musica. Si tratta di una soundbar a tre canali che stupisce per la risposta in frequenza e per l’audio ben bilanciato, facendo meglio della sorella minore 500 che già si comporta molto bene in questo senso.

Come la più piccola soundbar 500, anche qui ho ritrovato una spazialità della scena sonora davvero credibile, grazie agli altoparlanti destro e sinistro montati alle estremità in posizione piuttosto defilata. I suoni rimbalzano molto efficacemente sulle pareti grazie anche alla possibilità di regolare la risposta in funzione della stanza, restituendo una scena ampia e molto reale.

Rispetto alla 500 inoltre, non manca affatto di pressione sonora e anche ad alto volume i bassi non si comprimono rimanendo sempre profondi e ben presenti.

Come accennavo poco fa, l’ascolto mi ha soddisfatto sia con la musica che guardando un film, con una risposta in frequenza ben bilanciata e un suono neutro che si fa apprezzare anche nelle parti vocali cantate e nei dialoghi. Chi come me ama il cinema tuttavia non può non notare l’assenza di un subwoofer, con i suoni più scuri che seppur corposi e mai schienati anche ad alto volume non rendono al meglio nei film in cui c’è bisogno di tanta spinta in basso. La porta per collegare un subwoofer esterno comunque non manca, con buona pace dei cinefili più incalliti.

Ciò che stupisce invece è l’aspetto estetico della soundbar, che con la sua superficie in vetro a contrasto con la griglia in metallo regala una sensazione davvero luxury donando un tocco di classe all’ambiente. Sul fronte dimensioni purtroppo i suoi quasi 98 centimetri in larghezza la rendono un po’ al limite se utilizzata con una TV da 55 pollici come la mia, anche se l’ingombro in altezza è assolutamente nella norma e non arriva a interferire con la cornice della TV. A mio avviso la 700 si sposa egregiamente con un televisore da 65 pollici.

La qualità costruttiva è impeccabile, e la sensazione al tatto è di grande robustezza sia per la solidità dei materiali che per l’assemblaggio davvero ben realizzato, in pieno stile Bose. Sul lato posteriore, gli ingressi e l’alimentazione sono raggruppati in due aperture poste al centro della soundbar, che rende piuttosto semplice nascondere i cavi una volta collegati.

A proposito di ingressi, qualche appunto da fare a Bose l’ho trovato nella scarsa connettività cablata. Manca una porta Full HDMI che permetterebbe alla soundbar di fare da HUB tra una console di gioco e la TV, e come la sorella minore 500 non dispone nemmeno di un ingresso analogico con cavetto minijack. Al suo posto c’è un ingresso audio ottico, insieme alla presa HDMI ARC e una porta Ethernet per collegarsi al modem. Manca una porta USB per collegare un Hard Disk esterno.

La connessione ottica purtroppo non gestisce la codifica del surround in Dolby Digital e DTS, ma il downmix che opera restituisce una codifica Dolby Digital 3.0 convincente, e la si può apprezzare proprio grazie alla spazialità del suono riprodotto.

Migliori soundbar per tv